ISO 9001: la norma di riferimento internazionale per i sistemi di gestione della qualità

0
139
iso 9001

Sono ancora molti gli imprenditori che non conoscono né il significato né l’importanza della certificazione ISO 9001. Questo standard riconosciuto a livello internazionale (noto anche come SGQ) è la norma di riferimento per i sistemi di gestione della qualità.

La norma definisce linee guida fondamentali per i requisiti minimi da rispettare per dare modo all’organizzazione di garantire un ottimo livello di qualità dei prodotti o servizi erogati e proposti sul mercato.

Lo standard ISO 9001, utilizzato in tutto il mondo, è considerato il più importante anche per un altro motivo: si può applicare a qualsiasi tipo di azienda pubblica e privata, indipendentemente dal settore e dalla struttura.

L’insieme di processi, documentazioni, registrazioni e decisioni contenute in questa norma servono ad individuare le regole interne con cui l’organizzazione andrà, poi, a personalizzare le modalità operative per la realizzazione di prodotti o servizi secondo le sue specifiche esigenze. Il duplice obiettivo è garantire la massima qualità ai clienti rispettando determinati requisiti di prodotto e processo produttivo interno ed impegnarsi a migliorare costantemente.

Le 10 sezioni della norma ISO 9001

Lo standard ISO 9001 è costituito da 10 Sezioni come segue:

1) 2) 3) Sezioni introduttive;

4) Requisiti minimi che l’organizzazione deve rispettare e che interessano problematiche interne ed esterne nonché l’individuazione di qualsiasi processo;

5) Requisiti rivolti all’Alta Direzione, che prevedono la massima attenzione alle esigenze dei clienti e definiscono responsabilità e ruoli ben precisi;

6) Pianificazione degli obiettivi da perseguire e valutazione di potenziali effetti e rischi sull’azienda;

7) Supporto per l’intera gestione di ogni risorsa all’interno dell’organizzazione (risorse umane, immobiliari, infrastrutture, ecc.);

8)  Requisiti riferiti all’attività di programmazione, di ulteriore controllo dei requisiti di prodotto e processo, verifica dei fornitori,  progettazione, distribuzione;

9) Valutazione delle performance per verificare che tutto funzioni al meglio, misurazione dei processi, verifica degli audit interni, analisi del grado di soddisfazione dei clienti, ulteriore controllo del sistema di gestione della qualità da parte della Direzione;

10) Requisiti finalizzati ad apportare un costante e progressivo miglioramento nel tempo all’interno dell’azienda.

Come ottenere la certificazione ISO 9001

L’azienda intenzionata ad ottenere la certificazione ISO 9001 deve dotarsi di una serie di documenti che attestino il rispetto della normativa.

Un organismo accreditato si occuperà di verificare la documentazione e di eseguire un audit interno, il ricontrollo della direzione, eventuali attività di correzione.

Per una preparazione ottimale si raccomandano tre corsi: corso per Lead Auditor, corso per Auditor Interno e corso di consapevolezza ed implementazione della norma ISO 9001.

Certificazione ISO 9001: vantaggi

Innovazione, miglioramento costante, certezza di rispettare le normative vigenti, garanzia per clienti e stakeholder, riconoscimento internazionale, incremento dell’affidabilità, credibilità e reputazione dell’azienda. Sono questi i vantaggi per un’azienda certificata ISO 9001.

Vantaggi che danno la possibilità all’organizzazione di aprirsi a nuovi mercati aumentando il fatturato e il business.

Il salto di qualità dell’azienda è garantito da questa certificazione, è la chiave del suo successo. Attraverso una gestione più efficace ed efficiente delle risorse, si riducono gli sprechi dal punto di vista organizzativo, si abbattono le inefficienze e, allo stesso tempo, si riducono i costi.

Come Ottenere la certificazione di qualità Iso 9001

Un’azienda che voglia dare evidenza del suo impegno e della propria efficienza dei processi

deve seguire l’iter per ottenere la certificazione ISO 9001 (qui puoi approfondire l’argomento).

L’ottenimento della certificazione consiste nella prima fase di implementazione della norma. Della seconda fase di valutazione da parte di un ente terzo per il rilascio del certificato. E della terza fase di mantenimento del certificato.