domenica, Maggio 19, 2024
HomeBenessereSaluteCome scegliere una badante per la persona amata

Come scegliere una badante per la persona amata


Cerchi una badante per il tuo caro? Che tu stia cercando una badante per un amico o un familiare, la persona che scegli è importante. Non tutti gli operatori sanitari saranno una buona coppia ed è importante essere selettivi. A volte non avrai scelta e, in tal caso, avrai bisogno di aiuto ovunque tu possa.

Se stai cercando una buona badante che si prenda cura della persona amata, ecco alcuni suggerimenti per far andare bene il processo.

  1. Prendi in considerazione l’idea di essere una badante retribuita per la persona amata

Hai pensato di diventare una badante per la persona amata? Se stai cercando la persona giusta, quella persona potresti essere tu. Potresti già prenderti cura un po’ della persona amata e, in tal caso, devi sapere che puoi essere pagato per il tuo tempo.

Ad esempio, se vivi in ​​​​Nevada e la tua persona si qualifica, puoi diventare un assistente retribuito tramite FreedomCare. La maggior parte degli stati offre questo tipo di accordo per i destinatari Medicaid qualificati.

Se l’unica cosa che ti trattiene dal caregiving è la mancanza di stipendio, questa potrebbe essere un’ottima soluzione per te e per la persona amata. Si sentiranno meglio se si prenderanno cura di qualcuno che gli è familiare e sarai in grado di pagare le bollette quando verrai pagato per il tempo dedicato all’assistenza.

  1. Abbina la persona amata alla persona giusta

I doveri di caregiver non sono difficili da imparare, ma essere in grado di svolgere tali compiti non è l’unica qualità da cercare in un caregiver. Poiché a volte l’assistenza è piuttosto personale, è importante che la persona amata si senta emotivamente connessa alla persona che si prende cura di lei.

Cerca di trovare qualcuno con cui la persona amata possa relazionarsi a livello personale, che sia attraverso una cultura, una lingua, una preferenza per la cucina, la musica o hobby e interessi condivisi. Parte dell’essere un caregiver include trascorrere del tempo di qualità con qualcuno e quando la persona amata può relazionarsi con il proprio caregiver, sarà molto più felice nel complesso.

  1. Chiedi aiuto per trovare il caregiver giusto

È utile rivolgersi a un’agenzia per trovare il/i caregiver/i giusto/i per la persona amata. Esistono diversi livelli di assistenza e alcuni richiedono una licenza medica. Ad esempio, chiunque può aiutare la persona amata a prendere le pillole prescritte, ma solo un’infermiera registrata (RN) può impostare e somministrare farmaci attraverso una flebo o cambiare le medicazioni delle ferite. Sebbene esista un’eccezione per i membri della famiglia, tale eccezione non si estende agli assistenti non familiari che assumi.

Prima di intervistare gli operatori sanitari, fai un elenco di tutte le tue esigenze per assicurarti di intervistare le persone giuste. Se non sei sicuro di ciò di cui hai bisogno, lavorare con un’agenzia ti assicurerà di ottenere assistenti qualificati.

  1. Attenzione alla puntualità

Quando un potenziale caregiver si presenta tardi al colloquio, è un brutto segno. La maggior parte degli operatori sanitari è occupata, ma se hanno l’abitudine di presentarsi in ritardo, potresti non essere in grado di contare su di loro per dare il cambio a te (o agli altri) in tempo. Se qualcuno ha bisogno di partire per andare al lavoro, questo può diventare un grosso problema.

Tutti sono in ritardo di tanto in tanto perché le cose accadono al di fuori del loro controllo. Tuttavia, alcuni operatori sanitari sono abitualmente in ritardo e ciò non è accettabile. Prendi nota quando un assistente è in ritardo per il colloquio e, se assunto, prendi nota di quando arriva per i suoi turni. Se il ritardo è uno schema, trova un sostituto.

  1. Cerca caregiver autogestiti

I caregiver autodiretti sono persone che prendono l’iniziativa per fare ciò che deve essere fatto. Devono ancora essere orientati e formati per supportare la persona amata in base alle loro esigenze specifiche, ma non esiteranno una volta che sapranno cosa deve accadere.

Se noti che un caregiver ha bisogno di indicazioni pratiche per cose semplici come preparare il caffè o fare il bucato, probabilmente non è adatto. In questa situazione, potresti finire per doverle fare da babysitter o fare il lavoro che non è stato svolto durante il loro turno.

Sii disposto a fare cambiamenti

Se scopri che un caregiver non sta funzionando, sii disposto ad apportare alcune modifiche. Tuttavia, se il tuo familiare è qualcuno che si lamenta di tutti, devi prendere le cose con le pinze. Segui sempre il tuo istinto e se qualcuno non si sente bene, non assumerlo.

D’altra parte, se ti senti entusiasta di qualcuno, provalo. Puoi sempre cambiare badante se qualcuno non lavora.

RELATED ARTICLES

Most Popular