domenica, Ottobre 24, 2021
Home Tech L'aereo X-57 Maxwell completamente elettrico della NASA è pronto per un po...

L'aereo X-57 Maxwell completamente elettrico della NASA è pronto per un po 'di potenza

La NASA ha iniziato la fase successiva dei test per il suo aereo completamente elettrico, con l'X-57 Maxwell un altro passo avanti verso la creazione di un potenziale progetto per velivoli a emissioni zero in futuro. Progettato per dimostrare come gli aerei pendolari potrebbero passare dai tradizionali motori a combustione ai motori elettrici, il progetto finale dell'X-57 Maxwell dovrebbe includere 14 eliche.

Ciò includerà 12 motori ad alta portanza che corrono lungo i bordi d'attacco delle ali e due motori più grandi montati all'estremità dell'ala progettati per la crociera. Oltre all'impronta di carbonio, la NASA prevede che il sistema sarà molto più efficiente nel consumo di energia, per non parlare di più silenzioso per coloro che si trovano al di sotto della traiettoria di volo.

Tuttavia, la NASA non si aspetta di mettere in produzione l'X-57 Maxwell da sola. Invece, il primo X-plane completamente elettrico è inteso come un proof-of-concept, una convalida per la fattibilità dell'elettrificazione del volo. L'agenzia spaziale statunitense spera che consentirà ai produttori di sviluppare le proprie versioni commerciali, oltre ad assistere agenzie come la FAA nello sviluppo delle normative necessarie per tali aeromobili.

Per prima cosa, però, l'X-57 Maxwell deve effettivamente dimostrare che può volare come suggeriscono le teorie. La NASA non è ancora del tutto lì, anche se è pronta per iniziare i test di terra funzionali ad alta tensione, ha detto l'agenzia oggi. Si svolgerà presso l'Armstrong Flight Research Center di Edwards, in California, vedrà la prima configurazione dell'aereo elettrico – noto come Mod 2 – funzionare con un sistema di supporto della batteria con un grande alimentatore ad alta tensione.

"Si prevede che i test inizi a bassa potenza, controllando le sequenze di avvio e spegnimento e verificando che il nuovo software di controllo del motore si avvii e controlli i motori come previsto", ha spiegato oggi la NASA. "Questo software e altri componenti principali sono stati recentemente riprogettati sulla base delle lezioni apprese dai test precedenti dall'appaltatore principale del progetto, Empirical Systems Aerospace, o ESAero, di San Luis Obispo, California."

Alla fine, però, ci si aspetta che i test raggiungano livelli di potenza più elevati. Ciò includerà il potenziamento dei motori elettrici da crociera per l'X-57, per assicurarsi che le eliche girino come previsto. Dopodiché, la NASA accelererà i motori per assicurarsi che stiano fornendo i giusti livelli di potenza.

I test includeranno anche la convalida del sistema di strumentazione nell'aereo, insieme al test che tutti i vari sensori che sono stati installati su di esso funzionino come dovrebbero. È un passaggio importante prima della verifica finale e dei test di convalida, con la fase successiva ai test di rullaggio e quindi al volo.

Il Mod 2 non assomiglia molto al progetto finale della NASA per l'X-57 Maxwell. Utilizza una fusoliera e un design delle ali più standard, intesi a dare ai motori da crociera la loro convalida finale. A sua volta, la NASA si aspetta che l'aereo possa subire fino a tre iterazioni prima che sia completo.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI