mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeSenza categoriaCome svernare le piante di fragole

Come svernare le piante di fragole

Le fragole, Fragaria × ananassa, sono piante perenni fruttifere di basso profilo adatte alla coltivazione nelle zone di rusticità USDA da 3 a 10.

A volte considerato un raccolto impegnativo, le persone nelle regioni fredde con inverni gelidi spesso coltivano piante come annuali e le scartano alla fine della stagione.

Tuttavia, quando selezioni le cultivar più resistenti e fornisci un piccolo TLC pre-inverno, i tuoi produttori di bacche preferiti possono produrre prelibatezze dolci e gustose anno dopo anno.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Nella nostra guida completa alla coltivazione delle fragole, copriamo tutto ciò che devi sapere per piantare, curare e raccogliere le fragole.

In questo articolo, ci concentriamo su alcuni semplici passaggi da seguire per svernare le piante in modo che tornino con vigore ogni primavera.

Ecco la scaletta:

C’è un brivido nell’aria. Iniziamo!

Perché svernare?

La maggior parte dei tipi di fragola richiede 200-300 ore di freddo con temperature comprese tra 45 e 32°F per una produzione ottimale di frutta.

Tuttavia, secondo Emily Hoover, orticoltore di estensione presso l’estensione dell’Università del Minnesota, temperature di 15°F o inferiori può causare danni mortali alla corona.

Se vivi in ​​una regione in cui il terreno si congela in inverno, le tue fragole beneficeranno di alcune misure proattive per aiutarle a sopravvivere ai mesi più freddi dell’anno.

Ci sono quattro ragioni per cui:

  • Per evitare danni alle gemme della prossima primavera.
  • Per ridurre al minimo i danni alle radici causati dagli sbalzi di temperatura causati da ripetuti cicli di congelamento e scongelamento.
  • Per inibire il “sollevamento”, uno sradicamento spontaneo causato dagli spostamenti del suolo durante il congelamento e lo scongelamento.
  • Per trattenere l’umidità necessaria per evitare che le corone, la parte della pianta da cui provengono gli steli, si secchino.
  • Con un po’ di preparazione, puoi proteggere le tue piante dalle devastazioni dell’inverno e prepararle per un sano ritorno dopo il loro periodo di dormienza.

    Le piante coltivate in contenitore possono essere preparate utilizzando gli stessi metodi descritti di seguito e quindi collocate in un seminterrato, un capannone o un garage per l’inverno.

    Quattro semplici passaggi

    I quattro passaggi per preparare le fragole per l’inverno sono: rinnovare, concimare, annaffiare e applicare il pacciame.

    Esaminiamo ogni passaggio in modo più dettagliato:

    1. Rinnova le tue piante

    Esistono tre tipi di piante di fragole:

    • Varietà a giugno-Bear che formano gemme in autunno, fioriscono in primavera e producono un grande raccolto, in genere a giugno.
    • Varietà rigogliose che formano gemme quando le giornate sono lunghe e producono tre raccolti ogni anno.
    • Tipi neutri rispetto al giorno che fioriranno e produrranno frutti durante la stagione di crescita, a condizione che le temperature non scendano al di sotto di 35°F o superiori a 85°F.

    Dopo la raccolta dei frutti, le piante che dovrebbero svernare devono essere rinnovate. Questo processo consiste nella potatura del fogliame, nel diradamento e nella rimozione di detriti ed erbacce.

    Per le varietà a giugno, dovrai potare il fogliame a un’altezza di uno o due pollici sopra la corona. Puoi farlo con forbici da potatura o tosasiepi.

    Se hai un grande appezzamento di fragole piatto, puoi anche usare un tosaerba con la lama regolata all’altezza appropriata, ma assicurati di falciare non più di una settimana dopo l’ultimo raccolto o rischi di danneggiare le nuove foglie.

    Piante sottili che si sono sparse e si sono arruffate insieme a file larghe da 8 a 12 pollici, con due o tre piedi tra di loro.

    Rimuovi i corridori secondo necessità per contenere le tue piante alla larghezza target. È possibile utilizzare un timone per questo compito.

    Se non crescono in file, assottigliali a cinque per piede quadrato, o a circa quattro o sei pollici di distanza.

    Scarta tutti quelli che sono stati indeboliti da condizioni meteorologiche avverse, malattie o infestazioni da parassiti.

    Rimuovere eventuali erbacce e detriti.

    Per le varietà perenni e neutre, elimina le foglie che appaiono danneggiate, malate o infestate da parassiti. Rimuovere le piante intere se necessario.

    Diluisci quelli rimanenti a cinque per piede quadrato, o a circa quattro o sei pollici di distanza.

    Rimuovere i corridori per prevenire la crescita di nuove piante e rimuovere eventuali erbacce e detriti.

    Assicurati di scartare il fogliame malato e infestato dai parassiti nella spazzatura, non nel cumulo di compost.

    2. Fertilizzare

    Outreach orticoltore Richard Jauron dal Dipartimento di orticoltura presso l’estensione dell’Università dell’Iowa raccomanda l’applicazione di un fertilizzante bilanciato 10-10-10 (NPK) in una quantità di cinque libbre per 100 piedi di fila, o una libbra per 25 piante almeno un mese prima della data media del primo gelo.

    Fare attenzione ad evitare il contatto diretto con il fogliame, applicare fertilizzante granulare o pellet tra le piante in aiuole e contenitori e nei corridoi tra le file. Innaffia bene.

    3. Acqua

    Dopo aver rinnovato le piante, continua ad annaffiare fino al primo gelo. Fornire un pollice di acqua supplementare a settimana in assenza di pioggia.

    Durante i mesi freddi, mentre sono dormienti, non è necessario fornire un’irrigazione supplementare per coloro che crescono in giardino.

    Le piante coltivate in contenitore poste in un capannone freddo o in un garage richiedono acqua minima, quanto basta per evitare che il terreno si asciughi completamente.

    4. Applicare il pacciame

    Il pacciame è l’ultimo passo verso la preparazione invernale. Un’applicazione di pacciame fornisce uno strato di isolamento particolarmente importante nelle regioni con poco o nessun isolamento naturale: la neve.

    Foto via Alamy.

    Le piante di copertura non solo aiutano a mantenerle uniformemente fredde durante gli sbalzi di temperatura, ma aiutano a trattenere l’umidità essenziale per la salute della corona, promuovendo anche un drenaggio ottimale.

    Tempi

    L’applicazione del pacciame non è qualcosa da affrettare per tre motivi:

    • Posarlo troppo presto può aumentare la temperatura del suolo e favorire una nuova crescita.
    • Può intrappolare l’umidità eccessiva che può marcire le corone.
    • Può attirare topi e altri roditori che stanno ancora attivamente cercando riparo invernale.

    Il momento migliore per applicare il pacciame è tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre, dopo il primo gelo, quando gran parte del fogliame è marrone e floscio, e prima che le temperature scendano sotto i 20°F.

    Come accennato in precedenza, a 15 ° F, le piante non coperte da pacciame o neve sono soggette a danni mortali alla corona.

    Applicazione

    Scegli un materiale per pacciamatura sciolto per evitare stuoie, facilitare la circolazione dell’aria e favorire il drenaggio.

    Gli aghi di paglia o di pino sono scelte eccellenti. Evita le foglie e l’erba, poiché è probabile che si opacizzino, così come il fieno, perché tende ad essere pieno di semi di erbacce.

    Foto via Alamy.

    Per applicare il pacciame, lascialo cadere intorno e sopra le piante a manciate sciolte. I pezzi di paglia o aghi di pino dovrebbero separarsi mentre cadono, creando mucchi ariosi, piuttosto che grumi stretti.

    Seppellisci completamente tutto il fogliame visibile sotto una copertura continua di pacciame, fino in fondo ai filari o fino ai bordi dei letti, aiuole rialzate o contenitori.

    Per chi coltiva in giardino, i professionisti di Estensione e sensibilizzazione della Iowa State University raccomandare un’applicazione da tre a cinque pollici di pacciame.

    Raccomandano da sei a otto pollici in letti rialzati, in particolare fioriere piramidali, perché la temperatura del suolo diventa ancora più fredda del suolo.

    Alcune persone preferiscono porre il pacciame quando è prevista pioggia, per tenerlo in posizione.

    Se ti trovi in ​​una zona particolarmente ventosa, potresti voler ancorare il pacciame nelle file e nei letti con del filo di pollo. Puoi usare mattoni, pietre o paletti per tenere fermo il filo di pollo.

    Indipendentemente da quando lo si posa o se lo si ancora, il pacciame si compatta nel tempo e potrebbe essere necessario effettuare applicazioni aggiuntive durante i mesi invernali.

    Se stai coltivando le tue fragole in botti o vasi, puoi spostarle in un deposito freddo o in un seminterrato o in un garage non riscaldato. Avvolgi i contenitori senza stringere nella tela e riempi i lati e la parte superiore con sei-otto pollici di paglia.

    Bacca su

    Questo è tutto ciò che c’è da fare. Per ricapitolare, ci sono quattro passaggi da fare per preparare le fragole all’assalto dell’inverno:

    • Rinnovare dopo la raccolta.
    • Concimare con un prodotto equilibrato.
    • Innaffia un pollice a settimana fino al primo gelo.
    • Applicare il pacciame liberamente e liberamente dopo il primo gelo.

    E poi, un giorno asciutto all’inizio della primavera, dopo che i venti invernali hanno smesso di ululare e la neve si è finalmente sciolta, tirate indietro delicatamente il pacciame.

    Se vedi germogli verdi, è ora di rimuovere il pacciame e lasciarli crogiolarsi al sole. In caso contrario, riprova presto.

    Cosa dovresti fare con il pacciame?

    Rastrellalo nei corridoi tra le file, per assorbire la pioggia primaverile e rendere la camminata meno fangosa. Lasciane un po’ nascosto intorno ai germogli per inibire le erbacce, aiutare a trattenere l’umidità e mantenere le bacche future fuori dallo sporco.

    Tenere il pacciame vicino è utile anche quando minaccia un gelo di fine stagione, per una protezione a breve termine in caso di necessità.

    Ci auguriamo che lo svernamento diventi presto una parte di routine della cura delle fragole nel tuo giardino, così puoi resistere ai mesi freddi con sicurezza e andare avanti!

    Hai svernato con successo le tue piante di fragole? Condividi i tuoi suggerimenti nella sezione commenti qui sotto.

    E per ulteriori informazioni su fragole in crescitadai un’occhiata a queste guide dopo:

    © Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto non accreditate: Shutterstock.

    RELATED ARTICLES
    - Advertisment -
    Google search engine

    Most Popular

    Recent Comments