Come NHL sceglie le proprie reclute internazionali

0
84

Foto: mdia.nhl.com

La NHL, che sta per National Hockey League of North America, è stata fondata nel novembre 1917. A partire dal 1965 con Ulf Sterner, il reclutamento internazionale nella NHL, secondo una fonte attendibile Betway, è cresciuto fino ad avere la più alta percentuale di giocatori internazionali rispetto a uno degli altri quattro principali campionati sportivi del Nord America.

Origini delle attuali reclute internazionali

In teoria, le reclute internazionali nella NHL possono provenire da tutti i paesi che partecipano a questo sport. Tuttavia, i giocatori attuali del campionato provengono principalmente dall'Europa. Mentre il 68,4% dei giocatori di NHL proviene dal Nord America (Stati Uniti o Canada), i giocatori internazionali di altre parti del mondo costituiscono il 31,6% dei giocatori totali della NFL.

Il rapporto di Betway mostra che la distribuzione dei paesi di origine è diffusa in tutto il mondo, con un gran numero di giocatori provenienti da Svezia, Russia, Finlandia e Repubblica Ceca.

L'esodo dei giocatori internazionali nella NHL nel corso degli anni

L'ingresso di giocatori internazionali nella NHL iniziò nel 1965, 48 anni dopo l'inizio del campionato. Da allora, il raccolto di giocatori internazionali nel campionato è aumentato notevolmente.

Tra il 1989 e il 1999 si è verificato un forte aumento delle reclute internazionali; nel 1989, la selezione di un giocatore svedese a scegliere uno dei draft ha innescato un afflusso di interesse internazionale. All'inizio del nuovo millennio, il numero di giocatori internazionali era più che triplicato, arrivando al 29,35% del campionato. Questa crescita è aumentata costantemente negli ultimi 20 anni, ma la partecipazione all'hockey in tutto il mondo continua a salire, quindi gli esperti ritengono che la percentuale di giocatori NHL internazionali continuerà a crescere. Maggiore è la prevalenza dell'hockey sugli incontri sportivi dei paesi di tutto il mondo, maggiore sarà il numero di giocatori internazionali scelti.

Il numero di nazioni rappresentate nella NHL è cambiato e ha oscillato nel tempo. Nel 1989 c'erano giocatori di 12 paesi e nel 1999 questo era sceso a 10. Tuttavia, nel 2020, ci sono 20 paesi rappresentati nella NFL.

Il talento dei giocatori internazionali

Il talento comprovato dei giocatori internazionali ha contribuito notevolmente all'aumento del loro reclutamento. La vittoria della Stanley Cup di Ander Kallur e Stefan Persson ha segnato i primi europei a farlo nel 1980. Un'impresa che ha aperto la strada a nuove assunzioni negli anni a venire.

Quando Mats Sundin di Svezia è diventato il primo giocatore al di fuori del Nord America ad essere il numero uno in assoluto, l'NHL è stato il primo dei quattro sport principali a scegliere un giocatore straniero al primo posto, e da allora non si sono guardati indietro. Man mano che cresceva l'interesse per lo sport, cresceva anche il calibro dei candidati internazionali. Sei dei migliori giocatori europei che abbiano mai giocato nella NHL sono: Nicklas Lidstrom, Teemu Selanne, Alexander Ovechkin, Jaromir Jagr, Marc Streit e Zdeno Chara.

Come vengono scelte le reclute internazionali

Il processo di selezione per i nuovi giocatori nella NHL avviene tramite una bozza di iscrizione che è guidata dal Contratto di Contrattazione Collettiva (CBA) della NHL. È un processo in più fasi che coinvolge potenziali nuovi giocatori, costituito dalla lotteria alla lotteria, dai turni di selezione e dai pronostici compensativi. Ogni passaggio ha i suoi requisiti.

Per essere ammessi alla bozza di iscrizione, i giocatori devono avere un'età compresa tra i 18 ei 20 anni. L'ordine di selezione dei giocatori è determinato dalla lotteria del draft e dal punteggio totale di tutte le 31 squadre in una stagione. Il vincitore dei playoff della Stanley Cup seleziona sempre l'ultimo nell'ordine. È stato adottato un sistema di ordine inverso per favorire le squadre più deboli nel processo di selezione. Tuttavia, in base alla decisione della direzione del team, è possibile effettuare uno scambio con un team più grande per vari vantaggi concordati.

Il futuro del reclutamento internazionale nella NHL

Si prevede che una maggiore partecipazione globale alla NHL continuerà nel prossimo futuro. Ciò si basa sulla maggiore partecipazione all'hockey a livello globale. Secondo l'International Ice Hockey Federation (IIHF), il numero di giocatori attivi a livello globale è di 1,7 milioni, una cifra che è aumentata di oltre un quarto di milione dal 2009. Anche i paesi registrati con la International Ice Hockey Federation (IIHF) sono aumentati da 67. a 79 nello stesso periodo.

Conclusione:

Il reclutamento internazionale è un enorme contributo al continuo successo della NHL. L'inclusività del campionato significa che le persone in tutto il mondo affinano le loro capacità con l'obiettivo di essere un giorno alla redazione e giocare con i migliori del mondo. La NHL sceglie le reclute internazionali con un processo di selezione in più fasi calcolato, assicurando che i giocatori siano scelti con cura e possiedano le competenze necessarie per avere successo.

Dal 1989, il numero di reclute internazionali è aumentato notevolmente e non accenna a fermarsi.