lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeTechLa task force sugli UFO del governo utilizzerà l'intelligenza artificiale per studiare...

La task force sugli UFO del governo utilizzerà l'intelligenza artificiale per studiare bizzarri aerei "alieni"

La scorsa settimana, l'Ufficio del Direttore della National Intelligence (DNI) ha pubblicato un rapporto preliminare non classificato di nove pagine sul fenomeno aereo non identificato (UAP), il termine del governo per gli UFO. Questo rapporto non è stato così entusiasmante come alcuni avevano sperato, anche se è l'inizio di quello che potrebbe rivelarsi uno sviluppo interessante nei prossimi mesi e anni. Un bocconcino del rapporto suggerisce come il governo intende conoscere gli UAP: utilizzando l'intelligenza artificiale.

Quello che sappiamo finora

Il rapporto preliminare non classificato offre uno sguardo molto limitato su ciò che i vari settori governativi sanno sul fenomeno UAP/UFO, compresi i casi in cui sono stati osservati questi oggetti. Il rapporto aveva lo scopo di far luce sulla potenziale minaccia rappresentata da questi insoliti velivoli "alieni", che sono stati spiati in tutto, da incontri ravvicinati con aerei commerciali a intrusioni apparentemente ostili con navi militari.

L'essenza del rapporto è che il governo non sa cosa siano questi oggetti e se siano una vera minaccia per la sicurezza nazionale. I dati provengono dalla Unidentified Aerial Phenomena Task Force (UAPTF), un programma formato dal Dipartimento della Difesa che opera nell'ambito dell'Office of Naval Intelligence. La task force ha lo scopo di “standardizzare la raccolta e la rendicontazione” dei fenomeni. Tra le altre cose, il rapporto DNI afferma: "I dati continuano a essere raccolti e analizzati".

L'idea è che la formazione di un mezzo standardizzato e coerente per consolidare questi rapporti UAP dalle agenzie del governo federale migliorerà la qualità dei dati razionalizzando il processo di analisi. Come verranno analizzati esattamente i dati? Sebbene molti dettagli non siano disponibili, il rapporto DNI contiene un suggerimento su come il governo si sta avvicinando a questo mistero.

L'intelligenza artificiale può essere la chiave

A pagina sei del rapporto, il DNI rivela che l'UAPTF utilizzerà inizialmente algoritmi di intelligenza artificiale e apprendimento automatico per "raggruppare e riconoscere somiglianze e modelli nelle caratteristiche dei punti dati". Usare l'intelligenza artificiale per dare un senso ai dati non è una novità, ma questo è forse uno degli usi più interessanti della tecnologia fino ad oggi.

Sebbene l'analisi umana possa rivelare molti dettagli, il lavoro noioso richiede molto tempo poiché la quantità di dati cresce e alcuni punti di dati potrebbero non essere riconosciuti nel mix. Gli algoritmi di apprendimento automatico sono in grado di elaborare rapidamente grandi quantità di dati alla ricerca di elementi come punti in comune e anomalie, avvisando gli esperti umani di modelli e punti di interesse identificati per aiutare a guidare un'esplorazione più approfondita dell'argomento.

L'uso dell'intelligenza artificiale da parte del governo aiuterà ad affrontare il problema più grande relativo ai rapporti UAP/UFO: capire quali sono credibili e coinvolgono veramente fenomeni sconosciuti piuttosto che oggetti sbagliati, ma piuttosto banali e spiegabili. Palloncini lucidi, uccelli distanti che volano in formazione, droni con LED e soggetti simili possono essere facilmente scambiati per UFO se visti da qualcuno che non ha familiarità con gli oggetti o in ambienti che distraggono come i temporali.

Il DNI spiega che man mano che il database dell'UAPTF cresce, l'intelligenza artificiale che lo analizza imparerà a distinguere tra oggetti terrestri ordinari come i palloni meteorologici da oggetti davvero interessanti e apparentemente inspiegabili.

I dati limitati sono un problema

Il rapporto chiarisce che la task force sta lavorando partendo dal presupposto che i sensori utilizzati per osservare i fenomeni "funzionano generalmente correttamente" e che nel processo vengano raccolti dati effettivi sufficienti per facilitare "valutazioni iniziali". Tuttavia, potrebbero esserci casi in cui le anomalie del sensore potrebbero spiegare perché un oggetto osservato agisce in modi irregolari o imprevisti.

In questo momento, almeno per quanto riguarda il rapporto, l'UAPTF si è concentrato su una selezione di osservazioni e incidenti in gran parte riportati da persone che lavorano per il governo degli Stati Uniti. Un totale di 144 casi sono brevemente descritti, solo uno dei quali potrebbe essere identificato positivamente come un palloncino che si sgonfia.

La maggior parte dei rapporti riguardava molteplici aspetti dell'osservazione che andavano dal personale che ha visto gli oggetti al tracciamento con più tipi di sensori, inclusi infrarossi e radar, cercatori di armi e altro ancora. Oltre a ciò, il rapporto conferma che alcune delle osservazioni riguardavano l'UAP che sembrava "mostrare caratteristiche di volo insolite".

Il rapporto avverte che è necessaria un'"analisi più rigorosa" di questi casi per determinare se la strana attività potrebbe essere stata il risultato di errori del sensore o tecnologia di spoofing, l'ultima delle quali confonde i sistemi tecnologici nella percezione di qualcosa che in realtà non sta avvenendo .

Problemi di sicurezza

L'UAPTF opera partendo dal presupposto che ci siano molteplici spiegazioni per questi rapporti e che la maggior parte di essi riguarderà ragioni banali come programmi industriali o fenomeni atmosferici naturali. Tuttavia, il governo sta accogliendo altre potenziali spiegazioni in una categoria "altro" onnicomprensiva, che il rapporto in particolare non riesce a elaborare oltre a coprire gli oggetti per i quali "progressi scientifici in attesa" consentirebbe una migliore comprensione.

Sebbene il governo degli Stati Uniti abbia evitato tutte le menzioni sulla possibilità che queste navi siano di origine aliena, sottolinea una grande preoccupazione per i potenziali problemi di sicurezza nazionale associati al fenomeno. Il rapporto indica che la tecnologia potrebbe essere il risultato di un avversario straniero, anche se i critici di questa idea sottolineano l'idea improbabile e altamente preoccupante che un altro paese potrebbe aver trascorso anni a far funzionare tali veicoli intorno all'esercito americano senza essere identificato.

Al di là delle preoccupazioni per la sicurezza nazionale, il rapporto DNI menziona che alcuni piloti hanno segnalato "quasi incidenti" con UAP, incidenti che sono stati documentati in 11 casi. I casi in cui questi oggetti sconosciuti hanno operato in prossimità di aeromobili indicano che potrebbero rappresentare una minaccia per la sicurezza dello spazio aereo.

Insieme per risolvere il mistero

In questo momento, l'UAPTF sta sviluppando un sistema interagenziale per l'analisi e l'elaborazione di rapporti e dati UAP. Ci sono limitazioni all'analisi in questo momento, come suggerito nel rapporto. L'UAPTF sta lavorando in gran parte con le informazioni fornite dalla Marina degli Stati Uniti, secondo il DNI, anche se spera di cambiare questa situazione aprendo un percorso per altre agenzie per consolidare e condividere facilmente i propri dati.

Il rapporto indica che la US Air Force non ha fornito dati a questo rapporto. L'UAPTF sta attualmente tentando di ottenere tutti i dati che l'USAF potrebbe avere, ma non è chiaro quale possa essere l'attuale fattore limitante e fino a che punto la task force sia in questo processo.

L'aviazione americana non è disinformata sulla questione. Il rapporto DNI rivela che l'USAF ha formato un programma pilota nel novembre 2020 che durerà sei mesi. Questo programma aveva lo scopo di identificare i punti caldi in cui è più probabile incontrare UAP/UFO. Sebbene il programma pilota sarebbe terminato senza un'estensione, il rapporto rivela che l'USAF sta attualmente "valutando come normalizzare le future raccolte, rapporti e analisi" in tutta la filiale.

È probabile che la Federal Aviation Administration svolga un ruolo importante nella raccolta dei dati UAP. L'UAPTF ha iniziato a ricevere alcune informazioni dalla FAA, che si dice acquisisca i dati come parte della sua normale gestione delle operazioni di traffico aereo. L'UAPTF può beneficiare in particolare dei dati che la FAA acquisisce continuamente, utilizzandoli per trovare anomalie che potrebbero rafforzare i suoi algoritmi di apprendimento automatico in erba.

Oltre i militari

Il governo prevede inoltre di espandere la sua analisi ai rapporti di più di semplici dipendenti governativi, osservando che l'UAPTF può utilizzare il "programma di sensibilizzazione robusto" della FAA per aumentare la comprensione e sottolineare la necessità di rapporti dalla comunità dell'aviazione. La nota del rapporto DNI sull'"importanza di segnalare gli incidenti UAP" sottolinea l'urgenza che il governo può nutrire riguardo al fenomeno, che rimane ancora di scarso interesse per il pubblico in generale.

Il rapporto prosegue spiegando:

L'UAPTF è alla ricerca di nuovi modi per aumentare la raccolta di aree cluster UAP quando le forze statunitensi non sono presenti come un modo per l'attività UAP "standard" di base e mitigare la distorsione della raccolta nel set di dati.

Un'altra curiosità nel rapporto rivela che l'uso di algoritmi di apprendimento automatico in questo programma non sarà limitato ai dati appena raccolti. Il DNI ha rivelato che è stata avanzata una proposta per utilizzare "algoritmi avanzati" per studiare la massa di dati storici provenienti da radar e altri sistemi per far crescere potenzialmente il set di dati e saperne di più sulla storia di questo fenomeno, che a sua volta potrebbe far luce sul suo evento attuale e il fattore trainante dietro di esso.

Il lavoro è appena iniziato, tuttavia, e l'UAPTF ha fatto sapere che maggiori finanziamenti lo aiuteranno a sviluppare il suo programma ea condurre ricerche sugli UAP. L'intelligenza artificiale alla fine svolgerà un ruolo importante in questo sforzo e potrebbe accelerare considerevolmente il tasso di analisi, aprendo la strada a progressi relativamente rapidi nella comprensione di questi misteriosi oggetti avvistati in tutto il mondo.

Il rapporto completo sui fenomeni aerei non identificati è disponibile sul sito web dell'Ufficio del direttore dell'intelligence nazionale.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI