venerdì, Settembre 24, 2021
Home Senza categoria Suggerimenti per coltivare camelie in contenitori

Suggerimenti per coltivare camelie in contenitori

Non tutti coloro che amano il giardinaggio o amano il colore splendido e la forma dei fiori hanno un cortile che può ospitare un grande arbusto legnoso come la camelia.

Alcune persone hanno solo un piccolo spazio con cui lavorare. E alcuni potrebbero avere difficoltà con le esigenze fisiche di prendersi cura di grandi arbusti.

Forse hai parassiti, come talpe o arvicole, e semplicemente non vuoi aggiungere un'altra pianta al loro buffet.

Forse sei un giardiniere che ha un balcone o un patio ma non ha terreno in cui piantare; o forse hai lo spazio e le giuste temperature stagionali, ma semplicemente non vuoi dedicare lo spazio necessario per una camelia che può crescere fino a venti piedi di altezza.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Potresti vivere in una regione al di fuori di Zone di resistenza USDA 7-10, dove prospera la maggior parte delle camelie.

Mentre le camelie possono essere protette durante l'inverno in molti casi, alcune aree in cui il terreno gela per mesi a causa delle temperature estremamente basse potrebbero non essere adatte, anche con la protezione.

Sfide a parte, posso vederlo nei tuoi occhi: sei determinato. Ti sei innamorato di una delle migliaia di bellissime varietà di camelia disponibili e ora sei venduto. Hai bisogno di quella pianta nella tua collezione.

Fortunatamente per te, alcune varietà di camelia sono adatte alla coltivazione in contenitori. Avrai solo bisogno di fare un piccolo lavoro di preparazione e dedicare un po' di tempo e fatica alla manutenzione, e quel meraviglioso arbusto può essere tuo.

Quindi, cosa ci vuole per far crescere una camelia in vaso? Prendi una sedia e parliamone.

Bisogni di camelia

Se stai cercando una pianta che richiede poca o nessuna manutenzione, le camelie potrebbero non essere la scelta migliore per te.

Sebbene non siano gli esemplari più bisognosi che si possano aggiungere al paesaggio, richiedono un po' di previdenza e sforzo per mantenersi in salute.

La coltivazione in container può effettivamente ridurre la quantità di manutenzione di cui una camelia ha bisogno perché crea un ambiente di crescita più facilmente controllabile.

Cioè, quando le temperature scendono inaspettatamente, potresti non affannarti per avvolgerli o pacciamarli: li sposterai semplicemente in casa.

Detto questo, c'è ancora un piccolo elenco di considerazioni e preoccupazioni che vorrai tenere a mente in modo da poter garantire condizioni di crescita ottimali per le tue piante in vaso.

Una delle esigenze primarie da tenere in considerazione è l'aerazione. Le radici di questo arbusto non amano essere sepolte in profondità; preferiscono essere vicino alla superficie del suolo in modo da non soffocare.

È anche molto importante mantenere un livello di umidità costante, poiché queste piante sono intolleranti sia alla siccità che alle condizioni del terreno impregnato d'acqua. Le camelie in vaso tendono ad asciugarsi più rapidamente di quelle coltivate nel terreno.

Se stai scegliendo le camelie per abbellire un terrazzo o un patio soleggiato, potresti voler riconsiderare. Queste sono piante boschive e, nel loro ambiente di crescita naturale, abitano nella foresta dove sono protette dal sole cocente dalla chioma degli alberi che le circondano.

Sebbene preferiscano le temperature più calde associate alle zone da 7 a 10, non amano il sole e preferiscono l'ombra screziata o parziale, piuttosto che l'esposizione diretta al sole.

Le piante giovani sono particolarmente intolleranti alla luce solare diretta e forte e dovrebbero essere riparate fino a quando non si riempiono, fornendo una parte della propria protezione. Le piante della specie C. sasanqua sono spesso più tolleranti al sole, ma anche meno tolleranti al freddo.

Quando scegli la varietà migliore per le tue esigenze, tieni presente che alcune camelie possono raggiungere un'altezza superiore ai venti piedi. Non sono noti per la loro crescita estremamente rapida, ma è probabile che tu possa potare per taglia ogni primavera.

Se non sei entusiasta di quella prospettiva, dovrai scegliere una cultivar con un'abitudine di crescita più compatta.

Alcuni parassiti e malattie possono causare molti danni e le camelie hanno un discreto numero di entrambi a cui prestare attenzione, che vanno dagli afidi e dagli acari al cancro e al marciume radicale.

Per informazioni più complete sul controllo di parassiti e malattie nelle camelie, consulta la nostra guida per identificare e risolvere i problemi con le camelie. (Prossimamente!)

Quali contenitori scegliere

Se hai mai visitato un garden center o cercato vasi per piante su qualsiasi sito web di casa e giardino, probabilmente saprai che esiste un numero apparentemente infinito di forme, dimensioni e colori diversi disponibili.

Fioriere e i vasi possono essere realizzati in plastica, argilla, metallo, legno o persino tessuto. Ci sono vantaggi e svantaggi nella coltivazione di ogni tipo. Diamo un'occhiata.

Plastica

I vasi di plastica trattengono l'umidità più dei vasi di argilla, legno o tessuto. Questo può essere vantaggioso, a seconda di ciò che preferisce la pianta in cui stai coltivando. I vasi di plastica sono in genere l'opzione meno costosa.

Sebbene non porosi e abbastanza resistenti, i vasi di plastica possono resistere alle intemperie, spaccarsi o diventare fragili dopo un'esposizione prolungata agli elementi.

Vaso quadrato in plastica Anaheim

Un vaso di plastica come questo, disponibile da Home Depot, funziona bene per un impianto più piccolo. È largo 14,5 pollici e profondo 12 pollici.

Ceramica

Le fioriere in ceramica hanno il vantaggio di essere porose, consentendo la traspirazione: l'aria e l'umidità possono passare più facilmente attraverso il materiale, promuovendo radici più sane e spesso causando meno problemi di marciume radicale, altri tipi di infezione fungina e crescita di muffe.

È noto anche che i vasi realizzati con l'argilla possono durare a lungo, se trattati adeguatamente. Considera quanti sono stati portati alla luce dagli scavi archeologici, essendo durati per centinaia o migliaia di anni!

I vasi in ceramica tendono ad asciugarsi più velocemente di altri tipi, quindi richiedono un po' più di monitoraggio per mantenere il terreno costantemente umido. I vasi di terracotta, in particolare quelli smaltati, possono anche essere più pesanti e più suscettibili di rompersi nel tempo, soprattutto se vengono lasciati all'aperto durante un forte congelamento.

Il costo può variare ampiamente nelle fioriere in ceramica in quanto possono eseguire la gamma in termini di design. I vasi di terracotta di base possono essere abbastanza economici, mentre le versioni smaltate, dipinte o decorate in altro modo possono avere un prezzo più alto.

Fioriera in ceramica Bella multicolore Dia

Una fioriera in ceramica come questa, disponibile da Home Depot, ha un aspetto elegante ed è alto 10 pollici e largo 11 pollici.

Legna

Le fioriere in legno possono essere una buona scelta per il loro fascino rustico e naturale, ma tieni presente che possono anche essere costose non solo da acquistare, ma anche da mantenere.

La maggior parte deve essere richiusa ogni due o tre anni e tende a deteriorarsi e marcire nel tempo, diventando alla fine inutilizzabile. Ciò può causare frustrazione e lavoro extra, poiché le camelie possono vivere per decenni, a volte fino a cento anni o più.

Fioriera in legno per barili di whisky

Se ti piace l'arredamento country e non ti dispiace la manutenzione aggiuntiva, questa fioriera per botti di whisky è disponibile da Home Depot, e con un'altezza di 14 pollici con un diametro di 17,5 pollici, funziona bene per piante di piccole e medie dimensioni.

Nel complesso, la scelta migliore per le camelie è una fioriera di dimensioni gestibili che può essere spostata in un'area protetta durante i momenti di freddo. Un buon drenaggio è fondamentale, quindi un vaso o una fioriera con fori di drenaggio è un must.

Se hai una fioriera che ha un bell'aspetto ma manca di drenaggio o non è fatta di un materiale adatto, considera la "doppia piantagione". Pianta semplicemente la tua camelia in un semplice vaso di dimensioni adeguate, con un buon drenaggio, e posizionalo all'interno del più elegante "cachepot".

Non sai quale taglia scegliere? Una buona regola empirica è quella di scegliere un contenitore che sia da tre a quattro pollici più grande della larghezza e della profondità dell'apparato radicale esistente della pianta.

Un contenitore molto più grande dell'apparato radicale lascerà il terreno umido al di fuori della portata delle radici dove possono svilupparsi i funghi, portando alla putrefazione delle radici.

I contenitori troppo piccoli possono far ribaltare spesso le piante con la parte superiore e possono far seccare il terreno molto rapidamente. Piccoli contenitori possono anche portare le piante a legarsi alle radici.

Le piante che si legano alle radici alla fine inizieranno a strangolare, quindi la fioriera che scegli dovrebbe lasciare abbastanza spazio per far crescere le radici e dovresti tenere d'occhio i segni che le radici stanno esaurendo lo spazio, come la caduta delle foglie e la scarsa crescita .

Ora che sappiamo cosa cercare in un contenitore adatto, passiamo all'invasatura e alla cura della tua camelia.

Piantare in un contenitore

Ogni volta che pianifichi di invasare una pianta, vorrai essere sicuro che l'abitudine di crescita, le dimensioni mature e le esigenze della pianta abbiano senso per la coltivazione in contenitori.

Lo stesso vale per la camelia. La scelta della cultivar giusta è importante, poiché alcuni sono coltivatori vigorosi e diventeranno rapidamente troppo grandi per la loro casa, portando alla necessità di potature e rinvasi frequenti.

La semina in contenitori crea un ambiente che è l'equivalente di una o due zone più fresche rispetto alla semina interrata, perché le radici non sono così protette come quelle piantate nel terreno.

Le piante interrate hanno il vantaggio del calore generato dalla terra e il terreno ha una temperatura costantemente calda a circa sei piedi di profondità.

Senza questo, le piante in contenitori avranno bisogno di maggiore protezione dalle basse temperature stagionali.

Puoi combattere quelle basse temperature in diversi modi. Prima che le temperature scendano, circonda il contenitore in cui cresce la tua camelia con uno spesso strato di pacciame; portare la pianta in casa; o coprire l'intera pentola con un panno paesaggistico o pluriball se le temperature possono scendere sotto lo zero.

Dopo aver scelto una cultivar, un contenitore e un luogo, è il momento di piantare!

Inizia con un ricco mix di terriccio che contenga molto materiale organico e che drena bene. Uno che includa corteccia sminuzzata, foglie di quercia pacciamate o aghi di pino compostati è il migliore perché le camelie preferiscono il terreno con un pH acido compreso tra 5,5 e 6,5.

È meglio non usare il terreno del giardino in quanto ciò può introdurre parassiti e malattie dal tuo giardino nel tuo contenitore.

Kellogg Garden Organics Shade Mix

Un mix commerciale adatto per piante amanti degli acidi come azalee e rododendri funziona bene, come Kellogg Garden Organics Shade Mix, disponibile da Home Depot.

Se non sei sicuro del pH del terreno che utilizzerai, puoi sempre testare il terreno utilizzando strisce reattive come queste di Garden Tutor, disponibile su Amazon.

Strisce reattive per pH Garden Tutor Garden

L'aggiunta di una o due tazze di fondi di caffè usati alla miscela può aumentare l'acidità del terreno.

Le camelie preferiscono terreni sciolti e ricchi. Se il terreno è spugnoso o denso, come quelli che sono ricchi di muschio di torba o ricchi di argilla, dovrà essere modificato, poiché questi materiali possono trattenere troppa umidità e mancano di aerazione.

Determina la consistenza del terreno spremendo una manciata di terreno umido nella tua mano e osservando se la manciata diventa un ciuffo solido. Se questo è il caso, puoi aggiungere una parte di sabbia silicea grossolana alla miscela, mescolandola bene, per ridurre la densità.

Se lo si desidera, la perlite può essere sostituita con la sabbia, ma assicurarsi di indossare una maschera quando la si maneggia, poiché non è sicuro inalare la polvere di perlite.

Se il vaso che hai scelto non ha fori di drenaggio adeguati, potresti essere in grado di farne di più, a seconda del materiale di cui è fatto. Un trapano con una punta progettata per l'uso su opere in cemento per contenitori in ceramica o una punta per legno può essere utilizzata per una fioriera in legno.

L'aggiunta di uno strato profondo da due a tre pollici di ghiaia di piselli sul fondo della pentola consentirà all'acqua in più di defluire dalle radici. In passato ho usato ghiaia naturale per acquari in sacchi e funziona molto bene.

Puoi anche tenere la pianta in un vaso di dimensioni adeguate con un buon drenaggio e posizionarla all'interno della fioriera più decorativa che desideri utilizzare, consentendo all'umidità in eccesso di defluire.

Assicurati solo che il contenitore esterno sia impermeabile e posiziona semplicemente uno strato di ghiaia sul fondo del vaso decorativo per fornire spazio sufficiente per far defluire l'acqua.

Quindi, prepara la tua camelia per l'invasatura. Se stai iniziando con una piantina o una talea radicata, pizzica o taglia il terzo inferiore della radice del fittone prima di piantare. La radice del rubinetto è progettata per raggiungere in profondità il terreno, cosa che ovviamente non dovrà fare in un contenitore.

Pizzicare la radice del fittone segnala alla pianta di inviare più radici fibrose, ramificandosi nel terreno circostante piuttosto che raggiungere in profondità. Questo tipo di apparato radicale è molto più adatto per la coltivazione in contenitori.

Se stai iniziando con una pianta acquistata in negozio o precedentemente in vaso, rimuovila delicatamente dal vaso in cui si trova e osserva lo stato del sistema radicale. Se le radici sono ben compattate o mostrano segni di marciume, come un colore nero, avvizzimento o muffa viscida, ti consigliamo di affrontarlo prima di rinvasare.

Le radici sane dovrebbero apparire dal bianco al marrone ed essere sode, flessibili e umide, ma non viscide.

Le piante che sono state precedentemente in vaso molto probabilmente hanno già avuto la radice del fittone potata, ma è comunque una buona idea assicurarsi prima di rinvasare.

Fino a quando non sei pronto per il rinvaso, rimetti semplicemente la pianta nel suo contenitore originale in attesa della sua nuova casa, poiché non è bene che la pianta lasci le radici esposte per un lungo periodo di tempo.

Aggiungi alcune tazze della miscela di terreno scelta al vaso, creando uno strato sul fondo di profondità adeguata per sollevare la parte superiore delle radici della pianta al livello della superficie del terreno. Alle camelie non piace essere sepolte, quindi evita di far sedere la pianta troppo in profondità.

Metti la pianta nel contenitore e riempila di terra, riempiendo lo spazio rimanente. Premi delicatamente con le mani per posizionare la pianta e annaffia bene per sistemarla.

Una volta che la tua camelia è nella sua nuova casa, posizionala in un luogo con ombra parziale o luce solare screziata. Presta attenzione ai livelli di umidità e inzuppa bene quando i primi tre pollici di terreno si sentono asciutti.

Suggerimenti per la coltivazione

  • Evita le cultivar che crescono molto grandi e scegline una con un portamento più compatto.
  • Scegli un contenitore che sia robusto, abbia un buon drenaggio e non trattiene troppa umidità.
  • Non lasciare le camelie in piena luce solare, posizionale in ombra parziale o sole screziato.
  • Sposta le camelie in vaso al chiuso, in un'area riparata, o proteggile con un avvolgimento o pacciamatura nei momenti di freddo.
  • Pianifica di potare, concimare e rinvasare regolarmente per una salute ottimale.

Potatura e Manutenzione

Le camelie in vaso sono simili a un animale domestico di famiglia quando si tratta di prendersi cura.

Avranno bisogno di cibo, acqua e riparo. Avranno bisogno di una rifinitura ogni tanto. Non andranno bene con lunghi periodi di abbandono e mostreranno determinati comportamenti, come caduta di gemme, scarsa crescita o malattia, se non curati.

irrigazione

L'umidità costante è molto importante per una camelia sana. Controllare il terreno per un'adeguata umidità una o due volte alla settimana.

Se i primi centimetri di terreno si sentono asciutti al tatto, ti consigliamo di annaffiare in profondità, consentendo all'acqua in eccesso di defluire. Assicurati che la pianta non sia immersa nell'acqua, poiché ciò può portare alla putrefazione delle radici.

La quantità di acqua necessaria alla tua pianta dipende dal tipo di vaso in cui si trova, dalle temperature a cui è esposta e dal fatto che stia crescendo o sbocciando o meno. Una buona regola è offrire più acqua durante i periodi di crescita e quando fuori fa caldo e secco.

Puoi anche aggiungere uno strato di pacciame di legno sminuzzato sopra il terreno per evitare che l'umidità evapori.

Protezione dal freddo

Quando si prevedono basse temperature stagionali, sarà necessario proteggere la pianta in anticipo per evitare danni.

Innaffia profondamente e avvolgi la pentola in una coperta pesante o in alcuni strati di telo paesaggistico, coprendola e legandola intorno alla base del tronco, per mantenere il calore.

Puoi aggiungere uno strato di pluriball intorno alla pianta, avvolgendolo sia intorno alla pianta che al vaso. Se farà molto freddo, puoi raddoppiare sia con la coperta che con il pluriball.

Tieni presente che una pianta avvolta può ribaltarsi più facilmente, quindi ti consigliamo di proteggerla da eventuali raffiche di vento forti.

Se sei in grado di spostare il contenitore in un luogo più riparato, come un garage o una veranda, questa è un'opzione ancora migliore per essere sicuro che un congelamento non uccida la tua camelia.

rinvaso

Man mano che la pianta cresce, potresti notare prove che sta diventando troppo grande per il suo vaso.

Le radici possono diventare visibili nei fori di drenaggio, le radici sulla superficie del suolo possono iniziare ad arricciarsi ai bordi dove sono venute a contatto con le pareti del contenitore o la pianta può iniziare a sembrare malsana.

Quando ciò accade, avrai bisogno di un vaso da tre a quattro pollici più grande del contenitore in cui la tua pianta sta attualmente crescendo. Preparare la pianta e il vaso come descritto sopra.

Molto probabilmente dovrai rinvasare la tua pianta ogni due o tre anni, poiché continua a crescere. Tra il rinvaso, puoi scavare i primi due o tre pollici di terreno quando la tua pianta inizia a impostare i boccioli e vestirsi con terreno fresco.

fertilizzazione

Sono disponibili molte diverse opzioni di fertilizzante, ma quella progettata per azalee e rododendri funziona bene. Tieni presente che non ne stai aggiungendo troppo, poiché le piante che crescono in contenitori avranno bisogno di meno fertilizzante rispetto a quelle piantate nel terreno.

I granuli possono essere cosparsi sulla superficie del terreno e rastrellati con un rastrello a mano, le punte di fertilizzante possono essere premute nel terreno sul bordo esterno dell'apparato radicale o si può applicare uno spray fogliare o un fertilizzante liquido. Segui sempre le indicazioni sulla confezione per evitare di bruciare le radici.

Spighe di cibo per piante da fiore di Jobe

Spighe di cibo vegetale, come quelle di Jobe per piante da fiore, sono disponibili su Walmart.

Puoi aggiungere fertilizzante tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno, quando si formano i boccioli, e di nuovo dall'inizio alla metà della primavera, quando la pianta inizia a ricrescere. Ogni volta che aggiungi fertilizzante a una pianta, assicurati di annaffiare bene, poiché i sali possono accumularsi nel terreno nel tempo.

Se noti uno strato di crosta biancastra che si forma sopra il terreno, è segno che è presente troppo fertilizzante. Potrebbe essere necessario rinvasare e ridurre l'importo che stai offrendo.

UN strato di compost può essere aggiunto come condimento superiore per fornire ulteriori nutrienti. Per ottenere i migliori risultati, includi fondi di caffè o aghi di pino usati nel materiale compostato che intendi utilizzare per la tua camelia per aggiungere un po' di acidità.

Potatura

Le varietà più compatte andranno meglio se coltivate in contenitori; le cultivar di dimensioni maggiori avranno bisogno di più potature per mantenere una dimensione e una forma adatte alla crescita del contenitore, oppure potrebbero non essere adatte del tutto.

Il momento migliore per una potatura leggera è dopo la fioritura delle piante, dalla tarda primavera all'inizio dell'estate nella maggior parte delle regioni. La potatura in questo momento incoraggia la produzione di più fiori per la prossima stagione.

Se non hai intenzione di raccogliere semi dalla tua pianta, ti consigliamo di sbocciare come i fiori, tagliandoli indietro per consentire alla pianta di reindirizzare l'energia verso altre aree.

Evitare di tagliare più del necessario per mantenere le dimensioni e la forma. Una potatura severa farà sì che la pianta cresca piuttosto che produrre fiori, che è ovviamente l'opposto dell'obiettivo prefissato.

Se la tua pianta è molto densa, con rami che crescono strettamente insieme, puoi potarne alcuni per aprire il flusso d'aria. Non tagliare i rami primari, ma piuttosto concentrati su quelli più piccoli che riempiono lo spazio.

Tagliali indietro dove incontrano i rami principali usando cesoie affilate e rimuovi solo il numero necessario per creare più spazio aperto all'interno della pianta. Questo metodo di potatura può essere utile per prevenire alcuni tipi di malattie comuni alle camelie, come la peronospora.

La potatura dei rami morti o morenti è molto importante in quanto dà alla pianta l'opportunità di reindirizzare l'energia verso altre funzioni, come il germogliamento. Pensalo come tagliarti i capelli per rimuovere le doppie punte e dare forma alle cose: un rinnovamento rinvigorente.

A meno che la tua camelia non abbia sperimentato un'enorme quantità di crescita, dovrai solo tagliare da uno a due pollici alle estremità dei rami per promuovere il germogliamento.

Se vuoi provare a modellare la tua pianta in una forma specifica, come una forma ad albero, ti consigliamo di tagliare molti dei rami inferiori alla base, rimuovendo quanto basta per esporre il tronco. Modella il resto della pianta come desideri, ma evita di tagliare troppo.

Una volta che hai imparato a conoscere la tua camelia e hai trovato un solco per la custodia, ti godrai ancora di più i suoi fiori sapendo che stai fornendo esattamente ciò di cui ha bisogno.

Specie e cultivar da selezionare

Esistono migliaia di varietà di camelia adatte alla coltivazione in contenitori, e quello che segue è solo un esempio di ciò che è disponibile.

Puoi scopri di più sulle diverse cultivar di camelia nella nostra carrellata.

Il supremo di Kramer

Anche le cultivar della specie C. japonica sono generalmente più tolleranti al freddo rispetto ad altre varietà.

"Kramer's Supreme" produce splendidi fiori rosso scarlatto, tollera temperature più fredde e raggiunge un'altezza massima di otto piedi, ma può essere facilmente potato a quattro o cinque piedi.

"Kramer è supremo"

Le piante vendute in vasi da un gallone sono disponibili da Brighter Blooms Store tramite Amazon.

Magia di ottobre

Se vivi nelle zone di resistenza USDA 6 o 7, potresti voler scegliere una cultivar più resistente come "October Magic", che è un ibrido di C. sasanqua allevato specificamente per climi più freschi e compattezza.

"Magia di ottobre"

Questa varietà prospera in contenitori, raggiungendo un'altezza massima di circa tre piedi.

Puoi trovare piante "October Magic" in vasi da un quarto disponibili da Root 98 Warehouse tramite Amazon.

Shi Shi Gashira

Una delle varietà più popolari, C. sasanqua "Shi Shi Gashira", può essere coltivata con successo in contenitori con un po' di manutenzione.

Mentre questa varietà può raggiungere da cinque a sei piedi alla maturità, puoi potare per le dimensioni, incoraggiando la formazione di fiori rosa più splendidi.

"Shi Shi Gashira"

Puoi trovare due confezioni di piante in vasi da tre galloni disponibile da Home Depot.

Camellia sinensis

Se sei più interessato alla funzionalità che all'aspetto, potresti scegliere C. sinensis, la specie utilizzata da secoli per produrre sia il tè nero che quello verde.

Questa specie non è solo una scelta eccellente per la coltivazione in contenitori, ma si guadagna da vivere quando le sue foglie vengono essiccate e frantumate per il tè preparato in casa.

Camellia sinensis

Questa specie è anche più resistente al freddo rispetto a molte specie di camelie. Le piante in vasi da quattro pollici sono disponibile su Amazon.

Le camelie in vaso ti permetteranno di portare a casa la loro bellezza!

Sia che tu stia ridimensionando il giardino, lavorando con uno spazio limitato o semplicemente desideri una bella pianta in vaso che non abbia la stessa manutenzione di un arbusto interrato, la camelia nelle sue numerose forme può diventare parte della tua collezione.

Come con qualsiasi pianta in vaso, imparerai nel tempo come fornire cure adeguate e osservare la tua camelia prosperare, fiorire ogni anno, solo per te.

Potresti essere stato avvertito che le camelie sono esigenti e difficili da mantenere, ma non lasciarti intimidire per provarci! Potresti persino scoprire di avere un tale talento per questo che vuoi imparare a propagare le tue piante per creare un intero serraglio di splendidi arbusti.

Vogliamo sapere: hai avuto successo con la coltivazione di una particolare varietà di camelia in un contenitore? Faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto e sentiti libero di condividere una foto!

Se sei interessato a saperne di più su camelie in crescita, dai un'occhiata a queste guide di seguito:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite Brighter Blooms Store, Garden Tutor Store, Home Depot, Root 98 Warehouse, Papcool e Walmart. Foto non accreditate: Shutterstock.

Informazioni su Kelly Spicer

Kelly Spicer è diventata una madre single in giovane età e ha imparato molto rapidamente quanto possa essere spaventosa l'insicurezza alimentare. Di conseguenza, ha iniziato l'autodidatta per imparare a coltivare il cibo, che ha portato alla passione per provvedere agli altri bisognosi. Attualmente, Kelly sta coordinando un piano per produrre una fattoria tropicale nel sud della Florida che fornirà cibo locale alle famiglie bisognose e insegnerà loro a coltivare la propria. Si sta facendo strada verso la certificazione come maestra giardiniere e sta costruendo un amore per la natura che durerà tutta la vita con i suoi figli.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI