giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Senza categoria Come identificare e controllare gli insetti di pizzo

Come identificare e controllare gli insetti di pizzo

Tingidae

Stranamente belli e dal design complesso, gli insetti di pizzo sono affascinanti piccoli parassiti delle piante.

Da non confondere con i lacewing dei bravi ragazzi dal nome simile, questi insetti simili a centrini non sono uno spettacolo gradito, specialmente su alberi e arbusti ornamentali.

Il danno che fanno al fogliame può essere confuso con quello di tripidi o acari. Fortunatamente, questi animali non sono così seri o difficili da controllare.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Quindi, come si identifica un problema di insetto di pizzo e quali sono le opzioni di controllo? Continua a leggere, perché questa guida include tutto ciò che devi sapere su questi parassiti succhiatori di linfa.

Ecco cosa tratteremo:

Cosa sono gli insetti di pizzo?

Appartenenti alla famiglia dei Tingidae nell'ordine Hemiptera – o vero insetto – ci sono 140 specie conosciute di cimici del Nord America.

Come tutti i veri insetti, gli adulti e le ninfe hanno un apparato boccale aghiforme che usano per succhiare i succhi zuccherini delle piante.

Gli insetti di pizzo si concentrano sulla parte inferiore delle foglie di alberi e arbusti decidui e sempreverdi, lasciando piccole macchie bianche o gialle sulla superficie superiore.

I loro ospiti includono azalea, tiglio, olmo, bagolaro, biancospino, lantana, quercia, pyracantha, rododendro e sicomoro.

Il danno diventa più evidente quando le popolazioni sono grandi da metà a fine estate. Se l'alimentazione è abbondante, le foglie possono cadere prematuramente.

Producono anche piccoli escrementi scuri dove si nutrono. Questi sono a volte chiamati macchie di vernice.

Il danno causato da questi parassiti è principalmente cosmetico e di solito non influisce sulla salute della pianta, soprattutto quando si tratta di un albero o arbusto sano e maturo.

Identificazione

Spesso, le specie che troverai nel tuo giardino provengono dai generi Stephanitis, tra cui le cimici delle azalee (S. pyrioides), Corythucha, che include le cimici del biancospino (C. cydoniae) e del bagolaro (C. celtidis), o Leptodictya, che include quelli che attaccano le graminacee ornamentali, come L. plana.

Ci sono anche molte altre specie, ma queste sono le più comuni.

Sebbene non sia facile identificare queste specie in base al loro aspetto, questi insetti lo rendono facile perché la maggior parte è specifica per l'ospite.

Quindi, se noti un sospetto insetto di pizzo su una pianta da giardino diversa dalle tue azalee o dalle altre sopra elencate, non sarà troppo difficile scoprire di che tipo si tratta.

Tuttavia, poiché i dettagli della biologia, del ciclo di vita e delle tecniche di gestione sono gli stessi per tutte le specie di parassiti, non è fondamentale scoprire esattamente con quale tipo si ha a che fare.

In generale, le ninfe sono di colore scuro, senza ali e hanno corpi piatti di forma ovale con spine che spuntano in tutte le direzioni.

Ninfa

Gli adulti sono lunghi da un ottavo a un terzo di pollice, con ali a forma di pizzo semitrasparenti e finemente scolpite che sono tenute piatte e si estendono oltre l'addome.

Gli adulti di Stephanitis e Corythucha hanno corpi piatti e rettangolari. Di solito sono di colore da trasparente a ambra chiaro. Le loro uova sono da trasparenti a color crema e a forma di pallone da calcio.

Ad esempio, S. pyrioides, l'insetto di pizzo dell'azalea, è trasparente con un motivo scuro che attraversa le sue ali.

C. cydoniae, il tipo biancospino, ha ali trasparenti dai bordi squadrati drammatici, una copertura del torace a forma di orecchie di elefante e segni marrone chiaro.

Gli adulti di Leptodictya sono più oblunghi e allungati rispetto alle specie degli altri due generi e di colore da grigio-verde a marrone chiaro. Depongono uova di colore marrone scuro, a forma di botte.

Le L. plana, per esempio, sono di colore verde-marrone chiaro, e le loro ali sembrano fatte di pizzo molto più fine di quello delle altre due specie sopra descritte.

Biologia e ciclo di vita

Il ciclo di vita di questi insetti può richiedere dai 30 ai 40 giorni per essere completato, con diverse generazioni all'anno.

In primavera, gli adulti volano verso i loro ospiti e iniziano a nutrirsi delle prime foglie fresche. Si accoppiano e depongono piccoli gruppi di minuscole uova sulla parte inferiore delle foglie, vicino alla vena centrale.

Alcuni inseriranno parzialmente ogni uovo nel tessuto fogliare e alcune specie sigilleranno le loro uova con una sostanza marrone che si indurisce come una crosta sopra.

Le uova si schiuderanno in ninfe dopo circa due settimane. Le ninfe si nutrono per tre o quattro settimane e attraversano cinque stadi man mano che crescono. Lasciano la loro pelle muta aggrappata al fogliame.

Una volta maturati in adulti alati, si accoppiano e depongono un secondo giro di uova, che si schiuderanno, muteranno e raggiungeranno l'età adulta e si nutriranno fino alla fine dell'estate o all'autunno.

Le specie Stephanitis svernano come uova nelle fessure della corteccia o detriti fogliari, mentre le specie Corythucha e Leptodictya svernano da adulti nei detriti fogliari ospiti. Sui sempreverdi, gli adulti possono svernare sulla superficie delle foglie.

Monitoraggio

Per determinare quando iniziare le pratiche di gestione e quali metodi di controllo scegliere, tieni d'occhio questi parassiti prima che le loro popolazioni e il danno che causano vadano fuori controllo.

Il danno sul lato superiore delle foglie può sembrare un danno da alimentazione del ragnetto rosso, ma puoi facilmente notare la differenza capovolgendo la foglia e usando una lente manuale per trovare gli insetti.

Inoltre, gli insetti di pizzo lasceranno le parti inferiori sporche e macchiate grazie alle macchie di vernice, pellicce e croste di uova che lasciano dietro. E questi insetti rimbalzeranno anche in risposta ad essere disturbati.

Inizia il monitoraggio per loro su piante sensibili nella tarda primavera. I danni si notano in genere più avanti nella stagione, quindi aspettare il danno non è un metodo preventivo affidabile per individuare i problemi in anticipo.

Metodi di controllo biologico

Nel complesso, questi insetti possono essere tollerati sulle tue piante, poiché spesso non causano abbastanza danni da giustificare il controllo.

Alberi e arbusti sani non saranno significativamente influenzati dall'alimentazione degli insetti di pizzo, ma il loro danno rovinerà l'estetica di una pianta.

In caso di danni gravi, possono essere necessarie misure di controllo. Sebbene questi metodi di controllo non annullino il danno, prevengono ulteriori problemi.

In tal caso, utilizzare an strategia di lotta integrata (IPM) per ridurre il numero di parassiti combinando una varietà dei metodi descritti di seguito.

Controllo culturale e fisico

Iniziando molto prima che i parassiti diventino un problema, mantenere il vigore delle tue piante è un passo essenziale, dando alla tua flora una migliore possibilità di sopravvivere a un attacco di insetti quando accade.

Se coltivati ​​in pieno sole e in luoghi caldi, gli arbusti come le azalee sembrano subire i maggiori danni da questi insetti. Se possibile, coltiva piante suscettibili note per ospitare insetti di pizzo in ombra parziale.

Le ninfe sono prive di ali, quindi usa un forte getto d'acqua dal tubo per staccarli dalla parte inferiore delle foglie.

Mantieni il terreno nudo sotto le piante, rastrellando eventuali foglie o detriti per rimuovere gli adulti svernanti o le uova che potrebbero nascondersi o coltivando i detriti nel terreno.

Rimuovi tutte le erbacce dal giardino che potrebbero fungere da ospiti alternativi per gli insetti.

Poiché ogni specie di questo parassita ha il suo ospite specifico, piantare una varietà di arbusti ornamentali piuttosto che molti di un tipo aiuterà a ridurre la diffusione se si verifica un'infestazione.

Controllo biologico

Il controllo biologico, utilizzando la varietà di predatori forniti dalla natura, è un utile metodo di controllo a lungo termine. I nemici naturali sono molto efficaci nel mantenere basse le popolazioni e nel controllare eventuali piccoli focolai.

Insetti assassini, ragni saltatori, insetti pirata, acari, coccinelle, merletti verdi e vespe parassite come i mimaridi prenderanno di mira gli insetti di pizzo.

Attira e costruisci una popolazione sana di questi insetti utili piantando una serie di specie di piante da fiore nel tuo giardino.

Pesticidi organici

I pesticidi possono essere efficaci contro questi parassiti se il loro uso è giustificato e se vengono applicati correttamente, entrando in contatto con gli insetti.

Poiché questi insetti si nascondono sulla parte inferiore delle foglie, è necessaria una buona copertura di queste aree.

piretrina, disponibile presso Arrico Organics sotto il nome PyGanic, controlla un'ampia varietà di parassiti tra cui insetti di pizzo.

Insetticida PyGanic

Anche gli oli per l'orticoltura possono essere efficaci e l'olio per l'orticoltura Monterey lo è disponibile da Arrico Organics.

Olio per l'orticoltura di Monterey

Oppure prova un sapone insetticida, come questo di Bonide, che è anche disponibile presso Arrico Organics.

Sapone insetticida Bonide

Applicare questi prodotti quando le ninfe sono abbondanti. Spesso, questi prodotti dovranno essere riapplicati ogni due settimane circa per ottenere e mantenere il controllo.

Pesticidi chimici

Il controllo chimico è raramente giustificato, ma può essere molto efficace.

Sono utili bifentrin, ciflutrin, permetrina e altri piretroidi. Prodotti Carbaryl come Sevin, che è disponibile presso Home Depot, sono un'altra opzione efficace.

Sevin insetticida

Come con i prodotti a contatto organico, i pesticidi a contatto chimici devono essere applicati correttamente per coprire completamente la parte inferiore delle foglie.

Sono utili anche sistemici come l'imidacloprid e il dinotefuran. Queste sono sostanze chimiche che vengono assorbite e trasportate intorno alla pianta. Ma evita di applicarli durante il giorno o sulle piante da fiore perché sono tossici per gli impollinatori.

Tieni presente che le sostanze chimiche sono generalmente tossiche per gli insetti utili.

Poiché molti dei metodi di controllo degli insetti del pizzo raccomandati sono biologici, il loro utilizzo può annullare tutto il tuo duro lavoro, riducendo o spazzando via le popolazioni di predatori.

Questo darà ai parassiti la possibilità di riprendersi e continuare a nutrirsi delle tue piante.

Piccoli centrini per piante non invitati

Se li guardi bene, potresti pensare che questi insetti, con le loro ali scolpite a forma di pizzo, siano stranamente carini. Ma ciò non significa che miglioreranno l'aspetto delle tue piante ornamentali.

I loro danni possono essere brutti, ma fortunatamente ora sai come affrontare questi insetti, sia culturalmente, facendo affidamento su insetti benefici già presenti nel tuo giardino, sia applicando un pesticida.

Hai mai visto uno di questi insetti dall'aspetto bizzarro? Facci sapere nei commenti quali specie pensi di aver individuato e come le hai affrontate se dovessi rompere i controlli.

Avanti, leggi di più su altro parassiti succhiatori di linfa che possono infestare le piante da giardino qui:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite Arrico Organics e Home Depot. Foto non accreditate: Shutterstock.

A proposito di Sylvia Dekker

Sylvia Dekker è una creativa ispirata alla natura con una laurea in agricoltura, una storia di salti di provincia canadese e una vita piena di pollici marroni, punture di api e segni dell'abbronzatura. Quando Sylvia viaggia, in montagna o nella steppa, raccoglie conoscenze, esperienze e miele, osserva ogni piccola pianta e scrive di tutto.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI