martedì, Dicembre 7, 2021
HomeSenza categoriaCome identificare e controllare le mosche bianche

Come identificare e controllare le mosche bianche

Aleyrodidae

Mentre cammini attraverso il tuo giardino, ammirando i fiori luminosi e le verdure produttive, una nuvola di insetti bianchi si alza dalle foglie di una pianta mentre passi.

Dopo aver dato un'occhiata più da vicino, noti che le foglie sono macchiate o ingialliscono e la pianta sembra che stia perdendo alcune foglie.

Ecco perché sei qui. Sei preoccupato che quelle piccole mosche possano influenzare le tue piante, quindi hai cercato "mosche bianche" e hai trovato questo articolo. Bene, sei nel posto giusto. Benvenuto!

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Le mosche bianche sono famigerati parassiti, con un gusto per un'ampia varietà di piante tra cui verdure comuni e piante ornamentali.

Abbiamo tutto ciò che devi sapere su questi insetti trattati di seguito, dall'identificazione e dalla biologia alle opzioni di controllo a tua disposizione.

Ecco cosa tratteremo:

Cosa sono le mosche bianche?

Le mosche bianche non sono vere mosche. Invece, sono nell'ordine Hemiptera, relativo a afidi e cocciniglie, e costituiscono la famiglia degli Aleyrodidae. Ci sono 1.500 specie conosciute in tutto il mondo.

Grazie alla tendenza degli adulti a svolazzare in una nuvola bianca quando disturbati, questi sono alcuni dei parassiti più facilmente notabili e riconosciuti là fuori.

I parassiti negli stadi immaturi e adulti sono succhiatori di linfa, che usano il loro apparato boccale aghiforme per perforare il tessuto vegetale e sorseggiare il cibo delle piante, compresi i prodotti zuccherini della fotosintesi, dal floema.

Preferiscono nutrirsi e riprodursi sulla pagina inferiore delle foglie.

L'alimentazione provoca macchie, foglie sbiancate e gialle e infine necrosi. Questo danno riduce la capacità fotosintetica delle piante, indebolendole e riducendo i raccolti.

Alcune specie possono anche trasmettere virus, che causano una miriade di malattie delle piante.

Le malattie trasmesse dalle mosche bianche includono i begomovirus, che colpiscono un'ampia varietà di colture importanti in tutto il mondo, come pomodori, manioca, semi di soia e cotone, e una varietà di altri tipi di virus. I virus dell'arricciatura fogliare e i virus del mosaico sono comuni.

Mentre si nutrono, questi insetti secernono melata, che diventa brutta muffa fuligginosa e attira le formiche. Le formiche interferiscono con insetti utili che cercano di depredare o parassitare le mosche bianche.

Le mosche bianche attaccano verdure e piante ornamentali e tendono ad essere un problema soprattutto quando il clima è caldo.

Un numero basso di solito non è dannoso, a meno che non sia portatore di malattie, ma le popolazioni possono crescere rapidamente e le popolazioni alte sono notoriamente difficili da controllare.

Le epidemie sono spesso correlate a interruzioni nei controlli biologici naturali, dovute a formiche o pesticidi, clima caldo o condizioni polverose.

Capaci di causare significative perdite di resa nelle colture, questi insetti non sono uno scherzo! Gli adulti stessi di solito non causano molti danni, a meno che non trasmettano malattie.

Piuttosto, sono le ninfe che causano la maggior parte dei danni.

Identificazione

La maggior parte delle specie è difficile da distinguere, anche con una lente a mano. Spesso, l'identificazione della specie comporta uno sguardo da vicino all'ultimo stadio (spesso chiamato pupa) o l'esame del caso della pupa che viene lasciato dopo la schiusa dell'adulto.

I piccoli adulti hanno corpi dai toni gialli lunghi un sedicesimo di pollice, quattro ali bianche e un aspetto bianco e ceroso. A volte le specie simili nell'aspetto possono essere distinguibili dall'angolo delle loro ali.

Le ninfe possono sembrare bilancia o cocciniglie: piatta, di forma tonda o ovale e cerosa.

Le uova sono bianche, oblunghe e deposte sulla pagina inferiore delle foglie. Spesso le uova sono disposte a semicerchio.

Come mai? La femmina non si preoccupa di smettere di nutrirsi mentre è sdraiata, e ruoterà invece attorno al suo sito di alimentazione.

Mosca bianca delle serre (Trialeurodes vaporariorum)

Le specie comuni che si trovano sulle piante da giardino hanno un'ampia gamma di ospiti che includono sia erbe infestanti che colture.

La mosca bianca dalle foglie argentate (Bemisia argentifolii) è forse la più comune e colpisce oltre 500 specie di piante tra cui rose, petunie, stelle di Natale, zucca, broccoli, cavolfiori, carote e altro ancora.

Su alcune colture può causare sintomi specifici, come radice leggera delle carote e maturazione irregolare nei pomodori.

Mosca bianca foglia argento (Bemisia argentifolii)

Anche la mosca bianca delle serre (Trialeurodes vaporariorum) è notoriamente comune e ha una vasta gamma di piante erbacee, tra cui pomodori, coleus e fucsia, tra molte altre.

Queste due specie hanno gamme di ospiti sovrapposte e infesteranno la stessa coltura, a volte contemporaneamente. Per distinguere tra loro, usa un obiettivo manuale 10X o 40X per esaminare l'angolo dell'ala.

Le ali di T. vaporariorum sono piatte rispetto alla superficie fogliare, mentre le ali di B. argentifolii sono tenute ad un angolo di 45 gradi rispetto alla superficie fogliare.

Anche il tipo di patata dolce, tabacco o cotone (B. tabaci) ha una vasta gamma di ospiti e può causare gravi perdite in alcune colture, soprattutto perché è la specie di mosca bianca più diffusa al mondo.

Altre specie includono la mosca bianca dalle ali fasciate (T. abutilonea), che preferisce prefer stelle di Natale, gerani, e petunie, e la mosca bianca degli agrumi (Dialeurodes citri) che attacca gli agrumi e alcune piante ornamentali come gardenie e lillà.

Biologia e ciclo di vita

Le femmine depongono le uova nella caratteristica forma a semicerchio sopra descritta sulla pagina inferiore delle foglie, scegliendo spesso le foglie più giovani su cui deporre le uova.

Ogni femmina può vivere un mese e mezzo e deporre oltre 200 uova. L'accoppiamento non è necessario, poiché le femmine non accoppiate possono deporre uova aploidi, che si schiuderanno tutte come maschi.

Dopo la schiusa, l'insetto passa attraverso quattro stadi ninfali noti come stadi.

Il primo di questi è noto come crawler. Ha sei zampe e si muoverà per diverse ore dopo la schiusa prima di sistemarsi per nutrirsi. Spesso si sposterà solo di pochi millimetri dal suo sito di schiusa.

I prossimi due stadi sono immobili e questo periodo viene speso per nutrirsi.

Il quarto stadio è talvolta chiamato pupa, anche se le mosche bianche non subiscono una metamorfosi completa.

Ci vogliono dai 10 ai 12 giorni perché questi parassiti passino dal crawler alle fasi di pupa a temperature comprese tra 65 e 75 ° F.

L'intero ciclo di vita può richiedere da due a tre settimane e mezzo durante i periodi caldi e fino a sei mesi durante l'inverno.

All'interno di una popolazione, le generazioni spesso si sovrappongono e potresti trovare rappresentanti di ogni fase su una pianta!

Monitoraggio

Sfortunatamente, non puoi fare affidamento sullo sviluppo dei sintomi per avvisarti che qualcosa sta risucchiando le tue piante. Le foglie infestate potrebbero non mostrare alcun segno di danno fino a quando non diventano gialle e lasciano cadere la pianta.

Tuttavia, non è difficile notare gli adulti, poiché volano su in una nuvola ogni volta che vengono disturbati.

I coltivatori commerciali utilizzano cartellini adesivi gialli per monitorare i livelli della popolazione adulta. Anche se questo può essere utile, non è sempre accurato. Le popolazioni possono nascondersi proprio accanto a una carta adesiva se la loro pianta non viene disturbata, dandoti un falso senso di agio.

Le uova e le ninfe sono difficili da individuare e richiedono un'attenta ispezione della parte inferiore delle foglie con una lente manuale.

Per tenere il passo con le popolazioni, esplora alcune piante in diverse aree del tuo giardino per uova, ninfe e adulti.

Il monitoraggio è fondamentale perché una volta che le popolazioni si sono stabilite, è difficile ottenere il controllo.

Metodi di controllo biologico

Gli adulti sono difficili da controllare perché si alzano in volo quando sono disturbati, ad esempio quando si tocca la pianta o si inizia ad applicare i prodotti. Inoltre, le uova e il quarto stadio (pupe) sono immuni a molti pesticidi.

Per finire, le mosche bianche hanno talento nello sviluppo della resistenza ai pesticidi. Pertanto, le tecniche di prevenzione e l'utilizzo di un'ampia gamma di strategie in combinazione con il dono della natura dei predatori naturali sono le chiavi per ottenere e mantenere il controllo.

L'approccio di gestione integrata dei parassiti (IPM) combina metodi come prevenzione, esclusione e metodi colturali per il controllo sicuro di molti insetti e può essere altamente efficace. Scopri di più sull'IPM e come progettare il proprio programma.

Controllo culturale e fisico

Controlla attentamente tutte le nuove piante per uova e ninfe prima di introdurle nel tuo giardino.

Durante i controlli di monitoraggio, rimuovere le foglie con le uova e distruggerle. Inoltre, rimuovi e distruggi tutte le piante fortemente infestate, se possibile.

Usa un forte getto d'acqua per lavare le piante, che può aiutare a rimuovere i parassiti nelle fasi di alimentazione e le uova.

Controlla le formiche che proteggono le mosche bianche dalla predazione applicando una sostanza appiccicosa come Groviglio, disponibile presso Arrico Organics, ad alberi e arbusti vicino alla base delle piante. Questo li catturerà mentre cercano di strisciare per raccogliere la melata.

Trappola Groviglio

Il controllo delle infestanti è importante, poiché la maggior parte delle specie di mosche bianche ha diverse erbe infestanti su cui svernare e che usano come ospiti alternativi.

Ad esempio, B. argentifolii ha oltre 30 potenziali ospiti di erbacce tra cui cardi, euforbia e trifoglio bianco. Il controllo di queste piante intorno al tuo giardino può aiutare a mantenere bassi i numeri dei parassiti.

Le piante stressate dalla siccità sono più suscettibili agli attacchi e ai danni, quindi mantieni le tue piante ben annaffiate e sane.

Ma evita le applicazioni eccessive di fertilizzanti, in particolare l'azoto, che aumenta la riproduzione dei parassiti, migliora le possibilità di sopravvivenza e stimola uno sviluppo più rapido.

Controllo biologico

Lacewings, insetti predatori come minuscoli insetti pirata (Anthocoridae), insetti dagli occhi grandi (Geocoridae) e insetti assassini (Reduviidae), coleotteri come le specie Delphastus e acari predatori prenderanno tutti di mira le mosche bianche.

Attira questi bravi ragazzi nel tuo giardino aggiungendo un'ampia varietà di piante da fiore, come achillea e aneto.

Uova Lacewing Verdi

È possibile acquistare e applicare anche lacewings verdi. Le uova o le larve sono entrambi disponibili presso Arrico Organics.

Encarsia formosa è una vespa parassitoide che attacca specificamente T. vaporariorum e talvolta prende di mira B. tabaci, ma non fornisce il controllo di altre specie. Trova queste vespe disponibile per l'acquisto presso Arrico Organics.

Eretmocerus eremicus, una vespa parassita che colpisce le larve di secondo stadio, è una scelta eccellente per il controllo di B. argentifolii e B. tabaci.

Eretmocerus eremicus

Fornirà anche un certo controllo di T. vaporariorum e T. abutilonea. Acquistali da Arrico Organics e usarli preventivamente.

Esistono diverse specie di coleotteri Delphastus nativi e predatori che controllano le mosche bianche, ognuna delle quali preferisce un certo tipo, tra cui D. pusillus, D. pallidus e D. catalinae. D. catalinae adulti sono disponibile presso Arrico Organics.

Amblyseius swirskii, un acaro predatore spesso usato per controllare acari e tripidi, attaccherà anche questi parassiti alati bianchi. Possono mangiare fino a 20 uova al giorno! Trova questi acari da Arrico Organics e usarli preventivamente o applicarli alle piante infestate.

I prodotti contenenti Beauveria bassiana, un fungo parassita, possono essere applicati come biopesticidi per controllare le mosche bianche, insieme a una varietà di altri parassiti.

BioCeres WP

Tentativo BioCeres WP o BotaniGard, che sono entrambi disponibile da Arrico Organics.

BotaniGard 22WP

Il controllo biologico intenzionale è più efficace quando i predatori oi prodotti sono combinati. Ad esempio, utilizzare E. formosa o E. eremicus con applicazioni di specie B. bassiana e Delphastus o rilasci di merletti verdi.

È inoltre possibile eseguire il backup dei rilasci di controllo biologico con applicazioni di insetticidi.

I regolatori di crescita degli insetti (IGR), come descritto di seguito, possono essere compatibili con i benefici poiché colpiscono solo gli insetti immaturi durante il periodo della muta.

Ad esempio, E. emericus applicato da solo potrebbe richiedere fino a tre introduzioni per ottenere il controllo, ma questo può diventare costoso. Accoppialo con un'applicazione IGR e solo uno di ciascuno è necessario per risultati soddisfacenti e il costo è ridotto al minimo.

Pesticidi organici

Poiché gli adulti e le pupe non sono sensibili alla maggior parte dei pesticidi, è probabile che sia i pesticidi organici che quelli chimici dovranno essere applicati settimanalmente per quattro o cinque settimane per ottenere il controllo o eliminare con successo tutte le fasi.

Controllo dei pesticidi chimici

I regolatori della crescita degli insetti (IGR) possono essere tranquillamente utilizzati in combinazione con molti predatori benefici.

Buprofezin e piriproxifene sono due esempi di IGR considerati prodotti chimici a rischio ridotto, il che significa che sono a basso rischio sia per l'uomo che per la fauna selvatica. Questi prodotti possono muoversi in modo translaminare attraverso le foglie e influenzare i parassiti che si nutrono delle parti inferiori.

I carbammati, gli organofosfati e i piretroidi forniranno un rapido abbattimento quando ci sono grandi popolazioni, ma poiché queste opzioni non sono selettive, uccideranno anche i benefici.

Gli insetticidi sistemici, quelli che vengono trasportati in tutta la pianta, sono più efficaci degli insetticidi da contatto. Ma molti di questi, compresi i neonicotinoidi, possono avere effetti negativi sugli insetti utili.

Nuvole di guai in arrivo

L'ultima cosa che vuoi vedere emergere dal tuo bellissimo orto o fiore è una nuvola di insetti volanti bianchi.

E il danno che loro e i loro figli causano è ancora peggiore.

Non solo lasciano sulla loro scia foglie maculate, ingiallite o sparse, ma possono anche essere vettori di alcune gravi malattie virali.

Fortunatamente, ora sai come lavorare con tutti i bravi ragazzi della natura e una varietà di metodi culturali, insieme a uno spruzzo occasionale di pesticidi organici in casi estremi, per tenere sotto controllo queste minacce vegetali.

Raccontaci le tue esperienze con le mosche bianche, quale delle tue piante sembrano preferire e le tue strategie nei commenti qui sotto!

E per maggiori informazioni su parassiti in giardino, dai un'occhiata a queste guide dopo:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite Arrico Organics. Foto non accreditate: Shutterstock.

A proposito di Sylvia Dekker

Sylvia Dekker è una creativa ispirata alla natura con una laurea in agricoltura, una storia di salti di provincia canadese e una vita piena di pollici marroni, punture di api e segni dell'abbronzatura. Quando Sylvia viaggia, in montagna o nella steppa, raccoglie conoscenze, esperienze e miele, osserva con gli occhi stellati ogni piccola pianta e scrive di tutto.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI