La risposta di NVIDIA all'inferno di rifornimento RTX 30 sono alcune vecchie GPU familiari

0
191

NVIDIA potrebbe non essere in grado di tenere il passo con la domanda di schede grafiche della serie GeForce RTX 30, ma la sua soluzione temporanea per la frustrante carenza coinvolgerà alcune vecchie GPU familiari piuttosto che un improvviso rifornimento dei chip all'avanguardia. Come chiunque abbia provato ad aggiornare il proprio PC o equipaggiare la propria nuova build con una GPU RTX 30 ha scoperto negli ultimi mesi, procurarsi una delle pregiate schede grafiche è difficile quanto trovare una nuova Xbox Series X o PlayStation 5 al dettaglio.

È stato sufficiente per frenare seriamente l'entusiasmo per le nuove GPU, dato che gli sforzi di rifornimento sono generalmente variati da impossibili a inetti. Che si tratti di vendite casuali ogni volta che le azioni possono essere arrivate, liste d'attesa che sembrano non finire mai, o strane lotterie che si avvicinano, alla fine sembrano sempre essere i robot e i rivenditori a mettere le mani sulla parte del leone.

Ora, NVIDIA sta adottando misure per cercare di alleviare la carenza di GPU, ma non è con più chip RTX 30. Invece, la società prevede di arginare parte della marea con le GPU più vecchie, rilasciando stock extra di quei modelli superati – ma ancora disponibili – ai suoi partner del consiglio. Come ha sottolineato un portavoce di NVIDIA a PC World, chip come GeForce RTX 2060 e GTX 1050 Ti non sono mai stati effettivamente dichiarati ufficialmente fuori uso (EOL).

"Stiamo solo soddisfacendo la domanda del mercato che rimane estremamente alta", ha confermato il portavoce.

Chiaramente, questo non soddisferà tutti. L'RTX 2060 è arrivato per la prima volta a gennaio 2019, rendendolo vecchio di più di un anno; la GeForce GTX 1050 Ti, nel frattempo, era nuova di zecca nel 2016. Se speravi in ​​una grafica all'avanguardia, nessuno dei due reggerà il confronto con le capacità della ben recensita GeForce RTX 30.

Tuttavia, ci sono alcuni potenziali vantaggi. Uno sarà la facilità degli aggiornamenti, poiché quelle schede più vecchie hanno una compatibilità degli slot e requisiti di alimentazione più accessibili. Se stai valutando se aggiornare l'intero PC o costruirne uno nuovo di zecca, una GeForce più economica potrebbe trattenerti fino a quando i livelli delle scorte non si saranno stabilizzati in futuro.

L'altro dovrebbe – alla fine – essere il prezzo. Poiché non è che si tratti di nuovi chip, le schede basate su di essi dovrebbero essere molto più convenienti. Probabilmente dovremo aspettare che i produttori raggiungano prima quella nuova fornitura di vecchio silicio familiare, ovviamente. Per coloro che ancora resistono per una GeForce RTX 30, nel frattempo, potrebbe essere necessaria molta più pazienza: sembra che la situazione di rifornimento peggiorerà all'inizio del 2021 prima di migliorare.