mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home Senza categoria Come propagare l'alloro della baia dalle talee

Come propagare l'alloro della baia dalle talee

Gli alberi di alloro sono così belli che a volte dimentico che le foglie sono anche un'erba culinaria essenziale.

E ogni volta che raccolgo una foglia dal mio albero per lanciarla in una ricetta, penso tra me e me: "Vorrei averne di più nel mio giardino".

Ho comprato un secondo albero, ma lo ammetto, volevo ancora di più.

Sono diventato avido di baie a bizzeffe, ma non sono economiche, poiché produrre piante sane pronte per il trapianto è un processo ad alta intensità di lavoro.

È stato allora che ho deciso di propagare più dei miei alberi di alloro da talee.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare i prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Vorrei poterti dire che il processo è semplice e veloce, ma non mentirò. La propagazione degli allori richiede tempo e pazienza, indipendentemente dal metodo scelto, ed è probabile che la maggior parte delle talee fallirà.

Il lato positivo è che probabilmente avrai più fortuna a radicare le talee di quanto potresti se ci provassi alloro in crescita dal seme.

Per gli appassionati di giardinaggio, ne vale la pena.

Questa guida ti aiuterà a prepararti in modo da poter coltivare nuovi alberi di alloro da talee senza troppi problemi.

Ecco di cosa parleremo più avanti:

Quando prendere le talee

Per iniziare, prenderete talee da metà a fine estate.

Vuoi selezionare rami semi-duri, con legno ancora verde e flessibile. Evita i rami legnosi o gli steli nuovi e sottili.

Foto di Kristine Lofgren.

Potresti essere fortunato e il tuo primo tentativo avrà successo, ma ti consiglio di prendere molto più di quanto pensi di aver bisogno per aumentare le tue possibilità di successo.

Se hai lo spazio, prendine una dozzina e aspettati che un paio sopravviva.

Preparazione delle talee

Pronto per iniziare? Ecco come trovare la radice giusta.

Per prima cosa, scegli una pianta sana e matura da propagare, che non mostri segni evidenti di malattia o infestazione da parassiti.

Uno stelo di ripresa laterale lungo circa sei pollici è l'ideale. Dovrebbe essere spesso almeno quanto un cavo di ricarica del telefono.

Foto di Kristine Lofgren.

Sebbene tu possa tagliare completamente lo stelo ad angolo, trovo che le talee tendano ad avere più successo.

Cos'è un taglio del tallone? È quando lasci una piccola coda di corteccia dalla pianta principale attaccata alla lunghezza del tuo gambo, piuttosto che tagliarla in modo netto.

Un taglio del tallone è migliore per propagare piante difficili perché include più strato di cambio, dove le piante mettono radici, e sono presenti più auxine, un ormone che regola la crescita delle piante e favorisce il radicamento.

Per eseguire un taglio del tallone, inizia con una tosatrice o un coltello che è stato pulito con una miscela 1:10 di candeggina e acqua.

Foto di Kristine Lofgren.

Fai un piccolo taglio nella parte superiore del germoglio da circa un terzo a metà.

Quindi, piega delicatamente e tira il resto del tiro fuori dal tiro principale.

Vuoi rimuovere circa mezzo pollice o giù di lì di tallone.

Se ne prendi troppo, elimina l'eccesso.

Foto di Kristine Lofgren.

Ora dovresti avere almeno sei pollici di gambo con le foglie attaccate. Ripeti come desiderato per ottenere un buon numero di lunghezze del gambo per il radicamento.

Dopo aver preso le talee, piantale subito o metti le estremità tagliate in un barattolo d'acqua per mantenerle fresche e ridurre al minimo la perdita di umidità.

Prima di metterle nel terreno, rimuovi tutte le foglie tranne le prime due o tre. Puoi usare le foglie che hai rimosso subito nella tua cucina o asciugarle per usarle in seguito.

Foto di Kristine Lofgren.

Se le foglie rimanenti sono grandi, taglia un terzo della lunghezza di ognuna.

Rimuoviamo le foglie per ridurre la quantità di umidità persa dalla pianta, il che ci dà maggiori possibilità di successo.

Piantare nel suolo

Prima di metterli nel terreno, assicurati di fare un po 'di preparazione di base.

Se non utilizzi contenitori per la coltivazione nuovi di zecca, assicurati di pulirli con una soluzione di candeggina, come descritto sopra. Usa solo terra fresca o terra che hai sterilizzato in forno o microonde.

Metti il ​​taglio in un contenitore da quattro pollici riempito con il tuo terriccio.

Fai un buco nel terreno e inserisci la talea circa a metà del gambo. Rassoda il terreno intorno ad esso in modo che rimanga in posizione verticale.

Ripeti con il resto delle talee, mettendole nei loro contenitori individuali.

Ammollo bene il terreno in modo che sembri una spugna ben strizzata. Vuoi che il terreno rimanga umido mentre le tue nuove piante stanno radicando.

Foto di Kristine Lofgren.

Copri con una cloche o plastica trasparente per aiutare a trattenere l'umidità. Uno dei metodi più semplici per questo è usare un sacchetto di plastica e alcuni bastoncini lunghi.

Posiziona i bastoncini attorno al bordo del contenitore e adagia sopra la busta. I bastoncini terranno la plastica lontana dalle piante.

Foto di Kristine Lofgren.

Posizionalo in un'area che riceve da sei a otto ore di luce indiretta. Una finestra esposta a nord è l'ideale.

Sebbene sia possibile tenerli all'aperto, le temperature ideali dell'aria per questo processo devono essere di circa 60 ° F, quindi per la maggior parte delle persone, un posto al coperto funziona meglio.

Riduci gradualmente il tempo in cui la pianta viene ricoperta di plastica per adattarla al livello di umidità della tua zona.

Per il primo mese, lascia la plastica a tempo pieno. Per le prossime settimane, rimuovilo per circa un'ora al giorno. Quindi, rimuovilo per qualche ora in più ogni giorno nelle prossime settimane.

Dopo alcuni mesi, anche se alcuni potrebbero aver fallito, almeno alcune talee avrebbero dovuto sviluppare nuove radici. Se dai un leggero strattone, quelli che hanno radicato resisteranno.

A quel punto, puoi rimuovere completamente la plastica e lasciare asciugare la parte superiore del terreno tra un'annaffiatura e l'altra.

Le piante alla fine inizieranno a sviluppare nuove foglie. Lascia che ciò accada naturalmente piuttosto che pizzicare la nuova crescita.

Trapianto

In autunno, fintanto che hai radicato con successo talee con una nuova crescita, puoi metterle nel terreno.

Induriscili gradualmente nell'arco di alcune settimane. Il primo giorno, metti le piante all'aperto per mezz'ora in una zona riparata con luce indiretta.

Aggiungi un'ora il giorno successivo, un'altra ora il giorno successivo e continua fino a quando non sono fuori per sette ore al giorno.

Quindi, spostali alla luce solare diretta per un'ora, due ore il giorno successivo e così via. L'obiettivo è abituare le tue piante alla piena luce solare prima di metterle nel terreno o in un nuovo contenitore.

Per ulteriori informazioni su come eseguire il trapianto, vai su la nostra guida sul trapianto di alloro.

Risoluzione dei problemi

Non disperare se alcuni dei tuoi tagli non ce la fanno. Ci sono molte ragioni per cui non riusciranno a prenderlo.

Le piante che non ricevono abbastanza umidità o che sono esposte alla luce solare diretta avranno maggiori probabilità di fallire.

Essere sicuri di controlla l'umidità del suolo livello ogni singolo giorno. Dovresti anche controllare frequentemente per vedere se il sole inizia a colpire le tue piante.

Potresti averli posizionati bene inizialmente, ma con il cambiare delle stagioni, anche la posizione del sole lo farà.

Alcuni che falliscono potrebbero aver contratto il marciume radicale, che prospera in condizioni di umidità. Questa malattia è causata da muffe acquose del genere Phytophthora.

Il più delle volte, il taglio morirà semplicemente senza mostrare alcun sintomo evidente. Ma potresti anche vedere avvizzimento, ingiallimento o una generale mancanza di vigore.

Per evitare la putrefazione delle radici in futuro, assicurati assolutamente di utilizzare contenitori, terriccio e strumenti puliti e disinfettati.

Inoltre, non prendere talee da piante che mostrano segni di malattia e fai attenzione a non innaffiare eccessivamente.

Dai vita al tuo neonato Bay

Non è stato così difficile, vero? So che ci vuole un piccolo sforzo in più rispetto all'acquisto di una pianta matura, ma una volta che hai l'idea generale, diventerai sempre più bravo nella propagazione delle baie (e anche di altre piante semi-dure!).

Non vedo l'ora di sapere tutto il successo che sei sicuro di avere. Se riscontri problemi, faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto e vedremo se possiamo aiutarti.

Ora che hai affrontato una delle piante più difficili da propagare, dai un'occhiata la nostra guida alla coltivazione dell'alloro per rispolverare su come prenderti cura delle tue nuove piante.

E perché non andare da qualcuno dei nostri altri articoli di propagazione per imparare come espandere il tuo giardino:

Foto di Kristine Lofgren © Ask the Experts, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto del prodotto tramite Arbico Organics. Foto non accreditate: Shutterstock.

A proposito di Kristine Lofgren

Kristine Lofgren è una scrittrice, fotografa, lettrice e amante del giardinaggio che vive fuori Portland, nell'Oregon. È cresciuta nel deserto dello Utah e nel 2018 si è recata nelle foreste pluviali del Pacifico nord-occidentale con suo marito e due cani. La sua passione è concentrata in questi giorni sulla coltivazione di commestibili ornamentali e sulla ricerca di cibo nel paesaggio urbano e suburbano.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI