domenica, Novembre 28, 2021
Home Senza categoria Come affrontare la malattia della macchia fogliare di Cercospora della barbabietola?

Come affrontare la malattia della macchia fogliare di Cercospora della barbabietola?

La barbabietola, Beta vulgaris, è un ortaggio a radice biennale comunemente coltivato come annuale nelle zone temperate.

Le piante vengono coltivate principalmente per le loro radici commestibili viola rossastre, a strisce rosse e bianche, gialle o bianche, ma le cime frondose o le barbabietole sono ugualmente deliziose.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Nel nostro serie di articoli sulle barbabietole, discutiamo di argomenti che vanno da coltivazione del giardino e benefici alla salute a giardinaggio in contenitore e controllo dei parassiti.

In questo articolo, ci concentriamo su una malattia fungina della barbabietola, la macchia fogliare di Cercospora.

Ecco la scaletta:

Cos’è la Cercospora?

La macchia fogliare di Cercospora è una malattia causata dal Cercospora beticola fungo. Preda delle foglie più antiche e più esterne di una pianta, uccidendole e nutrendosi del tessuto vegetale morto.

I segni rivelatori sono “lesioni necrotiche” o chiazze morte, che sembrano cerchi abbronzati con una banda esterna rossastra. Con il progredire della malattia, uno sguardo al microscopio rivelerebbe un minuscolo “corpo fruttifero” o struttura che rilascia spore, al centro di ciascuno.

Deselezionati, i cerchi marrone chiaro si fondono, formando grandi aree morte che diventano grigie quando le spore li avvolgono.

Foto di Björn S, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Questo fungo affligge le colture di fine estate coltivate in climi caldi con elevata umidità, soprattutto quando il fogliame è umido durante le ore notturne.

E come mostra la prima foto, potrebbe apparire in tandem con i danni dei parassiti, come le tracce fatte da minatore di foglie larve.

In caso di infezione estesa, le radici della barbabietola potrebbero non maturare.

C. beticola si spalma facilmente con una semplice spruzzata di tubo da giardino, o sul retro di un insetto o sul fondo di a scarpa da giardino, soprattutto quando le piante sono affollate.

Una delle maggiori sfide nella gestione di questo fungo è la sua capacità di svernare tra i detriti del giardino, come erbacce e materiale vegetale infetto che viene scartato durante la raccolta.

Misure di prevenzione proattive

Per ridurre al minimo il rischio di fallimento del raccolto a causa di malattie, intraprendere azioni di natura preventiva.

Inizia con semi resistenti alle malattie acquistati da un fornitore rispettabile. I semi di scarsa qualità possono contenere funghi ed essere condannati fin dall’inizio.

Soddisfa le esigenze delle tue piante di pieno sole e terriccio ricco di sostanze organiche e ben drenante.

Evita il sovraffollamento, che può aumentare l’umidità ambientale e l’umidità delle foglie, distanziando le piante da tre a sei pollici l’una dall’altra, a seconda delle dimensioni delle barbabietole mature.

Piantare all’inizio della primavera per evitare la maturazione durante le parti più calde e umide della stagione di crescita.

Poiché C. beticola favorisce le condizioni umide, è importante evitare l’eccessiva irrigazione. Le barbabietole non devono essere sovrasature. Un pollice di acqua supplementare in assenza di pioggia è sufficiente.

Inoltre, quando innaffi, assicurati di puntare il tubo verso le radici nel terreno, non sopra il fogliame. Il fogliame umido è un obiettivo primario per lo sviluppo dei funghi.

Scegliere irrigazione a goccia invece di spruzzare, per mantenere le foglie asciutte.

Mantieni il giardino libero da erbacce e detriti, per evitare lo svernamento delle spore fungine che potrebbero rovinare il raccolto dell’anno prossimo.

La barbabietola è nel Chenopodium, alias goosefoot, famiglia di piante che include quinoa e bietola. Assicurati di ruotare le colture in questa famiglia in nuovi siti ogni pochi anni per ridurre la vulnerabilità a C. beticola.

Si noti che può anche influire negativamente spinaci, il quale è in la famiglia delle Amaranthaceae, anche.

E, soprattutto, prendi in considerazione un pretrattamento con un fungicida fogliare per inibire la malattia fin dall’inizio.

Ecco un prodotto da provare: MilStop® SP Foliar Fungicide è una polvere che è disponibile da Arrico Organics. Contiene bicarbonato di potassio ed è disponibile in confezioni da cinque e 25 libbre.

MilStop® SP fungicida fogliare

Seguire le istruzioni sulla confezione e notare che, sebbene questo prodotto sia etichettato come non tossico, non deve essere inalato durante l’applicazione.

Controllo dei danni

Sfortunatamente, se le tue barbabietole soccombono a C. beticola, c’è poco che puoi fare per fermarne la progressione. I fungicidi applicati alla macchia fogliare uccidono le spore al contatto, ma non impediscono il rilascio di altre, né proteggono il fogliame sano.

Tuttavia, al primo segno di difficoltà, puoi rimuovere le foglie esterne interessate. Scartali in un sacchetto sigillato nella spazzatura e igienizza i tuoi potatori in seguito.

Se il danno è esteso, potresti dover rinunciare alle barbabietole, ma puoi raccogliere radici di appena 2,5 cm di diametro, per le barbabietole più dolci e tenere che tu abbia mai avuto.

Cercospora è sgradita qui

È molto sconvolgente quando un raccolto amorevolmente curato soccombe a una malattia che minaccia di rovinarlo.

Il tempo è certamente al di fuori del nostro controllo, ma con una comprensione di C. beticola e le misure proattive che puoi adottare contro di esso, potresti non dover mai affrontare un focolaio.

Aggiungi quanto segue al tuo pianificatore di giardini oggi:

  • Acquista semi resistenti alle malattie
  • Fornire condizioni di crescita ideali
  • Spazio alle piante in modo appropriato
  • Piantare presto per evitare picchi di calore e umidità
  • Evita l’irrigazione eccessiva
  • Mantieni le foglie asciutte
  • Erbaccia e detriti chiari
  • Applicare fungicida preventivamente
  • Ruota le colture

Promuovere un ambiente meno favorevole allo sviluppo dei funghi riduce notevolmente la minaccia di C. beticola ed è il modo migliore per affrontare questo patogeno delle piante.

Se hai trovato utile questa guida e sei interessato a saperne di più malattie vegetali comuni, suggeriamo quanto segue:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto del prodotto tramite Arrico Organics. Foto non accreditate: Shutterstock.

A proposito di Nan Schiller

Nan Schiller è una scrittrice con profonde radici nel suolo della Pennsylvania sudorientale. Il suo background include design paesaggistico e floreale, una laurea in economia presso l’Università di Villanova e un certificato di merito in design floreale di Longwood Gardens. Sostenitrice del giardinaggio biologico con piante autoctone, ha sempre lo sporco sotto le unghie e le lentiggini sul naso. Con arguzia e, si spera, un po’ di saggezza, condivide ciò che ha imparato ed è sempre pronta a scavare in un nuovo progetto!

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI