Sonos Architectural Review: le sorprese dell'installazione professionale

0
30

Sonos potrebbe essere meglio conosciuto per i suoi altoparlanti collegati autonomi, ma la sua gamma di altoparlanti integrati, Sonos Architectural, sta guadagnando terreno in uno spazio ancora abbastanza sconosciuto agli utenti tradizionali. L'installazione professionale non è nuova, ma ci sono ancora preconcetti su quanto sia raggiungibile, con l'ipotesi che sia riservata a ville multimilionarie con budget altrettanto sontuosi. Quando ho deciso di dare a un sistema home theater un aggiornamento di Sonos Architectural, però, ho scoperto alcune grandi sorprese lungo la strada.

Sonos Architectural

Con modelli come One e Five, Sonos ha trasformato la configurazione semplice in un'arte: in pratica collegali all'alimentazione, quindi collegali alla rete wireless tramite l'app Sonos. Negli ultimi anni, tuttavia, l'azienda offre anche Sonos Architectural: sistemi progettati per essere installati su pareti, soffitti o persino all'aperto. Ciò ha comportato guardare oltre ciò che i consumatori potrebbero pensare sia più importante, e invece fare i conti con ciò di cui avevano bisogno gli installatori professionisti.

"Tutto è iniziato con Sonos Amp", mi ha spiegato Benjamin Rappoport, Director of Product Management for Architectural di Sonos, "ed è iniziato davvero con le uscite sul campo e le prime conversazioni con gli installatori a casa loro. I loro negozi e negozi. E poi andare sul posto e vederli applicare il loro mestiere, il loro mestiere. Quello che mi ha stupito è che tu pensi a un professionista AV come a un tecnico, una specie di persona nerd, ma questa professione è molto più di questo. C'è questo tipo di abilità che gestisce le aspettative delle persone. C'è questo livello folle di attenzione ai dettagli e all'artigianato. E poi c'è che sono esposti, tutto ciò che va storto il cliente può potenzialmente vedere ".

Il risultato è stato la formazione Sonos Architectural di Sonance. Lanciato all'inizio del 2019, si allontana dal modello autonomo per gli altri altoparlanti dell'azienda, assumendo invece che gli altoparlanti e la loro amplificazione saranno separati. Allo stesso tempo, la gamma cerca di portare alcune delle versioni polacche di Sonos per le installazioni pro.

"Quello che abbiamo capito è che avremmo potuto fare di più per renderlo più elegante", dice Rappoport. "Prestano attenzione ai dettagli sottili, quindi abbiamo prestato attenzione anche ai dettagli sottili."

Sonos Amp è il cuore di Sonos Architectural

Sonos ha iniziato a produrre amplificatori collegati progettati per alimentare gli altoparlanti di altre società, e sono ancora una parte fondamentale della gamma. L'ultimo Sonos Amp ($ 649) è anche il cuore fondamentale delle installazioni di Sonos Architectural, per non parlare della flessibilità inaspettata nel modo in cui può essere utilizzato.

È una scatola nera piuttosto anonima, che misura 8,54 x 8,54 x 2,52 pollici e pesa 4,6 libbre. Sonos mette i controlli sensibili al tocco per la riproduzione e il volume sulla parte anteriore, proprio come i suoi recenti altoparlanti autonomi, ma sospetto che la maggior parte delle persone nasconderà il proprio Amp e raramente, se non mai, utilizzerà i controlli sul dispositivo. Nel mio caso, è nascosto in quello che è diventato il mio hub di rete: un armadio dove risiedono il mio modem via cavo, router e altri dispositivi.

Inside Amp è un amplificatore digitale in classe D, con 125 W per canale a 8 ohm. Sul retro ci sono due serie di connettori a banana – uno per il canale destro, uno per il sinistro – per collegare gli altoparlanti. Puoi effettivamente far funzionare più set di altoparlanti da un singolo amplificatore, supponendo che siano tutti a 8 ohm e li colleghi in parallelo, sebbene lo stesso audio, ovviamente, uscirà da ogni coppia.

C'è anche un'uscita subwoofer RCA, se non stai utilizzando Sonos Sub ($ 699) che si collega in modalità wireless, oltre a un ingresso analogico RCA. Due porte Ethernet e WiFi b / g (2,4 GHz) integrato offrono opzioni per portare l'Amp online, oltre al supporto per AirPlay di Apple 2. Infine, c'è una porta HDMI per usare Amp con una TV: con HDMI ARC o, se con un adattatore, attraverso l'uscita digitale ottica del televisore.

Per quanto riguarda il controllo di un amplificatore, è lo stesso di un Sonos Five o di qualsiasi altro altoparlante recente. Puoi configurarlo come una zona a sé stante o raggrupparlo con altri modelli nella stessa stanza o in più stanze.

Gli altoparlanti architettonici di Sonance sbloccano l'arma segreta di Sonos

Un Sonos Amp è abbastanza flessibile da supportare la maggior parte degli altoparlanti, ma se installi da zero Sonos ha alcuni consigli. Ha collaborato con lo specialista Sonance su tre varianti progettate per funzionare perfettamente con Amp e l'ecosistema Sonos: a soffitto, a parete e da esterno.

Per la mia stanza, ciò significava un set di altoparlanti a soffitto ($ 599 / coppia), con griglie rotonde. Hanno un'estetica distintamente Sonos: sono strettamente incassati per mantenere i bordi a basso profilo e la serie di minuscoli fori della griglia assomiglia molto a quelli sulla parte anteriore degli altoparlanti Sonos. Puoi anche dipingere le griglie, per abbinarle al soffitto – o alla parete, nel caso dei modelli da incasso – mentre il set da esterno è resistente alle intemperie.

Sono altoparlanti passivi, quindi hanno bisogno di un amplificatore e ciascuno ha un diametro di 9,27 pollici, con un tweeter da 1 pollice e un driver dei bassi da 6 pollici. Puoi pilotare fino a tre coppie da un singolo Sonos Amp, tutti riproducendo ovviamente la stessa musica.

C'è un'ottima ragione per scegliere gli altoparlanti realizzati da Sonance. Sonos Amp supporta Trueplay, il sistema di sintonizzazione automatica dell'azienda, che configura in modo intelligente le impostazioni EQ per adattarsi alla forma, alle dimensioni e alle proprietà acustiche della tua stanza. Fondamentalmente, cammini per la stanza, agitando lentamente il tuo dispositivo iOS mentre gli altoparlanti emettono un tono convulso per circa 60-90 secondi. Da questo, Amp può regolare secondo necessità per fornire il miglior bilanciamento audio possibile.

Il fatto è che Trueplay funziona solo con gli altoparlanti che Sonos conosce, quindi ciò significa che se non utilizzi un set Sonance a parete o a soffitto, non puoi utilizzare il sistema. Sarai comunque in grado di regolare manualmente gli alti e i bassi nell'app, ma è molto meno granulare di quello che sta facendo Trueplay.

Nel mio caso, la stanza multimediale in cui volevo utilizzare Sonos Architectural per aggiungere i canali posteriori sinistro e destro presenta un paio di sfide. Per cominciare i soffitti sono relativamente bassi, a 8 piedi. Il divano è posizionato contro una parete e la TV contro l'altra, di fronte. Tuttavia, mentre le finestre costituiscono il terzo muro, il quarto è in realtà aperto in un corridoio.

L'acustica è sbilanciata, soprattutto quando stavo cercando di riprodurre il suono del canale posteriore con un paio di altoparlanti Sonos One. Il canale posteriore sinistro, nell'angolo della parete posteriore e del muro della finestra, suonava sempre un po 'meglio del canale posteriore destro, che aveva il corridoio con cui fare i conti.

Trueplay e gli altoparlanti Sonance si sono rivelati l'arma segreta. Sono più potenti della coppia Sonos One che usavo prima, ma il sistema di auto-tuning di Sonos sembra anche aver bilanciato l'acustica complicata in un modo molto più efficace. Puoi disattivare Trueplay se lo desideri, sia solo per sentire la differenza di suono o perché non ti piacciono i risultati, anche se ti consiglio di lasciarlo acceso. Trovo che aiuti davvero a far emergere gli alti e i medi in particolare.

Non sai cosa c'è dentro il soffitto finché non tagli

Confesso, una parte di me si chiedeva se potevo installare il sistema da solo. Non sono del tutto inetto nel fai-da-te e gli altoparlanti Sonance sono dotati di un modello per aiutarti con il cerchio da 8,25 pollici che devi rimuovere dal muro a secco. In teoria, dovrei solo tagliare un paio di fori, inserire gli altoparlanti in posizione e quindi ricollegare il cablaggio all'amplificatore.

Come il team di Paulson's Audio & Video a Farmington Hills, MI, mi ha spiegato ironicamente, tuttavia, se c'è una cosa che puoi garantire quando esegui un'installazione home audio o smart home è che ciò che c'è dentro le pareti e il soffitto può essere una sorpresa frustrante. Abbastanza sicuro, la mia casa ha presentato una svolta inaspettata al piano originale.

L'obiettivo inizialmente era quello di allineare i diffusori con l'illuminazione ad incasso esistente nel soffitto, principalmente con l'estetica in mente. La prima squadra in loco, tuttavia, ha scoperto i travetti del soffitto che attraversavano quella sezione. È importante sottolineare che hanno scoperto che con un minuscolo foro pilota piuttosto che, come avrei fatto nel mio entusiasmo fai-da-te, semplicemente tagliando il foro dell'altoparlante e poi chiedendosi come avrei fatto a rattoppare l'apertura incriminata.

Una seconda potenziale posizione, più in profondità negli angoli del soffitto, è sfuggita ai travetti, ma ha rivelato un'altra sfida: un telaio in acciaio scatolato che sostiene la stanza a sbalzo soprastante. Ciò presentava un solido problema di metallo con il passaggio del cablaggio degli altoparlanti dalla cavità del soffitto all'armadio sull'altro lato, dove avrebbe vissuto l'amplificatore.

Non ero del tutto entusiasta dell'idea di praticare fori in qualcosa di così palesemente strutturale, e onestamente se questo fosse stato un progetto fai-da-te ci sono buone possibilità che avrei rinunciato a questo punto. Una visita di follow-up da Paulson's, tuttavia, è stata un promemoria del perché i professionisti possono essere così preziosi. Sono riusciti a far passare i cavi attraverso minuscoli spazi vuoti e in qualche modo a farli scendere, nell'armadio, senza dover fare nulla di drastico alla scatola di metallo.

Anche con quei grattacapi, l'installazione di Sonos Architectural era relativamente semplice, rispetto a ciò che sono in grado di fare gli installatori professionisti. Pensa sulla falsariga di stanze home theater complete, altoparlanti Sonos installati in ogni stanza della casa e spesso sistemi domestici intelligenti professionali come Control4, Crestron o altri installati per controllare tutto ciò, oltre a illuminazione, ombre, sicurezza e altro ancora.

Tuttavia, ha sottolineato Paulson, questo non vuol dire che anche i lavori più piccoli non siano nel loro radar. C'è stato un aumento delle persone che si sono impegnate nelle installazioni domestiche, in particolare durante la pandemia, poiché le persone reindirizzano il budget per le vacanze, ad esempio, alla costruzione di un home cinema migliore. Uno degli enormi vantaggi del fatto che i professionisti facciano coming out è che conoscono sia l'hardware che il software e sanno come installarli con successo. Se sei un principiante dell'AV e non hai idea di dove sia meglio spendere il tuo budget per l'audio surround, possono aiutarti.

Gli svantaggi di un'installazione professionale sono i costi e le interruzioni, anche se sono rimasto sorpreso di quanto sia stato conveniente convincere Paulson's a svolgere il duro lavoro. Ovviamente ogni lavoro avrà le sue sfumature, ma il limite per un'installazione come questa in un layout e una struttura tipici è di circa $ 200-300 per la manodopera, più il budget per materiali e attrezzature. Se hai un design architettonico più unico, potresti spingerlo fino a $ 350-450 in manodopera.

In realtà è una discreta quantità di meno di quanto mi aspettassi, soprattutto se si considera il grado di risoluzione dei problemi e di esperienza che un team pro-installazione offre. Se fossi andato a hackerare il soffitto da solo, ci sono tutte le possibilità che avrei potuto finire con il foro di dimensione o forma sbagliata, o di aver fatto un taglio nel punto sbagliato. Ripararlo con successo può essere un grande lavoro, soprattutto se hai un soffitto strutturato dove in genere è necessario rifare l'intera cosa.

Per quanto riguarda l'interruzione, la consulenza originale e poi entrambe le squadre degli installatori di Paulson hanno seguito tutte le distanze sociali, indossavano maschere mentre erano all'interno della casa e si coprivano le scarpe. Hanno messo giù le lenzuola per coprire qualsiasi mobile o pavimento che potrebbe diventare polveroso dal taglio del soffitto, e poi hanno avuto il loro aspirapolvere a portata di mano per riordinare in seguito. Se non fosse stato per gli altoparlanti nel soffitto, non avrei saputo che erano stati lì.

Suono quando vuoi, sottigliezza quando no

Quella che probabilmente è stata la caratteristica migliore dell'installazione di Sonos Architectural, tuttavia, è stata la perfetta integrazione di tutto. In precedenza, gli altoparlanti del canale posteriore erano un punto di contesa in casa nostra: li volevo lì per il suono surround, mentre il mio il partner voleva che se ne andassero per l'estetica. Certo, avrei potuto montarli a parete – Sonos offre un paio di supporti Sonos One da $ 99, ad esempio – ma questo avrebbe semplicemente cambiato la loro posizione nella stanza, non li avrebbe nascosti, oltre a lasciarmi con i cavi di alimentazione da gestire.

Gli altoparlanti Sonance, al contrario, sono invisibili a meno che tu non sappia di cercarli. I due cerchi bianchi si fondono ordinatamente con il soffitto, e questa è fondamentalmente l'estensione del sistema visibile. Se voglio modificare le impostazioni, posso farlo tramite l'app Sonos, mentre l'amplificatore si trova in un luogo facilmente accessibile accanto.

Per quanto riguarda il resto del sistema, con gli altoparlanti Amp e Sonance che si occupano dei compiti surround posteriori, un Sonos Arc ($ 799) si trova davanti. C'è un Sonos SUB nell'angolo per bassi extra, anche se onestamente penso che probabilmente potresti farne a meno in un pizzico. Arc e il duo Sonance offrono un sacco di low-end da soli.

Ovviamente, anche se l'installazione può essere inaspettatamente conveniente, questo non vuol dire che nel complesso si tratta di un sistema economico. Solo per l'hardware, stai cercando $ 2,746 per Arc, Amp, altoparlanti Sonance e Sub. Questo mette il sistema Sonos di fronte a una seria competizione home theater.

Come ho detto quando ho recensito Arc, uno dei suoi punti di forza è la capacità del suo suono bilanciato con la facilità di configurazione e utilizzo. È la prima soundbar di Sonos a supportare Dolby Atmos e, con la TV giusta e i contenuti giusti, sembra stupenda.

I film e i programmi TV che offrono Atmos sono ancora la minoranza, ma il fatto che l'esperienza complessiva sia molto migliore rispetto al normale suono surround significa che vale la pena cercare il logo in iTunes, Netflix, Prime Video o gli altri servizi che supportano esso. Tuttavia, anche il surround "normale" suona in modo fantastico, e gli altoparlanti Sonance e l'amplificatore sono più che all'altezza di bilanciare ciò che Arc è in grado di fare sin dall'inizio.

Vale anche la pena notare che Sonos Architectural è stato progettato per integrarsi perfettamente in un più ampio sistema di casa intelligente. "È incredibilmente sciocco pensare a un ambiente domestico che ha installato tecnologia e presumere che sia tutto suono", sottolinea Rappoport di Sonos. Ciò ha portato alla creazione di API a cui i grandi nomi dell'automazione pro-installazione, come Crestron, Control4 e altri, possono attingere.

"Abbiamo una serie di API che Crestron può utilizzare per sviluppare un'integrazione Sonos-Crestron", ha fornito un esempio Rappoport. "Quel set di API non ti consente di duplicare tutto dall'esperienza dell'app Sonos, ma ti fornisce i fondamenti. Uno dei nostri principi fondamentali è che non importa da dove inizi a controllare, lo stato del sistema è universale. Ci consideriamo una delle piattaforme che si integra con le piattaforme di Crestron. Il modo in cui lo rendiamo davvero potente per le persone è il modo in cui forniamo quella continuità di controllo ".

Verdetto architettonico di Sonos

Onestamente, pensavo che la mia conclusione qui sarebbe stata che ottenere professionisti per un lavoro come questo è un lusso gratificante, ma che avrebbe un prezzo fuori dalla portata delle persone "normali". Invece, non solo la comodità e le prestazioni dei diffusori Sonance e Sonos Amp sono stati un notevole miglioramento rispetto ai precedenti diffusori surround posteriori che stavo utilizzando con Arc, ma la convenienza della loro installazione lo rende un gioco da ragazzi.

Sono abbastanza fiducioso che Sonos Architectural possa essere installato da un fai-da-te ragionevole. Potresti anche essere fortunato, tagliare il buco della giusta dimensione nel soffitto o nel muro e non trovare spiacevoli sorprese che ti aspettano all'interno. Naturalmente, potresti scoprire altrettanto facilmente un fine settimana o più di lavoro, incluso il rattoppare l'intonaco o peggio. Essere in grado di affidare questa responsabilità a un team che sa assolutamente cosa stanno facendo … beh, non proverei a farmi un'otturazione invece di vedere un vero dentista, e penso che questo rientri nella stessa categoria.

Il risultato è un sistema che suona meglio e ha un aspetto più pulito e con la comodità per cui Sonos è noto. Potrei usare il sistema Sonos Architectural per l'home theater, ma è altrettanto adatto per un sistema multi-room più discreto, e il fatto che puoi eseguire diversi set di altoparlanti Sonance da un singolo amplificatore rende ancora più riempito uno spazio molto più grande realistico. Se hai sempre scontato le installazioni professionali perché hai ipotizzato prezzi altissimi, vale sicuramente la pena richiedere un preventivo perché potresti davvero essere sorpreso. La strada per un perfetto intrattenimento domestico non è mai stata così dolce.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui