lunedì, Luglio 4, 2022
HomeSenza categoriaForsythia da potatura dura per ringiovanire gli arbusti

Forsythia da potatura dura per ringiovanire gli arbusti

La forsizia è un arbusto legnoso deciduo che prospera in pieno sole e in un terreno medio e ben drenante.

È un iconico presagio di primavera nelle zone di resistenza USDA 5-8, dove le sue masse di fiori gialli creano un’esibizione annuale drammatica.

Questo arbusto è apprezzato per essere un coltivatore robusto e veloce che richiede poca manutenzione. Tuttavia, non è invincibile e, a volte, condizioni non favorevoli rappresentano una seria minaccia per il suo benessere.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Nel nostro guida alla crescita della forsizia parliamo di come coltivare questo arbusto nel paesaggio domestico.

Questo articolo discute la potatura dura, una scelta di ultima risorsa che può ringiovanire un arbusto in una delle cinque situazioni stressanti.

Iniziamo!

Cos’è la potatura dura?

La potatura di routine è la rimozione fino a un terzo delle canne di un arbusto per aerare, rinfrescare e rimuovere le canne danneggiate, incrociate o rivolte verso l’interno.

La potatura dura è un rinnovamento totale. Questa è l’ultima risorsa riservata agli arbusti morenti, malati, danneggiati, trascurati e mal potati che necessitano di un nuovo inizio.

È un processo di completo ringiovanimento in cui un intero arbusto viene tagliato fino alla sua corona, o il più vicino possibile ad essa. Questo è il punto in cui le canne legnose escono dal terreno.

Il momento migliore per farlo è l’inizio della primavera, subito dopo la fioritura, per consentire alla nuova crescita di indurirsi prima del primo gelo dell’autunno.

Utilizzare strumenti puliti e affilati, inclusi bypassare i potatoriuna sega da potatura manuale, troncarami e una sega da potatura elettrica per fare il lavoro.

Taglia gli steli più bassi il più vicino possibile alla corona.

Fai tutti i tagli con un angolo di 45° inclinato dalle cinque a sinistra all’una a destra, o rivolto verso l’esterno e verso l’alto dal centro dell’arbusto.

Ciò promuove la crescita verso l’esterno e favorisce uno spazio aereo sano al centro.

Mantenere un regime di un pollice d’acqua a settimana in assenza di pioggia, e possibilmente un secondo pollice durante un lungo periodo caldo e secco.

Avvia la crescita con un fertilizzante multiuso a lenta cessione secondo le istruzioni sulla confezione.

Il primo getto di fogliame è un segno positivo che la rigenerazione sta avvenendo. Per promuovere una solida base di steli, taglia queste prime canne della metà per incoraggiare la crescita laterale.

5 motivi per potare duramente

La potatura dura può essere garantita in caso di una varietà di condizioni avverse.

Diamo un’occhiata ai primi cinque.

1. Uccisione invernale

UN forsizia danneggiata dal freddo che non si riprende in primavera con fiori e fogliame potrebbe aver subito “uccisioni invernali”. Questa è una frase generica per la morte dei tessuti vegetali direttamente correlata al freddo estremo, al gelo e/o al vento.

Se un arbusto non mostra segni di vita in superficie, c’è sempre la possibilità che le radici sottostanti siano ancora vive. Rimangono piuttosto caldi in inverno, specialmente sotto uno strato di pacciame e/o neve.

Prima di presumere che sia morto, taglia tutte le canne il più vicino possibile alla corona. Se nessuna crescita è evidente per caduta, dissotterralo e rimuovilo.

2. Malattia diffusa

Sebbene questo sia un arbusto robusto, non è immune alle malattie, specialmente quando fattori di stress come danni da freddo, vecchiaia e sovra o sott’acqua lo rendono vulnerabile.

Malattia della galla da forsizia. Foto di APictche, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Le piante deboli, specialmente quelle eccessivamente secche, spesso attirano parassiti che possono portare malattie.

Le comuni malattie della forsizia includono fiele, macchia fogliare e peronospora. E mentre un danno minimo può richiedere solo la rimozione degli steli colpiti e l’applicazione di un fungicida, una grave infestazione o infezione, specialmente in un arbusto vecchio o malsano, può richiedere un completo ringiovanimento.

3. Danni fisici estesi

Durante la stagione di crescita, gli steli di forsizia sono elastici e robusti perché contengono umidità e sono in grado di piegarsi senza rompersi.

Tuttavia, alla fine di un inverno freddo e secco, non sono così flessibili e possono spezzarsi in un vento rafficato o in una tempesta di ghiaccio.

Durante i ripetuti cicli di gelo e disgelo dell’inverno, un arbusto può sollevarsi dal terreno, un fenomeno chiamato “sollevamento”.

Quando il terreno si scongela, riposizionalo e valuta i danni al momento della fioritura primaverile.

Se ci sono più canne rotte, punte di steli morte, pochi o nessun fiore e poco o nessun fogliame, taglia tutte le canne vicino alla corona e ricomincia da capo.

In caso di gravi danni causati da un arto caduto, dall’attrezzatura per la falciatura o da altri fattori di stress, potrebbe essere necessario un taglio completo.

4. Crescita eccessiva

La forsizia è meravigliosa in primavera. È uno dei primi punti luminosi del paesaggio. Tuttavia, è facile dimenticarlo per il resto della stagione di crescita, quando diventa uno sfondo verde lussureggiante per le esposizioni floreali estive.

La forsizia è un arbusto longevo che cresce velocemente. Alcune cultivar raggiungono i 10 piedi di altezza. Ma ci può essere una differenza tra una lunga vita e una bella vita.

Tutte le varietà di forsizia beneficiano di una potatura annuale fino a un terzo delle loro vecchie canne per promuovere il vigore.

Gli arbusti che raggiungono la vecchiaia senza essere stati rinfrescati annualmente possono essere grandi, ma non robusti. Il processo di invecchiamento varia e può essere influenzato negativamente da fattori come lo stress idrico prolungato e il freddo estremo.

Se ci sono un sacco di canne, ma pochi fiori e foglie sparse, è probabile che la crescita sia rallentata, quindi ogni anno c’è meno legno nuovo per formare le gemme.

Taglia tutti i gambi fino alla corona, quindi metti questo cespuglio su un regime di potatura annuale. Subito dopo la fioritura primaverile, rimuovi fino a un terzo della crescita dell’anno scorso alla base delle canne.

Inoltre, se un cespuglio più giovane ha preso il controllo del giardino, taglialo e mettilo sullo stesso regime. In due o tre anni, dopo che è stato ristabilito, trasferiscilo come desideri.

5. Eccessiva potatura superiore

Se solo le cime delle siepi o gli esemplari autonomi stanno fiorendo e crescono le foglie, potrebbe essere il momento di una trasformazione completa.

Questo può accadere nel tempo quando la nostra abitudine di potatura regolare è quella di togliere un po’ la cima ogni anno per mantenere un’altezza e/o una forma particolare.

Nel nostro consigli per la potatura, si consiglia di asportare le canne al loro punto di origine. Le nuove canne che crescono sono lunghe e contengono molti boccioli di fiori e foglie che spuntano la primavera successiva.

Tagliare le cime dei cespugli si traduce in una crescita densa e ramata e canne inferiori vecchie e spoglie.

Porta gli arbusti a gambe nude fino alle loro corone con strumenti da taglio e lascia che ne crescano di nuovi.

Come accennato, tagliare della metà il primo filo di fogliame favorisce la ramificazione laterale vicino alla base. Ciò aggiunge stabilità particolarmente vantaggiosa nelle regioni ventose con molto gelo e disgelo in inverno.

Un audace passo di restauro

Pensavo di sapere molto sulla forsizia perché l’avevo propagata da talee lungo tutto il perimetro della mia proprietà. Si è scoperto che avevo una varietà così alta che tagliavo sempre gli steli solo per mantenerla all’altezza del vicino amichevole.

Inoltre, quando ho iniziato per la prima volta, ho fatto la potatura completamente sbagliata. Ho tagliato lo stelo medio invece che nei punti di origine e ho finito con molti steli corti e increspati che portavano pochi fiori e puntavano verso l’interno, inibendo il flusso d’aria.

E infine, ho tagliato un sacco di fogliame nuovo che conteneva i germogli dell’anno successivo e ho mantenuto il vecchio, finché non ho finito con gli steli inferiori nudi.

Tutti commettiamo errori e, fortunatamente, un arbusto di forsizia sano di solito è molto clemente, quando si tratta di ricominciare da capo.

Se hai combinato un pasticcio totale con i tuoi potatori, o non li hai mai tagliati e ora hai un mostro, potresti voler fare una mossa audace e tagliarlo fino in fondo.

Tieni presente, tuttavia, che questo è molto stressante per un arbusto ed è probabile che necessitino di diverse stagioni per riprendersi. Inoltre, c’è sempre la possibilità che lo shock possa rivelarsi più di quanto possa durare e che morirà.

Nel caso ciò accada, usa le canne potate per fare talee di stelo di legno duro da propagare. Dovrebbero essere robusti, mostrare segni di vita e non avere parassiti visibili o sintomi di malattie.

Immergili nell’ormone radicante e inseriscili nel terreno allentato in gruppi da tre a cinque, distanziati di quattro o sei pollici l’uno dall’altro.

Quando vengono piantati in primavera, avranno il tempo di stabilirsi ben prima della dormienza invernale e potrebbero fiorire già nella primavera successiva.

Buon giardinaggio!

Per favore condividi le tue storie e domande sulla cura di questi splendidi arbusti nei commenti qui sotto.

E se hai trovato questa guida informativa e vuoi saperne di più cura della forsiziaecco altri articoli sull’argomento da leggere in seguito:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto non accreditate: Shutterstock.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI