martedì, Giugno 25, 2024
HomeAmore e PassioneIl pene congelato del principe Harry: un dottore pesa

Il pene congelato del principe Harry: un dottore pesa


Nelle sue memorie assurdamente candide, RicambioIl principe Harry racconta al pubblico molto, molto di più di quanto il pubblico voglia effettivamente sapere, dal momento in cui ha visto la scena di sesso di Meghan Markle su Abiti, al modo in cui ha perso la sua V-card a causa di una donna anziana che lo ha trattato come un “giovane stallone”. Forse la rivelazione più, ehm, sensibile? Che durante un viaggio al Polo Nord prima del matrimonio del principe William, non è riuscito a isolare adeguatamente i suoi gioielli della corona e si è ritrovato con un caso di congelamento sul suo “todger”.

Per un certo periodo, scrive Harry, l’appendice in questione è stata “oscillante tra estremamente sensibile e borderline traumatizzata”, e ha persino provato i rimedi casalinghi – leggi: crema Elizabeth Arden – prima di cercare assistenza medica. In una svolta angosciante, gli venne in mente sua madre, la principessa Diana, una fan di Elizabeth Arden, mentre applicava la crema idratante: “Ho trovato il tubetto e nel momento in cui l’ho aperto, l’odore mi ha trasportato nel tempo. Mi sentivo come se mia madre fosse proprio lì nella stanza, e ho preso un fumo e l’ho applicato laggiù.

Quando ho saputo di questa ammissione, sono rimasto scioccato, e non solo perché un uomo a pochi passi dal trono britannico aveva parlato apertamente della sua asta reale. Nei miei 28 anni sulla Terra, non mi era mai venuto in mente una volta un pene potrebbe congelarsi. Eppure, aveva molto senso! Se le dita delle mani e dei piedi sono sensibili, perché non un cazzo – il dito della parte inferiore del busto, come si potrebbe chiamare. Perché, mi chiedevo, le persone non parlavano continuamente di questo pericolo che minacciava il pene ?! Perché non indossavano coppe isolanti ogni volta che scendeva sotto i 50 gradi?! Dovrei andare avanti Vasca degli squali con uno scalda inguine elettrico, per colmare un evidente buco nel mercato?! (Harry ha cercato un “cuscino per il pene su misura” per prepararsi al suo viaggio verso nord, il che aumenta sia la possibilità che una sarta da qualche parte abbia le sue misure, sia suggerisce che non esiste un’opzione preconfezionata.)

Mi sono consolato quando ho parlato con l’esperto urologo Dr. Darren Bryk, un membro del Beli Medical Board che ha completato una residenza presso la Cleveland Clinic prima di entrare all’Università della Virginia come Andrology and Male Infertility Fellow. Il congelamento del pene è raro, ho imparato, e si possono adottare misure preventive, come ottimizzare la propria salute e smettere di fumare prima di una spedizione e indossare uno strato traspirante sotto un materiale isolante. Ho anche imparato che è comune per i giovani evitare di cercare cure per i loro pacchi, congelati e altro. Come dice il dottor Bryk, “Sei giovane, sei sano, non vuoi rovinare quell’immagine di te stesso [and learn] che potresti avere un problema.

Di seguito, il dottor Bryk asseconda me e le mie numerose domande su cosa succede ai peni quando diventano troppo freddi.

Allora, cos’è esattamente il congelamento?

È una lesione localizzata, indotta dal freddo, al tessuto colpito. Questo è probabilmente il modo più semplice per descriverlo: solo la costante esposizione al freddo estremo danneggia il tessuto e quindi quel danno può essere esacerbato una volta riscaldato, a causa dell’infiammazione. I vasi cercano di aprirsi per riscaldarsi, e c’è un riflesso in cui restringono e favoriscono il danno una volta che non sei più esposto alle rigide temperature fredde.

Di solito accade in luoghi che non sono coperti o sono “organi terminali”, come le dita delle mani e dei piedi o il naso, dove il flusso sanguigno può essere leggermente meno espansivo.

E il pene conta come uno di quegli organi terminali?

Sì, il pene è un organo terminale. È qualcosa di cui siamo sempre consapevoli quando operiamo sul pene perché se influenzi il flusso sanguigno, puoi effettivamente danneggiarlo. Quindi certamente lo fa. Penso che sia meno comunemente coinvolto perché spesso è molto ben coperto e protetto dal freddo. Inoltre, parlano di “restringimento”, e questo perché il pene e lo scroto si riducono per stare più vicini al corpo, per ottenere un po’ del calore di quel corpo.

Per un paziente che ha il congelamento, come ci si sente ad avere quel tessuto danneggiato?

Ovviamente varia in base alla gravità, ma penso che inizialmente ti senti freddo e intorpidito o doloroso, in un certo senso dipende da come sono colpiti i nervi. E possono esserci anche cambiamenti di colore nell’area interessata. Una volta che ti sei riscaldato o una volta che non sei più esposto, possono esserci anche dolori lancinanti persistenti o cambiamenti di colore lancinanti, e persino intorpidimento intermittente o formicolio o sensazioni strane che a volte possono durare un periodo prolungato.

Questa è probabilmente una domanda estremamente stupida, ma la farò comunque. Ha importanza se il pene è circonciso?

Non perché il prepuzio non è una protezione per il calore, è solo un sottile strato di pelle che spesso può essere facilmente abbassato. Quindi è essenzialmente solo pelle extra, ma non protegge necessariamente nessuna parte del pene, in quel modo.

Non è una domanda stupida. Avrebbe senso. È un po’ come un dolcevita per la punta del pene. Ma no.

Se un paziente entrasse da te con questa condizione, come consiglieresti di gestirla?

Immagino che dipenda da quando arriveranno. Da quello che ho capito con il principe Harry, sembrava che si fosse presentato un po’ in ritardo, quindi forse non è stato così grave come avrebbe potuto essere, per fortuna. Ma inizialmente, nell’immediato, se sono con qualcuno che sta gelando e l’immediato è scaldarlo — metterlo in acqua tiepida, non bollente, ma tiepida, che sarebbe all’incirca la temperatura del corpo umano, tipo Da 98 a 100 gradi. E questo aiuterà a prevenire ulteriori danni, aumenterà il flusso sanguigno nell’area, potrebbe far male un po’, ma è probabilmente il modo più salutare per aiutarlo a riprendersi.

Nei giorni che seguono, potrebbero esserci delle vesciche, e sicuramente vorrai tenerlo pulito e asciutto e monitorarlo per l’infezione, se ci sono segni di infezione. Potenzialmente antibiotici, o se è molto grave e penetra in profondità nel tessuto, allora potrebbe essere necessaria una sorta di escissione chirurgica del tessuto morto, per consentire al resto di guarire.

Nel corso del tempo, anche se ci sono vesciche o cambiamenti di colore della pelle o desquamazione della pelle, dovrebbe guarire in modo relativamente normale. Forse hai alcuni lievi effetti più duraturi, ma per la maggior parte puoi avere un recupero vicino al 100% o al 100%.

Come sarebbero gli effetti duraturi? Immagino che sia solo nei casi più gravi.

Sì, intendo sicuramente nei casi più gravi, puoi persino avere l’autoamputazione [the spontaneous falling of an appendage] o doverlo tagliare. L’ho letto con le dita delle mani e dei piedi. Non ho mai letto di questo con un pene. E ancora, è probabilmente perché è piuttosto raro avere un pene incredibilmente grave. Ma se parliamo di genitali, se influisce sulla sensazione o se provoca dolore, allora potrebbe avere un effetto sulla funzione erettile o anche solo sulla funzione sessuale, in generale. Se hai dolore, non vorrai avere attività sessuale. Se sta causando dolore, potrebbe influenzare il modo in cui si sente l’orgasmo o come si eiacula. Quindi ci possono essere più effetti al riguardo. Penso, e se fosse grave che vada più in profondità della pelle, possa influenzare i corpi erettili che possono consentire al pene di avere un’erezione, o l’uretra da cui fai pipì. Quindi, a seconda di quanto grave, posso prevedere che sarebbe una possibilità.

Nel suo libro di memorie, Harry dice che prima di cercare un vero trattamento medico, ha provato a usare la crema idratante del marchio Elizabeth Arden come rimedio casalingo. Era consigliabile?

Probabilmente no. Probabilmente non è un tipo di pelle secca. Quello che immagino è che abbia visto, forse ha visto una vescica che si era aperta e l’ha indossata per permettergli di ottenere solo i nutrienti che erano nella crema idratante. Quindi, se ha avuto un congelamento superficiale non grave, non credo che la crema gli farà necessariamente male, anche se forse è stato doloroso.

Penso che la parte migliore che gli permetteva di guarire fosse che non era più al freddo, e probabilmente lo sta anche pulendo, tenendolo asciutto e prendendosi cura di esso, come faresti con qualsiasi tipo di ferita sul tuo corpo. Quindi probabilmente era quello che era meglio. Quindi, se vedesse qualche miglioramento, direi che potrebbe essere un effetto placebo.

Questa intervista è stata modificata e condensata per chiarezza.

RELATED ARTICLES

Most Popular