Facebook invia lettere di cessazione e desistenza a un paio di app popolari per Android

0
81

Quando si tratta di utilizzare Facebook su dispositivi Android, molte persone là fuori non usano l'app di Facebook. Per molti preferiscono l'interfaccia offerta dalle cosiddette app wrapper come Swipe e Simple Social. Tuttavia, entrambe le app sono recentemente scomparse dal Play Store.

Gli sviluppatori di entrambe le app hanno segnalato che il team legale di Facebook ha represso qualsiasi app che offra un modo alternativo per accedere al social network Facebook. Di recente, lo sviluppatore di Swipe per Facebook ha pubblicato un messaggio su Reddit. Il post di Reddit diceva che era con il "cuore molto pesante" che era arrivato il giorno di salutare Swipe per Facebook.

Secondo lo sviluppatore, il team aveva ricevuto una lettera di cessazione e desistenza da avvocati che rappresentavano Facebook. Mentre alcuni potrebbero capire che Facebook non vuole che app di terze parti sostituiscano la sua app. È più difficile capire che Facebook disabiliti gli account personali dello sviluppatore su Facebook e Instagram.

Lo sviluppatore ha anche affermato che la stessa cosa sta accadendo anche ad altri sviluppatori, il che significa che la fine delle app wrapper è qui. Swipe per Facebook e Swipe Pro per Facebook sono stati entrambi estratti da Google Plane Store. Lo sviluppatore osserva che l'app continuerà a funzionare per coloro che ce l'hanno, ma per quanto tempo funzionerà non è noto.

Lo sviluppatore dietro un'altra app chiamata Simple Social ha emesso un avviso che dice che le modifiche di Facebook significano che Simple Social non è più supportato. Gli sviluppatori hanno avvertito che gli utenti potrebbero continuare a utilizzare Simple Social, ma lo fanno a proprio rischio. Chiunque acceda a Facebook utilizzando Simple Social potrebbe vedere il proprio account disabilitato temporaneamente o permanentemente. Il problema che Facebook sta affrontando è con le modifiche CSS che nascondono i post sponsorizzati e accedono ai dati pubblici di Facebook.