Ceferin: "Tutti saranno ritenuti responsabili" della trama della Super League

0
37

Londra, 25 aprile 2021 (AFP) – Il presidente UEFA Aleksander Ceferin ha rifiutato di escludere il divieto dalla Champions League della prossima stagione per tutti i 12 club coinvolti nel tentativo di organizzare una Super League europea separatista.

Ma domenica Ceferin ha anche detto al britannico Mail che i sei club inglesi – Chelsea, Manchester City, Arsenal, Tottenham, Liverpool e Manchester United – meritano maggiore clemenza poiché sono stati i primi a ritirarsi.

Ha detto che la loro posizione era in contrasto con quella di Real Madrid, Barcellona e Juventus, ridicolizzati da Ceferin come "quelli che sentono che la Terra è piatta e … pensano che la Super League esista ancora".

Nell'arco di 48 ore a partire da domenica scorsa, la UEFA, aiutata da tifosi e politici, ha represso un ammutinamento di club inglesi, spagnoli e italiani che tentavano di formare un torneo quasi chiuso progettato per soppiantare l'attuale Champions League.

Nove club, inclusi tutti e sei in Inghilterra, si sono successivamente ritirati.

Ma Ceferin, che ha ringraziato il primo ministro britannico Boris Johnson per la sua opposizione alla Super League, ha detto che l'azione disciplinare è rimasta un'opzione per la UEFA, l'organo di governo del calcio europeo.

"Tutti devono prendere delle conseguenze per quello che hanno fatto e non possiamo fingere che non sia successo niente", ha avvertito.

Tuttavia, l'avvocato sloveno, eletto presidente della UEFA nel 2016, ha aggiunto: "Ma per me è una netta differenza tra i club inglesi e gli altri sei. Sono usciti per primi, hanno ammesso di aver commesso un errore. Devi avere una certa grandezza per dì: "Mi sbagliavo". "

"Ma tutti saranno ritenuti responsabili. In che modo, vedremo", ha detto.

L'ironia è che la UEFA era sull'orlo di emanare cambiamenti che avrebbero rafforzato la posizione di molte delle potenze consolidate della Champions League dietro la Super League.

Ma Ceferin si è detto aperto a lasciare i due posti extra in Champions League in una competizione allargata che doveva essere riservata ai club in base al loro record storico.