sabato, Ottobre 16, 2021
Home Tech La previsione di Mac Face ID suggerisce che sarà necessaria pazienza

La previsione di Mac Face ID suggerisce che sarà necessaria pazienza

Face ID di Apple potrebbe averci registrato su iPhone e iPad per diversi anni, ma la tecnologia di riconoscimento facciale sembra destinata a arrivare finalmente anche su Mac. Mentre i recenti modelli di Mac sono stati in grado di sbloccarsi con un Apple Watch nelle vicinanze o utilizzando un sensore Touch ID, si prevede che un equivalente di Windows Hello di Microsoft sia in cantiere.

Lanciato alla fine del 2017 su iPhone X, Face ID si basa su un proiettore a punti che proietta una griglia a infrarossi sul viso dell'utente, un illuminatore flood che lo dipinge con luce a infrarossi e una fotocamera che può vedere i risultati. Creando un modello 3D del volto dell'utente e confrontandolo con un volto registrato, il dispositivo si sblocca o meno.

Il sistema risultante era più facile da usare e più sicuro rispetto al sistema di impronte digitali Touch ID, ha insistito Apple. Tuttavia, mentre ha ampliato Face ID da iPhone a iPad Pro, finora il Mac ha perso. Questo, suggerisce Mark Gurman di Bloomberg, è sulla buona strada per essere corretto, anche se non immediatamente.

Nella sua newsletter regolare, Gurman fissa una cronologia dei prossimi "un paio d'anni" per l'aggiornamento di Face ID. Non è chiaro quanto di quella previsione si basi su conoscenze privilegiate e quanto sia speculazione, sebbene le fonti del giornalista siano state costantemente valide.

Nel frattempo, non è nemmeno la prima volta che si discute di Face ID su Mac. In effetti c'erano stati alcuni suggerimenti che Apple avrebbe incluso la tecnologia sull'iMac da 24 pollici, l'all-in-one basato su Apple Silicon che ha lanciato all'inizio di quest'anno. Invece, aveva una webcam normale, ma offriva un nuovo design Magic Keyboard wireless con un sensore di impronte digitali Touch ID.

Si ritiene che una delle sfide dell'inclusione di Face ID nei Mac, e in particolare nei notebook Mac, sia la dimensione dell'hardware coinvolto. I componenti di ciò che Apple chiama il suo array di fotocamere TrueDepth richiedono una tacca evidente nella parte superiore del display dell'iPhone; sono anche abbastanza spessi. Cercare di spremere tutto ciò nello spazio normalmente occupato da una webcam sottile e di base avrebbe potuto essere un ostacolo chiave.

Si ritiene che Apple abbia lavorato su un sistema TrueDepth più piccolo, tuttavia, nel tentativo di ridurre le dimensioni della tacca per la prossima serie di iPhone 13 prevista entro la fine dell'anno. Alla fine, è prevista una fotocamera in-display per l'iPhone, anche se potrebbe volerci fino all'arrivo dell'iPhone 14 o dell'iPhone 15, rispettivamente nel 2022 o nel 2023. Un tale sistema incorporerebbe le fotocamere e altri componenti dietro lo schermo stesso, eliminando completamente la necessità di una tacca.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI