Come proteggere la tua privacy sui social media

21

È difficile negare i vantaggi dei social media: possiamo rimanere in contatto con amici e familiari vicini e lontani, incontrare nuove persone e persino trovare comunità di estranei che condividono gli stessi interessi e hobby. Non c'è da stupirsi che il 69% degli americani utilizzi una qualche forma di social media, secondo il Pew Research Center. Ma ci sono anche degli svantaggi, soprattutto quando si tratta di proteggere la tua privacy online.

La privacy dei social media è una preoccupazione per chiunque abbia una presenza online. Lo scandalo Cambridge Analytica del 2018 che ha rivelato i dati di 87 milioni di utenti di Facebook è un duro promemoria di quanto le nostre informazioni collettive, dalle foto a dove viviamo e che sono nella nostra rete di amici, possano essere nelle mani sbagliate.

"La criminalità informatica è un problema in crescita e c'è un'alta probabilità che tu sia una vittima nella tua vita, se non l'hai già fatto", ha detto Mark Grabowski, professore associato specializzato in diritto di Internet ed etica digitale presso l'Università Adelphi di Garden City , New York.

“La tua guardia dovrebbe essere alzata quando si tratta di social media. La pirateria informatica e le truffe sono particolarmente diffuse in questa parte di Internet ". Ma questo non significa che devi diventare completamente oscuro sui social. Piuttosto, cerca di capire come ciascuna piattaforma utilizza i tuoi dati e prendi le misure necessarie per proteggere la tua privacy. Può fare molto per proteggere la tua identità digitale.

Privacy dei social media: cosa devi sapere

Quando ti registri per un nuovo account di social media, in genere crei un profilo online con il tuo nome completo, indirizzo e-mail e posizione. Nella maggior parte dei casi, ti potrebbe anche essere chiesto di connetterti con amici offline sulla piattaforma o potresti essere abbinato a persone con interessi e dati demografici simili.

Secondo Privacy Rights Clearinghouse, un'organizzazione no profit che sostiene la protezione della privacy dei consumatori, ogni social network consente agli utenti di pubblicare informazioni, inclusi nomi, post o persino l'intero account, che sono pubblicamente accessibili.

Tuttavia, potresti non avere il controllo completo sul tipo di dati condivisi, anche se il tuo account è impostato su privato. Ad esempio, le persone nel tuo elenco di amici approvato potrebbero essere in grado di condividere informazioni, come foto, senza la tua autorizzazione. Su Facebook, qualsiasi foto in cui tagghi un amico può essere vista anche dalla rete del tuo amico, che potrebbe essere estraneo per te.

Le tue informazioni personali, come il luogo in cui vivi, il tuo stato sentimentale e i tuoi tratti comportamentali e demografici, sono preziose per gli inserzionisti, che indirizzano i loro messaggi di marketing e annunci in base alle tue informazioni personali. Ciò che è molto più preoccupante, tuttavia, sono le applicazioni di terze parti, programmi che non fanno parte di una rete di social media ma possono accedere alla piattaforma. Pensa a quiz online (come il quiz sulla personalità "This Is Your Digital Life" che ha portato allo scandalo Cambridge Analytica), giochi e altri siti web che ti consentono di accedere utilizzando il tuo profilo sui social media. Dopo aver concesso a un'app di terze parti l'autorizzazione ad accedere al tuo account, questa ha accesso alla tua identità online senza essere necessariamente vincolata dall'informativa sulla privacy offerta dalla piattaforma di social media.

Anche se hai svolto i compiti e esaminato l'informativa sulla privacy di una piattaforma di social media, ricorda che può cambiare in qualsiasi momento. In altre parole, è responsabilità dell'utente rimanere aggiornato sulle politiche sulla privacy dei social media e sul loro funzionamento.

La sicurezza dei social media fa e non fa

Quando interagisci sui social media, quello che può sembrare un post innocuo, come la tua posizione attuale, le tue opinioni politiche o persino le tue abitudini di acquisto, può essere un'informazione preziosa per inserzionisti, spam bot e persino hacker.

"Uno dei più grandi errori che puoi fare è pubblicare post sulla tua vacanza mentre sei ancora lì", ha detto Grabowski. "Qualcuno che effettua una ricerca sui social media a cui capita di vedere il tuo post sulle vacanze potrebbe decidere che mentre sei lontano la tua casa è l'ideale per il saccheggio."

Per ridurre al minimo le possibilità che i tuoi dati vengano violati (controlla qui per vedere se i tuoi dati sono stati compromessi), segui questi suggerimenti per la sicurezza sui social media: |

  • Rivedi l'informativa sulla privacy.Prima di registrarti per un nuovo account di social media, leggi l'informativa sulla privacy dell'azienda per vedere cosa intende fare con le tue informazioni e i tuoi dati. Cerca come le informazioni vengono raccolte, archiviate e utilizzate e chi avrà accesso ad esse.
  • Usa una password complessa.I fornitori di software antivirus consigliano di creare una password univoca e complessa per ogni account. Ad esempio, utilizza una password alfanumerica lunga almeno 12 caratteri (o il massimo consentito). Inoltre, valuta la possibilità di cambiarlo ogni 90 giorni per ridurre la possibilità che qualcuno lo capisca.
  • Stai attento a ciò che condividi.Le informazioni sensibili, come la data di nascita, l'età, il numero di telefono e la posizione, possono essere utili ai miner di dati e ai ladri di identità. Potresti anche voler disattivare le impostazioni GPS quando condividi post per evitare di rivelare la tua posizione.
  • Accedi al tuo account manualmente.Ciò garantirà che i malintenzionati non possano accedere ai tuoi account di social media nel caso in cui il tuo dispositivo venga rubato o violato. Con lo stesso motivo, disconnettiti sempre per proteggere il tuo account.
  • Non accettare richieste di amicizia da estranei.Fai attenzione alle persone che non conosci. Anche se lo fai, fai clic sul loro profilo per assicurarti che non si tratti di un account falso che tenta di accedere alle tue informazioni sensibili. "I criminali informatici possono impersonare persone che conosci online", ha detto Grabowski. Ad esempio, Twitter è stato superato con account che impersonano persone che promettono migliaia di bitcoin in cambio di una piccola quantità di una criptovaluta ad account fraudolenti.
  • Diffida delle applicazioni di terze parti.Ricorda, le app di terze parti potrebbero avere impostazioni sulla privacy diverse. Prima di collegare il tuo profilo di social media, rivedi la sua politica sulla privacy e i termini di utilizzo.

Impostazioni della privacy sui tuoi account di social media

Se non l'hai già fatto, comprendi e utilizza le impostazioni sulla privacy sulle piattaforme di social media che utilizzi. Ogni piattaforma offre diverse opzioni di privacy, ma ecco i sei social network più popolari e come puoi accedere e modificare le impostazioni del tuo account.

Impostazioni sulla privacy di Facebook

Gli utenti di Facebook oggi: 2,38 miliardi in tutto il mondo

Problemi di privacy di Facebook: Nel luglio 2018, più di 800.000 utenti sono stati colpiti da un bug che ha sbloccato gli utenti. Due mesi dopo, a settembre, più di 50 milioni di account sono stati colpiti da una violazione della sicurezza che ha consentito agli aggressori di accedere ad alcuni profili Facebook.


Come rendere privata la tua pagina Facebook:
Facebook ha diverse opzioni su come mantenere privati ​​i tuoi post. Puoi condividere determinate foto, post e altre informazioni di identificazione con ciò che Facebook chiama "pubblico".

Queste opzioni includono:

  • Pubblico:Chiunque può vedere queste informazioni, inclusi gli utenti non Facebook.
  • Amici:Questo include i tuoi amici di Facebook.
  • Personalizzato:Puoi creare elenchi di amici, quindi condividere o bloccare informazioni da determinati amici o elenchi di amici.
  • Solo io:Solo tu puoi vederlo.

Modi per mantenere private le tue informazioni di Facebook:

  • Prima di pubblicare:Un pulsante con un menu a discesa ti consente di scegliere il tuo pubblico. Una volta modificata l'impostazione del pubblico, rimarrà la stessa nei post futuri, a meno che non la aggiorni. Puoi anche modificare i singoli post precedenti cambiando l'impostazione del pubblico nel post. Per regolare l'impostazione del pubblico su più post, vai su Impostazioni, quindi Impostazioni sulla privacy per trovare "Limita chi può vedere i post precedenti" e tocca questa opzione.
  • Impostazioni generali del profilo:Per modificare le impostazioni generali sulla privacy, fai clic sul piccolo triangolo nella parte superiore di Facebook e vai alla sezione Impostazioni. Quindi fare clic su "privacy" e selezionare ciò che si desidera condividere personalizzando le impostazioni del pubblico.
  • Controllare chi può pubblicare sulla tua cronologia:Se qualcuno ti tagga in un post e desideri esaminarlo prima che vada sulla tua sequenza temporale, puoi abilitare l'impostazione di revisione della sequenza temporale nella sezione "sequenza temporale e tag" all'interno della funzione Impostazioni.

Informativa sulla privacy di Twitter

Utenti di Twitter oggi: 330 milioni di utenti in tutto il mondo

Problemi di privacy di Twitter: Nel 2013, circa 250.000 account sono stati violati e gli hacker hanno avuto accesso a indirizzi e-mail, nomi utente e password.

Come rendere privato il tuo profilo Twitter: Le impostazioni predefinite di Twitter sono pubbliche: chiunque può vedere i tuoi tweet, immagini e informazioni. Puoi scegliere di proteggere i tuoi tweet, il che significa che solo i tuoi follower approvati manualmente possono vederli. I tuoi tweet protetti non sono ricercabili su Twitter e nessuno può condividerli o ritwittarli.

Per attivare questa impostazione, accedi al tuo account e vai alla sezione "Impostazioni e privacy", quindi "Privacy e sicurezza". Una volta lì, puoi selezionare la casella che dice "Proteggi i tuoi Tweet". Mentre sei lì, puoi esaminare quali altre informazioni vengono condivise, come la tua posizione e se qualcuno può taggarti nelle foto.

Informativa sulla privacy di Instagram

Utenti di Instagram oggi: 1 miliardo di utenti in tutto il mondo

Problemi di privacy di Instagram: Nel marzo 2019, Facebook, la società madre di Instagram, ha segnalato un problema di sicurezza su larga scala in cui decine di migliaia di password memorizzate su Instagram potrebbero essere state compromesse.

Come rendere privato il tuo profilo Instagram: Per impostazione predefinita, il tuo profilo e le tue foto sono impostati come pubblici su Instagram. Per impostare i tuoi post come privati ​​(in modo che solo i tuoi follower possano vederli), vai su Impostazioni, quindi "Privacy e sicurezza". Una volta lì, puoi toccare per attivare le impostazioni dell'account privato.

Nota: se condividi un post di Instagram su un altro social network, quel post sarà visibile pubblicamente a meno che non modifichi le impostazioni sulla privacy.

Informativa sulla privacy di LinkedIn

Utenti di LinkedIn oggi: 610 milioni di utenti in tutto il mondo

Problemi di privacy di LinkedIn: Nel 2012, LinkedIn ha dovuto affrontare una violazione dei dati in cui un hacker ha rubato 6 milioni di password e le ha pubblicate su un forum di hacker russo.

Come rendere privato il tuo profilo LinkedIn: Puoi scegliere quali informazioni condividere, inclusi aggiornamenti del profilo, trasmissioni e il tuo profilo stesso. Per modificare le tue impostazioni, vai alla sezione "Impostazioni e privacy" dal tuo profilo LinkedIn.

Le impostazioni che puoi modificare includono:

  • Come i motori di ricerca e gli utenti non LinkedIn vedono il tuo profilo.
  • Chi può vedere le informazioni, come foto, cognome, indirizzo e-mail, aggiornamenti di stato con tag e stato.
  • Indica se notificare alla rete i cambiamenti di stato.

Informativa sulla privacy di Snapchat

Utenti Snapchat oggi: 190 milioni di utenti in tutto il mondo

Problemi di privacy di Snapchat: Nel 2013, Snapchat ha dovuto affrontare una violazione della sicurezza in cui gli hacker sono stati in grado di accedere e prendere i nomi utente e i numeri di telefono di 4,6 milioni di utenti.

Come rendere privato il tuo profilo Snapchat: Per impostazione predefinita, solo gli utenti che hai aggiunto come amici su Snapchat possono visualizzare le tue storie o contattarti direttamente. Per migliorare la tua privacy, puoi modificare chi può inviarti notifiche e vedere i tuoi scatti, la posizione e il profilo in Aggiunta rapida (una funzionalità che suggerisce gli amici sulla piattaforma).

Informativa sulla privacy di Pinterest

Gli utenti Pinterest oggi: 250 milioni di utenti in tutto il mondo

Problemi di privacy di Pinterest: Nessuno di recente, anche se è noto che gli utenti ingannano altri utenti rubando pin e reindirizzandoli ad altri siti web.

Come rendere privato il tuo profilo Pinterest: Puoi modificare le impostazioni in modo che il tuo profilo non venga visualizzato nei motori di ricerca. Per i pin che non vuoi che le persone vedano, puoi creare una bacheca segreta in cui solo tu puoi vedere questi pin segreti. Inoltre, puoi disattivare le impostazioni di personalizzazione in modo che i tuoi dati non vengano raccolti per annunci mirati e altri consigli.