domenica, Ottobre 24, 2021
Home Tech Recensione di Apple AirTag: con il potere arriva la responsabilità

Recensione di Apple AirTag: con il potere arriva la responsabilità

Non c'è niente di così spiacevole come la sensazione di avere lo stomaco che si abbassa quando ti accorgi che le chiavi, la borsa del laptop o un altro oggetto importante sono scomparsi. L'AirTag a forma di pillola di Apple non è proprio la medicina perfetta per prevenire quella sensazione di barcollamento, ma il tanto atteso tracker da $ 29 fa molto per risolvere alcuni dei disagi legati agli oggetti persi o giocati male.

Hardware semplice, configurazione semplice

Una losanga bianca e argento di plastica e acciaio inossidabile, AirTag ha un diametro di 1,26 pollici e uno spessore di 0,31 pollici e punta la bilancia a soli 0,39 once. Un quarto di quel peso è in realtà la batteria a bottone CR2032 all'interno. A differenza della maggior parte dei prodotti Apple nella memoria recente, puoi aprire l'AirTag e sostituire la batteria da solo, anche se la società afferma che dovrai farlo solo all'incirca ogni anno.

Nonostante il pannello posteriore twist-off, AirTag è ancora IP67 resistente agli schizzi, all'acqua e alla polvere. Gestirà schiacciate fino a un metro d'acqua, per un massimo di 30 minuti, e dovrebbe comunque sopravvivere.

Come abbiamo visto con AirPods e altri dispositivi dotati di U1, l'installazione è una gioia particolare. Togliendo l'involucro di plastica protettivo si accende automaticamente l'AirTag. Tienilo accanto al tuo iPhone o iPad e, a condizione che eseguano rispettivamente iOS 14.5 o iPadOS 14.5, un messaggio pop-up ti chiederà di connetterti.

Da lì è una questione di nominare l'AirTag – puoi anche rinominarlo in seguito – e quindi saltare nell'app Trova la mia, dopodiché il tracker appare nella scheda Elementi. È straordinariamente semplice e rende il processo di "ricerca e attesa" per altri tracker Bluetooth scomodo e noioso al confronto.

Ecco il tuo AirTag: ora vai a fare acquisti per gli accessori

Apple ha sempre superato se stessa con gli accessori per ogni nuovo prodotto, ma pochi lanci li hanno resi così chiaramente essenziali come AirTag. Nell'equivalente del tracker di farti uscire tramite il negozio di articoli da regalo, il gadget perfettamente rotondo non ha alcun modo per ripararlo, legarlo o legarlo alle tue chiavi, ai tuoi bagagli o a qualsiasi altro oggetto. Laddove la maggior parte dei tracker rivali include almeno un piccolo foro attraverso il quale è possibile agganciare un portachiavi, quello di Apple no.

Invece dovresti preventivare alcuni accessori che abilitano tale funzionalità, che si tratti dell'AirTag Loop o del portachiavi di Apple o di qualcosa della ricca gamma Hermés. Apple mi ha inviato il portachiavi più un paio di anelli, e sicuramente si sentono robusti e sembrano tanto alla moda quanto funzionali. Costano anche $ 29 ciascuno, quindi potresti stare meglio guardando la gamma di accessori di terze parti molto più economica e in crescita.

Almeno l'incisione è gratuita, con Apple che offre di mettere la tua scelta di testo o emoji (entro i suoi limiti autoimposti di buon gusto, mente) sul lato bianco dell'AirTag. Puoi inserire fino a quattro caratteri, abbastanza per alcune iniziali o forse un promemoria di quale chiave è collegato il tracker.

Sebbene Apple probabilmente preferirebbe che io passassi dal portare un portafoglio fisico pieno di carte all'utilizzo di Apple Pay e dell'app Apple Wallet, non sono ancora del tutto a posto. Tuttavia, il fattore di forma dell'AirTag non si adatta perfettamente al tipico portafoglio a portafoglio, il che è frustrante poiché è una delle cose principali che mi preoccupa perdere.

È ora di una caccia al tesoro AirTag

Il chipset U1 non semplifica solo l'accoppiamento, ma sblocca anche il più grande piacere per la folla di AirTag: il tracciamento direzionale. Apple lo chiama Precision Finding e significa che chiunque abbia un iPhone dotato di U1, che attualmente significa modelli delle famiglie iPhone 11 e iPhone 12, può ottenere indicazioni molto più precise per il proprio oggetto smarrito.

Grazie alla banda ultra larga (UWB), puoi vedere la tua distanza da quell'elemento, in quale direzione si trova, e ottenere suggerimenti visivi, udibili e tattili man mano che ti avvicini. È un'esperienza stranamente divertente, anche se devi essere più vicino di circa 30 piedi o giù di lì in uno spazio aperto, o ancora notevolmente più vicino se ci sono muri o pavimenti tra te e l'AirTag.

A volte, però, non hai bisogno di così tanto aiuto. Utilizzando l'app Dov'è o chiedendo a Siri l'AirTag per nome, puoi fare in modo che il tracker riproduca un suono. Il corpo dell'AirTag stesso viene utilizzato per amplificarlo ed è un suono distintivo anche se potrebbe essere più forte. A casa va bene, ma se ti trovi in ​​un luogo pubblico rumoroso sarà più difficile.

Sia UWB che Bluetooth sono tecnologie a corto raggio, ovviamente, e potrebbero esserci delle volte in cui il tuo AirTag è fuori dalla loro portata dal tuo iPhone. È qui che entra in gioco Trova la mia rete di Apple, praticamente toccando ogni altro dispositivo Apple (che ha aderito) in natura per mantenere un occhio Bluetooth aperto per il tracker.

Se è nel raggio d'azione – e Apple afferma che ci sono quasi un miliardo di tali dispositivi Apple che già contribuiscono alla sua rete mondiale – trasmetterà in modo anonimo la posizione dell'AirTag perso tramite iCloud e da lì alla tua app Dov'è. Ciò accade senza che le persone nella rete sappiano che sta accadendo: non possono vedere il tuo AirTag nelle vicinanze, non ricevono un avviso che il loro dispositivo ha agito come un relè e non c'è modo di vedere chi in Dov'è la rete ha effettivamente localizzato il tracker.

Come funziona in pratica? Inaspettatamente bene. Sono fortunato che, almeno finora, non ho perso o rubato un iPhone, un Mac o un altro dispositivo Apple, il che potrebbe avermi richiesto di provare già Find My out, quindi l'estensione della rete è arrivata come una sorpresa.

Poiché dipende dai dispositivi Apple connessi a Internet che passano nel raggio d'azione del Bluetooth, Find My funziona ovviamente in modo più efficace nelle aree urbane dove c'è più possibilità che qualcuno con un iPhone o un iPad si aggiri nelle vicinanze. Tuttavia, durante i miei test, in genere era sufficiente per portarmi nell'area ruvida in cui era stato nascosto l'AirTag. Quindi si passa alle proprie connessioni Bluetooth e Ultra Wideband.

Ci sono alcuni limiti al funzionamento del monitoraggio, attenzione. La cosa più evidente è l'assenza di dati sull'altezza: poiché l'AirTag non ha un altimetro, non è in grado di distinguere se si trova su un piano sopra o sotto di te. Supponendo che il segnale sia abbastanza forte da superare i livelli – e questo non è sempre scontato – vedrai una distanza in piedi ma le frecce direzionali non terranno conto della disparità in altezza.

Quello che finisci per fare è un misto di vecchia scuola "caccia il segnale acustico" e poi fare affidamento su Bluetooth e UWB per la ricerca finale. Se AirTag avesse una radio cellulare e un GPS integrati, come SyncUP Tracker di T-Mobile, sarebbe in grado di registrare in modo più preciso la propria posizione. Lo svantaggio, ovviamente, è sia il prezzo che la potenza, poiché la versione di T-Mobile richiede un abbonamento dati e un addebito settimanale.

Privacy e sicurezza di AirTag

Impostare un AirTag in modalità smarrito significa che Trova la mia rete lo tiene d'occhio virtuale; riceverai una notifica se viene eseguito il ping della posizione del tracker. Se qualcun altro lo trova e lo tocca contro il proprio iPhone o telefono Android dotato di NFC, verrà indirizzato a una pagina Web in cui viene spiegato che l'AirTag è andato perso.

Questo mostrerà il numero di serie di AirTag e puoi facoltativamente lasciare il tuo numero di contatto nella speranza che ti chiamino e ti aiutino a riunirti con qualsiasi cosa tu abbia smarrito. Vale la pena notare che non c'è modo di sapere se qualcuno ha effettivamente visualizzato quella pagina: non ricevi una notifica quando viene utilizzata la funzionalità NFC.

Fai affidamento sulla loro buona natura, quindi, dal momento che potrebbero semplicemente seguire le istruzioni di accompagnamento per silenziare il segnale acustico dell'AirTag – che è fondamentalmente "togliere la batteria" – e mantenere ciò a cui era collegato.

Quando, esattamente, un AirTag emette un segnale acustico è una cosa complicata. C'è ovviamente il potenziale per abilitare comportamenti simili a stalker con qualsiasi tracker, e quindi Apple ha introdotto alcuni elementi precauzionali per cercare di evitare che qualcuno venga inconsapevolmente monitorato. Se il tuo dispositivo Apple rileva che un AirTag non registrato per te ti sta apparentemente seguendo, ti avviserà di questo fatto. Anche l'AirTag stesso inizierà a emettere un segnale acustico, nel caso in cui non sei un utente Apple.

Sono passaggi sensati, ma non sono sicuro che le impostazioni predefinite siano impostate correttamente. Per cominciare, c'è un divario significativo tra l'AirTag di qualcun altro che viene identificato come seguendo te e l'avviso visualizzato sul tuo iPhone o iPad. Possono passare ore, infatti, durante le quali qualcun altro potrebbe monitorare di nascosto la tua posizione.

Solo quelli che eseguono iOS 14.5 (o iPadOS 14.5) riceveranno anche queste notifiche di avviso. Sì, molti possessori di iPhone si aggiornano velocemente, ma un buon numero non lo fa, almeno non subito. Ciò li lascia nella stessa situazione degli utenti Android che, poiché non ricevono affatto una notifica di avviso su un AirTag canaglia, sono lasciati in attesa che inizi a emettere un segnale acustico. Ciò non accade per circa tre giorni.

Le impostazioni di Apple sono un equilibrio tra comodità e cautela, che ottengo. Tuttavia, penso che potrebbero essere composti per essere un po 'più rigorosi, o che gli stessi utenti di iPhone possano scegliere i propri limiti su quando ricevere la notifica. D'altro canto, sarebbe utile se un singolo AirTag potesse essere associato a due persone diverse, in modo che tutti possano rintracciare un elemento condiviso.

Verdetto di Apple AirTag

Perdere qualcosa è una scorciatoia per l'ansia: a nessuno piace la sensazione di aver smarrito le chiavi, o quella sensazione da far venire lo stomaco che la loro borsa non è dove pensavano di averla lasciata. In quei momenti di alta emozione, la praticità e la semplicità di AirTag, specialmente se hai un telefono compatibile con la ricerca di precisione, saranno eccezionalmente benvenute. Nessuno vuole risolvere i problemi in un momento come quello.

Tuttavia, c'è la sensazione che la visione del mondo di Cupertino sia quella vista attraverso occhiali rosati e color mela. Uno in cui coloro che si imbattono in articoli smarriti ma con AirTag sono onesti e in cui le impostazioni misteriose di AirTag possono essere impostate dall'azienda a "basso fastidio" senza potenzialmente consentire un rischio di stalking maggiore. Quella positività ottimista va bene, nel peggiore dei casi un po 'frustrante, quando si tratta di eliminare le vecchie porte su un laptop, ma il potenziale di uso improprio con AirTag sembra molto maggiore.

La buona notizia è che queste preoccupazioni potrebbero essere risolte con il software e spero che Apple lo prenda a bordo con futuri aggiornamenti relativi ad AirTag. I tracker stessi non sono una garanzia che troverai l'elemento mancante, ma la forza della rete Trova la mia e la comodità della ricerca di precisione significano che è probabilmente un risultato più probabile. Questo, il costo relativamente basso e l'assenza di un canone di abbonamento separato rendono AirTag un accessorio semplice per i possessori di iPhone.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI