giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Tech Il nuovo traguardo di MacBook Pro da 14 e 16 pollici significa...

Il nuovo traguardo di MacBook Pro da 14 e 16 pollici significa grandi novità per il 2021

Secondo quanto riferito, i nuovi attesissimi modelli di MacBook Pro di Apple sono entrati in produzione in serie, dando peso alle voci di un grande lancio di Apple Silicon prima della fine dell'anno. Si ritiene che i modelli MacBook Pro da 14 pollici e 16 pollici siano i prossimi in linea per i chipset prodotti da Apple, condividendo il fatturato più alto in autunno insieme alla nuova famiglia di iPhone 13.

In effetti, la seconda metà del 2021 si preannuncia impegnativa, se si deve credere alle voci di corridoio. Anche se l'iPhone 13 – che dovrebbe consistere, ancora una volta, di quattro modelli diversi, tra cui un iPhone 13 Pro Max di punta – sarà senza dubbio al centro della scena, i professionisti mobili non hanno aspettato così pazientemente anche i nuovi notebook di fascia alta.

Se si devono credere alle perdite, dovrebbe valere la pena aspettare. Si dice che Apple stia rinnovando il suo design, allontanandosi dall'estetica dell'attuale MacBook Pro che ha indugiato per più generazioni. Ciò includerà nuove porte, si ritiene, insieme a Thunderbolt; anche un lettore di schede SD, a lungo mancato da fotografi e operatori video, è destinato a tornare e persino una porta di ricarica MagSafe.

Per quanto riguarda i display, si ritiene che Apple utilizzi un pannello mini-LED. Abbiamo visto il successo di questa tecnologia dello schermo sul recente iPad Pro 12.9. A far funzionare tutto dovrebbe essere il chipset M1X, una versione più potente dell'Apple M1 che si trova negli attuali MacBook Air, iMac 24 pollici e Mac mini.

Le perdite precedenti hanno indicato una presentazione intorno al periodo di settembre 2021 e un nuovo rapporto di DigiTimes dà peso a questa possibilità. Secondo le fonti della catena di approvvigionamento del sito, la produzione in serie è ora iniziata e Apple prevede di produrre da 600.000 a 800.000 dei nuovi modelli MacBook Pro da agosto a novembre.

Anche questo non è un risultato da poco. Come altre aziende tecnologiche, Apple ha dovuto affrontare sfide data la contrazione nel settore dei semiconduttori mentre cerca di riprendersi dall'apice della pandemia dello scorso anno. Sebbene l'azienda di Cupertino sia sembrata relativamente immune da queste carenze per un po', i dirigenti hanno ammesso che c'è comunque un pizzico da sentire.

Più specificamente, si ritiene che anche la tecnologia dello schermo mini-LED abbia presentato alcuni grattacapi. Sebbene il più grande dei due modelli di iPad Pro più recenti sia dotato della tecnologia di visualizzazione, l'iPad Pro più piccolo ne fa a meno. I problemi con la produzione e i pannelli che soddisfano gli standard di visualizzazione di Apple sono da tempo fonte di sussurri sulla catena di approvvigionamento.

Tuttavia, con l'attesa per i nuovi modelli MacBook Pro da 14 e 16 pollici così alta – e l'aggiornamento di Apple Silicon Mac Pro non previsto fino al prossimo anno, potenzialmente vicino alla fine della linea temporale di transizione di due anni di Apple lontano dalle CPU Intel – la domanda potrebbe ancora superare l'offerta.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI