Rivoluzionaria riprogettazione di iMac, più Mac Pro mini e perdita di dettagli sul nuovo display Apple

0
212

La reinvenzione del Mac di Apple sembra destinata a dare il massimo nel 2021, con nuovi rapporti che suggeriscono che un enorme cambiamento per l'iMac è imminente insieme a Mac Pro e notizie sul display. L'azienda di Cupertino ha promesso a metà del 2020 che, nel corso di due anni, avrebbe completamente trasferito la sua linea di computer Mac per utilizzare i propri chipset Apple Silicon, allontanandosi dai processori Intel.

Il primo passo in questo processo è arrivato alla fine dello scorso anno, con il debutto del MacBook Air alimentato da Apple M1, del MacBook Pro da 13 pollici e del Mac mini. Tutte e tre le variazioni hanno utilizzato lo stesso chipset derivato dal processore dell'iPad Pro, e con un buon vantaggio, con recensioni che elogiano le prestazioni multimediali e la ricerca dei sistemi potrebbe in molti casi tenere il passo con i Mac con Intel facilmente il doppio del prezzo o più.

Ciò che quei tre nuovi modelli non hanno fatto, tuttavia, è stato cambiare l'estetica. In effetti, a parte un paio di piccole modifiche, faresti fatica a identificare a prima vista quale dei due notebook e un desktop erano basati su Intel e quali utilizzavano i nuovi chip di Apple. Secondo nuove indiscrezioni odierne, tuttavia, l'evoluzione del design sta per atterrare.

Prima di tutto, si vociferava di nuovi modelli di MacBook Pro da 14 e 16 pollici. Questi avrebbero visto un ritorno alla ricarica magnetica MagSafe, è stato riferito, e la scomparsa della controversa striscia touchscreen Touch Bar. Vedrebbe anche Apple utilizzare un nuovo linguaggio di progettazione per i notebook orientati ai professionisti e aggiungere più porte rispetto a USB-C.

Ora ci sono ancora più perdite di dettagli hardware. Apple sta preparando un nuovo iMac alimentato da Apple Silicon, riferisce Bloomberg, con fonti che affermano che sarà il più grande spostamento dall'attuale design della gamma Mac finora. Si ritiene che due versioni, denominate internamente J456 e J457, per sostituire i modelli iMac da 21,5 e 27 pollici attualmente in vendita, siano in fase di sviluppo.

Entrambi avrebbero cornici nere più sottili attorno al display, si dice, e una cornice inferiore molto ridotta rispetto all'attuale iMac. Anche la parte posteriore dell'all-in-one sarebbe piatta, piuttosto che piegata come il modello esistente. Si dice che Apple si ispiri a Pro Display XDR, il suo monitor di livello professionale da $ 5.000, per l'estetica del nuovo iMac.

Non uno, ma due Apple Silicon Mac Pro stanno arrivando

Non è solo l'iMac ad essere rinnovato. Apple sta anche lavorando a due nuovi modelli di Mac Pro, rivolti agli utenti esperti che sono disposti a scavare in profondità per le macchine macOS più potenti nella gamma dell'azienda.

Uno sarà un successore diretto dell'attuale Mac Pro basato su Intel, è stato riferito. Rimarrà fedele all'estetica della torre esistente con le sue prese d'aria 3D, ma potenzialmente sostituirà i vecchi processori con i chipset di Apple. Secondo Bloomberg, Apple sta considerando di restare con Intel per questo aggiornamento, anche se probabilmente sarebbe solo una misura provvisoria fino alla fine del periodo di transizione di due anni.

Probabilmente più eccitante è una versione in stile "Mac Pro mini". Sarebbe meno della metà delle dimensioni dell'attuale Mac Pro e offrirebbe una combinazione di potenza accessibile a coloro che desiderano prestazioni più elevate ma non del tutto la potenza – o il prezzo – del computer completo. Avrà un design per lo più in alluminio, con addetti ai lavori che affermano che Apple potrebbe prendere in prestito alcuni spunti dal Power Mac G4 Cube, ancora apprezzato per il suo stile anche se è stato in vendita solo per un breve periodo.

Infine, si parla di un nuovo display, che potrebbe potenzialmente accoppiarsi con il nuovo Mac Pro mini o, se è per questo, il Mac mini. Una versione più economica del Pro Display XDR, avrebbe tagliato il prezzo altissimo in cambio di specifiche inferiori, riducendo la luminosità e il rapporto di contrasto tra le altre cose. Tuttavia, potrebbe soddisfare una richiesta persistente tra gli utenti Mac, sia di computer desktop che notebook, di un monitor a marchio Apple più conveniente.