mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeBenessereBeauty care: italiani leader per il tempo speso a prendersi cura del...

Beauty care: italiani leader per il tempo speso a prendersi cura del corpo

L’Italia è un Paese di record legati ai più disparati ambiti. Tra questi, rientra il tempo dedicato a prendersi cura di sé. A fornire la medaglia d’oro alla nostra penisola in questo ambito ci ha pensato una recente ricerca, condotta dagli esperti di GfK.

Nel contesto del beauty care, gli italiani si distinguono per il tempo dedicato alla cura del corpo, evidenziando una particolare attenzione verso vari trattamenti estetici, tra cui la depilazione. 

È interessante, inoltre, notare come oltre a dedicare tempo alla cura del benessere personale, vi sia anche una tendenza marcata a destinare cifre importanti per tali trattamenti (a tal proposito l’agenzia Laser Milano ci aiuta a capire quali sono i costi della depilazione definitiva) e questo sottolinea l’importanza che molti italiani attribuiscono alla loro routine di bellezza.

Tornando alla sopra citata ricerca, che ha visto impegnato il team di una società internazionale da sempre in prima linea nel fornire informazioni puntuali e data driven sul comportamento dei consumatori, ricordiamo che ha coinvolto un campione di 27000 utenti over 15, provenienti da oltre 20 Paesi del mondo, tra cui l’Italia.

Cura di sé, un’attività importantissima per gli italiani

Quasi il 70% degli italiani intervistati nel corso della sopra menzionata indagine considera la cura del proprio aspetto un modo per sentirsi bene con se stessi.

Il sondaggio ha messo in primo piano diversi dati interessanti. In media, gli abitanti del Bel Paese dedicano 5,5 ore a settimana ad attività finalizzate a migliorare il proprio aspetto. 

I numeri più alti – 6,2 ore a settimana – riguardano le donne. Per gli uomini, invece, si parla di “sole” 5 ore.

Cosa dire, invece, in merito alle motivazioni? In primo piano, si trova la già citata – e importantissima – intenzione di stare bene con se stessi. Al secondo posto, invece, il desiderio di costituire un esempio positivo per i figli. 

Come cambia il rapporto con la bellezza a seconda dell’età

Il sondaggio permette di comprendere davvero tantissimo sul rapporto che gli italiani hanno con la bellezza e con la cura di quest’ultima. 

Gli intervistati teen affermano che, al terzo posto tra i motivi per cui scelgono di curare il proprio aspetto, rientra l’intenzione di esprimere in maniera più incisiva la propria personalità, desiderio comprensibile dato che parliamo di giovanissimi, di un cluster di mercato sempre più improntato a mettere in secondo piano la perfezione fisica.

Tornando con l’attenzione ai motivi che spingono gli italiani a prendersi cura della propria bellezza, tra i 20 e i 40 anni si può notare una forte prevalenza di persone che scelgono di prendersi cura di sé per appagare il partner.

Coloro i quali curano la bellezza per essere un esempio per i figli hanno, quasi sempre, più di 40 anni.

A questo punto, è naturale chiedersi chi dedica più tempo alla cura del proprio aspetto.

Secondo il sondaggio più volte menzionato, in Italia il record spetta alla fascia di età tra i 50 e i 59 anni. Secondo posto, invece, per i giovani adulti dai 20 ai 30 anni.

I risultati nel resto del mondo

Abbiamo parlato dell’Italia, Paese dove la cura della bellezza – e la nostra immagine storica di esteti non mente – ha numeri senza eguali nel mondo.

Cosa si può dire, invece, in merito ai risultati degli altri Paesi? Che a livello globale l’intenzione di sentirsi bene con se stessi rimane al primo posto.

Al secondo, invece, troviamo il desiderio di stupire positivamente al primo incontro (dopotutto, si dice spesso che la prima impressione è quella che conta). Terza posizione, invece, per il proposito di dare un buon esempio ai figli.

Le differenze di genere sono potenti dal punto di vista delle motivazioni: sono infatti soprattutto le donne a prendersi cura del proprio aspetto con lo scopo di esaltare al massimo la propria personalità. 

Per gli uomini, invece, la carica motivazionale arriva dal desiderio di massimizzare il proprio potenziale seduttivo.

RELATED ARTICLES

Most Popular