Suggerimenti per la cura della forsizia danneggiata dal freddo | Sentiero del giardiniere

0
32

La coltivazione è uno dei primi arbusti a fioritura primaverile nelle zone di resistenza USDA da 5 a 8. È un cespuglio duro che di solito naviga incolume durante l'inverno.

Tuttavia, a volte un anno arriva con brividi da record e frequenti tempeste di neve e ghiaccio, spesso sorprendendoci con un'ultima esplosione all'inizio della primavera, quando i boccioli si stanno risvegliando.

Questi bizzarri bagliori atmosferici possono causare danni al tessuto vegetale, minando la sua capacità di assorbire sostanze nutritive e, nei casi più gravi, causando la morte delle punte degli steli e il congelamento e l'appassimento di boccioli e fiori.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare i prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

In questo articolo, discutiamo su come riconoscere, gestire e inibire i danni causati dal freddo alla forsizia.

Ecco la formazione:

Cominciamo con una chiacchierata sulla robustezza e sulle zone di crescita.

Ma la forsizia è resistente, giusto?

La rusticità di una pianta è definita dalle zone in cui può essere coltivata. La forsizia è resistente al freddo fino alla Zona 5, dove le temperature invernali possono scendere da -10 a -20 ° F.

Come può la forsizia subire danni da freddo se viene coltivata in una zona appropriata?

Ottima domanda!

I parametri della zona in crescita sono determinati prendendo le medie matematiche dei dati meteorologici passati.

Tuttavia, come ricordiamo dalla matematica delle scuole medie, per calcolare queste medie vengono presi in considerazione sia numeri più alti che numeri più bassi.

Tutto ciò significa che a volte la temperatura in una particolare zona precipita al di sotto della media ed espone le piante a brividi oltre le aspettative tipiche.

Gli effetti del freddo e del congelamento

Gli schiocchi di freddo dannosi non si verificano solo in inverno. Possono sorprenderci anche in primavera e in autunno.

Foto via Alamy.

La quantità di danno che causano dipende principalmente da tre fattori:

  • Tempistica
  • Precipitazione
  • Vento

Parliamone.

Tempistica

Durante l'inverno, la forsizia è dormiente. Sui suoi steli duri e legnosi sono visibili boccioli di fiori. Al loro interno c'è un tessuto contenente umidità.

È improbabile che un breve scatto freddo faccia del male, ma uno prolungato può causare il congelamento dell'umidità all'interno del tessuto vegetale, rompendolo e distruggendolo.

Le parti più vulnerabili sono i boccioli dei fiori e le punte degli steli, e solo l'arrivo della primavera rivelerà l'entità del danno.

In primavera, i primi giorni caldi segnalano la fine della dormienza, delle gemme che scoppiano e del fogliame.

Un tuffo nel mercurio in questo momento può causare la caduta di gemme e fiori appena aperti. Può anche scuotere la crescita della punta fresca, facendola appassire o morire.

Se un'esplosione di freddo arriva prematuramente in autunno, prima che gli steli si siano induriti per l'inverno, i tessuti teneri, comprese le gemme del prossimo anno, potrebbero essere danneggiati. Sfortunatamente, l'intera portata del danno non sarà evidente fino alla prossima primavera.

Precipitazione

Per quanto riguarda le precipitazioni, dobbiamo considerare sia il ghiaccio che la neve.

Uno strato di ghiaccio espone gli steli al rischio di spezzarsi, soprattutto quando c'è vento.

La neve, tuttavia, può essere vantaggiosa quando cade durante la dormienza.

Agisce come pacciame, isolando le radici, riducendo al minimo le fluttuazioni della temperatura del suolo e favorendo la ritenzione di umidità.

E quando si scioglie, aggiunge umidità al terreno, facilitando l'assorbimento di acqua e sostanze nutritive.

La neve offre anche protezione alle radici durante un fenomeno chiamato "sollevamento", in cui un arbusto emerge dal terreno durante ripetuti episodi di gelo e disgelo.

Spesso, quando arriva la primavera, puoi dire quanto fosse alta la neve durante l'inverno dalle condizioni dei tuoi arbusti.

Dove i rami erano coperti da un bel bianco isolante, fioriscono meglio di quelli che sono rimasti completamente esposti.

Per quanto possa essere buono, ci sono momenti in cui la neve è un problema e questo ha a che fare con il vento.

Vento

Quando i cespugli vengono ripetutamente colpiti da raffiche di vento freddo, gli steli iniziano ad asciugarsi. Questa essiccazione del tessuto vegetale è chiamata "essiccazione".

In questo stato, un forte accumulo di neve può causare rotture.

Ciò è particolarmente vero per la crescita sottile e ramificata, del tipo che puoi evitare con a buon regime di potatura.

In primavera, i gambi colpiti da venti gelidi possono mostrare "germogli uccisi" o germogli morti. Possono anche apparire stentati e / o avere le mance morte.

E nei casi in cui le radici sono esposte a sollevarsi, il vento aggrava il problema seccando questi teneri trasmettitori di cibo e acqua, potenzialmente uccidendo l'arbusto.

Segni di danneggiamento

La coltivazione che è influenzata negativamente dal freddo non caratteristico della sua zona di coltivazione appropriata può mostrare segni rivelatori, come:

  • Steli anneriti o rotti
  • Bordi marroni e asciutti su boccioli di fiori, fiori, nodi fogliari o foglie
  • Ramoscelli morti
  • Punte del gambo morto
  • Droopy nuovi steli
  • Pochi o nessun fiore
  • Goccia di fiori o foglie
  • Appassimento del fiore e caduta prematura
  • Foglie malformate o appassite
  • Tessuto vegetale fangoso
  • Steli rigidi e senza vita che non producono fiori o foglie
  • Radici scoperte

A meno che la tua forsizia non soffra di "uccisione invernale", in cui tutte le parti viventi soccombono al freddo, è probabile una completa guarigione, specialmente con un po 'di TLC.

Suggerimenti per la riabilitazione degli arbusti

Indipendentemente da quando si verifica l'infortunio da freddo, è meglio aspettare che la dormienza si interrompa in primavera per fare valutazioni e determinare quale azione è necessaria, se del caso.

Ci sono momenti in cui il freddo può far cadere i boccioli prima che sboccino, oppure i fiori che sbocciano avvizziscono e cadono prematuramente.

Tuttavia, se il primo rossore del fogliame primaverile non mostra segni di deformità, potresti essere al sicuro e non devi fare nulla.

Se trovi steli rotti o scoloriti, così come quelli che non fioriscono o non crescono fogliame, rimuoverli è un buon punto di partenza.

Usa cesoie da potatura pulite, troncarami o una sega da potatura secondo necessità per tagliare i gambi nei loro punti di origine.

Ecco come coltivare canne lunghe e sane che portano un'abbondanza di fiori, al contrario di quelle deboli e sottili che non lo fanno.

Potiamo in primavera perché subito dopo la fioritura, e spesso mentre i fiori sono ancora attaccati, il fogliame germoglia e invia nuove canne che contengono i boccioli per i fiori del prossimo anno.

Questo è ciò che chiamiamo fioritura su legno "vecchio", o la crescita dell'anno precedente.

La potatura più tardi nella stagione di crescita può lasciarti senza canne fresche e poche o nessuna fioritura la prossima primavera.

È meglio non rimuovere più di un terzo di un arbusto alla volta per evitare di scioccarlo e possibilmente ucciderlo.

Tuttavia, se sembra essere completamente morto con steli rigidi e asciutti e senza fiori o fogliame, vale la pena tagliare tutti gli steli il più in basso possibile per prova a ringiovanirlo.

Se le radici sono state ben isolate dalla neve, potrebbero essere ancora vive e la scossa potrebbe semplicemente farle scattare per inviare nuovi germogli. Se non vedi alcun segno di vita entro l'estate, chiama la boscaglia una perdita e scavala.

In un caso di "sollevamento", il fenomeno invernale di cui abbiamo parlato in cui il congelamento e lo scongelamento ripetuti causano lo sradicamento, dovrai allentare delicatamente il terreno attorno alle radici e sistemare di nuovo l'arbusto.

Se si è verificata un'erosione del suolo, potrebbe essere necessario fornirne di più per proteggere e coprire le radici.

Quando arriva la primavera, di solito piove. Ma se non c'è almeno un pollice alla settimana, fornisci irrigazione supplementare.

La flora stressata dal freddo beneficia di un'idratazione costante per il recupero. Basta non esagerare: niente terreno inzuppato.

È una buona idea promuovere una crescita fogliare rigogliosa concimando i cespugli in recupero in primavera. Utilizzare un prodotto granulare multiuso a rilascio lento per le istruzioni sulla confezione.

Non concimare mai alla fine della stagione di crescita, o ti ritroverai con steli morbidi e deboli che non hanno il tempo di costruire forza e indurirsi prima dell'inverno.

Gli arbusti stressati da condizioni meteorologiche avverse sono più vulnerabili a parassiti e malattie rispetto a quelli sani, quindi è saggio riabilitare al più presto.

Metodi preventivi

Oltre a conoscere i segni di lesioni e come ripristinare il fogliame colpito, ci sono misure proattive che puoi intraprendere per dare ai tuoi arbusti una gamba per resistere al peggio.

Eccone cinque:

  • Pianta in luoghi riparati dal vento, come vicino alle fondamenta degli edifici e alle recinzioni.
  • Prima del primo gelo autunnale, innaffia profondamente a livello del suolo per consentire agli steli di assorbire acqua e sostanze nutritive essenziali appena prima della dormienza.
  • Fertilizzare in primavera con un concime ben bilanciato a lenta cessione per stimolare una sana crescita fogliare.
  • Mentre l'estate volge al termine, posizionare uno strato di pacciame di due pollici sulle radici per ridurre al minimo le fluttuazioni della temperatura del suolo, inibire il sollevamento e favorire la ritenzione di umidità.
  • Avvolgi gli arbusti dormienti nella tela per una maggiore protezione.
  • La tela da imballaggio è un ottimo tessuto protettivo perché consente un buon flusso d'aria, che è ancora essenziale, anche con tempo freddo. Con una cattiva circolazione, il fogliame è più suscettibile alle malattie fungine.

    Coprire interamente i piccoli cespugli e avvolgere il fascio con lo spago.

    Per quelli più grandi, crea un riparo usando pali alti e robusti con una tela avvolta intorno a loro.

    I rami superiori saranno probabilmente esposti, ma anche così, il calore complessivo e la resistenza al vento saranno maggiori con la copertura perimetrale.

    Tela naturale biodegradabile di Burpee

    Trova la tela naturale biodegradabile di Burpee in rotoli di 3 x 24 piedi.

    Una buona prognosi

    Temperature che precipitano improvvisamente, fluttuano selvaggiamente e rimangono basse per periodi prolungati possono causare danni che vanno da lievi battute d'arresto con ramoscelli spezzati e meno fioriture, a casi devastanti di mortali uccisioni invernali.

    A volte un arbusto non riesce a sopravvivere a un inverno rigido, mentre un altro naviga indenne. Ciò può accadere perché non esistono due impianti o le loro posizioni esattamente uguali.

    Possono esistere molte differenze, come ad esempio:

    • Età
    • Salute
    • Altezza
    • Varietà
    • Esposizione al vento

    Nel complesso, la robusta forsizia che viene coltivata nelle zone appropriate è resistente e ha maggiori probabilità di resistere alle raffiche di freddo piuttosto che di caderne vittima.

    Come proteggi la tua forsizia dal freddo invernale? Fateci sapere nella sezione commenti qui sotto!

    E per ulteriori informazioni su crescente forsizia nel tuo giardino, potresti leggere queste guide in seguito:

    © Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto del prodotto tramite Burpee. Foto non accreditate: Shutterstock.

    A proposito di Nan Schiller

    Nan Schiller è una scrittrice con profonde radici nel suolo della Pennsylvania sudorientale. Il suo background include paesaggio e design floreale, una laurea in economia presso la Villanova University e un certificato di merito in design floreale presso Longwood Gardens. Una sostenitrice del giardinaggio biologico con piante autoctone, ha sempre sporcizia sotto le unghie e lentiggini sul naso. Con arguzia e, si spera, un po 'di saggezza, condivide ciò che ha imparato ed è sempre pronta a scavare in un nuovo progetto!

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui