Ibrahimovic, Lukaku rinnova la rivalità con la posta in gioco decisamente più alta

0
45

MILANO (AP) – A meno di un mese dal loro battibecco acceso, Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku si ritrovano domenica nel frenetico derby di Milano, con una posta in gioco più alta di quella degli ultimi 10 anni.

C'è stata una grande discussione – e uno scontro testa a testa – tra Ibrahimovic e Lukaku poco prima dell'intervallo dei quarti di finale di Coppa Italia del 26 gennaio ed entrambi i giocatori hanno ricevuto cartellini gialli. La lite tra gli ex compagni del Manchester United è proseguita dopo il fischio dell'intervallo e un Lukaku visibilmente furioso ha dovuto essere frenato.

Il confronto è attualmente indagato dalla federazione italiana calcio.

Uno spettacolare murale raffigurante lo scontro è stato dipinto appena fuori dallo Stadio Giuseppe Meazza. È apparso il giorno di San Valentino, con il messaggio: "Faccia a faccia, cuore a cuore".

L'Inter di Lukaku ha battuto l'AC Milan di Ibrahimovic 2-1 in quella partita per raggiungere la semifinale, ma probabilmente c'è molto di più in gioco questo fine settimana.

Sarà primo contro secondo quando l'Inter, capolista della Serie A, farà visita al Milan, con un solo punto a separare le squadre.

L'ultima volta che i due sono entrati nel Derby della Madonnina occupando le prime due posizioni in classifica è stato nel 2011, quando il Milan era sopra l'Inter. I rossoneri hanno vinto quella partita e sono andati a vincere lo scudetto, ultima squadra oltre alla Juventus a farlo.

"È molto meglio entrare nel derby prima di loro. Sarà una grande partita tra due squadre con grandi ambizioni", ha detto il tecnico dell'Inter Antonio Conte.

Il Milan ha vinto la partita di campionato all'inizio della stagione, con Ibrahimovic che ha segnato due volte e Lukaku ha segnato per l'Inter nella vittoria per 2-1 dei rossoneri.

Probabilmente torneranno protagonisti a San Siro. Lukaku – e l'Inter – saranno pieni di fiducia dopo che l'attaccante belga ha segnato due volte lo scorso fine settimana per portare il suo bottino a 300 gol in carriera e aiutare i nerazzurri a battere la Lazio 3-1.

Lukaku ha anche allestito Lautaro Martínez per il terzo posto dell'Inter, scatenando scene di festa sfrenata con Conte avvolto in un abbraccio di gruppo.

"Abbiamo festeggiato in quel modo e ci siamo abbracciati tutti insieme perché lo sentiamo davvero e siamo una squadra", ha detto Martínez. "Siamo uniti, abbiamo mostrato un grande carattere e giocato bene. Questo è quello che siamo".

Scene contrastanti il ​​giorno precedente, quando i rossoneri uscivano dal campo a testa bassa dopo la sconfitta per 2-0 in casa del nuovo arrivato in Serie A, lo Spezia.

Ma il tecnico del Milan Stefano Pioli è convinto che sia stata solo un'anomalia.

"Penso che la cosa preoccupante sarebbe stata se avessimo giocato come il Milan e avessimo perso la partita", ha detto. "Visto che non abbiamo giocato come il Milan, abbiamo voltato pagina e stiamo pensando alla prossima partita".

Il Milan ha la possibilità di tornare in pista prima del derby in quanto giovedì farà visita alla Stella Rossa di Belgrado, all'andata dei sedicesimi di finale di Europa League.

Ma mentre l'importanza di quella partita non viene sottovalutata, il centrocampista del Milan – e fan da bambino della Stella Rossa – Rade Krunic ammette che non è il gioco di cui parla lui e i suoi compagni di squadra.

"Onestamente, abbiamo parlato principalmente del derby", ha detto Krunic. "Ovviamente prendiamo partita per partita, come ha detto il tecnico Pioli, ma sappiamo che a Milano il derby è tutto".

___

Più AP Soccer: https://apnews.com/hub/soccer e https://twitter.com/AP_Sports

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui