domenica, Novembre 28, 2021
Home Tech PC, tablet e Chromebook devono prepararsi per i mesi a venire

PC, tablet e Chromebook devono prepararsi per i mesi a venire

Il mercato dell’elettronica di consumo ha visto un’impennata negli ultimi 22 mesi, forse più di qualsiasi altro settore colpito duramente dall’epidemia di COVID-19. Il cambiamento negli accordi lavorativi e scolastici, la necessità di più diversivi per l’intrattenimento domestico e la dipendenza dalla comunicazione basata su Internet hanno contribuito a dare a PC, tablet e Chromebook un impulso tanto necessario nelle vendite e nelle spedizioni. Le maree stanno cambiando di nuovo, tuttavia, e i produttori dovranno adottare nuove strategie se non vogliono tornare alle stesse tristi cifre pre-pandemia nei prossimi trimestri.

Compresse

Si credeva che i tablet fossero morti, in parte grazie a smartphone più grandi, ma l’iPad Pro di Apple ha continuato a mantenere la categoria dei dispositivi in ​​vita. I grandi computer portatili, tuttavia, hanno trovato nuove speranze poiché le persone hanno iniziato ad aver bisogno di schermi ancora più grandi che non li tengano legati alle loro scrivanie. Fortunatamente, i tablet offrivano un’ampia varietà di dimensioni per diversi casi d’uso e gli ultimi trimestri sono stati gentili con i produttori di tablet, almeno fino ad ora.

Canalys, purtroppo, ha delle brutte notizie da condividere. Secondo la società di market intelligence, le spedizioni di tablet sono diminuite del 14,9% nel terzo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’unica buona notizia qui è che è ancora al di sopra delle cifre precedenti al 2020, ma la lezione qui è che le cose hanno iniziato a stabilizzarsi per questo mercato precedentemente morente.

Chromebook

I Chromebook sono stati i maggiori vincitori nello spazio dei personal computer dallo scorso anno. La loro attenzione all’istruzione e i loro cartellini dei prezzi accessibili hanno fatto sì che le scuole potessero acquistarli all’ingrosso per gli studenti che avrebbero dovuto rimanere a casa per le loro lezioni. Al contrario, sono anche quelli che sono stati colpiti di più ora che le cose stanno lentamente tornando alla normalità oa una nuova normalità.

Gli stessi dati di mercato indicano un forte calo del 37% nelle spedizioni anno su anno per i Chromebook, che ora occupano ancora una volta solo il 9% del mercato totale dei notebook. La domanda di questi dispositivi nel mercato dell’istruzione è praticamente diminuita e anche i finanziamenti per i loro acquisti sono diminuiti. Ci sono mercati in cui i Chromebook crescono ancora un po’, ma la tendenza generale non sembra troppo ottimistica.

Desktop e laptop

Al contrario, le spedizioni di PC sono diminuite solo del 2%, che è ancora un miglioramento significativo rispetto alle metriche di mercato prima della pandemia. I produttori potrebbero sperare che il lancio di Windows 11 possa stimolare più acquisti, in particolare la prossima stagione degli acquisti, ma affrontano una nuova minaccia a tali proiezioni. I produttori di chip non prevedono un’attenuazione della carenza globale di semiconduttori fino alla fine del 2022 o del 2023 e le forniture di laptop, desktop e tablet potrebbero essere limitate o almeno ritardate nei prossimi trimestri.

Molti OEM potrebbero essere stati deliziati dall’andamento del mercato negli ultimi trimestri, approfittando degli eventi globali che hanno contribuito a incrementare le spedizioni nonostante tutte le probabilità. Ovviamente non c’è mai stata alcuna garanzia che lo status quo non sarebbe cambiato, e le cifre di questo trimestre in diversi segmenti di mercato dovrebbero essere l’avvertimento che queste aziende devono adottare nuove strategie prima di cadere di nuovo nei crolli pre-pandemia.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI