Cosa sapere prima di andare a Dublino

0
107

Una guida locale della capitale irlandese, dalla Guinness alle feste post pub.

Dublino è una città piccola ma vivace, con oltre 1.000 anni di storia, inclusi alcuni grandi cambiamenti negli ultimi 30 anni. Un tempo bastione del cattolicesimo conservatore, ora ha un grande festival del Pride. Il matrimonio tra persone dello stesso sesso è legale. Decine di migliaia di persone da tutto il mondo sono immigrate. I bar brasiliani alla moda si trovano accanto ai tradizionali pub "Old Man". Gli anni del boom nei primi anni 2000, seguiti dalla crisi bancaria e dal crollo del 2009 hanno quasi messo in ginocchio la città, ma si è ripresa.

Sono cresciuto a Dublino. Ho visto i cambiamenti in prima persona: le zone portuali fatiscenti della città trasformate in palazzi di uffici, la partecipazione alla messa in calo, la pace in Irlanda del Nord. Erano tempi strani da vivere, ma ora la città è un luogo molto più felice e cosmopolita. E non c'è mai stato un momento migliore per visitare.

Rimani in un posto centrale. Dublino non è eccezionale per spostarsi. Il trasporto pubblico è costoso, poco frequente e inefficiente, il traffico è pessimo ei taxi sono costosi. Qualunque sia il denaro che risparmi restando fuori città, finirai per spendere in taxi per andare ovunque. Se hai un budget più ristretto, guarda appena a nord del fiume Liffey, vicino a O'Connell Street o Parnell Street, altrimenti rimani a sud del Liffey ma a nord del Canal Grande: Temple Bar può funzionare, ma è molto rumoroso, giorno e notte. E, naturalmente, se il budget non è un problema, resta vicino a St. Stephen's Green o Grafton Street. Dublino è piuttosto piccola, quindi se sei centrale, tutto sarà raggiungibile a piedi.

Grafton Street, una delle principali vie dello shopping di Dublino. Foto di: Giancarlo Liguori / Shutterstock

Dimentica le app. I taxi sono fortemente regolamentati a Dublino e solo le persone con una licenza di taxi possono offrire corse a pagamento. Ciò significa che Uber, Lyft e altre app di condivisione delle corse sono illegali qui. Detto questo, Dublino ha più taxi di New York City, quindi di solito puoi semplicemente segnalarne uno per strada. L'unico momento in cui non saranno disponibili è nelle piccolissime ore del mattino. Puoi anche chiedere al tuo hotel o ristorante di chiamarne uno. Anche l'app MyTaxi, come Uber per i taxi, può funzionare, ma non è molto ben progettata. Nei momenti di punta in cui i conducenti sanno che possono semplicemente prendere qualcuno per strada, il taxi lo spegne, in modo da non dare a una compagnia esterna un taglio del loro biglietto. Inoltre, controlla il programma di biciclette pubbliche a buon mercato. Un biglietto di 3 giorni costa 5 euro; ogni volta che prendi una bicicletta, la prima mezz'ora è gratuita, e dopo ogni mezz'ora è di 50 centesimi.

Biciclette a noleggio tramite Dublinbikes, una popolare compagnia di bike sharing. Foto di: Brendan Howard / Shutterstock

Preparati a spendere. Dublino è cara. Ad esempio, New York, Parigi e Londra costose. Molti locali con lavori professionali vivono a casa fino ai 30 anni perché non possono permettersi di affittare o non possono permettersi di affittare e risparmiare fino a comprare una casa. A meno che non vieni da una città incredibilmente costosa o non hai un tasso di cambio super favorevole con l'euro, è probabile che tutto sia più costoso a Dublino di quanto non lo sia a casa.

Salta il giorno di San Patrizio. È un momento terribile per visitare Dublino. La gente del posto si nasconde, i prezzi già alti salgono, la città è troppo affollata e il craic è decisamente poco potente. Se vuoi venire per un festival, il Bloomsday festival – che celebra la vita e le opere di James Joyce – e il Dublin Pride sono entrambi a giugno; Settembre ha il Dublin Theatre Festival e il Dublin Fringe Festival; e se sei pronto a uscire da Dublino, anche le Galway Races a luglio e il Cork Jazz Festival ad ottobre sono fantastiche. Dublino, tuttavia, è una città piuttosto vivace. Ci sarà sempre qualcosa su.

Non chiamatelo gaelico. La lingua madre in Irlanda si chiama Gaeilge (pronunciato "gale-ga") o, semplicemente, irlandese. Il dominio inglese tra il 1500 e il 1922 ha lentamente eroso la quantità di persone che lo parlavano come prima lingua, e ora ne sono rimaste solo poche manciate isolate. Ciò non significa che la sua presenza non sia più sentita. Tutti i bambini irlandesi devono studiarlo a scuola, quindi tutti sono almeno un po 'competenti. Ha anche avuto un'enorme influenza sul modo in cui si parla l'inglese in Irlanda e in tutto il mondo. Parole come smithereen, slogan, galore, hooligan, bog e banshee hanno tutte le loro radici nella lingua irlandese. Durante la tua visita ascolterai anche molte parole, slang e costrutti verbali unici in Irlanda.

Investi in una buona giacca, non in un ombrello. Dicono che l'Irlanda abbia un inverno umido, una primavera umida, un'estate umida e un autunno umido. Anche se c'è del vero, non piove tutto il tempo. (Piove da qualche parte a Dublino per almeno un po 'di tempo circa 150 giorni all'anno.) Più che un ombrello, ciò di cui hai bisogno per il clima irlandese è una buona giacca, anche in estate. Quando piove, il vento trasforma rapidamente gli ombrelli in aquiloni. Anche quando non piove, l'aria fresca e umida sembra molto più fredda di quanto suggerirebbe la temperatura. Trovo che una giornata di 50 gradi Fahrenheit in Irlanda equivalga a circa 40 in un luogo più secco.

Una giornata piovosa a Dublino. Foto di: Nando Machado / Shutterstock.com

Bevi Guinness ovunque lo trovi. Per ogni cinque pinte versate in Irlanda, una è Guinness. Le migliori pinte non si trovano nei grandi bar per turisti gestiti da adolescenti con un salario minimo, ma nei piccoli pub con un solo barista che è lì da anni, tiene pulite le sue linee di birra e sa esattamente come tirare correttamente: due parti, un minuto di riposo nel mezzo: la pinta perfetta. Il mio go-to è il Dawson Lounge, appena fuori Grafton Street. È di fronte ai vecchi uffici di mio nonno: era solito passare per una pinta all'ora di pranzo. Afferma anche di essere il bar più piccolo della città; cinque persone sono sufficienti per un'atmosfera. Altrove in città, Kehoe's in Anne Street, Grogan's in William Street e Mary's in Wicklow Street, sono tutti ottimi posti per una pinta, anche se piuttosto affollati nei fine settimana. Per questi e altri bar famosi, rendilo una pinta infrasettimanale se vuoi avere abbastanza spazio per immergerti nell'atmosfera.

Una pinta di Guinness appena versata in un pub di Dublino. Foto di: Designs by Jack / Shutterstock.com

Guarda oltre la Guinness … C'è, come ovunque, una scena in crescita della birra artigianale in Irlanda. La maggior parte dei pub ha almeno alcune birre locali interessanti disponibili. Due birrifici a cui prestare attenzione sono Wicklow Wolf e Franciscan Well.

… e Jameson. L'Irlanda ha alcuni ottimi gin (Drumshanbo Gunpowder Irish Gin, Dingle Gin), idromele (Bunratty Mead) e, naturalmente, whisky. Sono un grande fan di Greenspot, Redbreast e qualsiasi cosa, dalla Teeling Distillery, la prima nuova distilleria ad aprire a Dublino in 125 anni. Prova i migliori liquori d'Irlanda al Dingle Whisky Bar in Nassau Street o al Celtic Whisky Shop in Dame Street.

Bottiglie di whisky Teeling Single Grain presso la Teeling Distillery. Foto di: Remizov / Shutterstock

Trova qualche poitín. Poitín (pronunciato "potcheen"), la risposta irlandese al chiaro di luna, è tradizionalmente prodotto con patate dagli agricoltori rurali per il proprio consumo, anche se ora è più comune che sia prodotto con cereali come il grano. È essenzialmente whisky non invecchiato e così ruvido che, come hanno detto molti mammiferi irlandesi, ti farà venire i peli sul petto. Negli ultimi anni, la bevanda è diventata rispettabile e potresti spiare una bottiglia di Glendalough Poitín dietro qualsiasi bar di Dublino.

Non si tratta della cucina, ma degli ingredienti. La cucina "tradizionale" irlandese è ricca di patate, cavoli e stufati. Ma, anche se i piatti tradizionali irlandesi potrebbero non essere i più eccitanti, abbiamo imparato a produrre ingredienti locali di qualità – centinaia di formaggi, crostacei e salmone affumicato, manzo e agnello allevati in Irlanda – che vengono presentati nella moderna cucina irlandese (e interpretazioni moderne di piatti). Dublino ha ora anche una fiorente scena di ristoranti internazionali. La catena di sushi Yamamori è una delle preferite locali e molte serate dublinesi iniziano con alcuni involtini di tonno. E se la serata inizia a Yamamori, ci sono buone probabilità che finisca a Zaytoon: un negozio di kebab persiano aperto fino alle 4 del mattino.

Prendi il tuo coltello da bistecca. La carne irlandese è una delle migliori al mondo. Ad esempio, tutta la nostra carne bovina viene nutrita con erba almeno 245 giorni all'anno, gli ormoni sono vietati sia dalla legislazione irlandese che da quella dell'UE e gli antibiotici devono essere utilizzati in modo responsabile. I campi verdi ondulati nelle Midlands potrebbero essere noiosi da passare, ma sono ottimi per l'allevamento di bestiame grasso. A Dublino, i posti migliori per mangiare una bistecca sono Shanahan's on the Green e FX Buckleys. Consiglierei un controfiletto o un filetto medio-raro. I macellai qui non fanno tagli insoliti, ma sanno come inchiodare quelli tradizionali.

Una mucca irlandese al pascolo. Foto di: Fabiano’s_Photo / Shutterstock

L'ingresso di un Supermac's. Foto di: Jose Ignacio Retamal / Shutterstock

Scopri Supermac's. L'Irlanda ha una propria catena di fast food basata su Mac: Supermac's. Un'istituzione nella parte occidentale dell'Irlanda, ce ne sono alcune a Dublino, quindi qualsiasi paese che fa il pieno di soldi nel Big Smoke può avere un assaggio di casa. Quello in O'Connell Street è aperto fino alle 3 del mattino, quindi è il posto perfetto per una festa post-pub. Prova il tipico battiscopa Mighty Mac con un contorno di patatine fritte.

Le uniche persone che incontrerai a Temple Bar sono altri turisti. Immagine di: VanderWolf Images / Shutterstock

Evita Temple Bar. Negli anni '80, Temple Bar era un'area urbana abbandonata. Dopo che i piani per costruire una stazione degli autobus furono demoliti, fu trasformata nel quartiere culturale di Dublino. Gli affitti economici hanno permesso a piccole imprese e artisti di trasferirsi nella zona, seguiti dai bar. Sfortunatamente, poiché la zona è diventata popolare come destinazione turistica, ha perso il suo antico fascino. Fino a circa cinque anni fa c'erano ancora alcuni bar a prezzi ragionevoli, ma ora è più affollato (e più costoso) che mai: le uniche persone che incontrerai sono altri turisti. Se questa è la tua idea di una serata divertente, fallo. Ma se vuoi un'esperienza di vita notturna di Dublino (e pinte che non costano 8 euro), Temple Bar è un no-go.

Attenzione agli orari di apertura. L'Irlanda ha due principali opzioni per la vita notturna: pub e club, ed entrambi chiudono prima di quanto ci si potrebbe aspettare. I pub aprono a un certo punto dopo le 10:30 e chiudono tra le 23:30 e l'1: 30, a seconda del giorno della settimana, di quanto è affollato il bar e dell'umore del proprietario. La maggior parte dei club apre tra le 22:00. e mezzanotte, anche se è raro che siano occupati molto prima dell'1: 00, quando i pub iniziano a chiudere, e dovrebbero chiudere tra le 2.30 e le 3. Non pensare che sarai in grado di prendere qualcosa da bere in qualsiasi fai acquisti in qualsiasi momento. I negozi con una licenza possono vendere alcolici solo tra le 10:00 e le 22:00.

Trova la musica. Se stai cercando musica tradizionale, prova Doheny & Nesbitt su Baggot Street, The Hairy Lemon su Stephen Street e O'Donoghues su Merrion Row. Per un pub in cui ballare, almeno più tardi la sera, prova il Ruin Bar su Tara Street e il Camden Exchange su Camden Street. Per una discoteca, le due migliori opzioni sono Copper Face Jacks su Harcourt Street, se ti piace la musica scadente, e The Workman's Club su Wellington Quay per un'atmosfera più rilassata.

Visita luoghi come il Doheny & Nesbitt su Baggot Street per ascoltare musica tradizionale. Foto di: Millionstock / Shutterstock

Abbraccia il rotolo di filetto di pollo. Entra in quasi tutte le edicole (simili a un minimarket) a Dublino e, sul retro, vedrai un banco gastronomia che vende panini e pasticcini freschi. L'opzione di gran lunga più popolare è il rotolo di filetto di pollo stranamente irlandese: una baguette bianca ripiena di burro, maionese, lattuga, pomodori e un petto di pollo impanato. Nessuno è sicuro di come gli involtini di filetto di pollo siano diventati uno dei nostri piatti nazionali, ma l'hanno fatto e sono qui per restare. Per l'esperienza più locale, inciampa, sbornia, nel supermercato Spar o nel negozio Centra più vicino a dove alloggi.

Suggerimento, ma non troppo. Non c'è una grande cultura della mancia in Irlanda, ma sta iniziando a diventare più attesa, soprattutto dai visitatori. In generale, dai una mancia del 10% per un ottimo servizio in ristoranti e hotel e dai ai tassisti uno o due euro in più in aggiunta alla tariffa. I baristi e i baristi non si aspettano una mancia per ogni drink ma, se c'è un secchio delle mance, sarà apprezzato il lancio delle monete che hai lasciato alla fine della serata.

La National Gallery of Ireland di Dublino. Foto di: Albert H. Teich / Shutterstock

Non perdere i musei. Il Museo di Storia Nazionale, la Galleria Nazionale e il Museo di Storia Naturale (meglio conosciuto come lo "Zoo morto") sono tutti a due minuti a piedi l'uno dall'altro, liberi di visitare e abbastanza piccoli da poter essere fatti in un solo giorno di pioggia. Anche il Dublin Writers Museum e il Little Museum of Dublin meritano una visita. Sebbene le collezioni permanenti non siano enormi, non sono mai molto impegnate, quindi è una buona occasione per vedere una manciata di manufatti di livello mondiale che potresti non vedere altrove (i vichinghi hanno fatto irruzione e si sono stabiliti in Irlanda per anni e il monastico irlandese periodo ha prodotto alcune opere religiose esagerate) e dipinti master (un Picasso, due Rembrandt, un Monet e un Vermeer sono i miei punti salienti) senza aspettare in fila. Salta il Museo dei Leprechaun.

La sala lunga nella vecchia biblioteca del Trinity College di Dublino, sede del Libro di Kells. Foto di: STLJB / Shutterstock

Passa un po 'di tempo nelle attrazioni più famose … Alcune delle destinazioni turistiche più ovvie a Dublino meritano una visita nonostante la folla. La Guinness Storehouse è un po 'scarsa, ma il bar Gravity alla fine del tour ha una splendida vista sulla città e la galleria pubblicitaria della Guinness è il punto forte della Storehouse. Vale la pena dare un'occhiata, ma non prevedi di passare ore lì. Puoi risparmiare un po 'di soldi e saltare la fila acquistando i biglietti online in anticipo; quanto risparmi dipende da quanto è occupata la fascia oraria che desideri: meno occupata, maggiore è lo sconto. Il Book of Kells è impressionante, anche se l'antica biblioteca in cui è ospitato è ancora migliore. Anche il tour del Castello di Dublino è impressionante: il primo castello fu costruito sul sito nel 1230 e alcune delle mura originali rimangono ancora sepolte, come puoi vedere. Avrai anche una solida base nella storia recente dell'Irlanda, in gran parte giocata al Castello.

… e quelli insoliti. Se vuoi vedere qualcosa di un po 'diverso, prova i resti mummificati nella chiesa di St. Michan, le mostre ultramoderne e in costante cambiamento nella Science Gallery e la collezione di libri antichi nella Biblioteca Chester Beatty.

Esplora i parchi. Dublino è una città molto verde, con molti parchi pubblici erbosi all'interno dei confini della città. Proprio nel centro, Stephen's Green, Iveagh Gardens e Merrion Square sono tutti meravigliosi. Nei giorni di sole, camminerò intorno a uno di loro chattando con un amico. Il Phoenix Park si trova a circa un miglio a est dal centro e, con i suoi 1.750 acri, è uno dei parchi cittadini più grandi d'Europa, il doppio del Central Park di New York, con spazio sufficiente per circa 500 cervi selvatici.

Persone che si rilassano a St. Stephen's Green, un parco storico nel centro della città. Foto di: Rolf G Wackenberg / Shutterstock

Porta scarpe da trekking. Dublino è piccola e ci sono molti sentieri pubblici per escursionisti di tutte le abilità a un'ora dal centro della città. Per una vista della città, dirigiti all'Hellfire Club, un capanno da caccia in rovina sulle montagne di Dublino dove si dice che "gentiluomini di qualità" si impegnassero in pratiche e orge sataniche nel XVIII secolo. La passeggiata sulla scogliera intorno a Howth Hill offre viste sulla baia di Dublino. Un po 'più lontano, Glendalough è una splendida valle glaciale a circa 90 minuti da Dublino; lì troverai di tutto, dai brevi giri alle escursioni di un'intera giornata.

L'Hellfire Club nelle montagne di Dublino, un casino di caccia del XVII secolo costruito sopra un sito di sepoltura preistorico. Foto di: J.Hogan / Shutterstock

Salta i tour in autobus. Se hai intenzione di visitare attrazioni fuori Dublino, come le scogliere di Moher, la pietra di Blarney o la Rocca di Cashel, evita i tour in autobus che partono dalla città e noleggia invece un'auto. Normalmente risulterà più economico e ti darà molta più flessibilità. Il trasporto pubblico ti porterà solo tra le principali città, quindi se vuoi vedere l'Irlanda rurale, avrai comunque bisogno di un'auto.

Vattene da Dublino. L'Irlanda ha le dimensioni dell'Indiana; ci vogliono solo quattro ore per guidare da un'estremità all'altra. Se stai visitando Dublino, vale la pena pensare se vuoi visitare un altro posto come parte dello stesso viaggio. Galway, sulla costa occidentale, è una piccola città favolosa che puoi facilmente trascorrere un fine settimana esplorando: ha la vivacità di Dublino in un pacchetto più piccolo. Belfast è solo un'ora e mezza a nord. Puoi persino volare verso la maggior parte delle principali città europee per circa € 50 solo andata con Ryanair. Usa Dublino come gateway.

Una piazza trafficata a Galway, in Irlanda. Foto di: Anton Ivanov / Shutterstock