martedì, Febbraio 27, 2024
HomeEconomia e lavoroCome sfruttare il digital marketing per il tuo negozio online?

Come sfruttare il digital marketing per il tuo negozio online?

Hai creato il tuo nuovo e-commerce fiammante, tutto è pronto e operativo, mancano solo i clienti!
Come puoi farti trovare dai clienti? Con il digital marketing, impiegando strategie che ti permettano di creare un’immagine pubblica del tuo store e di incontrare i bisogni di utenti interessati ai tuoi prodotti.

Promuoviti sui social

Utilizza i tuoi canali social per raccontare i tuoi prodotti, come si utilizzano e quali vantaggi possono dare ai clienti. Non dare nulla per scontato.

Ad esempio, se hai un e-commerce di cosmetici solidi, puoi utilizzare i tuoi profili social per spiegare:

  • come applicarli
  • quanto prodotto utilizzare
  • a quale quantità di prodotto liquido tradizionale corrisponda un singolo panetto di prodotto solido 
  • in che modo sono migliori per l’ambiente rispetto ai prodotti da supermercato

Utilizza i canali social come un’estensione del tuo sito web, uno spazio in cui raccontare nel dettaglio aspetti più di nicchia e dove rispondere alle domande dei tuoi utenti.

Non sai da dove partire per la creazione dei contenuti? Inizia rispondendo pubblicamente alle domande che riceve il tuo servizio clienti

Usa il blog per migliorare il tuo punteggio SEO

Gli utenti utilizzano i motori di ricerca e selezionano il sito web da visitare quasi esclusivamente dalla prima pagina di risultati. 

C’è un detto tra gli addetti ai lavori che è “il luogo migliore in cui nascondere un cadavere è la seconda pagina di Google”; questo perché diversi studi del comportamento online hanno rivelato che se un utente non trova ciò che cerca nella prima pagina di risultati, è più probabile che cambi parola chiave piuttosto che andare a visitare le pagine successive.

Per questo motivo, è importantissimo che il tuo sito si posizioni nella prima pagina di Google per keyword correlate alla tua attività e ai prodotti che vendi e, per farlo, il blog è lo strumento migliore.

Creando un blog collegato al tuo e-commerce puoi migliorare il tuo posizionamento seo perché:

  • pubblicare costantemente nuovi contenuti mantiene il tuo sito aggiornato e rilevante
  • creare articoli legati ai prodotti che vendi aumentano la densità di keyword sul tuo e-commerce
  • creando contenuti informativi diventi un punto di riferimento nel settore

Coinvolgi influencer e opinion leader

Per promuovere il tuo nuovo e-commerce puoi inviare i tuoi prodotti ad influencer e punti di riferimento nel settore, chiedendo loro di provarli e di condividere la loro opinione con la propria community.

L’influencer marketing è uno strumento estremamente utile per coinvolgere e fidelizzare i clienti perché fa leva sulla fiducia che gli utenti ripongono nei propri influencer che, consigliando i prodotti e riportando la propria esperienza, invitano i clienti a provarli a loro volta.

Puoi lanciare campagne in collaborazione con influencer che si rivolgono a target diversi in base a:

  • articoli in promozione
  • nuovi lanci 
  • edizioni limitate
  • prodotti in esclusiva

Crea eventi virtuali

A proposito di edizioni limitate ed eventi in esclusiva, puoi organizzare eventi virtuali che catalizzino l’attenzione del pubblico e portino traffico al tuo e-commerce: 

  • organizza il drop live di una nuova collezione
  • lancia una collaborazione in edizione limitata con un personaggio famoso
  • organizza giveaway e concorsi a premi (fai molta attenzione alla legislazione italiana in materia che è molto severa e precisa)

L’importante, quando decidi di organizzare iniziative che porteranno tanto traffico al tuo sito, è che ti assicuri che i tuoi server reggano e non vadano in crash a causa delle troppe visite tutte insieme.

L’ultima cosa che desideri è perdere l’occasione di generare tante vendite perché la tua infrastruttura di rete non ha retto l’aumento improvviso di traffico.

E-commerce e fisco

A livello fiscale, non importa quale sia il fatturato del tuo e-commerce: per vendere hai bisogno di una Partita IVA.

Online girano diversi falsi miti relativi ad una soglia di incassi, di solito 5.000€, al di sotto della quale si può vendere senza essere titolari di Partita IVa ma solo svolgendo il lavoro con la cosiddetta “prestazione occasionale”

In realtà questi sono esattamente falsi miti: per lo stato italiano non esistono soglie di fatturato o di durata del lavoro, la regola dice che la partita IVA diventa obbligatoria quando le attività sono continuative e professionali.

Dato che l’e-commerce per propria natura è online h24, quindi continuativamente, si configura come commercio a tutti gli effetti e per essere gestito legalmente deve essere collegato ad un’attività con regolare Partita IVA ed iscritta alla camera di commercio.

RELATED ARTICLES

Most Popular