sabato, Ottobre 16, 2021
Home Senza categoria Come e quando potare i peri

Come e quando potare i peri

Hai sentito dire che è importante potare i tuoi peri. Hai acquistato un paio di potatori e hai esaminato alcune risorse, ma non sei ancora sicuro di quando portarli fuori e iniziare a tagliare.

Forse sei nervoso anche tu. Come si pota esattamente un pero?

Foto via Alamy.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Se lo desidera scopri di più sulla coltivazione delle pere, leggi la nostra guida.

In questo articolo, indicheremo esattamente perché la potatura degli alberi di Pyrus è importante e ti guideremo attraverso i passaggi che devi compiere.

Ecco tutto ciò che tratteremo:

Perché dovresti tagliare i peri?

Se ti stai chiedendo perché dovresti preoccuparti di tagliare i rami dalla tua pera, non sei solo. A che serve tagliare gli arti?

Ecco il segreto: tagliare i giovani peri li aiuta a crescere e a mantenere la forma che preferisci.

Ma la potatura fa anche molto di più e gli alberi di qualsiasi età possono trarne beneficio.

Tagliando via i rami che si toccano o crescono troppo vicini, si elimina il rischio di lesioni. Quando c’è attrito tra di loro, la corteccia può staccarsi, creando un punto di ingresso per parassiti e malattie.

E quando i rami frondosi crescono troppo vicini tra loro, anche se non si toccano, la luce del sole non può raggiungere ogni ramo singolarmente.

Secondo gli esperti presso il People’s Trust for Endangered Species, la potatura degli alberi da frutto migliora il flusso d’aria tra gli arti. Questo può aiutare ad asciugare l’umidità in eccesso, come l’umidità di una pioggia recente, più rapidamente.

Questo, a sua volta, aiuta a tenere lontane le infezioni fungine.

Gli esperti del People’s Trust affermano anche che un albero ben potato lascia entrare più luce solare, con il risultato di foglie e boccioli grandi e vigorosi.

Diane Brown, educatrice di estensione presso il Estensione della Michigan State University, aggiunge che la luce del sole è fondamentale per aiutare le foglie a produrre zucchero, permettendo all’albero di crescere come dovrebbe e aiutando a produrre frutti di alta qualità.

Delizioso!

Quando tagliare?

Dovresti pianificare la potatura a fine inverno o all’inizio della primavera. Esperti al Estensione cooperativa dell’Università del Maine diciamo che potarli in questo momento aiuta a proteggere la loro resistenza e salute invernali.

Fai attenzione alla decomposizione invernale o al legno danneggiato dal freddo e potalo anche via.

Continuerai a catturare l’albero alla fine della sua fase dormiente, ma le ferite create dai potatori guariranno rapidamente all’inizio della stagione di crescita, riducendo la possibilità che gli insetti infestino i rami attraverso i tagli aperti, o quella malattia prenderà piede.

Se la tua pera ha un disperato bisogno di un assetto, la fine dell’estate è un’opzione, dicono gli esperti della Maine Extension.

A questo punto dovrai solo rimuovere i rami morti o spezzati, poiché un taglio pesante in estate indebolirà la pianta. Non vuoi mai rimuovere più di un terzo della crescita di un albero in un dato anno.

Per mantenere il tuo albero il più sano possibile, taglia i rami morti o malati, o i rami che si sfregano l’uno contro l’altro, una volta all’anno.

Come potare

Prima di iniziare a tagliare, considera cosa desideri ottenere con il tuo albero di Pyrus.

Vuoi addestrarlo in una forma ideale per produrre grandi raccolti di frutta di alta qualità anno dopo anno? O preferisci che cresca con un aspetto più naturale, potenzialmente a scapito di un raccolto più ampio?

Se sei davvero fantasioso o a corto di spazio, puoi provare a coltivarli nello stile a spalliera.

Se preferisci la prima opzione, probabilmente vorrai potare la tua pera in quella che è nota come forma a “leader singolo” o “leader centrale”.

Poiché le pere tendono a crescere dritte, la forma centrale del leader onora il modo in cui le pere amano crescere, massimizzando anche l’esposizione alla luce ai rami inferiori e medi, il che aiuta a promuovere la produzione e la qualità dei frutti.

Ma se preferisci mantenere un aspetto “naturale”, con rami che crescono in modo più naturale e uniforme mantenendo l’albero sano, puoi farlo anche tu.

Tratteremo come potare con uno di questi obiettivi in ​​mente in un momento. Ma prima, alcuni suggerimenti e note sull’attrezzatura.

Potatori bypass Fiskars

Utilizzare un paio di potatori bypass affilati per esemplari giovani e piccoli rami. Mi piacciono questi di Fiskars, che sono disponibile presso l’Home Depot.

Per gli alberi più vecchi con rami spessi, utilizzare anche una sega da potatura come questa di Fiskars disponibile presso l’Home Depot.

Segaccio da potatura Fiskars

Taglia sempre circa un pollice sopra un bocciolo laterale rivolto verso l’esterno, che consente a un nuovo ramo di crescere verso l’esterno piuttosto che incrociarsi all’interno verso il tronco.

Per i rami che si curvano verso l’alto, fai un taglio angolato in modo che l’acqua possa scorrere facilmente dalla ferita aperta. Per i rami che sporgono verso l’esterno, un taglio dritto funziona bene.

Pulisci e disinfetta sempre gli strumenti di potatura prima di eseguire qualsiasi taglio.

Non rimuovere mai più di un terzo della crescita dell’albero in un anno.

Puoi imparare consigli più generali in la nostra guida alle basi della potatura.

Potatura per creare un leader centrale

Il tuo obiettivo qui è quello di consentire al tronco di crescere dritto verso l’alto e di creare da due a tre serie di robusti rami di impalcatura che crescono verso l’esterno dal centro.

La potatura di questo tipo dovrebbe essere effettuata al momento della semina o durante l’inverno successivo alla prima estate dell’albero.

Se stai iniziando con una frusta o un albero senza rami, ti consigliamo di fare quello che viene chiamato un “taglio della testa” al momento della semina, in cui tagli qualche centimetro da un ramo, in genere rimuovendo la punta e uno o due mini cuffie.

I tagli alla voce stimolano una nuova crescita.

La tua testa tagliata su una frusta dovrebbe ridurre l’altezza da 30 a 45 pollici, afferma Diane Brown dell’estensione della Michigan State University. Ciò incoraggerà i germogli laterali, che diventeranno i rami dell’impalcatura man mano che l’albero cresce.

Se inizi con un albero ramificato, puoi saltare questo passaggio. Invece, pota i rami morti, malati o spezzati tagliandoli al punto di origine.

Questo è chiamato un “taglio diradamento”. A differenza di un taglio di intestazione, un taglio diradamento non stimola una nuova crescita ma reindirizza invece l’energia nei rami esistenti.

Quando tagli interi rami, assicurati di lasciare circa un quarto di pollice del moncone in posizione, lasciando essenzialmente solo il colletto del ramo.

Il collare del ramo è un anello di tessuto ispessito che circonda il punto di attacco del ramo al tronco. Se tagli bene e vicino ad esso, il collare si richiuderà naturalmente nel tempo.

Un ceppo più lungo, d’altra parte, può marcire e potenzialmente violare il tessuto protettivo dell’area del colletto, infettando infine l’intero albero. Ma se tagli troppo il moncone, rischi di rimuovere completamente il colletto e di ferire il tronco.

Foto di Laura Ojeda Melchor.

Quando l’albero ha più rami, dopo circa un anno di crescita, scegline quattro o cinque da tenere. Scegli rami con un angolo del cavallo da 45 a 60 gradi.

Un angolo più stretto può risultare in un ramo debole che non può sostenere adeguatamente i frutti. Può anche far sì che la corteccia rimanga intrappolata nel cavallo e inizi a rompersi – un invito aperto alla putrefazione.

Il ramo più basso che scegli di tenere dovrebbe essere a circa due o tre piedi da terra.

Nel tempo, questi rami diventeranno i rami più bassi dell’impalcatura.

Nei primi anni di crescita, taglia anche i frutti in via di sviluppo non appena li vedi. Ciò consentirà all’albero di concentrarsi sulla crescita forte e sana invece di produrre frutti e, dopo il terzo anno, potrai permettergli di produrre pere!

Assistenza continua per i leader centrali

Due o tre anni dopo aver formato il primo set di rami dell’impalcatura, seleziona un secondo set dai rami che sono cresciuti sopra l’impalcatura inferiore.

Il cavallo del ramo più basso nel tuo secondo set di impalcature dovrebbe essere circa due piedi sopra il cavallo del ramo più in alto nel tuo ponteggio inferiore.

Taglia tutti gli arti in quello spazio intermedio. Lasciare questo spazio relativamente aperto consentirà alla luce solare di raggiungere il centro dell’albero.

Dopo averlo fatto, taglia i rami nella seconda impalcatura arretrata in modo che siano un paio di centimetri più corti dei rami inferiori.

Secondo l’esperta di extension Diane Brown, la tua pera comincerà ad assomigliare un po’ a un albero di Natale.

Questa forma – più stretta nella parte superiore e più ampia nella parte inferiore – impedisce ai rami e alle foglie superiori di bloccare la luce solare dall’alto che deve raggiungere l’impalcatura inferiore.

Se stai coltivando una varietà di pera nana, il tuo lavoro di modellatura viene svolto dopo aver creato questo secondo set di rami per impalcature.

Ma se stai allevando un albero semi-nano o standard, dovrai creare un terzo e ultimo set.

Ogni volta che l’albero è cresciuto di più rami, generalmente un anno o due dopo aver creato il secondo set di rami dell’impalcatura, ripeterai il passaggio precedente per creare il terzo set di impalcature.

Ricorda di tagliarli in modo che siano un paio di pollici più corti dei rami centrali.

Quando la tua pera raggiunge l’altezza desiderata – circa 8-10 piedi per una nana, 12-16 piedi per una semi-nana o circa 20 piedi per una varietà standard – puoi scegliere di tagliare il capo centrale nella parte superiore dell’albero , tagliandolo all’altezza desiderata.

Se la tua pera diventa troppo alta, potresti avere difficoltà a raccogliere i frutti, a seconda delle tue preferenze di altezza e delle aspettative per l’albero.

Fallo ogni due anni per mantenere l’altezza desiderata.

Dopo aver fatto tutto questo lavoro, puoi sederti e rilassarti per la maggior parte. L’albero manterrà la forma in cui lo hai convinto a crescere e avrà bisogno solo di piccoli aggiustamenti ogni anno o due.

Rifinitura per un look naturale

Se ami i tuoi peri ma vuoi che appaiano più naturali pur continuando a fornire frutta ogni anno o due, puoi scegliere un’opzione di taglio più rilassata.

Tutto quello che devi fare per questo è:

  • Taglia i rami spezzati, morti o malati.
  • Rimuovi i rami che si incrociano, crescono verso l’interno verso il tronco o si sfregano l’uno contro l’altro.
  • Taglia via tutti i rami con angoli del cavallo più stretti di 45 gradi.

Lascia che l’albero cresca quanto vuoi. Ogni due o tre anni, fai un passo indietro e osserva la forma complessiva della tua pera.

Se vedi dei rami che sporgono goffamente o noti che alcune aree dell’albero sono troppo dense di rami laterali perché la luce possa penetrare, puoi scegliere di fare un po’ di potatura.

Usa dei tagli diradanti per rimuovere i rami laterali che non vuoi, tagliandoli al punto di origine, lasciando intatto il collare del ramo.

Altrimenti, non hai davvero bisogno di fare molto.

Una nota sull’età

La potatura per modellare una pera è migliore quando l’albero è giovane. Una volta che ha circa cinque o sei anni, la forma è più o meno scolpita nella pietra e un taglio pesante potrebbe essere dannoso.

Se ti sei trasferito di recente in una casa con pere vecchie e trascurate, tagliale con cura. Rimuovi prima quei rami spezzati, morti o malati. Quindi, usa i tagli diradanti per rimuovere i rami che affollano l’albero.

Lascia che la luce del sole colpisca i rami più interni da ogni angolazione, facendo attenzione a non potare più di un terzo dei rami.

Per un albero molto affollato e pungente, potrebbe essere necessario assottigliare circa un terzo dei rami ogni anno per due o tre anni, fino a quando non appare adeguatamente diradato.

Il tuo leader centrale è morto o si è rotto? Vedere la nostra guida su cosa fare se la cima del tuo albero muore.

Una deliziosa taglia di pere

Sia che tu scelga di creare un leader centrale o di utilizzare un metodo più naturale per potare le tue pere, sei sicuro di ottenere un sacco di piacere dalla crescita del tuo albero da frutto. Oppure, se sei come me, i tuoi alberi da frutto, al plurale.

Come ti piace potare le tue pere? Fateci sapere nei commenti qui sotto! Ci piace leggere le tue storie e rispondere alle tue domande.

Per suggerimenti più utili, ricordati di dare un’occhiata a questi articoli su pere in crescita prossimo:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite Fiskars. Foto non accreditate: Shutterstock.

Informazioni su Laura Ojeda Melchor

Laura Ojeda Melchor è cresciuta aiutando sua madre in giardino nel Montana e da adulta ha portato con sé le sue abilità di giardinaggio nella stagione fredda nella sua casa in Alaska. È particolarmente orgogliosa delle aiuole che lei e suo figlio di tre anni hanno costruito con le rocce scavate nella loro piccola fattoria in Alaska. Come scrittrice freelance, contribuisce a diversi siti Web e blog in tutto il web. Laura scrive anche romanzi e ha conseguito un MFA in scrittura presso il Vermont College of Fine Arts.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI