Il Sentiero degli Dei: un itinerario incantato per scoprire la Costiera Amalfitana

0
175
sentiero degli dei

Pochi luoghi al mondo sono affascinanti quanto la Costiera Amalfitana: il mare cristallino, le scogliere che si buttano nelle profondità marine e le spiagge di ciottoli nascoste tra la macchia mediterranea hanno fatto sì che i 50 km di costa che corrono tra Salerno e Sorrento figurino nientemeno che nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO.

Il Sentiero degli Dei, tuttavia, è talmente spettacolare da essere celebre fin dall’antichità, facendo la sua apparizione già nei racconti della tradizione classica come luogo dove trovano rifugio numi di ogni genere e rango.

Quando ci si avventura sul percorso di 7 km che unisce Agerola a Nocelle è facile capire perché: qui, lungo i costoni dei monti che si stagliano tra l’azzurro del cielo e il blu del mare, si possono vivere delle emozioni così speciali da risultare divine!

Se volete viaggiare da Amalfi a Positano seguendo una via alternativa che si lascia indietro tutta la mondanità della villeggiatura continuate a leggere: vi sveleremo tutti i segreti di questo meraviglioso percorso escursionistico!

Itinerario del Sentiero degli Dei

Si fa presto a dire Sentiero degli Dei: in realtà, infatti, è possibile scegliere fra più itinerari tra Positano ed Amalfi che potranno soddisfare le esigenze di chi vuole un’esperienza più avventurosa e chi, invece, preferisce invece le camminate più rilassate.

In particolare, se non volete fare troppa fatica, vi consigliamo di optare per il cosiddetto sentiero basso, più facilmente percorribile; se invece ricercate brevi tratti di arrampicata e passaggi mozzafiato procedete pure con il sentiero alto, dove ci sono anche punti a strapiombo sul mare.

Naturalmente potete anche passare per entrambi, magari facendo andata e ritorno Amalfi-Positano e viceversa!

In ogni caso, dovete sapere che sul Sentiero degli Dei gli scorci panoramici non mancano e, in certi casi, potrebbero creare qualche difficoltà a chi soffre di vertigini.

Inoltre, non ci sono controindicazioni nel caso di escursionisti più giovani, ma è comunque giusto ricordare che si tratta di un percorso di montagna e va affrontato con la dovuta attenzione e con una buon equipaggiamento.

Per iniziare il vostro cammino non vi resta che dirigervi ad Agerola, nelle vicinanze di Bomerano, per uscire poi a Nocelle, frazione che si trova nei dintorni di Montepertuso.

Lungo il vostro cammino troverete punti d’interesse come la Grotta Biscotto e il Colle Serra, oppure il complesso di San Domenico che approfondiremo nei paragrafi successivi.

Come e quando arrivare al sentiero degli Dei

Nonostante sia necessario partire da località piuttosto isolate, la buona notizia è che non troverete molte difficoltà ad arrivare sia in macchina che con i mezzi pubblici.

I collegamenti della SITA con Agerola sono molti e i viaggiatori che si cimentano con il sentiero degli Dei spesso prendono l’autobus; in alternativa, ci si può anche arrivare in macchina lasciandola poi in uno dei parcheggi liberi del paese (anche se dobbiamo ricordare che la disponibilità di posti non è molto abbondante).

I camminatori instancabili potranno anche optare per una lunga passeggiata, o meglio dire scalata, lungo le rampe che, come nel resto della Costiera Amalfitana, portano fin sulle alture dei Monti Lattari.

Anche una volta arrivati a Nocelle vi troverete davanti molteplici scalinate, ma non vi preoccupate: in questo caso si tratta di un percorso in discesa.

La durata media dell’escursione va dalle 3,5 alle 5 ore, con una media minima di 4 ore: per questo motivo è sconsigliato partire poco prima di mezzogiorno, dove il sole batte a strapiombo sul tutto il tragitto: meglio scegliere di partire al mattino presto, oppure aspettare almeno fino alle 14:30-15.00.

Tarda primavera e la prima estate sono i periodi più indicati per chi non ama il caldo eccessivo e l’affollamento dell’alta stagione, ma è possibile anche percorrere la strada in autunno.

In questo caso, però, occorre fare attenzione alle piogge e ai temporali che possono provocare smottamenti sulla costa.

Vademecum dell’escursionista sulla Costiera Amalfitana

Vi abbiamo già convinto a partire e affrontare il meraviglioso sentiero degli Dei?

Lasciate perdere per un momento valigie e scarponi per verificare se avete tutto l’occorrente per una traversata sicura e rilassante.

Ogni viaggiatore che desideri passare di qui non può non indossare delle calzature adatte, quindi no sandali, sneakers o peggio, infradito e via libera invece a stivaletti e scarponcini comodi e resistenti. Inoltre, non fatevi ingannare dalla dicitura “percorso di montagna”: qui il sole batte tanto quanto sulle spiagge della zona, perciò fate una bella scorta di crema solare, doposole e burrocacao con protezione.

Portate con voi anche un leggero kway: il tempo sulle alture non è sempre prevedibile ed è possibile incappare in rovesci improvvisi.

In alternativa, cercate di indossare almeno un cappello che possa riparare la testa dalle intemperie e, se non fa troppo caldo, i pantaloni leggeri lunghi fino alla caviglia vi proteggeranno le gambe da piante spinose ed erba alta.

Infine, ricordatevi l’acqua e gli snack per rifocillarvi lungo il tragitto in una delle tante piazzole dove fare scorpacciata anche di scenari da sogno, magari scattando qualche foto con lo smartphone o, ancora meglio, con una macchina fotografica.

Un’idea alternativa per chi ama la storia

Di solito chi vuole fare una gita lungo il Sentiero degli Dei sceglie l’itinerario classico da Agerola a Nocelle.

Tuttavia, noi vogliamo farvi conoscere anche di una deviazione dove è possibile dedicare qualche ora alla visita dell’antico complesso monastico di San Domenico, un piccolo gioiello risalente al XII secolo con testimonianze appartenenti anche al 1500.

Per raggiungere questo luogo dovete partire da Vettica Maggiore, una piccola località a metà tra Amalfi e Positano, dove troverete una scalinata piuttosto recente che in meno di un’ora vi porterà al convento.

Quando vorrete proseguire non vi resterà che dirigervi verso est per tornare sulla via principale che vi permetterà di completare normalmente il tragitto. Naturalmente lungo il cammino non mancheranno luoghi di grande bellezza come grotte e insenature nella roccia che fanno capolino fra boschi di lecci e macchia mediterranea.

Insomma, il sentiero degli Dei offre qualcosa per tutti: ora che vi abbiamo raccontato tutto quello che c’è da sapere su questo fantastico percorso non vi resta che partire!