domenica, Ottobre 24, 2021
Home Lifestyle Viaggi 19 cose da sapere prima di andare a Malta

19 cose da sapere prima di andare a Malta

Campane, urla e feste: informazioni per l'ombelico del Mediterraneo.

È affollato. Malta è uno dei paesi più densamente popolati del mondo, con 423.000 anime raggruppate in un'area un decimo delle dimensioni del Rhode Island e un quinto della Grande Londra. La maggior parte vive nell'isola congestionata di Malta, con un po 'di più sparsi nella più tranquilla Gozo, e il resto – tutti e tre – a Comino. Ma c'è ancora spazio per i visitatori: il turismo è decollato all'inizio degli anni '60 e ora rappresenta il 12% del PIL di Malta. Le sue città fotogeniche e antiche (la capitale, La Valletta, è un patrimonio culturale dell'UNESCO) e le lagune e le spiagge turchesi attirano i viaggiatori.

La città fortificata di Senglea, che resistette a un'invasione ottomana nel 1565.

I Cavalieri misero Malta sulla mappa. Malta è l'ombelico del Mediterraneo, che galleggia nel mare tra Sicilia e Libia. Un'antica civiltà di costruzione di templi, in seguito occupazioni fenicie, romane, arabe, normanne e aragonesi, hanno lasciato un segno nella cultura maltese e hanno lasciato un'impressionante collezione di siti unti dall'UNESCO. Poi per un paio di secoli dal 1530, l'Ordine dei Cavalieri di San Giovanni – originariamente ospitalieri reclutati dalle nobili famiglie europee che accompagnavano i pellegrini durante le Crociate – governò Malta, trascinandola culturalmente verso l'Europa e trasformandola in una potenza marittima che diede il Gli ottomani corrono per i loro soldi. I nobili cavalieri hanno anche arredato, letteralmente, Malta con l'arte e l'architettura più raffinate d'Europa. Con il potere dei Cavalieri in declino un paio di secoli dopo, Napoleone conquistò le isole con poca resistenza. Dopo due turbolenti anni di governo francese anticlericale, il cattolico maltese ha chiesto aiuto alla Gran Bretagna per cacciare i francesi. I britannici, intuendo un'opportunità, furono obbligati e rimasero per 164 anni fino a quando Malta non divenne indipendente nel 1964. Malta è entrata a far parte dell'Unione Europea nel 2004.

L'isola più tranquilla e più verde di Gozo.

Non seguite i taxi bianchi: sono cattive notizie. La gente del posto dà a questi un ampio spazio, per una buona ragione. I taxi bianchi all'aeroporto sono costosi e gli autisti sono scortesi e pigri nell'accendere i contatori. È più intelligente utilizzare una delle compagnie di taxi che effettuano prenotazioni online. Ecabs e John's sono entrambi affidabili. Gli autobus sono un'alternativa economica e coprono quasi ovunque, e c'è anche un servizio notturno limitato. (Malta ha anche una delle reti stradali più fitte del mondo.)

Pastizzi è il re. La cucina maltese è di stampo mediterraneo, ma lo spuntino maltese essenziale è il semplice pastizz: un pasticcino a forma di losanga, untuoso, carico di colesterolo, ripieno di ricotta o piselli. I pastizzeriji sono dappertutto, ma l'istituzione dei pastizzi è il Crystal Palace Bar di Rabat, un buco nel muro che chiude solo due ore al giorno durante la settimana. Un caffè e un paio di pastizzi costeranno un paio di dollari. (Ma tieni presente che "pastizz" è anche un termine dispregiativo e un eufemismo per le parti più intime di una donna.) Pastizzi potrebbe essere una delle ragioni per cui il maltese è in cima alla scala dell'obesità in tutto il mondo; Gli uomini maltesi sono al 16 ° posto in tutto il mondo e le donne maltesi sono le più in sovrappeso in Europa. I pastizzi non sono però l'unico colpevole. I maltesi sono tra le persone più timide in Europa.

Pastizzi: lo spuntino di Malta.

I conigli sono cibo, non animali domestici. Malta importa gran parte del suo cibo, quindi la cucina locale è sempre stata influenzata e adattata dalle cucine esterne, in particolare italiana, siciliana e nordafricana. Non esiste un piatto nazionale ufficiale, ma una festa a base di coniglio in umido noto come fenkata si avvicina. Alcuni credono che la popolarità della fenkata sia radicata nella resistenza alle restrizioni di caccia imposte dai Cavalieri di San Giovanni, poi affinata quando i maltesi impararono dai cavalieri francesi come addomesticare i conigli. Sebbene ci siano conigli selvatici cacciati sulle isole, questi di solito sono magri e piccoli. I conigli per la tavola sono più probabilmente allevati per lo scopo. Le variazioni includono stuffat tal-fenek (stufato di coniglio), fenek moqli (coniglio fritto) e spaghetti biz-zalza tal-fenek (spaghetti in salsa di coniglio). Ristoranti specializzati in conigli si trovano a Mġarr e Baħrija, nel nord di Malta, e c'è il leggendario Charlie's Inn a Salina, più affettuosamente noto come Charlie l-maħmug ("Unhygienic Charlie").

Una vignetta editoriale dell'autore che illustra il problema dell'obesità di Malta: il contorno è la forma di Malta su una mappa.

È meglio non parlare di politica. I maltesi prendono sul serio la loro politica e sia il partito laburista che quello nazionalista hanno un seguito ampio e fedele. L'affluenza alle elezioni è altissima e in ogni città e villaggio c'è un club-slash-office di partito. Molti maltesi seguono la loro festa come una squadra di calcio, nel bene e nel male. Ci sono state alcune scaramucce politico-religiose negli anni '60 e alcuni incidenti violenti negli anni '80, ma mentre queste tensioni si sono placate, rimangono alcuni ricordi amari. Quando arriva il momento delle elezioni, alcune istituzioni vietano ogni discorso sulla politica, anche mettendo cartelli che lo vietano.

Malta ha una chiesa per tutti i giorni dell'anno. È quello che dicono, ma il numero è in realtà da qualche parte intorno a 359. Tuttavia, è un numero grande per un paese così piccolo (più di uno per ogni chilometro quadrato). La lingua di Malta è radicata nel suo passato arabo, ma giorno per giorno la cultura ha una grande impronta cattolica romana. L'apostolo Luca e Paolo di Tarso naufragarono al largo di Malta nel 60 d.C., e Paolo è accreditato di aver introdotto il cristianesimo nelle isole e di aver reso Malta uno dei primi avamposti della fede. Il cattolicesimo è ancora una cosa seria a Malta – gli aborti sono illegali – e la frequenza alle chiese è tra le più alte d'Europa. Questo entusiasmo si riflette sia nell'enorme numero di chiese, sia nella loro ostentazione barocca, per lo più finanziata dagli stessi parrocchiani. E non sono solo chiese qualsiasi: St. La cattedrale di San Giovanni a La Valletta è una meraviglia da vedere e possiede due Caravaggio, inclusa la sua opera più grande e unica firmata, che è orgogliosamente esposta nell'oratorio della chiesa.

Cattedrale di San Giovanni.

Pika fa girare Malta. Come il tedesco schadenfreude, pika non si traduce bene, ma la parola più vicina è qualcosa come "rivalità". Città e villaggi si sforzano di superarsi a vicenda durante le loro feste, con fuochi d'artificio, sport o all'altezza dell'asta della bandiera del villaggio. Questo probabilmente spiega perché un villaggio di 3.000 abitanti a Gozo ha costruito la terza cupola non supportata più alta del mondo e perché la città di Mosta ha la quarta cupola non supportata più grande del mondo. Il pika intracomunitario può essere ancora più forte: se il club della banda di una città costruisce nuovi locali, è probabile che l'altro mendicherà, ruberà e prenderà in prestito per costruirne uno più grande. Per molto tempo la guglia della cattedrale anglicana è stata l'apice più alto di La Valletta, fino a quando i carmelitani cattolici romani costruirono un'enorme cupola accanto ad essa con la lanterna che si estendeva a pochi piedi cruciali più in alto della guglia "pagana".

La festa di Zabbar.

In estate non puoi evitare la festa. Tutte le città e i villaggi maltesi celebrano il loro santo patrono in grande stile con attività di una settimana che portano al giorno della festa, che culmina con una processione, musica e fuochi d'artificio. Gli spettacoli pirotecnici più impressionanti sono nel sud dell'isola, dove i villaggi di Żurrieq, Mqabba, Qrendi, Għaxaq e Gudja competono ferocemente. Santa Marija in agosto porta i fanatici dei fuochi d'artificio da ogni parte, perché più feste vengono celebrate contemporaneamente, naturalmente con fuochi d'artificio adatti all'occasione.

Ogni villaggio ha una band. A volte due. Una reliquia delle bande musicali reggimentali britanniche comuni durante il periodo di massimo splendore dell'Impero a Malta, i club delle bande filarmoniche nacquero nel XIX secolo mano nella mano con le feste di paese e sono parte integrante della vita del villaggio, con i loro bar che funzionano come popolari ritrovi locali . Sono generalmente un mix di musicisti volontari e semi-professionisti che brandiscono strumenti a fiato, ottoni e percussioni. Ma i club band fanno molto di più che eseguire musica: organizzano eventi sociali cittadini e sono il fulcro delle feste rumorose e orgogliose che dominano le estati maltesi. Un punto culminante alimentato da pika è il rituale del trash-talk-slash-chanting tra i club delle band rivali. Le marce della banda più chiassose si tengono a Ħamrun e Żabbar.

Una delle tante bande di villaggi di Malta.

Il record di record è un passatempo nazionale. Guinness o altro, Malta ha una fissazione per la creazione di record (a volte bizzarri). Turu Rizzo fu il primo uomo a tentare una nuotata dalla Sicilia a Malta nel 1933, ma fu ostacolato dal maltempo a tre miglia da casa. Il compagno maltese Nicky Farrugia ci riuscì nel 1985. Albert Rizzo (nipote di Turu) fu il primo maltese a entrare nel Guinness dei primati quando nel 1980 stabilì il record di calpestio, trascorrendo 72 ore e tre minuti in mare. La Lily Fireworks Factory di Mqabba ha creato – e acceso – la ruota di Caterina più grande del mondo nel 2011. La città di Qormi ha scelto il bicchiere da vino più grande del mondo per il suo festival nel 2012. Il consiglio locale di Zabbar ha allestito il tavolo da pranzo più grande del mondo, misurando 359 metri (poco più di 1177 piedi) lungo la strada principale di Zabbar nel 2013.

Le acque di balneazione di Malta sono le più pulite d'Europa. Questo grazie agli impianti di trattamento delle acque reflue cofinanziati dall'UE. Ma le spiagge sabbiose più frequentate sono vicine ai grandi hotel e possono essere piuttosto affollate in estate; La famosa Laguna Blu di Comino è brulicante di escursionisti durante i fine settimana. Gozo ha solo una grande spiaggia sabbiosa ma è benedetta da un buon numero di insenature rocciose appartate. Għajn Barrani, anche lui a Gozo, è un buon candidato per una vacanza appartata sulla spiaggia: una piattaforma rocciosa perfettamente piatta con alcuni enormi massi che forniscono un'ombra gradita. Non ci sono servizi, ed è un chilometro (poco più di mezzo miglio) a piedi per arrivarci, l'ultima parte su pendii in terra battuta. Fortunatamente, non è nemmeno segnalato.

Selmun Bay — non accessibile con i mezzi pubblici.

Ci sarà rumore. Si dice che Lord Byron abbia chiamato Malta l'isola delle urla, delle campane e degli odori. Se lo abbia detto davvero è controverso, ma potrebbe essersi bloccato perché è accurato almeno sulle campane. I petardi assordanti vengono rilasciati già alle 8 del mattino nei giorni di festa e possono andare avanti, in sano disprezzo per le leggi locali, dopo le 23:00. Il suono delle campane della chiesa inizia già alle 7:00 nei giorni di festa. I camion di consegna del gas suonano il clacson per annunciare la loro presenza, ei furgoni che vendono ciambelle vanno peggio con un megafono che suona un discorso di vendita preregistrato. La maggior parte dei maltesi sembra parlare naturalmente ad alta voce e come i loro vicini italiani, parla con le mani e gesticola, anche durante la guida. La gestualità è per lo più non aggressiva, anche se non sembra così.

Malti è l'unica lingua semitica scritta in caratteri latini. La distintiva lingua maltese è anche l'unica lingua di origine semitica ufficialmente riconosciuta come lingua dell'Unione europea e fornisce lavori di traduzione per molti espatriati maltesi a Bruxelles. È un'antica lingua discendente dal siculo-arabo (un dialetto arabo sviluppatosi in Sicilia, poi a Malta) con una spolverata di parole inglesi, italiane e francesi.

L'edificio del Parlamento di Renzo Piano a La Valletta, affettuosamente noto come Cheese Grater.

Malta ama le auto. Il numero di auto a Malta è sbalorditivo. All'ultimo conteggio, c'erano 337.000 autoveicoli e ogni giorno vengono rilasciate circa 50 nuove patenti. La manutenzione dell'auto è un'arte raffinata e vecchi modelli come Hillman Minx, Volkswagen Beetle e Triumph Herald sono ancora in circolazione. L'originale Escort MK1 degli anni '70 è un'auto di culto a Malta, e i camion britannici Bedford degli anni '50 e '60 fanno ancora il giro della vendita di articoli per la casa o paraffina. Fino alla revisione del trasporto pubblico nel 2011, alcuni autobus avevano più di 50 anni e la maggior parte delle carrozzerie erano costruite localmente, con decorazioni vernacolari aggiunte sotto forma di disegni e sceneggiature finemente dipinti chiamati tberfil.

Un vecchio camion Bedford rivestito di tberfil.

Puoi diventare maltese, a un prezzo. Malta ha sollevato le sopracciglia nel 2013 quando ha lanciato il suo Programma di investimenti internazionali, consentendo a chiunque disponga di denaro sufficiente per diventare un cittadino maltese e quindi ottenere un passaporto dell'Unione europea. I criteri includono il superamento di un test "Fit and Proper", il contributo di € 650.000 a un Fondo Nazionale di Sviluppo e Sociale, un investimento in proprietà di almeno € 350.000 o un investimento di € 150.000 in obbligazioni o azioni approvate dal governo maltese da conservare per almeno cinque anni.

Decorazioni di strada in una festa.

L'immigrazione è un argomento delicato. Grazie alla sua posizione, nell'ultimo decennio Malta è stata una stazione di transito per i migranti in partenza dalla costa nordafricana (principalmente Libia) su barconi traballanti, sperando di raggiungere l'Europa continentale. Nel 2012 Malta ha ricevuto il maggior numero di richiedenti asilo per la sua popolazione. I maltesi sono divisi sulla questione. Alcuni hanno soprannominato questo “ terzo assedio '' di Malta (il primo è stato quando i Cavalieri di San Giovanni resistettero alle forze ottomane nel 1565, e il secondo durante la seconda guerra mondiale, quando Malta fu bombardata dagli italiani e poi dai tedeschi) e alcuni ritengono che l'Unione europea dovrebbe avere una politica di ripartizione degli oneri più equa, perché Malta è piccola e già affollata. Ci sono state alcune proteste pubbliche contro l'immigrazione illegale, ma ora sono scoraggiate e condannate da tutti i partiti politici.

Popeye ha vissuto qui. Malta ha spesso fatto da sfondo ai film di Hollywood: Brad Pitt e Angelina Jolie hanno chiuso un'intera spiaggia per costruire un set cinematografico per il prossimo film By the Sea. Le scene di Game of Thrones sono state girate ovunque e Russell Crowe ha combattuto le tigri a Fort Ricasoli in Gladiator. Ma c'è anche un accordo cinematografico più permanente: nel 1980, gli scenografi costruirono un intero villaggio di pirati per l'adattamento musicale di Braccio di Ferro di Robert Altman, con un Robin Williams calvo nel ruolo del protagonista. Il film ha avuto recensioni contrastanti, ma il surreale Sweethaven Village è ancora in piedi ed è aperto ai visitatori.

Popeye's Sweethaven Village, nel nord di Malta.

Dove allontanarsi dalla folla. I maltesi generalmente non si dedicano alle passeggiate per il tempo libero, quindi ampi tratti di campagna sono solitamente privi di persone. Il Majjistral Park a nord è un rifugio silenzioso sei volte più grande di La Valletta, con un labirinto di massi rocciosi. Quasi tutta l'isola di Gozo è più tranquilla e più verde, e alcuni maltesi ora hanno un secondo fine settimana a casa lì solo per sfuggire alla folla sull'isola principale.

Immagine in alto: Festa di San Paolo a La Valletta.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI