Il tecnico del Milan Pioli elogia Ibrahimovic dopo il traguardo

0
28

Milan, 7 febbraio 2021 (AFP) – Zlatan Ibrahimovic ha battuto domenica la soglia dei 500 gol in carriera per club con una doppietta mentre il Milan occupa il primo posto in Serie A con una vittoria per 4-0 sull'umile Crotone.

"È difficile essere sorpresi da Ibrahimovic", ha detto il tecnico del Milan Stefano Pioli del 39enne che sta guidando la candidatura della sua squadra per il primo 'Scudetto' dal 2011.

Il Milan è tornato indietro di due punti davanti ai rivali cittadini dell'Inter, che si erano portati in vantaggio dopo la vittoria per 2-0 sulla Fiorentina venerdì, con i campioni della Juventus altri cinque indietro al terzo posto dopo aver battuto la Roma con lo stesso punteggio sabato.

Ibrahimovic ha aperto le marcature alla mezz'ora a San Siro dopo essersi unito a Rafael Leao per il suo 500esimo gol.

E lo svedese ha portato il suo bottino a 501 al 64 ', finendo su un cross di Theo Hernandez per l'83esimo gol del Milan.

"Tenere il passo a questo livello significa che sei un professionista eccezionale e lui è aiutato da un fisico che pochi hanno", ha continuato Pioli.

"È un campione, un atleta che ha grandi motivazioni, si prende cura del proprio corpo con scrupolo. A volte è stanco, ma non fallisce mai".

"Sta aiutando la squadra a crescere molto.

"Sinceramente non l'ho mai visto sbagliare. Adesso i giocatori fanno a gara per vedere chi arriva per primo (in allenamento), e ovviamente è tra loro".

Ante Rebic ha trasformato la partita in una vittoria completa con una doppietta del suo passato portiere del Crotone Alex Cordaz.

Il croato di testa su un corner di Hakan Calhanoglu al 69 'e poi pochi secondi dopo si è ribaltato su un rimbalzo dopo che Cordaz ha tenuto fuori un tiro di Ibrahimovic.

"Lo scudetto? Le partite decisive arriveranno dopo, ora dobbiamo resistere a tutte le pressioni che è un privilegio avere", ha proseguito Pioli.

"I primi sette sono tutti in grado di lottare per il titolo e per i primi quattro posti.

"Il nostro obiettivo è aspettarci il meglio e vincere ogni singola partita.

"Non è ancora il momento di guardare troppo alla classifica, arriverà un periodo impegnativo con tante partite e l'Europa League sta per ricominciare".

– "Il mio lavoro è segnare" –

Ibrahimovic ha mostrato la sua incredibile forma 22 anni dopo aver fatto il suo debutto professionale per il club svedese Malmo nel 1999.

"Significa che ho segnato qualche gol in carriera", ha detto lo svedese, che è stato sostituito a 15 minuti dalla fine.

"L'importante è continuare ad aiutare la squadra nel miglior modo possibile. Il mio lavoro è segnare e creare situazioni per segnare".

Ibrahimovic ha raggiunto il traguardo in 825 partite, avendo giocato per tre squadre di Serie A – Juventus, Inter e Milan – oltre a Paris Saint-Germain, Manchester United, Barcellona, ​​Ajax e Los Angeles Galaxy.

Ha segnato 396 gol in campionato, 57 nelle competizioni europee e 48 nelle partite di coppa.

L'ex attaccante svedese è tornato al Milan nel gennaio 2020 e da allora ha segnato 27 gol in 37 presenze.

Ha segnato 14 gol in campionato in 11 partite in questa stagione essendo stato messo da parte per coronavirus e infortunio, due meno del capocannoniere Cristiano Ronaldo, che ha compiuto 36 anni venerdì.

Con 116 partite con la Svezia e 62 gol, Ibrahimovic è il capocannoniere di tutti i tempi per la nazionale svedese.

Ha iniziato la sua carriera al Malmo prima di giocare per Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, ​​Milan, PSG e Manchester United, vincendo trofei con tutti questi club.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui