Ibrahimovic ha fatto l'autostop sulla moto di uno sconosciuto per partecipare al festival italiano

0
77

Milano, 5 marzo 2021 (AFP) – L'attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic ha rivelato venerdì come ha dovuto fare un giro in moto per evitare di perdersi il leggendario Festival di Sanremo, dove stava duellando con l'allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic.

Il 39enne è stato presentatore ospite della cinque giorni di festival sulla costa ligure ma, nonostante un infortunio, è tornato a Milano a metà settimana per essere in tribuna per l'1-1 della sua squadra contro l'Udinese.

Dopo l'allenamento e le cure, è tornato a Sanremo ma è rimasto bloccato in un ingorgo causato da un incidente in autostrada, ha detto lo svedese in conferenza stampa.

"Dopo tre ore in macchina, ho detto al mio autista di aprire la portiera per farmi uscire. Ho fermato un motociclista e gli ho chiesto: 'Puoi portarmi a Sanremo?'" Ha raccontato.

"Lo so, sembra incredibile. Ho fatto il video perché altrimenti nessuno mi avrebbe creduto.

"Ho corso un rischio? Forse sì, ma non ho paura di correre rischi e non potrei fare altro per arrivare in tempo.

"Solo due persone hanno assistito alla scena, l'autista e un amico. Mi hanno dato un GPS per localizzarmi, nel caso in cui il motociclista mi avesse portato chissà dove".

'No Ibra, sto guidando'

Ibrahimovic e l'amico serbo di lunga data Mihajlovic, 52 anni, che ha recentemente combattuto la leucemia, hanno poi eseguito sul palco la canzone di successo italiana degli anni '70 "Io Vagabondo".

Il pilota, identificato come Franco, ha detto venerdì a Radio Monte Carlo che Ibrahimovic avrebbe voluto guidare lui stesso la moto nei 60 chilometri fino a Sanremo.

"Stavo tornando a casa e, mentre ero fermo nel traffico, ho visto questo furgone nero. C'erano due persone e una somigliava a Ibrahimovic. Allora ho pensato: 'Ma questo è Ibra!' ha ricordato.

A quel punto l'autista ha abbassato il finestrino e mi ha detto: "Ibra chiede se puoi portarlo a Sanremo". "Certo che lo porto io! Nessun problema".

"Avevo il casco sotto la sella. Ho chiamato mia moglie e le ho detto che avrei accompagnato Ibrahimovic a Sanremo. Lei non mi ha creduto.

"Sono un motociclista della domenica e non avevo mai preso l'autostrada in moto. Voleva guidare lui, ma gli ho detto: 'No Ibra, guido'".

"Sono anche un tifoso del Milan. Mi ha detto che mi manderà la sua maglia".

Più di 10 milioni di italiani si sintonizzano ogni anno per il Festival di Sanremo, un Who's Who annuale della musica pop italiana, che coinvolge sia star famose dei decenni passati che nuovi talenti.

Ma spesso la musica non è l'attrazione principale dell'evento noto in Italia proprio come "il Festival": i momenti di rabbia e gli abiti cattivi sono anche una parte fondamentale dell'intrattenimento.

Il ritorno di Ibrahimovic nell'ex club dell'AC Milan lo scorso anno è stato accreditato per aver aiutato la squadra a diventare contendente per un primo titolo di Serie A dal 2011.

Lo svedese ha segnato 14 gol in altrettante partite di campionato, ma sembra destinato a saltare l'andata degli ottavi di finale di Europa League la prossima settimana contro il suo ex club del Manchester United per infortunio.