domenica, Novembre 28, 2021
Home Tech DJI Ronin 4D offre una stabilizzazione a 4 assi della fotocamera 8K...

DJI Ronin 4D offre una stabilizzazione a 4 assi della fotocamera 8K e una messa a fuoco LIDAR selvaggia

DJI potrebbe essere più noto per i droni, ma ora sta portando la sua tecnologia di stabilizzazione nella cinematografia professionale con DJI Ronin 4D. Promettendo fino a 8K di acquisizione, combina una nuova fotocamera gimbal full frame con un sistema di stabilizzazione a 4 assi, messa a fuoco LIDAR e un nuovo sistema di trasmissione video.

Come avrai intuito dal design, questo non è destinato ai consumatori generici che cercano una piccola stabilizzazione extra per la fotocamera dello smartphone. Invece, il Ronin 4D sfrutta i progressi delle fotocamere aeree di DJI e di altri modelli per qualcosa che i registi sul campo vorranno.

La nuova fotocamera gimbal Zenmuse X9 sarà offerta nelle versioni 6K e 8K. Lo Zenmuse X9-6K supporta fino a 6K/60fps e 4K/120fps, mentre lo Zenmuse X9-8K cattura fino a 8K/75fps. Entrambi offrono supporto H.264 e Apple ProRes e ProRes RAW per i codec.

C’è un doppio EI nativo di 800/5.000 e più di 14 stop di gamma dinamica. A ciò, DJI aggiunge un design di attacco dell’obiettivo intercambiabile: puoi solo gli obiettivi DL di DJI, gli obiettivi con attacco Leica M e altri supporti con distanze focali a flangia corta. La fotocamera stessa ha filtri ND fisici non-stop integrati e un DJI Cinema Colour System (DCCS) proprietario per colori più uniformi e tonalità della pelle naturali.

Per ridurre le vibrazioni, nel frattempo, c’è un asse Z attivo, che secondo DJI è il primo nel settore. Aiuta il Ronin 4D a catturare scatti fluidi indipendentemente dal fatto che tu stia camminando o scivolando lateralmente, senza attrezzature esterne come un carrello.

Affinché tutto funzioni, DJI si basa sui dati provenienti da sensori ToF verso il basso, sensori a doppia visuale in avanti e verso il basso, un’IMU integrata e un barometro. ActiveTrack Pro, nel frattempo, utilizza l’intelligenza artificiale per alimentare il tracciamento e l’inquadratura. Un nuovo telemetro LIDAR aiuta anche lì, con oltre 43.200 punti di portata che raggiungono fino a 10 metri (33 piedi) indipendentemente dall’illuminazione ambientale.

Il risultato, afferma DJI, è un blocco della messa a fuoco più rapido. Ci sono tre modalità, con la messa a fuoco manuale automatica (AMF) che unisce manuale tradizionale e automatica. AMF ruota automaticamente la rotella di messa a fuoco mentre segue il punto di messa a fuoco, in modo che anche l’operatore della fotocamera possa modificare in tempo reale. In modalità manuale c’è una forma d’onda LIDAR che mostra i punti di messa a fuoco per una messa a fuoco più semplice.

Per l’archiviazione integrata, è disponibile una combinazione di SSD USB per progetti 4K, uno slot per schede CFexpress Type-B e un DJI PROSSD proprietario da 1 TB per i filmati più veloci e con la più alta risoluzione. Oltre ai microfoni integrati per la registrazione a 2 canali e 24 bit, ci sono due jack da 3,5 mm sul corpo e due porte XLR sulla piastra di espansione.

Se desideri video off-camera, tuttavia, il nuovo trasmettitore video 4D può fornire feed video 1080p/60fps a monitor remoti fino a quasi 20.000 piedi di distanza. Utilizza una combinazione delle bande 2,4 GHz, 5,8 GHz e DFS, supporta più ricevitori collegati a un singolo trasmettitore e dispone di crittografia AES a 256 bit.

Funziona con il nuovo monitor remoto ad alta luminosità, che integra un ricevitore in un display da 7 pollici. Ha un pannello da 1.500 nit e un giroscopio integrato che consente di utilizzare il monitor come controller di movimento per il controllo della telecamera basato sul movimento. Supporterà anche le manopole Ronin 4D, DJI Master Wheels, DJI Force Pro e il nuovo DJI Three-Channel Follow Focus. È possibile utilizzare più monitor remoti contemporaneamente, ciascuno dei quali mostra filmati separatamente con LUT indipendente, e c’è uno slot per schede microSD per la registrazione di filmati a 1080p/60fps.

La durata della batteria è fino a 2,5 ore di riprese dalla batteria intelligente TB50. Un sistema di riscaldamento automatico significa che dovrebbe essere così anche a basse temperature.

Non sorprende che niente di tutto questo sia economico. Il DJI Ronin 4D parte da $ 7,199 per la versione 6K, incluso il corpo principale, una fotocamera cardanica Zenmuse X9-6K, il telemetro LiDAR, il monitor principale ad alta luminosità, le impugnature, la maniglia superiore, la batteria intelligente TB50 e la custodia per il trasporto. Arriverà a dicembre 2021.

Per quanto riguarda la versione 8K, includerà la Zenmuse X9-8K Gimbal Camera e un PROSSD 1TB. Avrà un prezzo di $ 11.499 e arriverà “in un secondo momento”, promette DJI. Il trasmettitore video 4D, il monitor remoto ad alta luminosità e il DJI PROSSD 1TB sono disponibili anche separatamente.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI