Il Milan saluta il Parma nonostante il dubbio cartellino rosso di Ibrahimovic

0
19

Milan, 10 aprile 2021 (AFP) – Zlatan Ibrahimovic ha segnato due gol nel primo tempo prima di essere espulso dopo un'ora di sabato quando l'AC Milan in 10 uomini ha battuto il Parma 3-1 per aumentare le speranze di Champions League.

Il 39enne svedese ha ricevuto un cartellino rosso diretto per aver litigato con l'arbitro allo Stadio Ennio Tardini quando la sua squadra era in vantaggio di due reti.

Riccardo Gagliolo ne ritira una per il 19esimo posto del Parma dopo l'espulsione di Ibrahimovic, ma il Milan ha resistito nonostante qualche spavento finale, con il subentrato Rafael Leao che ha segnato un terzo nei minuti di recupero.

Il Milan, secondo, ha ridotto a otto punti il ​​divario con la capolista Inter, che domenica ospiterà il Cagliari al 18 ° posto.

Il Milan di Stefano Pioli spinge per un ritorno in Champions League per la prima volta dalla stagione 2013-2014.

La Juventus, campione in carica, è terza a quattro punti dal Milan, prima di ospitare domenica il Genoa, quando l'Atalanta, quarta in classifica, a un altro punto dalla Fiorentina, gioca con la Fiorentina.

"Era importante vincere", ha detto Pioli. "Ibra mi ha detto che non ha insultato l'arbitro.

"Mi ha detto che aveva una discussione durata un po 'di tempo, ma non aveva mostrato mancanza di rispetto e assolutamente non lo ha insultato.

"Mi ha detto l'ultima cosa che ha detto a (arbitro Fabio) Maresca è stata: 'Allora non ti interessa quello che dico?'".

Il portiere del Parma Luigi Sepe ha negato subito Franck Kessie prima che Ibrahimovic inviasse il pallone per Ante Rebic, che è andato in testacoda e ha fatto saltare in aria nel primo minuto di gara.

Ibrahimovic si è poi unito a Theo Hernandez e ha preparato Kessie per perforare il secondo appena prima dell'intervallo.

Bene il portiere del Milan Gianluigi Donnarumma a parare un colpo di testa di Andrea Conti e il seguito di Graziano Pelle al cinque 'del secondo tempo.

Ma Ibrahimovic ha ricevuto l'ordine di marcia per un commento all'arbitro su un incidente di centrocampo in cui non era coinvolto.

Gagliolo ha dato un'ancora di salvezza al Parma, battendo Donnarumma, che ha effettuato alcune parate cruciali nel finale prima che Leao ne aggiungesse una terza mentre il Milan ha ottenuto il record di 13 vittorie in trasferta del club in questa stagione.

Ibrahimovic 'vicino' al nuovo accordo

Il Milan dovrà fare a meno di Ibrahimovic nelle prossime due partite casalinghe contro Genoa e Sassuolo, mentre gli uomini di Pioli puntano per la prima vittoria a San Siro in oltre due mesi.

Ibrahimovic, che sabato ha vinto la sua 300esima partita nei primi cinque campionati europei, tornerà per la trasferta contro i primi quattro rivali della Lazio il 26 aprile.

Prima della partita, il direttore del club Paolo Maldini ha confermato che Ibrahimovic era vicino al rinnovo del contratto per un'altra stagione.

Al nazionale svedese, che compirà 40 anni a ottobre, è stato attribuito il merito di aver trasformato di nuovo il Milan in contendenti al titolo dal suo ritorno ai sette volte campioni d'Europa nel gennaio dello scorso anno.

"Per Ibrahimovic mancano solo piccoli dettagli, siamo molto vicini al rinnovo", ha detto Maldini.

Ibrahimovic, che ha aiutato il Milan al suo ultimo scudetto nel 2011, è il capocannoniere del club con 15 gol in 17 partite di campionato in questa stagione, nonostante sia alle prese con infortuni e malattie.

Le trattative contrattuali con Donnarumma sono meno avanzate.

"Ci vogliono due persone per fare un accordo", ha detto Maldini del 22enne nazionale italiano.

Pioli ha detto dopo la partita che sperava di convincere Donnarumma a impegnarsi nel club.

Il mio consiglio a Donnarumma è di restare, perché il Milan è un top club a tutti gli effetti. Stiamo costruendo qualcosa.

"I miei giocatori non sono ancora vincitori, ma stanno lottando per vincere ancora".

Nella battaglia contro la retrocessione, il Torino ha concluso la sua serie di quattro partite senza vittorie con il capitano Andrea Belotti che ha trasformato un rigore dopo un fallo di Tolgay Arslan nella vittoria per 1-0 sull'Udinese al 12 ° posto, che è caduta per la terza sconfitta consecutiva.

"L'atteggiamento deve essere quello che abbiamo visto oggi e contro la Juve", ha detto Belotti, la cui squadra ha tenuto i campioni lo scorso fine settimana per 2-2 e ora è a cinque punti dalla zona di lancio.

Lo Spezia, in 14esima posizione, ha segnato due gol in tre minuti prima del fischio finale per un 3-2 che nega il club seminterrato del Crotone.

Martin Erlic ha messo Giulio Maggiore a portare lo Spezia al pari dopo 89 minuti con il difensore croato che poi annuisce in un tempo di recupero vincente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui