Lukaku: l'Inter entra nel “nuovo ciclo” nonostante i problemi finanziari

0
30

Roma, 7 maggio 2021 (AFP) – L'Inter, che ha posto fine al regno record di nove titoli consecutivi della Juventus campione d'Italia, può iniziare "un nuovo ciclo", afferma l'attaccante Romelu Lukaku in un'intervista pubblicata venerdì.

L'Inter ha siglato lo scudetto per la 19a volta dopo che lo scorso fine settimana i rivali più vicini all'Atalanta si erano fermati per 1-1 in casa del Sassuolo.

Era il loro primo titolo dal 2010 quando la squadra di Jose Mourinho ha vinto anche la Coppa Italia e la Champions League.

"Nella mia testa sono convinto di essere in una squadra che può fare grandi cose", ha detto al Corriere della Sera il 27enne nazionale belga.

"Possiamo ancora vincere e crescere, iniziare un nuovo ciclo".

L'ex attaccante di Chelsea, Everton e Manchester United è arrivato all'Inter nel 2019 dopo l'arrivo del tecnico Antonio Conte.

Lukaku è convinto che Conte rimarrà al club nonostante le difficoltà finanziarie del club, che devono essere affrontate con i tagli di budget imposti dal proprietario cinese Suning, e il pettegolezzo che collega l'allenatore al ritorno in Inghilterra al Tottenham Hotspur.

"Anche lui (Conte) è molto contento, sta bene", ha detto Lukaku.

"Ha una squadra che lo segue ed è al suo servizio, sia in allenamento che in partita. Abbiamo tutto per iniziare un nuovo ciclo.

"Giocare per l'Inter, in Serie A, è sempre stato un sogno. Oggi sono con l'allenatore che, per me, è il più forte.

"In campo non ci sono mai sorprese, siamo preparati per tutte le situazioni.

Lukaku ha segnato 21 gol finora in questo campionato di Serie A, secondo solo a Cristiano Ronaldo, che ne ha 27 per la Juventus.

Il belga era in difficoltà a gennaio dopo un battibecco in campo con l'attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic, ma rimane complimentoso per la leggenda svedese che lo descrive "un grande giocatore, (che) ha vinto ovunque sia stato".

"Abbiamo bisogno di giocatori di questo livello in Serie A", ha aggiunto. "Vuole vincere per se stesso, io per l'Inter, Ronaldo per la Juve".