venerdì, Settembre 24, 2021
Home Senza categoria Come evitare il fungo del nerofumo

Come evitare il fungo del nerofumo

Ustilaginomiceti

I funghi Smut, o Ustilaginomycetes, sono parassiti che infettano le piante con teliospore che entrano nel tessuto vegetale e hanno la capacità di svernare e tornare di anno in anno. Sono conosciuti come "veri" smuts.

Ci sono circa 1.400 specie che rovinano principalmente le colture di cereali, come l'orzo, il mais, il riso e il grano. Possono essere colpite anche altre colture, come cipolle e piante ornamentali come anemoni, garofani, dalie e gladioli.

Le piante che contraggono il fumo possono avere una crescita stentata, scolorimento, deturpazione, foglie maculate e frutti danneggiati.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Possono sviluppare antiestetiche sfere di spore chiamate galle o sori. All'interno ci sono masse di teliospore. Quando le galle invecchiano, rilasciano nuvole di spore che si diffondono attraverso uno spazio in crescita e atterrano su fogliame e terreno.

In questo articolo, discutiamo del fungo nero, dei suoi effetti su varie piante e dei modi per evitare l'infezione nel giardino di casa.

Ecco cosa c'è in serbo:

Impariamo a conoscere questa impegnativa malattia.

Specie specifiche dell'ospite

Non esiste un solo tipo di fungo nero. Piuttosto, ci sono molte specie specifiche dell'ospite.

Alcune varietà infliggono danni sistemici, vivendo nel tessuto vegetale ed evolvendosi man mano che una pianta cresce.

Altri sono localizzati, danneggiando solo le parti con cui entrano in contatto diretto.

Quando un'infezione è sistemica, intere piante sono colpite e i loro semi e detriti possono ulteriormente diffondere la malattia.

Il danno localizzato, invece, interessa specifiche porzioni di piante. Alcuni frutti potrebbero non essere interessati e semi e detriti potrebbero non portare la malattia.

I funghi causano striature scure e vesciche sulle piante che si sviluppano in galle che contengono masse di spore. Quando le spore sono disperse, possono essere trasportate da una brezza, da un insetto o dall'acqua alle piante ospiti specifiche della specie.

Le spore possono svernare nel terreno, nei detriti vegetali, nel portainnesto o nei semi, aspettando solo di germogliare.

Esempi di fuliggine e funghi specie-specifici che li causano includono, ma non sono limitati a:

Anemone

Il fumo di anemone, Urocystis anemones, appare come vesciche gialle/marroni sul fogliame e sugli steli che si scuriscono in marrone/nero e rilasciano masse di spore fuligginose.

Fuliggine di anemone, anemoni di Urocystis. Foto di Jerzy Opioła, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Questo tipo è sistemico e può svernare nel anemone rizoma, o radice carnosa, e provocano nuovamente l'infezione l'anno successivo.

Antera

Il fungo dell'antera era precedentemente classificato come Ustilago violacea, nella famiglia delle Ustilaginaceae, e considerato un "vero" fumo.

Ora è noto come Microbotryum violaceum ed è stato riassegnato alla famiglia delle Microbotryaceae, che contiene anche funghi.

C'è stata e continuerà ad esserci molta riclassificazione con il progresso scientifico in questo settore.

Questo tipo colpisce i membri della famiglia dei garofani. Ritarda la crescita, rende il fogliame dall'aspetto erboso e danneggia i boccioli e le fioriture. Dove dovrebbero esserci antere cariche di polline, ci sono invece spore fuligginose.

Questa è una malattia sistemica che invade il tessuto fogliare e vi germina. Colpisce principalmente la vegetazione giovane e non è ospitato nel suolo.

I fungicidi contenenti tebuconazolo si sono dimostrati efficaci contro questa malattia.

Orzo

Sfumino d'orzo sciolto, causato da Ustilago nuda, è una condizione sistemica che colpisce intere piante.

Sfumino d'orzo, Ustilago nuda. Foto di Rasbak, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Questa è una malattia sistemica che invade i fiori, contamina i semi e colonizza le teste di grano con galle piene di spore.

I semi sono spesso pretrattati con triadimefon fungicida per inibire l'infezione.

Mais

fumo di mais, alias comune oscenità, Ustilago maydis, colpisce mais dolce.

Sverna nel suolo e nei detriti fogliari e penetra sviluppando orecchie e talvolta nappe (seta di mais).

Si formano galle piene di spore di muffa, che conferiscono ai chicchi un aspetto gonfio, grigio/nero.

Questo tipo può attaccare più volte durante la stagione di crescita e può deformare o uccidere la vegetazione più giovane.

E sebbene sgradevoli, le orecchie colpite non solo sono ancora commestibili, ma sono considerate una delizia culinaria in luoghi come il Messico centrale, dove vengono assaporati questi "huitlacoche", ovvero funghi di mais o tartufi messicani.

Mais fuligginoso huitlacoche.

La fuliggine di mais è considerata un'infezione localizzata che non colpisce l'intera pianta.

Non esiste un controllo chimico per questa malattia. Rimuovere tutte le galle e smaltirle insieme a tutti i detriti vegetali nella spazzatura per evitare di diffonderle.

Anche un altro fungo noto come smut, Sphacelotheca reiliana, è presente nel terreno. A differenza della fuliggine di mais, è sistemica, si nasconde all'interno delle cellule di una pianta mentre matura e attacca con le galle nella fase di fioritura.

Questo tipo non è un "vero" smog della famiglia delle Ustilaginaceae, ma un membro della famiglia dei funghi Microbotryaceae.

Fig

Diverse specie sono conosciute comunemente come fumo di fico: Aspergillus carbonarius, A. japonicus e A. niger. Questi attaccano l'interno del frutto, riempiendolo di una massa di teliospore che si gonfiano in una nuvola nera e fuligginosa una volta essiccate.

Le spore vivono nel suolo e nei detriti vegetali. Possono essere trasportati dagli insetti, oppure possono penetrare i frutti in maturazione direttamente attraverso le fessure.

Le muffe di Aspergillus sono membri della famiglia delle Trichocomaceae e non sono vere fuliggine.

Non esiste un controllo chimico disponibile per questa malattia. Elimina tutti gli interessati fichi e vegetazione nella spazzatura per inibirne la diffusione.

Cipolla

Il fumo di cipolla, causato da Urocystis cepulae, U. magica e U. colchici, colpisce il primo cotiledone, o foglia di semi, delle cipolle, così come l'erba cipollina e lo scalogno.

Può vivere per 15 o più anni nel suolo. Le striature scure sono seguite da masse di spore e quindi dalla morte della maggior parte delle piantine.

L'infezione è sistemica e sopravvive piante di cipolla non è probabile che entrino nella fase riproduttiva e producano cipolle.

Alcuni agricoltori inzuppano i solchi dei semi di cipolla con un fungicida contenente mancozeb al momento della semina per inibire questa malattia, ma molti esperti di giardinaggio raccomandano invece di utilizzare semi che sono stati esaminati al microscopio e certificati privi di malattie.

La cosa più singolare di questa malattia è che una volta che le piantine hanno superato lo stadio di cotiledone o foglia di seme, possono essere trapiantate in un terreno infetto da fumo di cipolla senza paura di contrarla.

Colchicum smut, Urocystis colchici. Howard F. Schwartz, Colorado State University, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

U. colchici ha anche altri ospiti, tra cui il croco d'autunno, un fiore originario del Regno Unito. I segni rivelatori sono tracce di spore nere fuligginose lungo il fogliame.

Si verifica così raramente nel Regno Unito da essere classificata come specie protetta e in via di estinzione ed è vietata la raccolta di fiori infetti.

Riso

La fuliggine del chicco di riso, nota anche come ciambella di riso, è causata dalla Tilletia barclayana. Vive nel suolo e può galleggiare sull'acqua nelle risaie. Può anche essere trovato all'interno dei semi stessi.

Le galle mature rilasciano teliospore che si infiltrano nei fiori di riso e anneriscono i chicchi di riso. L'infezione può essere sistemica o localizzata.

La fuliggine del chicco di riso può rispondere al trattamento fungicida con un prodotto contenente propiconazolo.

Deve essere applicato quando il riso ha una "… pannocchia da due a quattro pollici intorno allo stadio di sviluppo intermedio", per Dr. Dustin Harrell, uno specialista del riso extension dalla Louisiana.

Una volta che lo stivale, o il rigonfiamento della foglia che contiene il chicco di riso, si divide, è troppo tardi.

Falso fumo di riso, Ustilaginoidea virens.

Inoltre, c'è anche un falso fumo di riso, l'Ustilaginoidea virens, che penetra nel riso e provoca lo sviluppo di galle giallo-arancio che diventano verdi nerastre e distruggono i chicchi.

Questa infezione è localizzata e viene generalmente trattata anche con propiconazolo.

erba erbosa

Esistono diverse specie che possono interessare i prati. Sono spesso indicati come macchie fogliari e cadono principalmente nei generi Urocystis e Ustilago.

I sintomi includono strisce gialle sulle lame che diventano grigiastre prima di rilasciare le spore.

Smut fungo su un filo d'erba. Foto di Katja Schulz, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Due tipi, striscia, Ustilago striiformis e bandiera, Urocystis agropyri, colpiscono le erbe perenni fresche come il blu del Kentucky, il redtop e il timothy.

Il termine “bandiera” si riferisce all'ultima foglia che si forma prima dell'insediarsi dei semi, ovvero allo stadio finale del passaggio dalla crescita vegetativa a quella riproduttiva.

I funghi specifici del tappeto erboso possono vivere nel terreno per anni prima di causare un'infezione sistemica.

Con buone pratiche di coltivazione, i trattamenti chimici di solito non sono necessari. Tuttavia, i fungicidi contenenti propiconazolo possono essere adatti all'uso.

Grano

Il fuliggine sciolto del grano, Ustilago tritici, è trasmesso dai semi. Ad occhio nudo, non c'è modo di sapere che il seme è interessato.

L'infezione si verifica quando le spore invadono un fiore che poi mette il seme. Una minaccia silenziosa fino a quando il seme non viene seminato, questo si traduce in una crescita stentata e chicchi compromessi da masse di spore marrone scuro.

Fuliggine sfusa di grano, Ustilago tritici.

L'infezione è sistemica.

Inoltre, c'è anche fumo di bandiera del grano, Urocystis tritici. Si differenzia dal fumo sciolto in quanto non è sistemico e colpisce solo i chicchi in via di sviluppo, al contrario dell'intera pianta.

E ci sono due specie di fumo puzzolente di grano, Tilletia tritici e T. laevis, che hanno origine nei semi infetti e causano una decolorazione verdastra e untuosa e masse di spore nere dove dovrebbero essere i chicchi sani. Prende il nome dall'odore di pesce delle teliospore disperse.

Questi tipi hanno origine nei semi e causano infezioni sistemiche.

Le infezioni fungine del grano sono spesso affrontate a livello del seme. I coltivatori commerciali comunemente trattano i semi con un prodotto chiamato Charter F2, un prodotto fungicida registrato dalla FDA che contiene triticonazolo e metalaxil.

Una parola sui funghi bianchi di Smut

Oltre ai funghi neri, ci sono specie bianche del genere Entyloma che possono influenzare le piante ornamentali da giardino.

L'infezione inizia nel tessuto fogliare, causando la formazione di macchie bianche, abbronzate o gialle sul fogliame che si scuriscono e si uniscono, facendo diventare il tessuto nero o necrotico e morire.

Le specie di entiloma sono trasmesse dal suolo e possono svernare e causare ripetute infezioni localizzate.

Dalia smut, Entyloma dalia. Foto di Julia Kruse, Wikimedia Commons, tramite CC BY-SA.

Esempi sono i funghi che colpiscono dalie, E. dalia, calendule, E. calendulae, e girasoli, E. helianthi.

Altre piante ornamentali che sono suscettibili includono alliums, coneflowers, nontiscordardime, e rudbeckia.

Tuttavia, invece di esistere specie causali identificabili per ciascuno, i funghi incriminati sono attualmente raggruppati nella classificazione generica E. polysporum.

Le specie bianche sono considerate gestibili e un fungicida adatto a tutti che sia efficace contro ruggini e muffe è generalmente il trattamento di scelta.

Condizioni favorevoli

Con una panoramica di numerose specie e delle minacce che rappresentano, andiamo avanti e cerchiamo di capire cosa le attiva in primo luogo.

Le condizioni che stimolano la germinazione fungina e la dispersione delle teliospore includono:

Tessuto danneggiato

La flora che è compromessa a causa di danni a radici, steli, fogliame e fiori è più suscettibile ai parassiti opportunisti che raggiungono i loro ospiti attraverso l'aria, gli insetti e l'acqua e cercano un punto di ingresso.

Ambienti ricchi di azoto

Una caratteristica dei funghi parassiti è che sembrano essere i più aggressivi nei luoghi dove il terreno è particolarmente ricco di azoto.

Ciò potrebbe essere dovuto all'uso di un fertilizzante che ha un rapporto N-P-K che è pesante sulla "N", invece di essere ben bilanciato.

Un eccesso di azoto può anche essere il risultato del deflusso di un tappeto erboso eccessivamente fertilizzato.

sovraffollamento

Quando le piante sono troppo vicine tra loro, l'umidità evapora più lentamente, facendo sì che il fogliame rimanga umido per periodi prolungati e l'umidità ambientale aumenti.

L'umidità e l'umidità sono condizioni che alcuni funghi favoriscono.

Scarsa igiene

La mancata disinfezione degli attrezzi da giardino dopo aver lavorato con la flora malata, così come le scarpe che indossavi in ​​quel momento, può contribuire alla diffusione di agenti patogeni.

Allo stesso modo, detriti come frutti e fogliame contaminati da spore che rimangono sul terreno possono ulteriormente supportare lo sviluppo fungino e lo svernamento.

Connessione temperatura-umidità

Condizioni estremamente secche possono rendere le piante vulnerabili al fumo di bandiera del grano, Urocystis agropyri e al fumo di strisce, Ustilago striiformis, specialmente quando le temperature sono fresche.

D'altra parte, il fumo di cipolla, Urocystis cepulae, preferisce condizioni umide e fresche.

E il tempo è molto piovoso con alta umidità e temperature tra 80 e 95 °F crea l'ambiente perfetto per il fumo di mais, Ustilago maydis.

Suggerimenti per evitarlo

Conoscere le condizioni che favoriscono la malattia fungina informa le nostre pratiche di giardinaggio, quindi possiamo fare del nostro meglio per evitare di contrarre del tutto.

Ecco alcuni passi proattivi da intraprendere:

Regola i tempi di semina

È possibile variare leggermente i tempi di semina per evitare condizioni favorevoli ai funghi, come si sforzano di fare i coltivatori commerciali.

Ad esempio, come accennato, il fumo di mais richiede temperature comprese tra 80 e 95 ° F per la formazione di galle. Quindi, a casa, puoi provare a seminare varietà di inizio stagione che sono ben avviate prima che l'estate si riscaldi.

Evita i fertilizzanti ad alto contenuto di azoto

Come accennato, le fuliggine prosperano bene con l'azoto pesante, quindi opta per fertilizzanti ben bilanciati o quelli con una percentuale inferiore di "N" nella miscela N-P-K.

Inoltre, non concimare il prato fino all'autunno, quando le temperature si sono raffreddate e i funghi sono dormienti.

Acquista piante e semi resistenti alle malattie

Rivolgiti sempre a fornitori affidabili.

Sementi di qualità pretrattate con fungicida, così come cultivar resistenti alle malattie allevate in serre con un numero minimo di agenti patogeni, fanno molto per sostenere la salute delle colture e delle piante ornamentali.

Semi di grano in un laboratorio.

Tuttavia, tieni presente che potrebbero esserci numerose "razze" di agenti patogeni all'interno di una determinata specie fungina, quindi il pretrattamento non è infallibile.

Inoltre, nel tempo, i funghi possono sviluppare resistenza a specifici fungicidi, rendendoli inefficaci.

Non sovraffollare

Il raccolto più grande o il giardino ornamentale più completo saranno sogni irrealizzabili a meno che non ricordi che oltre alla luce solare e all'acqua, le piante hanno bisogno di respiro per inibire la diffusione della malattia.

Un ampio flusso d'aria è essenziale, soprattutto per scoraggiare i funghi che prosperano nell'eccessiva umidità generata dal sovraffollamento.

Rimuovere erbacce e detriti De

Il diserbo vigile per mantenere il flusso d'aria e impedire agli insetti portatori di malattie di aggregarsi contribuisce in modo significativo alla salute del giardino.

E rimuovere le piante danneggiate e/o malate aiuta a prevenire la diffusione di agenti patogeni.

Smaltire tutti i detriti vegetali. Il materiale non infetto può finire nel cumulo di compost. Il materiale malato come steli, foglie e frutti deve andare nella spazzatura.

Ruota le aree di coltivazione

In caso di epidemia, non seminare la varietà vegetale interessata nello stesso luogo la prossima volta. Come abbiamo discusso, i patogeni possono svernare nel suolo e nei detriti fogliari, aspettando solo che lo stesso ospite riappaia.

Poiché i funghi sono specie-specifici, la rotazione delle colture aiuta a inibire le infezioni ricorrenti.

Sanificazione dell'attrezzatura

A partire dal cesoie per scarpe da giardinaggio, la disinfezione delle apparecchiature dopo l'uso riduce al minimo la trasmissione manuale di agenti patogeni in uno spazio in crescita.

Puoi disinfettare la tua attrezzatura utilizzando una soluzione di candeggina al 10% o alcol al 70%.

È un lavoro che vale la pena.

Acqua con cura

Innaffia sempre a livello del suolo, non oltre il fogliame, per evitare l'umidità perpetua.

Tenere conto un sistema di irrigazione a goccia per facilitare il processo. Questo è un modo particolarmente efficace per innaffiare il prato.

Irrigazione a goccia in un campo di cipolle.

Fare attenzione a non esagerare o sott'acqua.

Mantenere l'umidità del prato per impedire i funghi del tappeto erboso che prosperano nelle lame secche.

Laddove esistono spore microscopiche nel terreno, uno spruzzo può lavarle sul fogliame di una specie ospite.

Quindi, quando innaffi il prato, evita di bagnare le piante ornamentali che crescono nelle vicinanze. Le loro foglie inferiori sono particolarmente sensibili e, poiché sono ombreggiate da quelle sopra, è probabile che diventino terreni di riproduzione umidi.

E infine, fai attenzione a non imbatterti in colture e piante ornamentali con attrezzature come tubi da giardino, poiché ferirli crea aperture per la penetrazione delle spore.

La prevenzione è la cosa migliore

Per riassumere, il modo migliore per affrontare il fungo sporco è evitarlo al meglio delle proprie capacità con semi e piante resistenti alle malattie, una comprensione delle condizioni che favoriscono il suo sviluppo e pratiche appropriate per evitare di contrarre malattie specifiche dell'ospite.

Ci sono molti agenti patogeni che possono presentare sfide ai giardinieri. I sintomi sono spesso difficili da distinguere, soprattutto se è in corso più di una malattia.

Per gestire quello che ritieni essere un focolaio, consulta il tuo servizio di estensione agricola locale per conferma e ulteriori consigli.

E infine, se soffri di allergie alla muffa, consulta il tuo allergologo o il tuo medico di famiglia prima di occuparti dei funghi in giardino.

Hai combattuto contro i funghi nel tuo giardino? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

Se hai trovato questa guida informativa e vuoi saperne di più malattie fungine di piante, si consiglia di leggere quanto segue:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto non accreditate: Shutterstock.

A proposito di Nan Schiller

Nan Schiller è una scrittrice con profonde radici nel suolo della Pennsylvania sudorientale. Il suo background include design paesaggistico e floreale, una laurea in economia presso l'Università di Villanova e un certificato di merito in design floreale di Longwood Gardens. Sostenitrice del giardinaggio biologico con piante autoctone, ha sempre lo sporco sotto le unghie e le lentiggini sul naso. Con arguzia e, si spera, un po' di saggezza, condivide ciò che ha imparato ed è sempre pronta a scavare in un nuovo progetto!

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI