martedì, Maggio 24, 2022
HomeTechScopri le invenzioni più impressionanti degli ultimi anni

Scopri le invenzioni più impressionanti degli ultimi anni

Hai mai pensato a quando è iniziata la storia della robotica? Perché, sebbene questo concetto sia associato alle nuove tecnologie e allo sviluppo di macchine con intelligenza artificiale che simulano l’aspetto e il comportamento umano, come mostrato in alcuni film o libri, la verità è che la sua origine va oltre ciò che immagini.

Il desiderio di creare esseri capaci di servire l’uomo risale a molti anni fa quando gli uomini iniziarono a sviluppare manufatti con figure umane o animali per soddisfare alcune esigenze.

La robotica è associata al termine “robot”, che divenne popolare solo nel 1920, grazie all’opera Universal Robots Rossum dello scrittore ceco Karel Čapek, che usò la parola “robota” per riferirsi al lavoro forzato o alla servitù e alla fine questo fu tradotto in inglese come un robot.

Interessante, vero? Vuoi saperne di più sulla storia della robotica, la sua origine e alcune delle invenzioni più importanti? Continua a leggere questo articolo realizzato da Dustin Bratten, creatore di contenuti del servizio online di scrittore di saggi, e scopri tutto al riguardo!

Origine della robotica

Per conoscere l’origine della robotica, è necessario analizzare la storia della tecnologia e tornare indietro di migliaia di anni fa, quando gli uomini iniziarono a sviluppare gli automi.

Risalgono all’epoca preistorica, intorno al VII-VI secolo a.C., erano figure a forma di persone o animali che potevano muoversi da sole e avevano lo scopo di intrattenimento.

Questo concetto sembra piuttosto isolato rispetto a ciò che conosciamo oggi come robot, poiché tendiamo a collegare questo termine con invenzioni che appaiono nei film o in altro materiale di fantascienza.

In questi, i robot sono rappresentati come macchine dall’aspetto simile a quello umano, che svolgono compiti assegnati loro dai loro creatori, grazie al fatto che sono programmati con un software che consente loro di svolgere queste funzioni. Nel nostro corso Fondamenti di ingegneria del software imparerai di più su questo insieme di programmi.

Sebbene la storia della robotica come scienza appartenga allo sviluppo moderno, noterai che la base del concetto è la stessa, poiché si tratta di invenzioni che sembrano simili a noi o ad altri esseri e possono svolgere lavori diversi che consentono loro di soddisfare qualche desiderio di il creatore.

Ad esempio, nei tempi antichi erano destinati ad essere utilizzati per l’intrattenimento delle persone. Attualmente, la robotica viene utilizzata per automatizzare vari settori industriali per ottimizzare attività e processi specifici che aiutano a migliorare la produttività nelle organizzazioni.

Storia della robotica

Ora che conosci l’origine, ti racconteremo maggiori dettagli sulla storia della robotica e la sua evoluzione nel corso degli anni. Questa branca della scienza è legata allo sviluppo di manufatti simili all’uomo destinati a ridurre il carico di lavoro delle persone.

La pagina EDS Robotics, nella sua nota “Cos’è la robotica?”, la definisce come “Una scienza che riunisce diversi ambiti tecnologici, con l’obiettivo principale di progettare macchine robotiche in grado di svolgere diversi compiti automatizzati a seconda delle capacità del loro software. “

La scienza della robotica iniziò a svilupparsi a metà del 20° secolo con la comparsa dei primi robot. George Devol è stato il creatore del primo robot industriale, progettato nel 1953 per la sua azienda Unimation, conosciuta come la prima azienda nella produzione di robot.

Il robot industriale si chiamava Unimate ed era stato progettato per occuparsi del trasporto e della saldatura dei getti negli stampi, poiché questo lavoro era rischioso per il personale dell’azienda, quindi questo nuovo dispositivo è stato messo a svolgere la funzione dei dipendenti.

Unimate è stato installato per la prima volta nel 1961 presso la catena di montaggio dell’Inland Fisher Guide Plant, che apparteneva a General Motors. Ciò ha permesso all’azienda di essere riconosciuta a livello mondiale come pioniera della robotica.

Lo sviluppo dei robot è decollato nelle grandi industrie e da allora la sua crescita non si è fermata.

Ecco alcuni dei robot apparsi nei prossimi anni:

  • Il primo robot di pallettizzazione risale al 1964.
  • Il primo robot sovietico ad atterrare su Marte nel 1971
  • Il primo robot americano su Marte nel 1976
  • Il primo robot umanoide nel 2002, ecc.

Le invenzioni più importanti nella storia della robotica

Nel corso della storia della robotica sono apparse molte innovazioni che cercano di riprodurre l’aspetto umano e alcuni dei nostri movimenti o comportamenti per svolgere compiti specifici che comportano grande sforzo o rischio per le persone.

Indubbiamente, l’elenco dei robot che sono stati sviluppati è ampio. Tuttavia, in questa occasione, presenteremo alcune delle invenzioni più importanti nella storia della robotica.

1. Il primo robot ad atterrare su Marte (1971)

Una delle invenzioni che più ha segnato la storia della robotica è stata lo sviluppo della sonda Mars 3, una navicella spaziale progettata con la missione di esplorare il pianeta rosso.

La funzione principale della navicella sovietica era catturare e inviare foto della superficie di Marte e altri dati relativi alla temperatura, al vento e alle proprietà della sua composizione atmosferica in modo che potessero essere studiati. Tuttavia, pochi minuti dopo il suo arrivo su Marte, il contatto con il robot è stato perso.

2. Il primo robot statunitense a raggiungere Marte (1975)

Viking I era una missione senza equipaggio che ha inviato un’astronave statunitense su Marte. Era dotato di una sonda orbitale per fotografare la superficie del pianeta marziano e per identificare e inviare dati sulle sue varie proprietà per l’analisi scientifica.

La navicella spaziale è stata lanciata nel 1975 ed è stata la missione più costosa mai inviata su Marte. Segnò anche la storia della robotica, poiché era responsabile della maggior parte delle informazioni conosciute fino ad oggi sul pianeta rosso.

3. Il braccio manipolatore

PUMA (Programmable Universal Manipulation Arm) è un braccio manipolatore sviluppato da Unimation, l’azienda pioniera della robotica e la cui funzione era quella di eseguire compiti di assemblaggio e svolgere alcune ricerche.

Westinghouse ha rilevato il braccio manipolatore emerso dai primi progetti sviluppati da Scheinman e poi dalla società Staubli. Questa invenzione ha avviato l’industria dell’assemblaggio robotico negli Stati Uniti ed è diventata un pioniere nello sviluppo di diversi campi.

4. Robot umanoidi

I robot umanoidi sono tra le invenzioni più elaborate nella storia della robotica. Sono caratterizzati dall’essere bipedi e imitano la forma e il comportamento degli umani. Uno degli androidi più conosciuti della storia è ASIMO, presentato per la prima volta nel 2000 dall’azienda Honda.

È stato in grado di muoversi con due gambe e interagire con le persone per fungere da motivazione per generare interesse nei giovani per lo studio delle scienze.

Un altro dei robot umanoidi più popolari e di recente sviluppo è il famoso Sophia, creato da Hanson Robotics nel 2015.

Attualmente, questo robot ha ricevuto il titolo di cittadino saudita per via del suo alto livello di tecnologia di intelligenza artificiale, che gli consente di apprendere i comportamenti umani e aumentare le sue conoscenze ogni volta che interagisce con le persone.

Sophia può strutturare le sue risposte e comportarsi in modo molto simile a noi. Inoltre, l’aspetto di questo androide è così identico a quello degli umani, essendo in grado di replicare alcune delle nostre espressioni facciali o gesti.

Importanza della robotica

Quando si pensa alla storia della robotica, non c’è dubbio che vengono in mente anche i molteplici vantaggi che queste incredibili invenzioni hanno lasciato alle spalle. Ognuno di loro è riuscito a soddisfare qualche bisogno o desiderio umano.

I diversi tipi di robot emersi negli anni hanno segnato ciascuna delle epoche in cui sono apparsi, in quanto hanno contribuito a ridurre i compiti svolti dall’uomo, hanno consentito lo sviluppo di nuove attività impossibili da svolgere per l’uomo e hanno dato la possibilità di migliorare la qualità della vita di alcune persone.

Come è stato raggiunto? Supponiamo di guardare la storia della robotica. In tal caso, noterai che l’obiettivo principale dello sviluppo di questi dispositivi è quello di sostituire gli uomini in attività rischiose o attività che richiedono uno sforzo e un tempo significativi per ottimizzare questi processi e prevenire che le persone ne risentano.

In conclusione, sebbene la storia della robotica come la conosciamo oggi faccia parte dell’era moderna, gli uomini hanno avuto l’intenzione per migliaia di anni. Hanno sviluppato vari prodotti per assomigliare all’immagine umana e servire ed estendere alcuni lavori.

Oggigiorno, grazie all’intelligenza artificiale, le nuove creazioni sono molto più elaborate e autonome, potendo sviluppare e imparare nuove cose da sole per aiutare la società.

Leggi anche:

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI