Come coltivare alberi di pino dell'isola di Norfolk

0
43

Araucaria heterophylla

Che ne dici di portare un albero sempreverde a casa tua per le vacanze, uno che non dovrai mettere sul marciapiede una volta finiti i festeggiamenti?

Il pino dell'isola di Norfolk è un albero di Natale vivente che puoi tenere come pianta d'appartamento e goderti in tutte le stagioni, anno dopo anno.

Mio marito ed io abbiamo uno di questi alberi nella nostra collezione di piante d'appartamento. Ma questo albero è riuscito a scampare per un pelo diventando foraggio per il cumulo di compost!

Ti parlerò della seconda possibilità del mio albero più avanti nell'articolo: tieni presente che queste conifere sono più resistenti di quanto potresti aspettarti.

Ti presenterò le migliori pratiche di cura per queste conifere tropicali in modo che tu possa mantenerle verdi, in salute e di dimensioni gestibili per più di una stagione festiva.

E seguendo questi suggerimenti, il tuo albero non dovrebbe mai avere un punto interrogativo accanto al suo nome nell'elenco "To Compost".

Ecco cosa tratterò:

Cos'è il pino dell'isola di Norfolk?

L'Araucaria heterophylla, o pino dell'isola di Norfolk, come è più comunemente noto, è una conifera apprezzata per il suo bel fogliame sempreverde e la forma simmetrica.

Questo albero è anche chiamato "pino domestico", "pino stellato", "albero triangolare", "pino australiano" o "pino polinesiano". In precedenza, lo era classificato tassonomicamente come A. excelsa.

L'altro nome comune con cui potresti essere più familiare, però, è "albero di Natale vivente". Viene spesso chiamato anche semplicemente "pino della Norfolk".

Questa conifera ha una forma simmetrica con strati ampiamente distanziati di rami a spirale tenuti orizzontalmente da un tronco diritto.

Il nome della specie "heterophylla" significa "foglie diverse" e fornisce un indizio su una delle stranezze di questo albero.

Le sue foglie più giovani sembrano aghi, mentre le sue foglie più mature sembrano più scaglie. Entrambi i tipi di foglie possono crescere contemporaneamente sull'albero.

Foglie mature su A. heterophylla.

Le foglie mature sono piccole, lunghe un quarto di pollice e simili a scaglie. Possono essere lanceolati o triangolari.

Le foglie giovani, d'altra parte, sono lunghe mezzo pollice e possono essere scambiate per aghi di abete o abete rosso.

Foglie giovani su A. heterophylla. Foto di Kristina Hicks-Hamblin.

A differenza di alcune conifere i cui aghi sono affilati e spinosi, il fogliame di questa pianta ha una consistenza meravigliosamente morbida e fine – tranne, cioè, lungo il tronco.

Gli aghi che emergono lungo il tronco bruno-grigiastro di questo albero non devono essere presi in giro, quindi fai attenzione alle tue dita quando sposti questa conifera!

Ogni anno un nuovo strato di rami emerge dalla cima dell'albero.

I rami si irradiano simmetricamente, dando a questa conifera sempreverde una forma piramidale.

Se il tuo non ha quella caratteristica forma piramidale, c'è una ragione per questo. Quelli venduti nei garden center contengono spesso più di un alberello per vaso, conferendo loro un aspetto più folto e meno simmetrico.

Quando questi alberi crescono all'aperto, all'età di circa dieci-quindici anni, iniziano a produrre grandi coni che contengono semi commestibili simili ai pinoli.

Tuttavia, nonostante il loro aspetto ei loro semi simili a pinon, questi alberi sempreverdi non sono in realtà pini.

Coltivazione e Storia

I pini dell'isola di Norfolk sono membri della famiglia delle Araucariaceae, un'antica famiglia di conifere che erano diffuse in tutto il mondo quando i dinosauri vagavano per la Terra.

Ma anche gli stessi eventi che hanno causato l'estinzione dei dinosauri ha causato la morte della maggior parte delle specie di questa famiglia.

Tuttavia, rimangono quarantuno specie conosciute in questa famiglia, la maggior parte delle quali nell'emisfero meridionale.

Sono considerati "relitti" o fossili viventi, poiché la maggior parte dei loro parenti sono estinti. Tra questi fossili viventi è l'argomento del nostro articolo.

Un altro di questi fossili viventi è un albero che potresti avere familiarità con l'albero del puzzle delle scimmie, A. araucana, che è anche una conifera sempreverde.

Araucaria araucana o albero di puzzle di scimmia.

Originario delle pendici inferiori delle Ande, l'albero del puzzle delle scimmie è più resistente al freddo rispetto all'argomento di questo articolo.

Sebbene strettamente imparentato con questa conifera sudamericana, A. heterophylla non cresce nativamente vicino all'albero del puzzle delle scimmie. Come la maggior parte dei suoi parenti viventi, A. heterophylla è originario del Pacifico meridionale.

Nel caso di questo albero, ha avuto origine su una piccola isola che gli dà il nome: Norfolk Island, un territorio dell'Australia che si trova tra Australia, Nuova Zelanda e Nuova Caledonia.

L'isola di Norfolk divenne nota agli europei dopo che il capitano Cook si recò in quest'area nel suo secondo viaggio nel Pacifico meridionale, nel 1774.

Pensava che i tronchi perfettamente dritti degli alberi sarebbero stati adatti per essere usati come alberi per le navi, ma non è stato così – nonostante le loro origini costiere, questi alberi non sono così resistenti ai venti forti come si potrebbe pensare.

In questi giorni, questa conifera sempreverde viene coltivata come albero ornamentale nelle regioni subtropicali, dove può potenzialmente raggiungere un'altezza di duecento piedi.

Negli Stati Uniti, può essere coltivato nel paesaggio in Zone di resistenza USDA 10-11, incluse le Hawaii e parti della California e della Florida. Il quello più alto negli Stati Uniti è stato stimato essere alto 115 piedi e circa 115 anni nel 2019.

Insieme al suo utilizzo come elemento paesaggistico, il legno di questi alberi è apprezzato per la tornitura del legno e viene utilizzato alle Hawaii e in altri luoghi dove cresce per la creazione di artigianato artigianale.

Foto di Kristine Lofgren.

Per quelli di noi che non vivono in climi così tropicali, il pino dell'isola di Norfolk viene coltivato al chiuso come pianta d'appartamento, dove di solito raggiunge il massimo da cinque a otto piedi di altezza.

Propagazione

Se vuoi provare la propagazione di questa pianta, hai alcune opzioni diverse: crescita di cloni da talee, strati d'aria o crescita di nuove piante dai semi.

Mi concentrerò sui due metodi più accessibili e per ora lascerò la stratificazione dell'aria fuori da questa discussione, ma forse verrà visualizzata in un prossimo articolo.

Cominciamo con la coltivazione di nuove piante dai semi.

Dal seme

Se hai mai acquistato una di queste conifere sempreverdi, molto probabilmente è stata coltivata da un seme, questo è il metodo principale utilizzato per propagare commercialmente queste piante. Questo li rende in qualche modo unici tra le piante d'appartamento.

Molte piante d'appartamento – come piante di preghiera, Violette africane, piante di serpentee orchidee – sono tipicamente propagate vegetativamente, attraverso divisione o talee, rendendo le nuove piante risultanti cloni della pianta madre.

Con gli alberi di Natale viventi, tuttavia, ogni pianta cresciuta da un seme è un vero individuo con il suo trucco genetico unico.

Ora che ho finito di diventare poetico sulle meraviglie scientifiche della propagazione per seme, andremo avanti con le istruzioni?

Per prima cosa, dovrai mettere le mani su alcuni semi di pino dell'isola di Norfolk.

Oppure, se hai intenzione di coltivarli e passarli in giro come regali, potresti voler ottenere un'intera pigna da uno di questi magnifici alberi. Una pigna contiene dozzine di capsule di semi, ognuna delle quali contiene un singolo seme.

Usa semi che sono stati raccolti di recente, poiché perdono rapidamente la loro vitalità – dopo soli tre mesi di conservazione, circa metà dei semi perderanno la capacità di germogliare.

Avrai anche bisogno di alcuni piccoli vasi da vivaio, un po 'di terriccio sterile o terreno di coltura fuori suolo e un mister per piante. Se stai riutilizzando vecchi vasi da vivaio, assicurati di sterilizzarli prima.

Riempi i vasi del vivaio con terra, lasciando un pollice di spazio sotto il bordo in alto.

Se stai lavorando con un cono, rimuovi le capsule di semi se sono ancora attaccate.

Posiziona una capsula di semi sulla superficie del terreno in ciascuno dei tuoi vasi da vivaio, ma non coprirla con la terra.

Questa tecnica di semina superficiale è raccomandato da R. T. Poole e colleghi presso l'Istituto di scienze alimentari e agricole dell'Università della Florida e il Centro di ricerca e istruzione della Florida centrale ad Apopka.

E potresti prendere un trucco dai coltivatori commerciali di queste piante: spesso piantano diversi alberelli in un vaso per dare alla pianta un aspetto più pieno e folto.

Dopo aver seminato in superficie le capsule di semi, spruzzare il terreno con un nebulizzatore per piante per mantenere il pollice superiore del terreno umido ma non inzuppato.

Se vivi in ​​un clima secco come me, potresti voler coprire la pentola con una tenda per l'umidità, un sacchetto di plastica trasparente tenuto in posizione con un elastico per mantenere alta l'umidità. Oppure potresti mettere le tue piantine in un terrario o serra.

Posiziona i vasi dove i semi saranno esposti a molta luce intensa – hanno bisogno di luce per germogliare – e rimani a una temperatura di 70-80 ° F. Potrebbe essere necessario un tappetino termico per mantenere questa temperatura.

Una volta che i semi sono germogliati, puoi rimuoverli dalle loro tende umide. Mantieni i tuoi giovani alberelli a una temperatura compresa tra 60 e 90 ° F mentre si stanno stabilizzando.

Quando i tuoi alberelli iniziano a crescere, inizia ad annaffiare normalmente, ogni volta che la parte superiore del terreno si asciuga. I tuoi alberelli dovrebbero essere pronti per essere invasati circa dieci settimane dopo la germinazione.

Ci vorranno almeno due anni di crescita prima che il tuo alberello diventi grande. Se necessario, dovresti essere pronto a rinvasare il tuo albero di Natale vivente.

L'ho descritto brevemente di seguito e trattiamo anche questo argomento in dettaglio in una guida pratica separata. (Prossimamente!)

Dalle talee

Un altro metodo per propagare questa specie è radicare una talea dalla pianta madre. Tuttavia, questo processo non è facile come la propagazione tramite seme.

Ecco il problema:

Se prendi il tuo taglio da un ramo, questo taglio non crescerà verso l'alto come un albero, ma crescerà come un ramo.

Quindi, se vuoi una nuova pianta che cresca in posizione verticale come un albero, dovrai prendere un taglio dalla punta in crescita. Il problema qui è che c'è solo una punta in crescita per pianta.

Se tagli la punta in crescita, potrebbe potenzialmente uccidere la pianta o, nel migliore dei casi, farle perdere la sua forma simmetrica.

Tuttavia, c'è un caso in particolare in cui potresti voler eseguire comunque questa operazione: se hai un albero di Natale vivo che è diventato troppo grande per la tua casa, ma che vuoi preservare per motivi sentimentali.

In sostanza, stai mantenendo in vita una parte della vecchia pianta, se non l'intera.

Alcuni giardinieri riferiscono che tagliare la pianta madre e lasciarla rigenerare ha funzionato per loro.

Ma prima di afferrare i tuoi potatori e iniziare a tagliare il tuo albero, lascia che ti avverta che le talee non sempre hanno successo. Il taglio deve essere mantenuto in un terreno caldo e con un alto livello di umidità.

Se decidi di provare, usa un tappetino termico come ho detto sopra.

D'altra parte, se sei un tipo sperimentale come me e vuoi provare a radicare un taglio da un ramo solo per divertimento, fallo. Questa potrebbe essere una buona pratica da provare prima se vuoi davvero provare a radicare un taglio dalla punta in crescita in un secondo momento.

In effetti, possiamo tutti fare un patto che nessuno proverà a prendere un taglio dalla punta in crescita prima di esercitarsi prima con un ramo? Buono ok. Ora, passiamo alla nostra sessione di prove.

Foto di Kristina Hicks-Hamblin.

Raccogli le tue provviste: avrai bisogno di un paio di potatori affilati e sterilizzati, un terreno di coltura sterilizzato, un piccolo vaso da vivaio per taglio e un flacone spray.

Riempi i tuoi vasi da vivaio con terreno di coltura, lasciando un pollice di spazio in alto sotto il bordo.

Con i tuoi potatori, prendi un taglio da quattro a cinque pollici da uno dei rami: questa è una buona opportunità per modellare il tuo albero se ha rami più lunghi degli altri.

Rimuovere gli aghi dal pollice o due inferiori del taglio.

Per aumentare le possibilità di successo del rooting, puoi applicare un ormone radicante all'estremità tagliata, come il gel di clonazione di Olivia, disponibile presso Arbico Organics.

Gel clonante di Olivia

Fai un buco nel terreno di coltura e inserisci il taglio, quindi usa il flacone spray per bagnare il terreno di coltura abbastanza da renderlo umido ma non inzuppato.

Copri il tuo taglio in vaso con un sacchetto di plastica trasparente e fissalo con un elastico per creare una tenda umida. In alternativa, posiziona le talee in un terrario o in una serra.

Controlla il tuo taglio ogni giorno e innaffia con il tuo mister quando la superficie del terreno si asciuga. Innaffiare con un mister è un buon modo per evitare che il terreno si impregni d'acqua.

Coltivare una di queste conifere sempreverdi da un taglio è un processo lento e dovrai esercitare un po 'di pazienza ricordandoti allo stesso tempo di controllarlo ogni giorno.

In quanto tale, questo potrebbe non essere il miglior esperimento da fare con bambini o giardinieri principianti che potrebbero utilizzare una spinta sotto forma di risultati rapidi.

Foto di Kristina Hicks-Hamblin.

Una volta che il taglio è radicato, sentirai resistenza se tenterai di estrarlo delicatamente dal terriccio.

Le talee radicate possono essere trapiantate in contenitori e curate come piante d'appartamento.

Come crescere

Queste piante sono piante d'appartamento abbastanza indulgenti per quanto riguarda la cura.

Tuttavia, per mantenere la tua pianta al meglio e per tenerla a casa il più a lungo possibile, è consigliabile imparare alcune delle migliori routine di cura per questa conifera tropicale.

Scegliere una pianta

Alcuni pini dell'isola di Norfolk vengono spruzzati con vernice verde o brillantini durante le vacanze, il periodo dell'anno in cui sono più ampiamente disponibili.

Se vuoi mantenere il tuo albero come pianta d'appartamento a lungo termine, assicurati di acquistarne uno che sia allo stato naturale, senza vernice o glitter, che può interferire con la capacità della pianta di fotosintetizzare.

Ecco alcune altre cose da cercare:

  • Ispeziona le piante per segni di parassiti o malattie prima dell'acquisto.
  • Scegli la dimensione più adatta al tuo spazio abitativo.
  • Seleziona le piante senza foglie che imbruniscono o ingialliscono o che sembrano secche o appassite.

Successivamente, si tratta di dare alla tua nuova acquisizione tutto ciò di cui ha bisogno per prosperare.

Luce

Quando porti a casa il tuo albero di Natale vivente, scegli un buon posto in cui vivere. Questi alberi tollerano il pieno sole fino all'ombra parziale, ma se coltivati ​​in casa, fanno meglio con molta luce brillante e indiretta.

Se puoi fornire al tuo albero alcune ore di luce solare diretta del mattino, seguite da una luce intensa e indiretta per il resto della giornata, sarà estremamente felice.

Ho il mio situato a diversi metri da una luminosa finestra esposta a sud e anche a pochi metri da una finestra a ovest. Sembra essere abbastanza tollerante verso questa posizione – ma durante l'estate, quando la luce di queste due finestre è più calda, uso tende trasparenti per coprirle entrambe, rendendo la luce più diffusa.

Se vuoi mantenere il tuo pino dell'isola della Norfolk in pieno sole, assicurati di spostarlo gradualmente verso una luce così intensa.

Ti chiedi se puoi ospitare la tua pianta in una situazione di scarsa illuminazione? Come accennato in precedenza, questa specie tollererà l'ombra parziale, ma con meno luce tendono a diventare leggy.

Più luce indiretta e brillante puoi dare alla tua pianta, più questo aiuterà a mantenere i suoi aghi di un bel colore verde brillante.

Troppo sole diretto, invece, può provocare lo sbiancamento fogliare – e gli aghi del tuo albero possono assumere una tonalità gialla.

E per evitare che la tua pianta diventi storta, dagli un quarto di giro ogni settimana, in modo che riceva il sole da tutte le angolazioni.

Se non hai molta luce intensa che entra nella tua casa, potresti aver bisogno di una luce crescente per aiutare il tuo pino domestico a ottenere una luminosità sufficiente.

Per saperne di più, leggi la nostra guida completa su le migliori luci di coltivazione per piante d'appartamento e piantine.

Temperatura

Uno degli errori che i genitori delle piante commettono con questa pianta d'appartamento è pensare che poiché sono conifere, devono essere resistenti al freddo come gli abeti e gli abeti rossi che crescono all'aperto.

Molti alberi di Natale viventi hanno incontrato la loro morte se lasciati su un ponte o un patio dopo che le temperature hanno iniziato a raffreddarsi.

Quindi ricorda, queste piante sono originarie dei climi tropicali e idealmente dovresti mantenerli sopra i 50 ° F. L'esposizione a temperature inferiori a 35 ° F può ucciderli.

Se mantenute in condizioni interne medie, queste piante andranno benissimo – preferiscono a intervallo da 60 a 72 ° F durante il giorno e una temperatura leggermente più fresca di notte.

Foto di Kristine Lofgren.

Assicurati solo di evitare di posizionare il tuo albero di Natale vivente in un luogo pieno di spifferi, come vicino a una porta esterna o una finestra piena di spifferi.

Se offri al tuo pino della Norfolk Island del tempo all'aperto in estate, tieni presente che questo potrebbe farlo crescere più velocemente. E ricordati di riportarlo in casa quando il mercurio cade negli anni '50.

acqua

Sebbene gli alberi di Natale viventi preferiscano il terreno umido, sono abbastanza resistenti alla siccità, come può attestare il mio pino della Norfolk.

Dopo uno stressante trasloco di un anno, la mia pianta è stata trascurata e non è stata annaffiata (mi vergogno a dirlo) almeno due mesi estivi, se non di più.

I suoi aghi hanno iniziato a diventare marroni, compresi quelli della punta in crescita, e io e mio marito abbiamo pensato che fosse spacciato.

Ma prima di relegarlo al mucchio di composto, abbiamo deciso di vedere se potevamo rianimarlo. E sorprendentemente, si è ripreso! Presto iniziò a produrre un nuovo fogliame verde brillante e sembrava abbastanza felice e imperterrito.

Foto di Kristina Hicks-Hamblin.

Ma solo perché queste piante hanno una certa tolleranza innata alla siccità non significa che dovresti abusarne: annaffiale quando il pollice superiore del terreno si sente asciutto.

Se sei un custode di piante troppo ansioso, che tende ad esagerare piuttosto che sott'acqua, vacci piano con il tuo albero di Natale vivente. Queste piante preferiscono il terreno umido, ma non il terreno inzuppato.

Mantenere il terreno umido ma non inzuppato dipende non solo dalla tecnica di irrigazione, ma anche dal terriccio utilizzato. (Ci arriveremo un po 'più tardi.)

Quando è il momento di innaffiare il tuo albero di Natale vivente, versa l'acqua in modo uniforme sul terreno finché non inizia a fuoriuscire dal fondo della pentola.

Foto di Kristine Lofgren.

Se il tuo albero ha un sottovaso, assicurati di rimuovere l'acqua che scorre al suo interno. Come la maggior parte delle altre piante d'appartamento, al pino della Norfolk non piace avere i piedi bagnati.

Le piante più giovani avranno bisogno di annaffiature più frequenti rispetto agli alberi più maturi.

La frequenza con cui dovrai innaffiare varierà a seconda dell'età del tuo albero e varierà anche da casa a famiglia, a seconda di quanto è calda la tua casa, a quanta luce è esposto l'albero e quanto è umida la tua aria è.

Quindi impara a conoscere la tua pianta: infila il dito nel terreno e quando il pollice superiore è asciutto, questo è un buon momento per annaffiare. Cerca di entrare in una routine in modo da evitare di abbandonare il tuo albero per trascurarlo e testarne inavvertitamente la resilienza, come ho fatto con il mio.

Se non sei sicuro di annaffiare abbastanza, fai attenzione alla doratura sulla punta dei rami: questo spesso significa che la pianta è sott'acqua.

Foto di Kristina Hicks-Hamblin.

E una volta che le giornate iniziano a rinfrescarsi e arriva l'inverno, il tuo pino della Norfolk dovrebbe richiedere acqua meno frequentemente.

Umidità

Come specie tropicale, A. heterophylla apprezza un po 'di umidità in più – di solito più di quella disponibile nelle nostre case quando sono riscaldate in inverno – preferibilmente del 50% o più.

Se devi affrontare l'aria secca, in inverno o tutto l'anno come me, ci sono molti modi diversi per aumentare l'umidità per mantenere la tua pianta felice e sana.

Foto di Kristine Lofgren.

Se hai altre piante d'appartamento, puoi raggrupparle con alcuni amici delle piante. Questa tecnica aiuterà ad aumentare l'umidità relativa intorno a tutte le piante.

Potresti anche considerare di installare un umidificatore nelle vicinanze (che aiuterà anche i tuoi passaggi nasali, tra l'altro, se la tua casa è molto secca).

Un'altra opzione è posizionare la tua pianta su un vassoio pieno di ciottoli. Riempi il vassoio con acqua, ma assicurati che l'acqua non sia più alta dei ciottoli per evitare che la pianta raccolga troppa acqua attraverso il terreno.

Puoi creare il tuo vassoio di ciottoli o acquistarne uno. Sono disponibili anche vassoi per l'umidità che funzionano con una griglia anziché con ciottoli, come questo di Humidi-Grow.

È 13,5 x 10,5 pollici e lo è disponibile tramite Amazon.

Vassoio per umidità Humidi-Grow 13,5 "x 10,5"

Potresti anche vaporizzare la tua pianta ogni giorno con un flacone spray per aumentare l'umidità. Assicurati solo di spruzzarlo al mattino, per ridurre le possibilità di crescita di funghi o batteri, che è più probabile che sia un problema quando il fogliame è fresco e umido di notte.

Se vivi già in un clima molto umido, probabilmente vorrai evitare di aggiungere ulteriore umidità al tuo spazio vitale.

Ma se non hai idea di quale sia il livello di umidità nella tua casa e vuoi monitorarlo per assicurarti di mantenere le tue piante d'appartamento comode, puoi usare un igrometro, uno strumento utilizzato per misurare l'umidità relativa.

Mini igrometro e termometro

Troverai un mini igrometro e un termometro combinati per l'acquisto da Goabroa tramite Amazon.

Fertilizzante

Mentre fertilizzare le piante d'appartamento è generalmente una buona idea, per fornire nutrienti che non sono in grado di raccogliere prontamente poiché il loro accesso al suolo è abbastanza limitato e spesso facilmente esauribile, nel caso dei pini dell'isola di Norfolk, potresti voler andare piano modifiche.

Ecco perché:

Se concimi frequentemente, il tuo albero crescerà più rapidamente. Una volta cresciuto abbastanza, alla fine diventerà una pianta d'appartamento, a meno che la tua casa non sia dotata di soffitti estremamente alti.

Fertilizzazione due volte l'anno può essere sufficiente per fornire alla tua pianta i nutrienti di cui ha bisogno.

Quando scegli di concimare, dovresti farlo solo quando la pianta sta crescendo attivamente, da marzo a settembre circa.

È possibile utilizzare un fertilizzante per piante d'appartamento per uso generale per questa pianta, che non è sensibile come alcune altre piante d'appartamento ai sali che possono accumularsi dalla concimazione.

Oppure puoi adottare un approccio più naturale e organico, come faccio io, usando il tè di compost di vermi per fertilizzare la tua pianta. Puoi crearne uno tuo compost di vermi tè dai tuoi rigetti di vermi.

Ma se non hai (ancora) iniziato a tenere i vermi, potresti provare questo modo ingegnoso per preparare il tè al composto di vermi. Le gocce di tè sono pacchetti di tè contenenti compost di vermi secchi pronti per l'uso.

Fertilizzante organico per piante d'appartamento TeaDrops

Mettili a bagno in acqua a temperatura ambiente, quindi usa il "tè" risultante sia per innaffiare che per fertilizzare le piante d'appartamento.

Troverai una confezione di 16 pacchetti di tè alla composta di vermi della Earthworm Technologies Store disponibile tramite Amazon.

Suggerimenti per la crescita

  • Fornisce una luce indiretta brillante.
  • Vaso in un terreno ben drenante.
  • Mantieni il terreno umido ma non inzuppato.

Potatura e manutenzione

Una delle cose belle di queste piante è che richiedono poca manutenzione. Tuttavia, sarà utile conoscere alcuni suggerimenti per la cura della tua pianta durante le vacanze, la potatura e il rinvaso.

Cura delle vacanze

La guida media per la cura delle piante d'appartamento probabilmente non include suggerimenti su come decorare al meglio la pianta.

Ma dal momento che i pini dell'isola di Norfolk possono essere usati come alberi di Natale sostitutivi, ho pensato che fosse meglio sottolineare un paio di articoli per la cura aggiuntivi legati alle vacanze.

I rami di questi alberi non sono robusti come quelli di un abete Frasier e non reggono bene a un carico pesante di decorazioni, quindi limita il taglio dell'albero a ornamenti natalizi leggeri.

Fiocchi, nastri e ornamenti in vetro leggero fanno buone scelte.

Foto di Kristine Lofgren.

E mentre il tuo albero di Natale vivente potrebbe sembrare affascinante accoccolato accanto al camino come parte dell'arredamento delle tue vacanze, questa pianta non apprezzerà le temperature estreme che possono verificarsi quando un fuoco scoppia.

Inoltre, quando si trovano sul muro esterno di una casa, i camini possono causare correnti d'aria fredda. Quindi assicurati di posizionare questa conifera tropicale lontano dai camini per evitare non solo il caldo, ma anche potenziali correnti d'aria fredda.

Potatura

I rami inferiori di queste piante d'appartamento diventeranno marroni e moriranno man mano che queste piante crescono. Questo è un processo normale: puoi rimuovere i rami morti inferiori con un paio di cesoie da giardino o potatori.

Inoltre, mentre ti impegni a ridurre il tuo programma di irrigazione, il tuo albero potrebbe mostrare il suo dispiacere per aver ricevuto acqua insufficiente facendo diventare marrone una o due punte di un ramo. Sentiti libero di tagliare anche questi.

Foto di Kristina Hicks-Hamblin.

Tuttavia, è meglio evitare di potare la crescita verde poiché questo può, come uno scrittore al Royal Horticultural Society dice, "rovina la forma dell'albero".

Rinvaso

Come con il fertilizzante, la tua scelta di rinvasare questa pianta – o meno – contribuirà alla velocità con cui cresce e alle dimensioni che alla fine raggiunge.

Se speri che un albero enorme abbia un impatto in un grande spazio, rinvasa il tuo pino dell'isola di Norfolk ogni anno o due, spostandolo fino al vaso di dimensioni successive.

D'altra parte, se vuoi mantenere il tuo albero di Natale vivente di dimensioni più ridotte, non rinvasarlo in un contenitore più grande.

Invece, puoi sostituire il terreno della pianta con una nuova miscela di terreno per rinfrescarlo se lo desideri, ma rimetterlo nella pentola delle stesse dimensioni.

Non importa quanto spesso rinvasi, assicurati che il vaso della pianta abbia fori di drenaggio. Altrimenti, le sue radici diventeranno impregnate d'acqua e la pianta può morire di marciume radicale.

C'è un altro caso in cui il rinvaso può essere benefico per la tua pianta: se il tuo albero di Natale vivente è stato inondato in passato, rinvasarlo in un nuovo lotto di terriccio e tagliare le radici marce sarà utile.

Questa pianta può crescere in un terreno con un pH leggermente acido, neutro o leggermente alcalino. Cresce nativamente in un terriccio sabbioso e calcareo e tollera i terreni salati a causa delle sue origini costiere.

Durante il rinvaso, usa un impasto ben drenante che contenga un po 'di sabbia: la sabbia aiuterà il drenaggio e fornirà stabilità, per evitare che il tronco si inclini.

Mi piace Soil Mender 109 Potting Mix per questo scopo. Contiene fibra di cocco per il drenaggio e la ritenzione idrica, sabbia per drenaggio e stabilità, e lo è senza torba.

Soil Mender 109 Miscela per vasi

È disponibile per l'acquisto in una gamma di confezioni presso Arbico Organics.

Dove comprare

Queste piante sono disponibili per l'acquisto in una gamma di dimensioni, da quelle da tavolo a quelle da pavimento.

Quando acquisti una di queste conifere festive, tieni presente che più tempo all'aperto e fertilizzante gli dai e più spesso le rinvasi, più velocemente cresceranno e scegli la tua taglia di conseguenza.

Piccolo

Ottimo per spazi più piccoli, i giovani alberi di Natale viventi possono sedersi su uno scaffale o un tavolo d'ingresso o illuminare la tua scrivania da casa.

Costa Farms ne offre uno alto solo dieci pollici e viene fornito in un coprivaso rosso con decorazioni rosse a fiocchi di neve. Puoi acquistalo tramite Home Depot.

Vivi 10 "di pino dell'isola di Norfolk in vaso rosso con decorazioni

E se uno non è sufficiente per la decorazione delle tue vacanze, puoi anche ottenere un pacchetto di otto di queste conifere tropicali in una dimensione di dodici pollici.

Ogni mini pino della Norfolk in questo set viene fornito con un coprivaso rosso o dorato e ornamenti abbinati e toppers per alberi.

Confezione da 8 pini vivi delle isole della Norfolk da 12 pollici con coprivaso rossi e dorati

Troverai questo pacchetto da otto di alberi di Natale viventi da dodici pollici, anch'essi di Costa Farms, a Walmart.

medio

Un pino di medie dimensioni dell'isola della Norfolk ti darà molte opzioni. Potresti usarlo come centrotavola su un tavolo da pranzo o come albero di Natale nella tua piccola casa.

Live 24-30 "Norfolk Island Pine in 9.25" Grower’s Pot

United Nursery ne offre uno che è alto tra due e due piedi e mezzo e viene fornito in un vaso da coltivatore da 9,25 pollici.

Lo troverai impianto di medie dimensioni a Walmart.

Grande

Se hai un angolo vuoto che potrebbe utilizzare una pianta pronta per le vacanze, un grande pino dell'isola della Norfolk può stare sul pavimento e creare un bel pezzo focale o fungere da sostituto per un albero di Natale.

Pino vivo dell'isola di Norfolk alto quattro piedi in vaso da 10 pollici

Puoi acquistare un pino dell'isola di Norfolk alto quattro piedi da Costa Farms via Amazon.

Viene fornito in un vaso decorativo rosso da dieci pollici, con fiocchi di neve bianchi pronti ad adornare i suoi arti.

Bonsai

Per qualcosa di diverso, perché non provare un bonsai di pino dell'isola di Norfolk? Questo gruppo di tre alberi in un piccolo vaso è alto da 11 a 13 pollici ed è stato potato a mano.

Bonsai Norfolk Island Pine

Puoi trovare alberi disponibile da Bonsai Boy.

Gestione di parassiti e malattie

Parte della routine di cura senza drammi di un albero di Natale vivente è che non è molto suscettibile a parassiti o malattie. Tuttavia, è bene essere alla ricerca di alcuni insetti e agenti patogeni, per ogni evenienza.

Insetti

Mentre gli insetti potrebbero non essere mai un problema per la tua pianta, ecco i più comuni di cui essere a conoscenza:

Cocciniglie

Le cocciniglie sono un frequente parassita delle piante d'appartamento e possono, a volte, attaccare il tuo pino dell'isola di Norfolk proprio come possono infestare il tuo piante grasse.

Facili da riconoscere, le cocciniglie appaiono con un aspetto bianco e cotonoso rivelatore sul tuo albero, in particolare sui suoi rami.

Quando questi parassiti sono presenti, si attaccano al tuo albero e ne succhiano i nutrienti, indebolendolo, causando un arresto della crescita dell'albero e alla fine uccidendone parti.

Puoi controllare una piccola infestazione da cocciniglie strofinandole via con un tovagliolo di carta inumidito con alcol denaturato.

Scala

Le squame sembrano macchie marroni in rilievo sulla tua pianta: non si rivelano molto facilmente come insetti.

Come le cocciniglie, le squame succhiano i nutrienti dalle piante d'appartamento, indebolendole e alla fine uccidendole.

Per trattare le incrostazioni su queste piante, puoi usare la stessa tecnica descritta per le cocciniglie: a seconda della gravità dell'infestazione, usa l'alcol denaturato o applica l'olio di neem.

Acari di ragno

Gli acari di ragno sono anche frequenti parassiti delle piante d'appartamento e possono attaccare anche i pini dell'isola di Norfolk. Gli acari tendono ad essere più un problema in inverno quando l'aria è secca, dandoti un altro buon motivo per monitorare l'umidità relativa intorno alle tue piante.

Potresti notare macchie gialle screziate sul fogliame del tuo albero. Con gravi infestazioni, inizierai a vedere ragnatele che circondano il fogliame.

Gli acari di ragno succhiano anche sostanze nutritive dalle piante d'appartamento, indebolendole e potenzialmente uccidendole.

Per trattare un problema di acari di ragno, prima puliscili con un tovagliolo di carta umido. Quindi trattare secondo necessità con alcol denaturato o olio di neem.

Malattia

Con una buona cura, è improbabile che tu possa incontrare malattie nel tuo albero di Natale vivente. Se noti uno scolorimento nel fogliame della tua pianta, ecco alcuni problemi da cercare:

Antracnosi

L'antracnosi è una malattia causata da un agente patogeno fungino, Colletotrichum derridis.

Quando il tuo albero di Natale vivente viene infettato dall'antracnosi, noterai aghi morti. A un'ispezione ravvicinata, vedrai aree nere sugli aghi, che è il fungo stesso.

I funghi prosperano in condizioni umide, quindi assicurati di annaffiare il tuo albero a livello del suolo, non in alto. E se appannate, fatelo al mattino in modo che l'acqua non si raccolga sul fogliame durante la notte quando le temperature sono più fresche.

L'olio di neem è un fungicida organico che può essere usato per trattare l'antracnosi.

Marciume radicale

Alcuni dei segni del marciume radicale includono rami che si arrestano, appassiscono e muoiono.

Se hai un pino dell'isola della Norfolk che cresce in un terreno che drena male, in una pentola senza fori di drenaggio, o se gli hai semplicemente dato un po 'troppo amore (cioè acqua), il marciume radicale potrebbe essere un problema.

When your plant’s roots sit in waterlogged soil for too long, they can’t get oxygen and will start to die – which results in them not being able to transport water to the foliage. Ironically, this can cause the plant to perish from dehydration.

In addition, bacteria and fungi can proliferate in this waterlogged environment, adding insult (and further infection) to injury.

To treat root rot, correct whatever is going on:

If the soil doesn’t drain well, replace the soil. If the pot has no drainage holes, switch out your pot.

If replacing its soil looks like the best option, don’t move your plant up to a bigger pot size. While repotting, you can trim off any rotting roots from your plant – just remember to use sterilized pruners for this operation.

Sooty Mold

Have you had a pest problem on your Norfolk Island pine recently? Aphids, scale, and mealybugs secrete honeydew, which can give a foothold to sooty mold, another fungal issue.

To treat sooty mold, often caused by several different species of fungi at once, you can apply neem oil, the same product you would apply to get rid of the little pests that caused it in the first place.

Best Uses

A young Norfolk Island pine that is one to two feet tall can be used to adorn a desk, tabletop, or mantel. A larger tree can be a good alternative to a cut Christmas tree – and you won’t have to put it on the curb when the holidays are over.

And like many other evergreen conifers, this tropical plant can be turned into a bonsai.

If you have cats or dogs, you can bring this tree into your house without worrying about it being a source of danger to your pets – according to the ASPCA’s Toxic and Non-Toxic Plants list, it is nontoxic.

Photo by Kristine Lofgren.

In the US, these can be grown outdoors in Hawaii, parts of California, and in southern Florida – but beware, these conifers do not withstand strong hurricane winds, cyclones, or other types of local weather patterns that may cause strong gusts.

Quick Reference Growing Guide

Plant Type: Evergreen coniferous tree Maintenance: Low Native To: Norfolk Island Soil Type: Sandy loam Hardiness (USDA Zone): 10-11 Soil pH: 6.1-7.3 Exposure Full sun to partial shade Soil Drainage: Well-draining Height: 5-8 feet (houseplants), 100-200 (outdoors) Companion Planting: Amaryllis, Christmas cactus, poinsettia Spread: 3-5 feet (houseplants), 20-25 feet (outdoors) Uses: Ornamental houseplant, holiday decor, ornamental landscaping tree in Zones 10-11 Growth Rate: 3-6 inches per year (houseplants) Order: Pinales Water Needs: Moderate Family: Araucariaceae Tolerance: Humidity, drought, salt Genus: Araucaria Pests & Diseases: Aphids, mealybugs, scale, spider mites; Anthracnose, leaf spot, root rot, sooty mold Species: heterophylla

Your Keeper Christmas Tree

You should now be well-prepared to keep your living Christmas tree happy and healthy year round.

Just remember to give it lots of bright but indirect light, make sure its soil is well-draining, and keep it moist but not soggy.

And don’t forget that you can help your plant decide just how fast it’s going to grow, depending on how frequently you fertilize it and how often you repot it.

While my own Norfolk Island pine looks a lot like a Charlie Brown Christmas tree, it’s a cherished member of my household’s plant collection, and I wouldn’t dream of getting rid of it just because it’s a little on the scraggly side.

E tu? Do you have a beloved Norfolk pine in your home? What’s the story behind your tree? Let us know in the comments section below, and feel free to share a picture!

If you love adding houseplants to your home at the holidays, here are a few more guides that might be helpful:

Photos by Kristina Hicks-Hamblin and Kristine Lofgren © Ask the Experts, LLC. ALL RIGHTS RESERVED. See our TOS for more details. Product photos via Arbico Organics, Costa Farms, Goabroa, Humidi-Gro, Jump Start, Monterey, Olivia’s Cloning Gel, Soil Mender, TeaDrops, and United Nursery. Uncredited photos: Shutterstock.

About Kristina Hicks-Hamblin

Kristina Hicks-Hamblin lives on a dryland permaculture homestead in the high desert of Utah. Originally from the temperate suburbs of North Carolina, she enjoys discovering ways to meet a climate challenge. She is a Certified Permaculture Designer and a Building Biology Environmental Consultant, and holds a Bachelor of Arts degree in liberal studies from the University of North Carolina at Greensboro. Kristina loves the challenges of dryland gardening and teaching others to use climate compatible gardening techniques, and she strives towards creating gardens where there are as many birds and bees as there are edibles. Kristina considers it a point of pride that she spends more money on seeds each year than she does on clothes.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui