giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Lifestyle Animali Come trattare la vaginite nei cuccioli

Come trattare la vaginite nei cuccioli

La vaginite del cucciolo (chiamata anche vaginite giovanile) è un'infiammazione della vagina in un cucciolo che non ha raggiunto la pubertà. Al contrario, la vaginite ad esordio nell'adulto colpisce cani femmine sterilizzate mature. La causa di entrambe le forme di vaginite non è ben compresa, ma di solito è una condizione lieve che è facilmente curabile.

Cos'è la vaginite?

La vaginite è un'infiammazione della vagina. La vaginite giovanile si verifica solo nei cuccioli. Non sembra favorire nessuna razza e può presentarsi in qualsiasi tipo di cane. La condizione può causare infiammazione vulvare, irritazione e disagio. Il cane può leccare frequentemente l'area per cercare di alleviare il disagio.

Segni di vaginite nei cuccioli

La vaginite da cucciolo non complicata ha pochi segni. Viene spesso scoperto accidentalmente durante un controllo veterinario. I segni sono generalmente lievi, possono andare e venire e possono includere:

  • Secrezione vaginale che è mucosa, da bianca a gialla e solitamente non pesante
  • Leccare la vulva; alcuni cani possono anche spostarsi sul pavimento per cercare di alleviare l'irritazione
  • Lieve irritazione della pelle intorno alla vulva

Nei cuccioli, se ci sono segni aggiuntivi, come la minzione frequente, potrebbe trattarsi di un problema di salute diverso dalla vaginite del cucciolo. Per i cani adulti, la minzione frequente o l'incontinenza possono essere un ulteriore segno di vaginite, sebbene ciò possa anche essere dovuto a un altro problema.

Cause di vaginite

I veterinari non sono del tutto sicuri di ciò che causa la vaginite, sebbene ci siano alcuni fattori che possono avere un ruolo in essa. Ad esempio, il tuo cane potrebbe avere un'infezione del tratto urinario o uno squilibrio chimico nelle urine che porta a un'abbondanza di pH che porta a vaginite.

È anche possibile che la vagina del cucciolo abbia troppo lievito o che sia nata con un'anomalia nell'anatomia della sua vagina. La contaminazione della vulva e della vagina con materiale fecale è possibile perché alcuni cani hanno l'abitudine di leccare l'area. Oggetti estranei e lesioni vaginali possono anche causare vaginiti e questi casi possono diventare cronici. La vaginite può verificarsi anche nei cani con determinate condizioni mediche. Il diabete e le malattie del fegato sono due dei più comuni e possono esacerbare i segni di vaginite, specialmente nei cani anziani. Infine, i cani in grave sovrappeso possono manifestare vaginite perché i batteri e l'umidità possono rimanere intrappolati in pieghe extra della pelle e dei tessuti, causando irritazione.

Fattori di rischio per la vaginite dei cuccioli

Le giovani femmine che non hanno avuto il loro primo ciclo di calore sono a rischio di vaginite da cucciolo. I segni possono presentarsi nei cuccioli di età compresa tra 6 e 8 settimane. Le femmine che sono state sterilizzate possono sviluppare vaginiti ad esordio nell'adulto. Ancora una volta, non c'è predisposizione alla razza e può verificarsi a qualsiasi età.

Diagnosi di vaginite del cucciolo

I segni e l'età del cucciolo suggeriscono fortemente la diagnosi. Se sospetti una vaginite, è meglio che un veterinario esamini il tuo cucciolo. Probabilmente eseguiranno la vaginoscopia, una procedura in cui una telecamera flessibile viene inserita nella vulva e nella vagina. Questo offre un esame visivo delle pareti interne della vagina. Se è presente vaginite, rivelerà una superficie arrossata. Un campione di cellule della vagina esaminato al microscopio mostrerà anche i cambiamenti tipici della vaginite del cucciolo.

Il tuo veterinario potrebbe voler fare altri test per escludere altre condizioni che potrebbero richiedere un trattamento. Ad esempio, possono prelevare un campione di urina per verificare la presenza di un'infezione del tratto urinario. È possibile utilizzare un tampone della vagina per verificare la presenza di quantità o tipi insoliti di batteri che indicano un'infezione batterica che richiede una terapia antibiotica. Altri test possono anche essere raccomandati dal veterinario.

Trattamento

La buona notizia è che la vaginite del cucciolo di solito si risolve da sola dopo che il cane va in calore per la prima volta. Gli esperti sono divisi sulla questione se sterilizzare i cuccioli con vaginite da cucciolo prima del loro primo ciclo di calore o lasciarli passare attraverso un ciclo. Questa è una domanda che dovresti discutere con il tuo veterinario sul tuo cane.

Nei casi lievi senza fattori complicanti come un'infezione sottostante, il trattamento consiste nella pulizia quotidiana della vulva. Questo può essere fatto con una salvietta per neonati inodore o una soluzione per la pulizia delle orecchie senza alcool. L'obiettivo è mantenere pulita la zona e alleviare eventuali irritazioni dovute allo scarico.

Gli antibiotici sono necessari solo se i test per i batteri rivelano una popolazione di batteri superiore al normale o insolita. In genere, solo ai cani adulti vengono prescritti antibiotici se il veterinario è preoccupato che l'infezione non si risolva da sola. Se il tuo veterinario ha riscontrato un altro problema medico insieme alla vaginite, dovrà essere trattato immediatamente. In molti casi, il trattamento di queste altre condizioni causa la risoluzione della vaginite. Alcuni veterinari raccomandano i probiotici giornalieri per il tuo cane, ma questo è caso per caso. Durante la guarigione, alcuni cani possono leccare eccessivamente la loro area genitale. Questi cani devono indossare un collare elisabettiano per prevenire ulteriori infiammazioni e infezioni.

Come prevenire le complicanze della vaginite

Alcuni casi di vaginite del cucciolo possono diventare cronici. Ciò è spesso dovuto a un'anomalia con l'anatomia dei genitali del cane femmina. I veterinari in genere aspettano fino al primo calore del cucciolo per vedere se la vaginite cronica persiste. Se la vaginite persiste, può essere necessario un intervento chirurgico per casi gravi o complicati.

La pulizia quotidiana della vulva è in genere tutto ciò che è necessario fino a quando la condizione non si risolve da sola. È importante verificare con il veterinario se noti cambiamenti nella natura della dimissione, se compaiono altri segni o se la vaginite non si risolve nel tempo indicato dal veterinario. Nota che in alcuni casi, i cani maschi possono essere particolarmente attratti dalle femmine con vaginite. Tieni il cane lontano da attenzioni indesiderate o da contatti con cani maschi durante questo periodo, poiché potrebbe complicare ulteriormente la sua guarigione.

Se sospetti che il tuo animale domestico sia malato, chiama immediatamente il veterinario. Per domande relative alla salute, consulta sempre il tuo veterinario, poiché ha esaminato il tuo animale domestico, conosce la storia clinica dell'animale e può dare i migliori consigli per il tuo animale domestico.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI