sabato, Ottobre 16, 2021
Home Tech Android "Push" eseguirà il mirroring delle app del telefono Pixel sui Chromebook

Android “Push” eseguirà il mirroring delle app del telefono Pixel sui Chromebook

Google ha da tempo due piattaforme principali (tre se si considera il Web, di più se si considera anche Fuchsia e altri sistemi operativi personalizzati), ma Android e Chrome OS non si sono esattamente incrociati fino a poco tempo fa. Fortunatamente, Google ha lavorato per creare un ponte tra i due, molto più che eseguire app Android sui Chromebook. Una funzionalità imminente potrebbe essere la più grande spinta di Google in quella direzione, in senso figurato e letterale, con una funzione “Push” che consentirà ai telefoni Android, in particolare ai telefoni Pixel di Google, di trasmettere i propri schermi ai Chromebook.

Google ha cercato di connettere Android e Chrome OS negli ultimi anni, ad esempio offrendo una connessione di tethering istantaneo o eseguendo il mirroring delle notifiche Android sui Chromebook. Per la maggior parte, esistono ancora come entità separate, collegate solo in punti specifici di connettività. Una nuova funzionalità che potrebbe essere esclusiva dei telefoni Pixel avvicinerà i due dispositivi, almeno sullo stesso schermo.

Questo pulsante “Push” apparirà nella schermata Recenti di Android 12 come un modo per “inviare” un’app a un Chromebook nelle vicinanze. Dalla formulazione della funzione, sembra che entrambi i dispositivi dovranno almeno essere sulla stessa rete locale, che è praticamente il requisito per quasi tutti i servizi di mirroring delle app per desktop e laptop.

Questa funzione “Push” è stata individuata all’inizio di quest’anno con il nome in codice “Eche” per Chromebook. Secondo quanto riferito, utilizzerà WebRTC, la stessa tecnologia utilizzata per le chat video come Google Duo, il che probabilmente spiega alcune delle ottimizzazioni che Google ha apportato negli ultimi mesi. A differenza delle chat video, tuttavia, Push invierà anche dati aggiuntivi avanti e indietro, come i clic che si tradurranno in tocchi sul telefono.

Questo Android Push suona in modo simile a quello che Samsung e Microsoft hanno già implementato tramite il sistema Windows My Phone. È decisamente più di quello che Apple ha implementato nella funzione “Handoff” tra iOS e macOS, che ha inviato solo il contenuto e lo stato delle app tra le due piattaforme. Il mirroring dello schermo, tuttavia, potrebbe essere più efficiente, a condizione che l’integrazione con Chrome OS sia così semplice che ti sembrerà di eseguire l’app Android in modo nativo sul Chromebook.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI