lunedì, Luglio 4, 2022
HomeSenza categoriaSuggerimenti per coltivare l'origano cubano all'interno

Suggerimenti per coltivare l’origano cubano all’interno

L’origano cubano è una di quelle piante speciali che aggiunge bellezza tutto l’anno alla tua casa e sapore ai tuoi piatti.

All’aperto, crescerà come una pianta perenne solo nelle zone di rusticità USDA 9-11, il che lo rende un’aggiunta ideale al tuo orto interno se non ti capita di vivere in quelle parti degli Stati Uniti.

Un’erba semi-succulenta perenne della famiglia della menta, Lamiaceae, origano cubano (Coleus amboinicus) si chiama anche menta messicana, timo spagnolo e borragine indiana, solo per citarne alcuni.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Ma mentre è legato al vero origano (Origanum vulgare) e al timo (Thymus vulgaris), in realtà è un specie di coleus.

Il suo sapore forte ricorda però profondamente l’origano comune, da cui il nome. Solo che il suo sapore è circa due volte più forte.

I cuochi di tutto il mondo lo usano in tutto, dalla zuppa di fagioli neri al sugo per la pasta ai piatti di maiale stirato.

Se sei abbastanza fortunato da vivere in un clima mite, dai un’occhiata al nostro guida completa alla coltivazione dell’origano cubano per imparare a coltivarlo all’aperto.

Sei pronto per imparare a coltivare questa deliziosa erba nel tuo orto?

Ecco cosa tratteremo:

Iniziare

Si pensa che l’origano cubano abbia avuto origine nelle “Isole delle Spezie” in Indonesia – o in India, o forse da qualche parte nel continente africano.

Si è naturalizzato in ciascuno dei suddetti luoghi e nelle aree tropicali e subtropicali di tutto il mondo.

Il semi-succulento cresce tra uno e tre piedi di altezza e si diffonde da due a tre piedi, anche se potrebbe non crescere rapidamente all’interno come farebbe all’esterno.

C. amboinicus prospera in condizioni di scarsa illuminazione, preferendo solo da quattro a sei ore di luce solare al giorno e tollerando meno.

Ecco perché è un’opzione perfetta per il davanzale o il piano di lavoro della tua cucina.

Per prima cosa, trova una pianta nel tuo vivaio locale o puoi iniziare con una talea dalla pianta di un amico che hai radicato.

Per una piccola pianta, scegli un vaso largo almeno 8-12 pollici e profondo, con fori di drenaggio e un piatto per raccogliere l’acqua in eccesso.

Riempilo con un impasto per invasatura ricco di sostanze organiche e ben drenante. Un mix di cactus e succulente è un’ottima scelta. Assicurati solo che qualsiasi mix di invasatura usi abbia un pH compreso tra 6,0 e 7,5.

Fai un buco nella miscela che sia profondo e largo quanto la zolla che stai per trapiantare. Rimuovi delicatamente la pianta dal suo contenitore e mettila all’interno del vaso di attesa. Riempire con terra, coprendo l’intera zolla.

Se la pianta è una talea radicata, copri tutte le radici e due o tre pollici di stelo, sopra il punto in cui si sono formate le radici. Ma se stai trapiantando un C. amboinicus consolidato da un vivaio, copri solo la zolla, non lo stelo.

Dare al nuovo trapianto un’annaffiatura profonda, permettendo al liquido di defluire dal fondo della pentola.

Trova un punto su un davanzale che riceva da quattro a sei ore di luce solare indiretta, o anche un angolo su un piano di lavoro che riceva all’incirca la stessa quantità di luce brillante e indiretta.

Quindi, siediti e guarda la tua bellissima nuova aggiunta al tuo orto.

Trapianto dall’esterno

Se non vivi nelle zone 9-11 e stai coltivando C. amboinicus all’aperto come annuale, puoi trapiantarlo in casa prima che muoia per il freddo, per mantenerlo in vita durante i mesi invernali.

Riempi un contenitore da 8-12 pollici con fori di drenaggio e un piatto di drenaggio con un impasto per invasatura ben drenante.

Nel cortile o nel giardino, trova il gambo centrale della tua pianta di origano cubano e segna un punto nel terreno a circa sei pollici di distanza dallo stelo. Con una cazzuola, segna un cerchio nel terreno in un raggio di sei pollici attorno alla pianta.

Inizia con attenzione a scavare a questo segno di sei pollici, tutto intorno al cerchio e circa sei pollici in basso, finché la tua pianta non inizia a staccarsi.

Usa la cazzuola per sollevare la zolla. Va bene se alcune delle radici più lunghe vengono mozzate: questa pianta robusta continuerà a crescere bene.

Fai un buco nel terriccio delle dimensioni della zolla che hai scavato. Metti la pianta nel vaso, riempila con terra e acqua. Ma non affrettarti a portarlo ancora dentro.

Invece, lascialo all’aperto per un’intera giornata nel suo nuovo vaso. Quindi, inizia a portarlo in casa per un’ora al mattino, e poi per due ore il giorno successivo, e così via fino a quando la pianta non trascorrerà sei o più ore all’interno.

Controlla la pianta alla ricerca di insetti ogni volta che la sposti in casa per assicurarti di non introdurre parassiti indesiderati.

Questo indurimento inverso contribuirà a garantire che il tuo C. amboinicus non riceva uno shock con l’improvviso cambiamento nel punto e nelle condizioni di crescita.

Prendersi cura della propria pianta

Se hai figli o nipoti che vogliono dedicarsi al giardinaggio indoor, C. amboinicus è una pianta di partenza ideale perché è così facile da curare.

Inoltre, indipendentemente dal fatto che venga coltivato all’interno o all’esterno, i suoi potenti oli aiutano a proteggerlo da molti parassiti e malattie.

Tieni presente che a C. amboinicus piace che la temperatura rimanga tra 65 e 95 ° F, quindi se i davanzali delle finestre diventano molto freddi durante la notte in inverno, trova un posto per le tue piante in una zona più calda, come un piano di lavoro che riceve quattro a sei ore di luce solare indiretta.

Una volta alla settimana, annaffia lentamente la pianta, finché il liquido non fuoriesce dal fondo del vaso. Lascia asciugare il pollice superiore del terreno tra un’annaffiatura e l’altra e avrai una pianta felice.

In primavera e in estate, che è la tipica stagione di crescita attiva dell’origano cubano quando viene coltivato all’aperto, aggiungi un fertilizzante a lenta cessione 5-5-5 NPK ogni tre o quattro settimane secondo le istruzioni sulla confezione.

Prendi le talee dal gambo centrale ogni volta che hai voglia di aggiungere questa erba aromatica ai tuoi piatti.

Una buona regola generale è quella di tagliare circa la metà del gambo principale, gustando quelle foglie nella tua cucina. Ciò incoraggerà una crescita cespugliosa invece di una crescita alta, con le gambe lunghe e potenzialmente instabile.

Man mano che gli steli laterali crescono, puoi tagliare da un terzo a metà di ogni stelo alla volta, facendo attenzione a non rimuovere troppe porzioni di stelo contemporaneamente. Lascia sempre intatti i due terzi della pianta e lasciala crescere senza restrizioni per due settimane tra le talee principali.

Se dopo un anno o più noti che le radici iniziano a fuoriuscire dai fori di drenaggio sul fondo del contenitore, è tempo di rinvasare in un contenitore più grande.

Scegline uno che sia almeno due taglie più grande di quello in cui lo stai attualmente coltivando. In alternativa, puoi tagliare un po’ le radici e rinvasare l’erba nello stesso contenitore.

Quest’ultima opzione potrebbe essere una scelta migliore poiché un orto ha solo così tanto spazio. A meno che tu non sia una di quelle persone fortunate benedette con una marea di controspazi!

Perché lo devi rinvasare? Una pianta molto legata alle radici potrebbe non utilizzare acqua e sostanze nutritive in modo efficiente, causando cattive condizioni di salute e stress.

Per tagliare la zolla, rimuovere l’erba dal suo contenitore. Sopra il lavandino o alcuni strati di giornale, rimuovi più terriccio possibile, esponendo la zolla. Usando un paio di forbici affilate, taglia via il terzo inferiore del tessuto radicale.

Puoi anche tagliare i lati tagliando la zolla dal basso fino a circa un terzo dell’altezza verso la pianta.

Riempi il tuo vaso originale con un terriccio fresco, fai un buco per la tua zolla appena tosata e sostituiscila. Riempi lentamente con terra e acqua fino a quando il liquido non fuoriesce dai fori di drenaggio.

Tieni d’occhio le radici dall’aspetto affollato ogni anno o due e rinvasare o tagliare le radici se necessario.

Suggerimenti per la coltivazione

  • Innaffia circa una volta alla settimana, lasciando asciugare il pollice superiore del terreno nel mezzo
  • Fertilizzare ogni 3-4 settimane in primavera e in estate con fertilizzante a lenta cessione 5-5-5 (NPK)
  • Prendi le talee dal gambo principale per incoraggiare la crescita cespugliosa
  • Rinvasare o tagliare le radici ogni 1-2 anni

Ricette e idee di cucina

Ogni volta che hai bisogno di un sapore pungente, simile all’origano, taglia un taglio dall’origano cubano nel tuo orto per usarlo fresco in qualsiasi ricetta che richieda l’origano.

Tieni solo a mente che dal momento che C. amboinicus ha un sapore più forte di O. vulgare, ti consigliamo di andare leggero su questa erba, testando il gusto lungo la strada per assicurarti che non sopraffà il tuo piatto.

Foto di Meghan Yager.

Adoro tagliare alcune foglie da cospargere sopra gli spaghetti, come questa deliziosa ricetta di spaghetti alla bolognese dal nostro sito gemello, Foodal.

In questa ricetta potete anche sostituire l’origano con C. amboinicus fresco o essiccato tritato.

Usa circa la metà della quantità richiesta dalla ricetta, quindi fai una prova di assaggio prima di decidere se aggiungerne dell’altra!

Oppure, provalo a metà forza al posto dell’origano in questa ricetta per le costine di manzo a cottura lenta, anche da Foodal.

Metti da parte, l’origano normale

Stai coltivando questa deliziosa erba perenne semi-succulenta nel tuo orto? In caso contrario, ora è il momento di iniziare.

Ci piacerebbe conoscere i tuoi modi preferiti per godertelo. E se hai bisogno di aiuto per iniziare o per prenderti cura della tua pianta di C. amboinicus, scrivici una riga nei commenti qui sotto!

Nel frattempo, dai un’occhiata a questi articoli per ulteriori suggerimenti su erbe aromatiche che saranno aggiunte perfette al tuo orto:

Foto di Meghan Yager © Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto non accreditate: Shutterstock.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI