sabato, Ottobre 16, 2021
Home Senza categoria Come diagnosticare e prevenire la malattia della pesca falsa

Come diagnosticare e prevenire la malattia della pesca falsa

Xylella fastidiosa subsp. multiplex

Cosa potrebbe esserci di sbagliato in un pesco attraente, compatto e cespuglioso? Abbondanza! Il tuo albero potrebbe avere l'incurabile malattia batterica della pesca fasulla (PPD).

Questa malattia è apparsa apparentemente dal nulla e ha colpito per la prima volta gli alberi di pesco in Georgia nel 1900. E si era diffusa fino al Texas nel 1933.

Un secolo dopo, questo patogeno è ancora un problema pernicioso.

Nessun pesco è sicuro: ogni cultivar, forma e ibrido è suscettibile.

Il tuo albero non morirà di questa afflizione, ma smetterà di produrre frutti per un periodo da due a quattro anni.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

La causa della PPD è un tipo di batterio noto come Xylella fastidiosa subsp. multiplex. È strettamente correlato all'agente patogeno che causa il temuto La malattia di Pierce, che ha di fatto limitato le tipologie di uva coltivabili nel sud-est.

Altri ceppi di questa specie di batteri possono anche causare bruciature fogliari negli alberi di olmo, acero, quercia e sicomoro, o clorosi variegata di agrumi negli alberi di agrumi.

Questi batteri vivono nello xilema della pianta, i tubi che trasportano acqua e sostanze nutritive dalle radici alle foglie.

E rimarrebbero lì se non fosse per le cicaline aggressive conosciute come tiratori scelti o sputacchiere che succhiano il liquido e si infettano nel processo.

Sfortunatamente, queste cicaline possono vivere su diversi tipi di erbacce e alberi, quindi probabilmente risiedono nelle immediate vicinanze del tuo albero di pesco, anche se questa non è in genere la loro scelta numero uno di host.

Cosa si può fare a questo punto? Non tanto. Se il tuo albero è infetto, dovresti rimuoverlo e distruggerlo.

Tuttavia, ci sono dei passaggi che puoi adottare per prevenire la PPD e ti consiglieremo su questi passaggi per evitare che la tua pesca diventi un'altra vittima.

Ecco cosa ci aspetta:

Come diagnosticare e prevenire la malattia della pesca falsa

Continua a leggere per saperne di più sulla PPD e su come controllarla.

Area geografica

Non devi preoccuparti della falsa malattia della pesca se vivi negli Stati Uniti settentrionali. PPD è una creatura del sud.

Questa malattia è stata confermata dal nord della Florida alla Carolina del Nord e ad ovest fino al Missouri e al Texas orientale.

È grave in Alabama, Florida, Georgia, Louisiana, New Mexico e South Carolina.

In effetti, la situazione nella Georgia meridionale è così grave che la PPD spesso porta alla distruzione di interi frutteti.

Ci sono state segnalazioni che affermano che la PPD ha colpito nel Montana e nel Nebraska, ma al momento della stesura di questo documento, queste non erano state confermate in modo definitivo dai patologi delle piante.

Sono stati segnalati e confermati anche rari casi fino all'Ohio meridionale e al Missouri meridionale.

Come si diffonde la PPD

I batteri che causano la PPD possono vivere in una varietà di piante, comprese le erbacce comuni e gli alberi come il susino selvatico, albicocca, e mandorla.

Tiratore scelto dalle ali vitree (Homolodisca vitripennis).

Sfortunatamente, insetti come il temuto tiratore scelto alato vetroso – una specie di cicalina – sono alimentatori molto aggressivi che possono trasmettere la malattia dagli ospiti selvatici alle pesche attraverso il loro apparato boccale che succhia la perforazione.

Secondo un articolo del 2007 pubblicato sulla rivista Plant Disease dai ricercatori D. L. Hopkins, con il Mid-Florida Research and Education Center dell'Università della Florida ad Apopka, e A. H. Purcell con l'Università della California, Berkeley, la PPD è raramente diffuso tra alberi coltivati.

È più probabile che il tuo venga infettato dalla trasmissione tramite piante selvatiche.

Tuttavia, a volte può diffondersi tramite innesti di radici anche tra alberi che si trovano uno accanto all'altro.

Sintomi

I peschi infetti di solito non mostrano sintomi fino a un anno e mezzo o più dopo essere stati infettati. Altre piante che possono essere infettate a volte non mostrano alcun sintomo.

La prima cosa che potresti notare è che il tuo albero è diventato più cespuglioso e compatto del solito. Questo perché la crescita terminale e gli internodi – o germogli tra i nodi dove vengono prodotte le foglie – sono accorciati.

La fioritura avverrà diversi giorni prima del normale nelle piante sane e il frutto maturerà più rapidamente.

Anche le foglie saranno di un verde più scuro e rimarranno sull'albero più a lungo in autunno.

Lo xilema nei tessuti legnosi apparirà nero, perché è lì che vivono i batteri.

Il problema più significativo in termini di sintomi è la risposta del frutto. Nel tempo, la dimensione del frutto maturo diminuirà continuamente fino a quando le pesche non raggiungeranno le dimensioni di dollari d'argento.

Se gli alberi immaturi vengono infettati, non daranno mai frutti.

Conferma la tua diagnosi

Il patologo delle piante Phil Brannen al Università della Georgia College of Agricultural and Environmental Sciences ha riferito nel 2016 che alcuni coltivatori stavano rimuovendo alberi che pensavano avessero la PPD. Tuttavia, è stato dimostrato che la crescita stentata che hanno visto è stata effettivamente causata da tonchi o nematodi.

L'istruzione è la chiave qui, per sapere cosa stai cercando.

Come si può dire la differenza per evitare una diagnosi errata? Gli alberi infestati da punteruoli o nematodi non saranno così verde scuro o avranno gli internodi corti che sono segni rivelatori di questa malattia.

Mentre gli alberi infestati da questi organismi mostreranno una crescita stentata, continueranno a produrre frutti di dimensioni normali.

Rimuovere un albero che potrebbe continuare a produrre sarebbe un errore molto costoso per i coltivatori commerciali e un'enorme delusione per il giardiniere domestico che probabilmente ha investito tempo e risorse significativi in ​​un piccolo numero di alberi.

Se non sei sicuro della tua diagnosi, controlla con il tuo agente di estensione locale per confermare che il tuo albero ha effettivamente PPD.

Come prevenire la malattia della pesca falsa

La principale modalità di prevenzione consiste nell'eliminare la vegetazione che potrebbe ospitare la malattia o il vettore dei parassiti – o entrambi!

Controlla diligentemente le erbacce intorno al tuo albero o frutteto e rimuovi tutti gli alberi vicini che potrebbero fungere da ospiti per gli insetti che trasmettono i batteri, come le prugne selvatiche e altre drupacee selvatiche.

Controllare attentamente i segni di infezione all'inizio dell'estate.

Resistere anche alla tentazione di potare in estate. In questo modo, sarai in grado di riconoscere eventuali sintomi di PPD con il progredire della stagione. Come bonus aggiuntivo, il tuo albero non produrrà la nuova crescita vigorosa dopo la potatura che tende ad attirare le cicaline.

Se il tuo albero si infetta nonostante i tuoi migliori sforzi, sii spietato. Rimuovilo e brucialo o smaltiscilo come appropriato nella tua zona per evitare il rischio di un'ulteriore diffusione. Non mettere materiale vegetale infetto sul cumulo di compost.

Un problema in tutto il sud

Questa malattia insidiosa è stata un problema negli Stati Uniti meridionali per oltre un secolo, ma le informazioni disponibili su di essa sono limitate.

Quello che si sa è che ogni tipo di pesca è suscettibile. I coltivatori domestici dovrebbero prestare attenzione ai sintomi, per ogni evenienza.

Adottare misure per prevenire questa infezione rimuovendo le erbacce e gli ospiti alternativi come la prugna selvatica.

Se il tuo albero mostra i classici segni di essere cespuglioso e compatto, con internodi accorciati e piccoli frutti, preparati a rimuoverlo e distruggere i resti dopo aver ottenuto una diagnosi positiva.

Hai coltivato un albero che è stato infettato dalla falsa malattia della pesca? Facci sapere come l'hai diagnosticato nella sezione commenti qui sotto.

E continua a leggere per ulteriori informazioni su pesche in crescita dai un'occhiata a queste guide dopo:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Pubblicato originariamente il 26 luglio 2019. Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2021. Foto non accreditate: Shutterstock. Con ulteriore scrittura e montaggio di Allison Sidhu.

Informazioni su Helga George, PhD

Una delle più grandi gioie dell'infanzia di Helga George è stata la lettura di piante rare e in serra che non sarebbero cresciute nel Delaware. Ora che vive vicino a Santa Barbara, in California, è felice che molti di questi crescano proprio fuori! Affascinata dalla scoperta infantile che le piante producono sostanze chimiche per difendersi, Helga ha intrapreso ulteriori studi accademici e ha ottenuto due lauree, studiando le malattie delle piante come specializzazione in patologia vegetale. Ha conseguito una laurea in agricoltura presso la Cornell University e un MS presso l'Università del Massachusetts Amherst. Helga è poi tornata alla Cornell per ottenere un dottorato di ricerca, studiando uno dei sistemi modello di difesa delle piante. È passata alla scrittura a tempo pieno nel 2009.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI