lunedì, Settembre 27, 2021
Home Senza categoria Come propagare i fiori di camelia

Come propagare i fiori di camelia

Per migliaia di anni gli esseri umani hanno apprezzato la camelia; tanto è vero, infatti, che sono stati piantati nei giardini della nobiltà e si sono fidati di abbellire i terreni di antichi templi, dove si credeva che le divinità della religione shintoista risiedessero tra le fioriture.

A causa di questa storia d'amore lunga secoli, queste piante sono state allevate e incrociate, dando vita a migliaia di varietà conosciute. Quando pianti una camelia, non stai solo aggiungendo bellezza al tuo giardino, ma anche storia.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare i prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Ci sono numerosi motivi per cui potresti voler duplicare la tua pianta di camelia. Forse sei interessato ad avviare un giardino del tè e vuoi usare la tua sana pianta di C. sinensis per genitore molti di più, aumentando il tuo raccolto di foglie.

Potresti avere uno splendido esemplare di cui hai dimenticato il nome o che hai ereditato con una proprietà che hai acquistato e vuoi piantarne più dello stesso.

O forse vuoi solo usare la stessa varietà per creare una siepe fiorita per la privacy, ma non vuoi davvero spendere centinaia di dollari per l'acquisto di nuove piante.

Qualunque sia la ragione, puoi facilmente propagare più camelie da solo, a casa, da un esemplare sano. Ma come sceglierai quale metodo utilizzare? Parliamo di questo!

Qual è il metodo migliore?

Il metodo che dovresti usare per propagare la tua pianta di camelia dipende dal risultato che speri di ottenere. Alcuni metodi produrranno risultati migliori di altri.

Poiché le camelie sono state incrociate per migliaia di anni, crescere da seme non è la scelta migliore se si desidera duplicare un particolare esemplare.

Le camelie cresciute dal seme tendono a produrre colori o tipi di fiori diversi o possono produrre piante con un'abitudine di crescita molto diversa da quella del genitore. Le piante risultanti possono anche essere sterili e potrebbero non fiorire.

I coltivatori di piante generalmente preferiscono propagare le camelie attraverso l'innesto. Questo è il processo di abbinamento di una talea di una pianta con le caratteristiche desiderate a un ceppo di radici di una varietà rustica, consentendo alle due di crescere insieme.

L'innesto è particolarmente comune nelle camelie, nelle rose e negli alberi da frutto, poiché queste piante hanno caratteristiche molto specifiche che i coltivatori preferiscono trasmettere, come alcune forme di fiori, colori o frutti.

A volte puoi dire se l'arbusto che hai è stato coltivato mediante innesto, anche in un esemplare più maturo, controllando la presenza di callosità. Gli innesti di piante più mature potrebbero non essere più identificabili.

Alla base del tronco, tipicamente appena sopra il livello del suolo, potresti essere in grado di vedere una sezione che ha una cresta definita o una "cucitura" rialzata dove la marza, o il taglio di una pianta madre, era unita in unione con il ceppo radicale .

Le piante innestate si propagano anche meglio per talea radicale, o per innesto, stratificazione o stratificazione aerea, poiché questi metodi preservano al meglio le caratteristiche della pianta madre.

Quindi, da dove iniziamo a propagare una camelia? Diamo ora un'occhiata ai sei metodi principali.

Metodi di propagazione della camelia

Esistono diversi metodi di propagazione nel mondo vegetale.

Per i nostri scopi, ci concentreremo su pratiche collaudate note per produrre i migliori risultati per le camelie in particolare.

Questi sei metodi sono utilizzati da vivai, coltivatori commerciali e giardinieri domestici allo stesso modo.

Dal seme

Se la tua intenzione è specificamente quella di coltivare piante che assomigliano al genitore, ad esempio per una siepe uniforme, considera uno degli altri metodi di coltivazione elencati di seguito.

Ma se il tuo interesse è semplicemente provare a coltivare una camelia dal seme e non sei preoccupato di replicare le caratteristiche della pianta madre, allora questo è un punto di partenza perfettamente ragionevole.

In effetti, molte delle varietà di camelia che esistono oggi sono state sviluppate da esemplari coltivati ​​da seme, con risultati unici. I semi di camelia presentano possibilità potenzialmente infinite. Quale mistero racchiude quel piccolo seme?

Alla fine dell'inverno e in primavera, quando la fioritura si è interrotta per la stagione, si possono notare baccelli verdi e rotondi, delle dimensioni di un grosso acino o di una piccola albicocca che si formano sui rami della camelia.

I baccelli inizieranno a formarsi dopo che i fiori sono stati impollinati. Entro l'autunno o l'inverno, possono scurirsi di colore e aprirsi, esponendo i semi dal marrone scuro al nero all'interno.

Tieni presente che diverse specie di camelie producono semi di dimensioni e colori diversi e maturano tutti in momenti diversi.

I baccelli della specie C. japonica tendono a maturare prima di quelli di altre specie, a volte tra la metà e la fine dell'estate.

Non forzare l'apertura dei baccelli prima che si siano spaccati naturalmente, poiché i semi all'interno non saranno vitali. Se sei preoccupato che i semi possano andare persi quando i baccelli si aprono, lega un pezzo di collant o un panno da giardino attorno al baccello per raccogliere i semi.

Un altro metodo di raccolta passiva consiste nell'utilizzare sacchetti con barriera a rete per raccogliere i semi in tua assenza, come questi, disponibile da Amazon.

Borse in rete di nylon

Dopo che i baccelli hanno iniziato a dividersi da soli, potrebbe essere necessario rompere o tagliare alcuni pezzi dello scafo esterno per liberare tutti i semi.

Nel tempo, questo accadrà naturalmente, ma non c'è nulla di male nell'aiutarli dopo che i semi sono maturi.

Raccogli i semi e preparali immediatamente per la semina scarificando il mantello. Strofina il seme con un materiale abrasivo come la carta vetrata o crea una piccola incisione nel rivestimento del seme con un coltello affilato.

La scarificazione può aiutare l'assorbimento dell'acqua, che può accelerare la germinazione. I semi scarificati dovrebbero essere messi a bagno in acqua tiepida per circa dodici ore. Se i semi si seccano, possono perdere la vitalità.

Se non sei in grado di piantare i semi entro poche ore dalla raccolta, mettili in una manciata di torba inumidita in un sacchetto di plastica in frigorifero e lasciali lì finché non sei pronto per piantarli.

Osserva che ogni seme ha un "occhio", o una piccola depressione, su un'estremità. Questo è il punto in cui emergerà la radice, quindi devi piantare il seme con l'occhio rivolto verso il basso.

Il terreno di impianto dovrebbe essere composto da una parte di terreno o compost mescolato con una parte torba e una parte di sabbia silicea o perlite.

Pianta i semi a una profondità di mezzo pollice nelle celle di avviamento e innaffia bene. Mantieni il terreno leggermente umido, ma non bagnato, mentre aspetti la germinazione.

Metti le pentole in una zona calda. È possibile utilizzare un contenitore di plastica con coperchio, che funge da serra per fornire condizioni ottimali di germinazione.

Funziona anche un vassoio di partenza per semi con un coperchio, e puoi farlo li trovi a Home Depot.

Vassoio di germinazione con cupola

Dopo che le piantine sono emerse, assicurati che ricevano da otto a dieci ore di luce solare indiretta e continua a mantenere il terreno umido ma non bagnato.

In alternativa, i semi possono essere seminati direttamente nel sito di impianto.

Dai un'occhiata al nostro guida alla crescita della camelia per imparare come scegliere il posto migliore e come prenderti cura delle tue piante. I semi che vengono seminati direttamente potrebbero non germogliare fino alla primavera.

Pianifica di trapiantare le piantine coltivate in contenitori nella loro nuova casa dopo che hanno germogliato la prima serie di foglie vere.

Se hai intenzione di coltivare camelie in contenitori, gira delicatamente la piantina e il terreno dal vaso e scuoti via per esporre le radici. Usa le cesoie da potatura per tagliare l'estremità del fittone, che è la radice più lunga e più spessa del sistema.

Il taglio del fittone favorirà la formazione di una zolla più densa e fibrosa, più adatta alla coltivazione in contenitori. Trova ulteriori informazioni sulla coltivazione delle camelie in contenitori nella nostra guida. (Prossimamente!)

Dalle talee

Le camelie possono essere propagate radicando talee in modo molto simile a come si farebbe per altri arbusti a foglia larga, come le azalee o Rose. La raccolta delle talee è il metodo di propagazione più veloce.

Inizia preparando il terriccio con una parte di terriccio o compost e una parte di perlite o sabbia silicea grossolana.

Puoi avviare singole talee nei loro contenitori o inserirne diverse in un vaso più grande, a condizione di distanziarle di almeno due pollici l'una dall'altra. I contenitori dovrebbero essere profondi da quattro a sei pollici per consentire lo sviluppo delle radici.

Taglia un ramo dalla camelia esistente che mostra una nuova crescita, che è tipicamente presente all'inizio della primavera. La nuova crescita si radica più facilmente delle talee prelevate da piante dormienti.

Separare i rami laterali dal ramo principale tagliandoli tra il ramo principale e il primo nodo fogliare. Dovresti finire con diversi piccoli rami di circa quattro pollici di lunghezza che hanno almeno alcune foglie ciascuno.

Rimuovere le foglie inferiori in modo che rimangano solo le due foglie all'estremità dello stelo. Immergere l'estremità tagliata nella polvere dell'ormone radicante e spingere le talee nel terreno di semina da due a tre pollici di profondità.

Non è necessario compattare il terreno di semina premendo come faresti con un seme o una piantina trapiantata, poiché il terreno più sciolto è migliore per le radici. Nebbia con acqua per inumidire.

Metti le talee in vaso in una tote di plastica trasparente con coperchio e conservale in un luogo caldo che riceve luce solare indiretta. Se hai accesso a una serra o un luogo caldo e umido riparato e con una buona luce solare, queste sono buone alternative.

Puoi anche avvolgere ogni taglio e singola pentola nella loro interezza con un sacchetto di plastica, mantenendo il sacchetto sigillato per mantenerlo al caldo e all'umidità.

Controlla l'umidità ogni giorno e nebulizza con acqua se il terreno di semina si sente asciutto. Le talee che si seccano molto probabilmente non attecchiranno.

Possono essere necessari dai due ai tre mesi prima che le radici si sviluppino. Guarda i segni del primo germoglio che si sviluppa su ogni talea poiché questo è un segno che le piante si stanno stabilizzando.

Nonostante i tuoi migliori sforzi, è possibile che alcune talee non attecchiscano. Quando le gemme si sono formate, rimuovere delicatamente le piante dal vaso e trapiantarle in vasi individuali da otto o 10 pollici usando un mezzo di impregnazione come raccomandato sopra.

La crescita è un buon indicatore del fatto che le talee si stanno stabilizzando, il che significa che stanno radicando e assorbendo acqua e sostanze nutritive da sole.

Quando si stanno formando nuove serie di foglie e le radici hanno iniziato a estendersi fino al bordo del contenitore, le piante possono essere trapiantate un'ultima volta nella loro casa permanente.

Nota che l'estremità del fittone dovrebbe essere tagliata con cesoie da giardino se le piante verranno coltivate in contenitori.

Quando il fittone viene tagliato, il sistema radicale diventerà più fibroso con un'ampia diffusione, richiedendo meno profondità di quanto sarebbe se crescesse nel terreno.

Da piantine / volontari

Le camelie possono far cadere i semi nel giardino o nel paesaggio quando i baccelli del seme si aprono. I baccelli di specie diverse matureranno in momenti diversi durante l'anno.

Questi semi possono germogliare e iniziare a crescere vicino alla pianta madre e possono essere trapiantati in una nuova posizione o contenitore.

Individua le piantine volontarie e dissotterrale con cura, poiché i fittoni possono essere abbastanza profondi, a seconda di quanto sono consolidati.

Se hai intenzione di trapiantare in un contenitore, prepara un vaso che è circa il doppio delle dimensioni dell'apparato radicale con una miscela di terreno di semina di una parte di terriccio o compost e una parte di perlite o sabbia silicea grossolana.

Potresti anche voler includere parte del materiale in cui la pianta stava crescendo, come foglie marce o pacciame, per mantenere i nutrienti disponibili dopo il trapianto.

Taglia l'estremità del fittone con delle cesoie da giardino se prevedi di tenere le piante in contenitori, per favorire la formazione di un apparato radicale più fibroso. Se intendi trapiantare in una nuova posizione interrata, puoi saltare questo passaggio.

Posiziona la piantina in una buca che hai scavato che è circa il doppio della larghezza e della stessa profondità del sistema radicale nel sito interrato, riempiendo leggermente e premendo delicatamente il terreno con le mani.

Tieni presente che le camelie non preferiscono essere sepolte in profondità e le radici dovrebbero essere mantenute vicino al livello del suolo.

Innaffia le piante per sistemarle nella loro nuova posizione, ma assicurati di non annegarle, poiché alle camelie non piacciono le radici inzuppate.

Se le piante rimarranno in contenitori, posizionarle in un luogo con luce solare indiretta o ombra parziale. Piante acquatiche per stabilirsi, ma assicurati che l'acqua in eccesso defluisca bene.

Portinnesto innestato

L'innesto produrrà una camelia che ha le stesse caratteristiche del genitore e generalmente ridurrà il tempo necessario affinché una nuova pianta inizi a fiorire rispetto ad altri metodi.

Tuttavia, può volerci un po 'di tempo prima che una camelia innestata si stabilisca, quindi pianifica di attendere alcuni mesi prima di vedere i risultati.

Tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, scegli una pianta di portainnesto che abbia un gambo da mezzo pollice a un pollice di diametro. Usa cesoie affilate per tagliare il tronco a circa 4-6 pollici di lunghezza.

Il taglio dovrebbe inclinarsi di circa 45 gradi da un lato all'altro. Usa un coltello affilato per tagliare il taglio in modo che sia il più liscio possibile. Sul lato superiore del taglio, usa il coltello per creare una fessura verticale di circa due pollici di lunghezza.

Se hai difficoltà a fare la fessura con il coltello, usa un mazzuolo di gomma per picchiettarlo delicatamente fino alla lunghezza desiderata. Assicurati di battere delicatamente, poiché non vuoi dividere il tronco troppo profondamente o romperne una parte.

Quindi, scegli un ramo sano della pianta di camelia che desideri propagare e taglia un segmento di circa 3-6 pollici di lunghezza. Questa talea, o rampollo, dovrebbe avere almeno una gemma e alcune foglie presenti.

Taglia l'estremità del taglio in un angolo cuneiforme per adattarla alla fessura. Usa il coltello per aprire con attenzione la fessura che hai fatto sul portainnesto e fai scorrere la marza nella fessura con una leggera pressione.

Cera da innesto, come Treekote, disponibile da Amazon, può essere applicato se lo si desidera.

Treekote Grafting Wax

Assicurati che lo strato di cambio – la parte dell'interno del ramo che è verde brillante, appena sotto la corteccia – sia allineato all'unione della marza e del fusto del portainnesto. Se questo strato non si allinea su entrambi, l'innesto fallirà.

Avvolgere il sito dell'innesto con nastro isolante nero, panno da giardino o un elastico per tenerlo saldamente in posizione. Montare uno strato di sabbia grossolana e umida attorno alla base del portainnesto per aiutare a mantenere l'umidità e guarire l'innesto.

L'innesto deve essere completamente racchiuso in un contenitore o cloche, come una lattiera con la parte superiore tagliata o un barattolo di vetro, per mantenere il calore e l'umidità. Assicurati di posizionare saldamente il contenitore nella sabbia umida.

Tieni il contenitore in posizione finché l'innesto non mostra segni di callosità, ovvero quando le piante iniziano a crescere insieme. Questo processo può richiedere da due a tre mesi. Una volta che il sito sembra essere unito, rimuovere gradualmente il contenitore e mantenere la pianta innestata all'ombra man mano che si formano nuove forme di crescita.

Se l'innesto mostra segni di appassimento quando il contenitore viene rimosso, ricoprire la pianta e riprovare ancora alcune volte. È fondamentale proteggere la pianta dalla luce solare intensa fino a quando non si è stabilizzata.

Le piante che rimarranno in un contenitore possono essere lasciate così come sono e collocate in un luogo con ombra parziale o luce solare indiretta.

Se prevedi di trapiantare in un luogo interrato, prepara il sito di impianto scavando una buca larga circa il doppio e profonda quanto l'apparato radicale della pianta in vaso.

Inizia riempiendo un po 'con un piccolo cumulo di terra sul fondo del buco per evitare che le radici vengano seppellite troppo in profondità. Posiziona la pianta nella buca e riempila di terra, compattandola delicatamente con le mani.

La parte superiore del sistema di root dovrebbe essere a livello del suolo. Acqua bene per stabilizzarsi, ma assicurati che l'acqua in eccesso defluisca, poiché alle camelie non piace sedersi nell'acqua. Uno scarso drenaggio può portare al marciume radicale.

Stratificazione

Le camelie possono anche essere propagate facilmente senza prima tagliare le talee, utilizzando un metodo chiamato stratificazione. Con questo metodo, incoraggerai le radici a formarsi su un ramo mentre è ancora attaccato al genitore.

Questo metodo generalmente funziona bene perché il ramo sarà radicato nelle stesse condizioni di crescita del genitore. Il periodo migliore dell'anno per la stratificazione è in primavera, quando le piante crescono attivamente.

Scegli un ramo sano di circa 18-24 pollici che mostri una nuova crescita, che sarà più facile da radicare. Il ramo dovrebbe essere abbastanza lungo da essere piegato per raggiungere il suolo.

Con un coltello affilato, fai con attenzione una fessura lungo tutta la circonferenza del ramo dove prevedi di tagliarlo libero dal genitore dopo che si è radicato.

Circa un pollice sotto quella fessura, fai un'altra fessura tutto intorno e rimuovi l'anello di corteccia tra i due.

Raschiare il cambio verde brillante lasciato sul ramo nel sito. Spolvera la parte esposta con l'ormone radicante in polvere.

Piega il ramo a terra e ammucchia il terreno per coprire la parte esposta, oppure usa un filo o una roccia per tenere il ramo in posizione. Questo metodo funziona meglio se il ramo giace contro il terreno piuttosto che sopra l'erba.

Una volta sviluppate le radici, il ramo può essere tagliato dal genitore e le radici possono essere scavate dal terreno, quindi la pianta può essere spostata nella sua nuova posizione.

Scegli un luogo con condizioni di crescita simili a quelle in cui cresce il genitore, con luce solare indiretta o ombra parziale.

Prepara un buco di qualche centimetro più largo e della stessa profondità del sistema radicale e aggiungi pacciame di foglie o compost per aumentare i nutrienti disponibili. Posiziona la nuova pianta nella buca, assicurandoti di non seppellire le radici troppo in profondità.

Riempi lo spazio rimanente con terra e premilo delicatamente con le mani per compattarlo, quindi innaffia per sistemarlo.

Se hai intenzione di rinvasare la talea e tenerla in un contenitore, prepara una pentola larga due volte più larga e profonda del sistema radicale e aggiungi una quantità sufficiente di terriccio per sollevare la parte superiore delle radici, dove sono collegate alla pianta, a livello della superficie del suolo.

Stratificazione dell'aria

La stratificazione aerea è essenzialmente lo stesso metodo della stratificazione sopra descritta, ma con un paio di differenze fondamentali.

In primavera, prepara un ramo lungo 18-24 pollici esattamente nello stesso modo della stratificazione sopra, scegliendo un ramo sano e rimuovendo un anello di corteccia da esso.

Spolvera la parte esposta del ramo con l'ormone radicante in polvere.

Bagnate due manciate di muschio di sfagno e adagiatele su un foglio di pellicola trasparente di media pesantezza. Avvolgi la plastica attorno al ramo nel punto in cui la corteccia è stata rimossa.

Il terreno umido può essere utilizzato al posto del muschio, ma tieni presente che questo può essere più disordinato se devi aprire il sacchetto per verificare la presenza di radici e umidità.

Fissare l'involucro di plastica in posizione con nastro isolante nero o utilizzare due lacci a spirale per fissare le estremità sul ramo. Coprire con un foglio di alluminio se gli uccelli o altri animali selvatici possono disturbare il sito.

In alternativa, puoi utilizzare un dispositivo di stratificazione riutilizzabile per semplificare il processo, come questo kit di stratificazione ad aria disponibile su Amazon.

Kit di stratificazione dell'aria

Circa una volta alla settimana, controlla che il terreno all'interno della busta sia ancora umido. Aggiungi alcuni contagocce pieni d'acqua per mantenere i livelli di umidità, poiché questo è importante durante il processo di radicazione.

Possono essere necessari da due a tre mesi prima che le radici si sviluppino, quindi controlla periodicamente toccando delicatamente la sacca per un cambiamento di fermezza. La formazione delle radici renderà il muschio o il terreno all'interno più sodo.

Se lo usi, puoi anche rimuovere la pellicola e osservare il muschio attraverso la plastica per i segni di radici che si rompono. Se stai utilizzando un dispositivo di stratificazione riutilizzabile, esegui un controllo visivo delle radici ogni poche settimane.

Una volta che le radici sono visibili, il ramo può essere tagliato dal genitore e piantato nel sito di impianto scelto.

Assicurati di scegliere un luogo con ombra parziale o luce solare indiretta e prepara un buco largo circa il doppio e profondo quanto il sistema radicale.

Posiziona la pianta nella buca, mantenendo le radici vicine al livello del suolo, poiché alle camelie non piace essere sepolte troppo in profondità (non lo sottolineerò mai abbastanza!).

Dopo aver sistemato le radici, riempire lo spazio rimanente con il terreno attorno all'apparato radicale, premendo delicatamente per rassodare e compattare il terreno con le mani. Annaffia bene per stabilizzare, ma assicurati di non lasciare le radici nell'acqua stagnante.

Suggerimenti per la propagazione

  • Scegli i semi per propagare le camelie solo quando la clonazione della pianta madre non è il risultato desiderato.
  • Inizia con talee, stratificazione, stratificazione dell'aria o innesto per piante che condivideranno le caratteristiche della pianta madre.
  • Con tutti i metodi di propagazione, il mantenimento di adeguati livelli di umidità è estremamente importante.
  • Dai alle piante il tempo necessario per formare radici forti prima del trapianto, che può richiedere da diverse settimane ad alcuni mesi.

Coltiva un'intera siepe o crea un giardino del tè da una sola pianta sana

Sogni di circondarti della bellezza delle camelie, con i loro colori autunnali, invernali e primaverili e le fioriture che hanno ispirato per secoli le riflessioni di artisti e progettisti di giardini?

Puoi facilmente trasformare questo sogno in realtà, senza pagare centinaia di dollari, imparando a propagare le piante di camelia a casa. È facile, poco costoso e può darti una bella collezione di piante in poco tempo.

Hai coltivato camelie per talea, stratificazione o innesti? Hai ottenuto risultati unici cresciuti dal seme? Condividi con noi nella sezione commenti qui sotto!

Se stai cercando ulteriori letture arbusti legnosi in crescita, dai un'occhiata a questi articoli accanto per soddisfare la tua curiosità:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite AirPropagator, Home Depot, Klinglake e Walter E Clark. Foto non accreditate: Shutterstock.

A proposito di Kelly Spicer

Kelly Spicer è diventata un genitore single in giovane età e ha imparato molto rapidamente quanto può essere spaventosa l'insicurezza alimentare. Di conseguenza, ha iniziato da autodidatta per imparare a coltivare il cibo, che ha portato alla passione di provvedere agli altri bisognosi. Attualmente, Kelly sta coordinando un piano per produrre una fattoria tropicale nel sud della Florida che fornirà cibo locale alle famiglie bisognose e insegnerà loro a coltivare le proprie. Si sta facendo strada verso la certificazione come maestra giardiniera e costruisce un amore per la natura per tutta la vita con i suoi figli.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI