Punti di discussione: dimensionare le migliori squadre in vista degli euro di questa estate

0
64

Uno sguardo ai problemi che devono affrontare le principali nazioni europee dopo il primo turno di qualificazioni ai Mondiali e guardando al Campionato Europeo:

Germania

Proprio quando la Germania sembrava di nuovo sulla buona strada, calamità.

La sconfitta per 2-1 contro la Macedonia del Nord mercoledì è stata la prima sconfitta della Germania nelle qualificazioni ai Mondiali da 20 anni. Ciò ha messo in dubbio tutto il lavoro svolto da Joachim Low per ricostruire la squadra e la decisione di lasciarlo rimanere fino agli Europei dopo il 6-0 dello scorso anno in Spagna.

Un girone difficile, composto da Francia e Portogallo, attende la Germania al ritardato Euro 2020.

Vale la pena ricordare che l'ultima volta che la Germania ha perso una qualificazione alla Coppa del Mondo, ha raggiunto la finale l'anno successivo, arrivando seconda in Brasile nel 2002. I tedeschi sono ancora i favoriti per qualificarsi dal loro gruppo questa volta, dato che anche Islanda e Romania hanno aveva partenze travagliate con perdite per sorprendere il leader Armenia.

Francia

Almeno il tecnico della Francia Didier Deschamps non dovrà preoccuparsi del suo portiere.

Hugo Lloris ha sottolineato il suo status con una notevole parata a bruciapelo contro la Bosnia-Erzegovina che è stata tra le migliori della sua carriera. Raphael Varane rimane una figura dominante nella difesa centrale, mentre il veloce Antoine Griezmann collega ancora abilmente centrocampo e attacco.

Ma il fatto che Deschamps avesse bisogno dei gol di Griezmann evidenzia anche problemi in attacco.

La mancanza di partite di Olivier Giroud per il Chelsea sta danneggiando la sua acutezza e Kylian Mbappe è stato stranamente poco brillante. Mbappe non ha segnato nelle ultime quattro partite con la Francia, compreso un rigore sbagliato. Incoraggiante, però, l'esterno Ousmane Dembele ha fatto un ritorno da gol e sembra pieno di fiducia.

Portogallo

Diogo Jota ha spezzato i tre anteriori di lunga data del Liverpool in un'impressionante prima stagione ad Anfield, anche se infortunata, e sta iniziando a occupare la parte anche a livello internazionale.

Jota è stato il punto luminoso per il Portogallo la scorsa settimana, segnando tre gol nelle tre partite per mettere in ombra Cristiano Ronaldo.

Entrando nel campionato europeo, Jota sembra essersi fatto strada in quella che è rapidamente diventata la squadra più talentuosa del Portogallo negli anni, con Ronaldo supportato dall'abilità e dalla visione dei registi Bernardo Silva, Bruno Fernandes e Joao Felix, e ora l'incisività e ritmo di Jota.

Tutti gli occhi, naturalmente, rimangono puntati su Ronaldo, che continua la sua ricerca verso il record di punteggio di tutti i tempi per una squadra nazionale maschile. Il suo gol contro il Lussemburgo gli ha impedito di pareggiare i 109 segnati dall'iraniano Ali Daei.

Inghilterra

L'allenatore inglese Gareth Southgate si sta avvicinando alla sua squadra preferita, sicuramente in attacco dove Raheem Sterling, Harry Kane e Phil Foden sembrano essere il suo trio ideale.

I più grandi punti interrogativi incombono su chi sia il terzino sinistro di prima scelta tra Luke Shaw e Ben Chilwell, se Trent Alexander-Arnold possa tornare in squadra nonostante una serie di forti alternative di terzino destro, e chi si unisce alla fioritura Declan Rice a centrocampo centrale.

Il più grande vincitore della scorsa settimana potrebbe essere Mason Mount, che ora sembra essere un blocco nel ruolo di centrocampista offensivo come lo è al Chelsea.

Italia

Dopo tre vittorie e nessun gol subito, per l'Italia va tutto bene.

Gli Azzurri hanno battuto l'Irlanda del Nord, la Bulgaria e la Lituania con lo stesso 2-0. Hanno esteso il loro record di imbattibilità a 25 partite e si sono chiaramente ripresi dalla loro devastante incapacità di qualificarsi per la Coppa del Mondo 2018.

Tuttavia, le preoccupazioni rimangono in primo piano poiché gli Azzurri avrebbero dovuto finire più possibilità.

Ciro Immobile ha segnato il suo primo gol per l'Italia dal 2019 contro l'Irlanda del Nord e ha anche convertito un rigore nei tempi di recupero in Lituania, ma anche l'attaccante della Lazio ha perso diverse opportunità in quella partita. Immobile ha vinto la Scarpa d'Oro Europea lo scorso anno ma è stato una specie di enigma nella maglia della nazionale. Con la maglia dell'Italia ha segnato 12 gol in 45 presenze.

Spagna

Luis Enrique ha dato un'altra svolta al suo ringiovanimento della squadra nazionale spagnola partendo da diversi giovani giocatori nelle tre qualificazioni, mentre ruotava anche il suo nucleo di veterani.

Nonostante un deludente pareggio per 1-1 con la Grecia nella sua prima partita di qualificazione ai Mondiali, questo gruppo ha mostrato segni di poter finalmente aiutare la Spagna a superare l'era ormai defunta "tiki-taka" che un tempo dominava il calcio mondiale.

Dani Olmo del Lipsia e l'esterno del Manchester City Ferran Torres hanno segnato entrambi i gol nella vittoria per 2-1 della Spagna sulla Georgia e nella vittoria per 3-1 sul Kosovo. Il diciottenne Pedri Gonzalez del Barcellona ha giocato a centrocampo spagnolo, Eric Garcia del City ha giocato più minuti in difesa di Sergio Ramos e il portiere dell'Athletic Bilbao Unai Simon ha superato David De Gea in tutte e tre le partite.

Belgio

È troppo presto per dire se l'infortunato Eden Hazard tornerà in tempo per Euro 2020, ma il Belgio al vertice della classifica potrebbe avere un sostituto adeguato per il regista di Leandro Trossard.

Il minuscolo attaccante del Brighton ha somiglianze con Hazard, con eccellenti capacità di dribbling, una buona visione e un senso del gol che era in mostra contro la Bielorussia questa settimana quando ha segnato due gol, incluso un potente tiro da 20 metri nell'angolo superiore. Fiorito in ritardo, il 26enne Trossard è stato più coerente con il suo club di Premier League di recente e sembra aver raggiunto il picco al momento giusto.