giovedì, Ottobre 28, 2021
Home Senza categoria Come controllare gli afidi sulle rose

Come controllare gli afidi sulle rose

Stai camminando lungo i tuoi cespugli di rose profumate quando ti fermi di colpo. C'è qualcosa che non va con le tue adorabili fioriture.

Ti avvicini e vedi che alcuni degli steli e dei boccioli dei fiori sono ricoperti da piccoli insetti a forma di pera, tipicamente verdi o rosa, ma possono apparire anche in altri colori.

Quali sono? Afidi. Le fastidiose creature stanno banchettando con le tue piante abbaglianti e devi toglierle di dosso, ma esattamente come controlli gli afidi sulle rose?

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Se vuoi saperne di più su come coltivare le rose (Rosa spp.), consulta la nostra guida.

In questo articolo, discuteremo i modi migliori per controllare un'infestazione da afidi sulle tue preziose piante. Ancora meglio, ti aiuteremo a imparare come prevenire attacchi su larga scala prima che si verifichino.

Ecco cosa approfondiremo:

Incontra l'afide

Gli afidi infesteranno quasi tutte le piante viventi su cui riescono a mettere le loro minuscole zampe filiformi.

Questi veri insetti dal corpo molle sono membri della superfamiglia Aphidoidea e possono essere trovati in tutto il mondo, sebbene siano più comuni nelle zone a clima temperato.

Questi minuscoli insetti a forma di pera sono solitamente lunghi da due a quattro millimetri e sono disponibili in molti colori: nero, bianco, verde, rosa e arancione, solo per citarne alcuni.

Delle 4.000 specie di afidi identificate, circa 250 sono considerate parassiti delle colture e delle piante ornamentali.

Il Macrosiphum rosae, lungo tre millimetri, verde o rosa, è il principale attaccante della rosa, sebbene anche altre specie possano banchettare con le tue rose.

Non possono muoversi molto su quelle minuscole gambe, motivo per cui li vedrai spesso raggruppati su uno stelo, a volte in più strati sovrapposti di minuscoli corpi.

Forse la cosa più inquietante di loro è che quando nascono le femmine, spesso sono già incinte di più femmine. Non sono necessari maschi per questo.

Queste femmine altamente fertili emergono tramite parto vivo, al contrario della necessità di svilupparsi in un uovo al di fuori del corpo dell'afide madre, quindi è facile per gli afidi aumentare rapidamente di numero.

Ma non è tutto. Con l'avvicinarsi dell'autunno nelle zone temperate, gli insetti si accoppiano e depongono uova contenenti sia maschi che femmine. Se una pianta diventa troppo affollata, alcuni di questi giovani afidi possono sviluppare ali per aiutarli a galleggiare sulle correnti d'aria e trovare nuove piante da succhiare.

Onestamente, penso che sia una cosa interessante, anche se non sono ancora un fan dei parassiti.

Questi insetti continuano a deporre le uova in autunno, ma se fa troppo freddo perché gli insetti si schiudano, svernano semplicemente nelle uova e si schiudono in primavera.

Con circa mezzo miliardo di modi per riprodursi (solo una leggera esagerazione), è facile vedere come la popolazione di afidi possa salire alle stelle e causare problemi a una pianta.

Perché gli afidi fanno male alle rose?

Le loro prolifiche abitudini riproduttive sono uno dei motivi per cui è importante frenare le infestazioni in anticipo, se possibile.

Gli insetti possono causare danni significativi a una rosa, succhiando la vita dai boccioli prima che abbiano la possibilità di svilupparsi in fiori profumati e rimuovendo così tanta linfa dalle foglie da farle appassire.

Questo perché gli afidi hanno una sola fonte di nutrimento: la linfa delle piante.

E hanno bisogno di bere molta linfa vegetale per ottenere abbastanza proteine ​​per sopravvivere.

La linfa delle piante contiene molto zucchero e poche proteine, e questa è una cattiva notizia per i tuoi cespugli di rose per due motivi:

Innanzitutto, più linfa succhiano gli afidi, più la tua pianta soffre.

In secondo luogo, gli insetti non possono usare tutto lo zucchero nella linfa che bevono, quindi finiscono per espellerlo dappertutto sotto forma di melata.

La presenza di melata può quindi attirare spore fungine che trasformarsi in fuliggine, una malattia causata da una varietà di funghi nei generi Aureobasidium, Capnodium, Fumago, Fumiglobus, Limacinula e Scoriasntennariella.

I funghi che causano la muffa fuligginosa si nutrono di melata e si diffondono su tutta la pianta ovunque sia presente la melata.

Oh, e le formiche amano la melata e proteggeranno branchi di afidi per ottenerla, mungendoli per farli secernere la sostanza dolce, che poi bevono.

La natura è così strana.

E mentre molte persone sanno che le coccinelle amano mangiare gli afidi – parleremo del loro ruolo nel tenere lontani gli afidi tra un momento – devi considerare anche la relazione tra le coccinelle e le formiche.

Le formiche non mangiano le coccinelle, ma se le coccinelle si sentono in inferiorità numerica rispetto ai gruppi di formiche che stanno proteggendo gli afidi, voleranno via.

Quindi tieni d'occhio le formiche e, se le vedi sui tuoi cespugli di rose, prendile di mira con gli stessi tre metodi consigliati di seguito per controllare gli afidi.

Ma torniamo alla muffa fuligginosa: se le tue rose ne sono ricoperte, le piante sono meno in grado di assorbire la luce e i nutrienti di cui hanno bisogno per prosperare.

Per fortuna, la muffa fuligginosa non infetta il tessuto vegetale reale e pulire la muffa libererà le tue piante dai problemi. Ma questo può essere una seccatura e una grave infezione può persino causare la morte di una pianta per mancanza di nutrienti appropriati, specialmente se la diffusione non viene controllata.

Sfortunatamente, gli afidi possono anche trasmettere virus ogni volta che succhiano la linfa delle piante.

Puoi scopri di più sugli afidi nella nostra guida.

Quindi, come puoi tenere questi fastidiosi parassiti lontani dalle tue piante o sbarazzartene una volta arrivati?

Ecco i nostri tre metodi migliori.

3 consigli per tenere sotto controllo gli afidi

Oltre ai tre utili suggerimenti descritti di seguito, tieni presente che questo è sempre della massima importanza se il tuo obiettivo è controllare questi parassiti: controlla attentamente le tue piante almeno una volta alla settimana.

Poiché gli afidi che attaccano le rose sono più comunemente verdi o rosa, le piccole popolazioni potrebbero non essere facili da vedere da lontano. Visitare regolarmente le tue piante e tenere d'occhio i segni di infestazione è la tua prima linea di difesa.

Quindi avvicinati, annusa le rose e tieni gli occhi aperti mentre lo fai. Controlla i germogli in via di sviluppo e la parte inferiore delle foglie, poiché questi parassiti amano riunirsi e banchettare in queste aree.

È anche importante notare che nessuno di questi metodi sarà una cosa una tantum se coltivi rose in giardino.

Nella maggior parte dei casi, ti consigliamo di combinare questi metodi di controllo suggeriti per assicurarti che siano il più efficaci possibile e per impedire agli insetti di infestare le tue piante più e più volte.

Ora, diamo un'occhiata a ciascun suggerimento in dettaglio.

1. Attira i predatori di afidi nel tuo giardino

Ok, ecco un triste segreto: non esiste davvero un modo efficace per impedire agli afidi di avvicinarsi del tutto alle tue piante. Se sono in giro, probabilmente troveranno le tue rose ad un certo punto. E se vivi in ​​un posto dove crescono le piante, ci sono afidi in giro.

Ma ci sono modi per aiutare a mantenere bassa la loro popolazione.

Uno dei modi più semplici per farlo è piantare fiori ed erbe che attirino predatori benefici in un'area vicino al tuo roseto o mescolati tra le tue piante.

I predatori come le merletti verdi e le coccinelle si nutrono di polline e nettare, ma non danneggiano le piante. E mangiano anche gli afidi. Molti di loro.

Le coccinelle mature (Coccinellidae spp.), che in genere sono di circa mezzo pollice o più piccole, possono divorare fino a 50 ogni giorno.

Le loro larve, che sembrano "piccoli alligatori", secondo la scrittrice di giardini Deb Courtner in un articolo del 2013 pubblicato sul Denver Post, consumano fino a cinque volte tanto nonostante le loro piccole dimensioni – una lunghezza di un quarto di pollice.

E con i loro corpi affusolati neri o grigi, che sono increspati e macchiati di arancione, le coccinelle immature sembrano davvero dei piccoli alligatori, se me lo chiedi.

Alcuni giardinieri ben intenzionati li scambiano per parassiti, il che non potrebbe essere più lontano dalla verità.

Per attirare le coccinelle, pianta angelica, erba cipollina, coriandolo, coreopsis, cosmo, gerani, calendule, origano, pizzo della regina Anna e achillea tra le tue rose, o almeno a pochi metri da esse.

Metti anche i trampolini nel tuo roseto, perché le coccinelle adorano rannicchiarsi in spazi piccoli e chiusi.

Fortunatamente, le merletti verdi (Chrysopa spp.) Si nutrono di molte delle stesse piante delle coccinelle, tra cui coreopsis, cosmo, pizzo della regina Anna e achillea. Sono anche particolarmente affezionati alla verga d'oro e alle margherite Marguerite.

I lacewings maturi hanno una dimensione di circa tre quarti di pollice.

Come le larve di coccinella, anche le larve di lacewing mangiano gli afidi. Le larve brunastre, lunghe mezzo pollice, sono affusolate all'estremità anteriore e posteriore e grasse nel mezzo.

Poiché questi insetti predatori non danneggeranno te o le altre tue piante e contribuiranno a mantenere sano il tuo roseto, è importante assicurarsi che lo spazio sia ospitale per questi insetti e adatto ai predatori.

Non spruzzare con insetticidi, pesticidi o fungicidi che potrebbero uccidere coccinelle o merletti.

Se vuoi garantire la presenza di coccinelle e mantenere basse le popolazioni di afidi, prima crea un habitat che sia accogliente per loro, quindi acquista coccinelle vive da rilasciare in confezioni da 500 o 1.500 di Arrico Organics.

coccinelle

Alcuni potrebbero semplicemente restare dopo aver svolto il loro lavoro, anche se la maggior parte alla fine volerà via.

Nel caso di un'emergenza di infestazione da afidi, rilascia 1.500 coccinelle per ogni grande cespuglio di rose e una settimana dopo, rilascia un altro set di 1.500.

Assicurati di seguire attentamente le istruzioni sulla confezione quando le rilasci per assicurarti che non volino via immediatamente.

Una delle cose principali da fare è spruzzare le piante con una leggera nebbia d'acqua prima di rilasciare le coccinelle. Apprezzeranno l'umidità e questo li incoraggerà a rimanere nella zona.

Anche mettere uno straccio bagnato sul terreno dove li lasci è un buon modo per fornire loro una fonte d'acqua e tenerli sul campo di battaglia.

Aggiorna lo straccio ogni giorno per ottenere i migliori risultati.

Uova Lacewing

Puoi fare la stessa cosa per ottenere un vantaggio sulla popolazione di lacewing acquistando uova di lacewing verdi di Arrico Organics anche.

Rilascia le uova non appena le ricevi. Nebulizzare il fogliame con acqua e distribuire uniformemente le uova. Dovrebbero schiudersi in 3-10 giorni.

2. Un tubo è il tuo migliore amico per le piccole infestazioni

Supponiamo che tu scopra una piccola popolazione di afidi durante una delle tue ricerche settimanali o bisettimanali. Vedi forse una manciata di insetti sparsi in una parte del tuo cespuglio di rose, sulle foglie e sui boccioli non aperti.

In questo caso, il tubo è un deterrente ideale. Utilizzando un ugello regolabile, come questo di Orbit, disponibile presso l'Home Depot – spruzzare gli afidi sulle rose.

Ugello per tubo flessibile regolabile in orbita

Ho questo ugello a casa e uso un'impostazione semi-delicata come "doccia" o "piatto" leggermente più forte per aiutare a spruzzare gli insetti dai miei fiori.

Il momento migliore per spruzzarli via è al mattino, quando c'è un sacco di tempo prima che il fresco della sera cali affinché il sole asciughi le piante.

Dopo aver spruzzato una volta, controlla di nuovo i cespugli il giorno successivo. Potrebbe essere necessario spruzzare più afidi via con il tubo.

Tieni presente che non vuoi colpire ripetutamente le tue piante con acqua poiché ciò potrebbe danneggiare fiori e fogliame.

Prova prima l'impostazione spray più delicata e, se non funziona, aumenta gradualmente la forza fino a quando gli afidi non si staccano. Se continuano a tornare, potrebbe essere necessario provare qualcos'altro.

Il che ci porta al terzo suggerimento.

3. Trattare le rose con pesticidi organici

Non ne ho mai visto uno di persona, ma adoro gli alberi di neem. O almeno sono un fan dell'olio estratto dai frutti e dai semi dell'albero di neem (Azadirachta indica), un sempreverde originario del subcontinente indiano e di gran parte dell'Africa.

L'olio di Neem contiene il pesticida naturale azadiractina, oltre a componenti insetticidi complessi aggiuntivi che non sono completamente compresi.

Quando gli insetti lo ingeriscono, l'azadiractina agisce come un anti-nutrimento, che impedisce agli afidi di mangiare ed è anche tossico per questi parassiti. Ciò si traduce nella morte degli sfortunati afidi che lo mangiano.

L'azadiractina nell'olio di neem interrompe anche i sistemi ormonali degli insetti, che impedisce loro di deporre le uova.

Alcuni oli di neem sul mercato non contengono azadiractina e sono descritti come "estratto idrofobico chiarificato" di olio di neem.

Mentre lo spray è generalmente riconosciuto come sicuro per le nostre amate coccinelle e merletti predatori, non è esattamente una sostanza ideale da ingerire per questi insetti.

E può essere particolarmente tossico per utile impollinatori come le api se spruzzato in grandi quantità.

Per fortuna, se segui le indicazioni sull'etichetta, molto probabilmente le coccinelle non verranno danneggiate.

L'olio di Neem non è un pesticida abbattente, nel senso che non contiene sostanze chimiche che uccidono immediatamente i parassiti, sebbene possa soffocare qualsiasi insetto che ne viene spruzzato.

Invece, per ricapitolare rapidamente, funziona così: lo spruzzi sulle foglie, sui nuovi steli e sui germogli. Gli afidi arrivano e fanno la loro vile masticazione. Ingeriscono l'olio di neem insieme alle foglie, e poi si ammalano, non possono mangiare e muoiono.

Le coccinelle e altri insetti predatori che non masticano le foglie probabilmente non ingeriscono olio di neem, a meno che non sia accidentale.

Ma se mangiano afidi che hanno mangiato olio di neem, ciò potrebbe rappresentare un problema. La linea di fondo è quella di fare attenzione quando si spruzza l'olio di neem e non usarlo come prima linea di difesa se puoi evitarlo.

Il sapone insetticida è un po' più sicuro per le coccinelle. Uccide gli insetti dal corpo molle come gli afidi penetrando nei loro corpi e distruggendo le loro cellule.

Poiché le coccinelle e altri insetti predatori hanno corpi o ali duri per portarli via dal sapone insetticida, comporta un basso rischio per i nostri predatori necessari.

Sapone insetticida Bonideide

Consiglio questo sapone insetticida di Bonide, disponibile tramite Arrico Organics.

Bug spento

Ora che sei armato delle conoscenze di cui hai bisogno e dei metodi organici per cercare di impedire agli afidi di devastare le tue piante di rose, puoi coltivare le tue rose in pace.

In molti casi, scoprirai che devi combinare due o più di questi metodi per tenere gli afidi lontani dalle tue rose.

Ad esempio, pianta erbe e fiori per attirare gli insetti utili (suggerimento 1), lava via gli afidi se trovi piccole infestazioni (suggerimento 2) e spruzza la pianta con olio di neem o sapone insetticida per evitare che gli insetti ritornino in piena forza ( Consiglio 3).

Messi insieme, questi metodi possono aiutare a mantenere le tue rose felici e in salute, il tutto con un impatto minimo sull'ambiente che circonda le tue amate piante.

E se riscontri ulteriori problemi nel mantenere vive e vegete le tue rose, lasciaci un commento qui sotto! Ci piace sentirti.

Inoltre, abbiamo diverse altre guide per aiutarti coltiva rose felici e sane da leggere di seguito:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite Arrico Organics e Home Depot. Foto non accreditate: Shutterstock.

Informazioni su Laura Ojeda Melchor

Laura Ojeda Melchor è cresciuta aiutando sua madre in giardino in Montana e da adulta ha portato con sé le sue abilità di giardinaggio nella stagione fredda nella sua casa in Alaska. È particolarmente orgogliosa delle aiuole che lei e suo figlio di tre anni hanno costruito con le rocce scavate dalla loro piccola fattoria in Alaska. Come scrittrice freelance, contribuisce a diversi siti Web e blog in tutto il web. Laura scrive anche romanzi e ha conseguito un MFA in scrittura presso il Vermont College of Fine Arts.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI