Come misurare la portata in UFC (MMA) e boxe

0
271

Se hai mai guardato UFC (MMA) o boxe, probabilmente hai notato che una delle misure del combattente è la portata. È una metrica strana per chiunque non guardi gli sport da combattimento e probabilmente ti sei chiesto almeno una volta come l'hanno misurata.

Come misurano la portata nella boxe o nelle MMA?

In generale, quando parliamo di raggiungere del combattente di cui stiamo parlando apertura delle braccia. Ciò significa fondamentalmente che la portata è la distanza dalla punta del dito medio sul tuo braccio alla punta del dito medio sull'altro braccio quando le tue braccia sono allungate sul lato parallelo al suolo.

La portata o l'apertura alare è fortemente influenzata dall'altezza del combattente e dalla larghezza delle spalle. Alcuni combattenti hanno una portata più lunga della loro altezza effettiva mentre alcuni potrebbero avere una portata più breve.

Un esempio perfetto è Jon Jones, uno dei combattenti con la portata più lunga nell'UFC.

Il suo braccio è di 84 pollici mentre è seduto a 6 piedi e 4 pollici di altezza, il che è piuttosto impressionante.

Un'altra metrica che viene spesso utilizzata nella boxe è lunghezza del braccio. Si misura dall'ascella all'estremità del pugno. È una metrica più coerente e più difficile da manipolare mentre puoi manipolare la portata alzando le spalle, ad esempio.

Vedi anche: Il miglior sacco da boxe per l'allenamento

Perché la portata è importante?

Ovviamente, il combattente con una portata più lunga ha un vantaggio. Di solito, il combattente con la portata più lunga cercherà di mantenere la distanza mentre il combattente più corto cercherà di ridurre la distanza e sferrare pugni dall'interno.

Un perfetto esempio di questo è Mike Tyson che di solito è il combattente più basso che cerca di entrare e sferrare un pugno devastante.

Un esempio dell'altro lato della medaglia sarebbe Muhammad Ali che usa colpi e movimenti di gambe mantenendo le distanze.

Entrambi gli stili hanno i loro pro e contro. Tuttavia, la cosa più importante sono le abilità del pugile: essere in grado di mantenere o chiudere la distanza, schivare i pugni o lanciare un attacco.

Conclusione

La portata può avere un enorme impatto sul modo in cui un pugile o un combattente MMA combatte.

Avere il vantaggio di portata sul tuo avversario è positivo. Tuttavia, non è certamente la metrica più importante nel profilo di un combattente.

Essere in grado di utilizzare quella portata è un'abilità difficile da ottenere soprattutto contro i combattenti che sono bravi a chiudere le distanze.

Quindi ciò che rimane più importante è lavorare sulle tue capacità e allenarti duramente!