21 cose da sapere prima di andare a Edimburgo

0
31

Non essere un insensibile: la nostra guida alla capitale scozzese, dai negozi di patatine da discoteca alle scorciatoie semi-segrete.

Edimburgo è la città perfetta, quasi. Non assomiglia a nessun altro posto: edifici fumosi e gotici innestati sulla spalla di un vulcano spento, un imponente castello su bastioni rocciosi al centro e il resto che si riversa su sette colline. Essendo la capitale della Scozia, è aperta e dinamica, ma abbastanza piccola da poter camminare quasi ovunque tu debba andare. Le sue strade tortuose, spesso acciottolate, sono piene di ottimi ristoranti non pretenziosi e pub accoglienti in cui vorresti vivere. Ma, il tempo. Bagnato, grigio e ventoso (e questo è solo giugno). Un tassista ha detto bene una volta quando ha osservato l'acquazzone in un recente pomeriggio di mezza estate: "Solo un altro miserabile giorno in paradiso!" Ma quando il sole splende e un tramonto di fine estate bagna gli edifici color carbone di arancione e rosa, è forse il posto più glorioso della terra – e ho trovato difficile andarmene dopo sette anni di studio e lavoro lì . Preparati per qualsiasi tempo ogni volta che esci di casa. E indossa scarpe comode; i ciottoli e le colline non sono gentili con la caviglia non sostenuta.

Aspettatevi folle. Edimburgo è popolare. È la seconda città più visitata del Regno Unito (dopo Londra) e diventa sempre più affollata ogni anno. È anche una piccola città, quindi ci sono zone con i colli di bottiglia. Da giugno a settembre, il centro della città, e in particolare il Royal Mile e Princes Street, la via dello shopping che fa da confine tra i giardini del castello e la Città Nuova, si dà da fare con i visitatori ubriachi di tartan. La città sta persino prendendo in considerazione la prima "tassa di soggiorno" del Regno Unito, come quella implementata a Berlino e Venezia, per far fronte all'aumento della domanda. La buona notizia è che a Edimburgo non sei mai a più di pochi minuti a piedi da zone più tranquille: giardini nascosti, piazze, cimiteri, quartieri. Tuttavia, prova a prenotare i ristoranti in anticipo nei fine settimana per evitare delusioni e fame. Quando si parla di vita notturna, il Cowgate è il punto di partenza per gli studenti, i bicchierini di vodka a buon mercato e quelli che i locali chiamano educatamente club di "mercato della carne". Se stai cercando un pub tranquillo e suggestivo, cerca altrove.

Il periodo migliore per visitare è maggio. Gli hotel sono più economici, non è così affollato di visitatori estivi e frequentatori di festival, e il clima è mite per la Scozia. Inoltre, maggio è solitamente un tempo migliore (leggi: più asciutto) rispetto al periodo giugno-agosto.

Camminare. Edimburgo è tortuosa e ripida in alcuni punti, ma la maggior parte delle aree di interesse sono raggiungibili a piedi. Salta la macchina: grazie alla disposizione centrale di Edimburgo, un goffo rettangolo di strade trafficate disposte intorno al castello e ai giardini che lo circondano, il traffico è una giostra di frustrazione, aggravata negli ultimi anni dalle nuove linee del tram che i locali amano lamentarsi di. Anche Edimburgo è sulla mappa Uber, ma controlla una mappa prima di ordinarne una: potrebbe essere molto più veloce a piedi.

[Leggere:[Read: Ecco come fare un tour a piedi a Edimburgo]

Persone che passeggiano lungo Cockburn Street nella Città Vecchia. Foto di: Albert Pego / Shutterstock

Scegli un lato. Edimburgo è davvero due città, divise a metà dal castello e dai suoi bastioni. Il centro storico è la rete di strade medievali a sud del castello; la Città Nuova è tutto dall'altra parte, che inizia dall'ex fossato del castello (ed ex fogna cittadina), ora i lussureggianti giardini di Princes Street. Il caratteristico aspetto accatastato del centro storico è radicato nel tempo in cui i residenti erano costretti a vivere ammassati dietro il fossato per protezione. Dopo una disastrosa sconfitta per mano degli inglesi nella battaglia di Flodden, i residenti di Edimburgo costruirono mura intorno alla città per tenere fuori gli inglesi e, poiché la sua popolazione cresceva, non avevano dove costruire se non in declino.

La nuova città iniziò ad essere costruita nel 1765 con un moderno design a griglia – considerato un capolavoro di pianificazione urbana a suo tempo – che si adattava alle idee dell'Illuminismo. Le classi professionali e commerciali abbandonarono il centro storico medievale e si trasferirono negli ampi e luminosi viali della Città Nuova, e il carattere sociale della città fu cambiato per sempre. Prima, ricchi e poveri vivevano l'uno accanto all'altro, nelle stesse case popolari. Ora, la Città Nuova è ancora conosciuta come la fine della città "più elegante". Per i visitatori, New Town è più tranquilla, più calma, ma si sente lontana dall'azione se si vuole inciampare per le strade strette e ripide del centro storico. D'altra parte, ci sono quartieri tranquilli e belli giù per la collina sul lato di New Town, come Stockbridge e Dean Village, che sono le basi ideali della città. Inoltre, sappi che il South Side, in particolare le aree di Marchmont, Newington e parti di Bruntsfield, è dove vive la maggior parte delle decine di migliaia di studenti della città.

Una vista sul centro storico e sul castello in una giornata nevosa. Foto di: Robbie Shade / Flickr, utilizzata con CC BY 2.0

Pianificare in anticipo. Il Festival di Edimburgo, che in realtà è composto da diversi festival che si svolgono contemporaneamente, è una delle migliori esperienze che puoi avere nel Regno Unito, se hai pianificato bene: per sei settimane in estate, la città è aperta tutto il giorno e tutta la notte baccanale di autori, attori, comici. Ma per i viaggiatori che non partecipano ai festival questa è un'esperienza mista: ci sono 1.000 spettacoli al giorno, ma anche il diluvio di volantini e opuscoli che ti vengono premuti in mano quando fai una passeggiata o prendi un caffè. Taxi e letti sono altrettanto difficili da trovare in agosto. A meno che tu non sia pronto per questa sfida, considera di visitare un'altra volta. Se stai davvero cercando una scozzese profonda e limosa, vai alla Burns Night il 25 gennaio, quando gli scozzesi celebrano il poeta nazionale (e autore di Auld Lang Syne) Robert Burns nel modo migliore che sanno fare: con poesia, whisky e frattaglie. Durante una cena della notte delle ustioni, un ospite d'onore legge la sua poesia del 1787, Address to a Haggis, prima di aprirla cerimoniosamente con una spada. Anche un coltello da intaglio funziona.

Teviot House, edificio sindacale dell'Università di Edimburgo, trasformata in un luogo di commedia durante l'Edinburgh Festival Fringe. Foto di: Ludovic Farine / Shutterstock

Abbraccia l'odore. Edimburgo ha un odore unico: a seconda del vento, può odorare come il mare vicino, ma è altrettanto probabile che abbia un odore un po 'più forte. (Qualcuno una volta lo descrisse come profumato di cibo per cani.) È alcol, una specie di orzo maltato dalle birrerie della città e malto tostato dalla North British Grain Distillery, l'ultima delle grandi distillerie della città. Fondato nel 1885, produce ancora whisky destinato alle miscele, ma non è aperto al pubblico. Ci sono stati sforzi per sopprimere l'odore, con alterne fortune, ma le persone generalmente lo accettano come parte del fascino della città. Tende ad essere più forte nella parte ovest della città, dove si trova la distilleria.

[Read: Everything you need to know about Scotland’s other national drink]

Prendi le scorciatoie. Sulla mappa, sembra che ci siano solo due grandi strade che collegano la Città Vecchia e la Città Nuova di Edimburgo, ma le colline e le chiuse della città (un piccolo vicolo o anche un cortile) nascondono molti percorsi alternativi adatti solo ai pedoni. Invece di unirti alle masse che camminano sul tumulo dai giardini di Princes Street fino al centro storico, prova i Playfair Steps. Invece di negoziare strade tortuose e traffico, prendi i ripidi Scotsman Steps dalla stazione ferroviaria di Waverley fino a South Bridge (vicino allo Scotsman Hotel) o il News Steps direttamente dalla stazione di Waverley al Royal Mile. Usa la scala di Giacobbe per salire sulla collina di Calton dal centro storico. Sul Royal Mile, prendi una scorciatoia attraverso Advocate’s Close o Fleshmarket Close fino a Cockburn Street e goditi il ​​panorama lungo la strada. Indagare sui vicoli stretti; potrebbe esserci una scorciatoia o dei giardini nascosti. Quando sei a New Town, trova i vicoli più piccoli e stretti, come Rose Street e Thistle Street.

Fleshmarket Close, che prende il nome dal mercato della carne che un tempo si trovava lì vicino a un macello, è anche una scorciatoia tra il Royal Mile e Cockburn Street. Foto di: Donna C Green / Flickr, utilizzata con CC BY 2.0

Cockburn Street si pronuncia CO-burn Street. Prego.

Mangiare. Edimburgo ha più bar e ristoranti pro capite di qualsiasi altra città del Regno Unito al di fuori di Londra, ed è sede di cinque dei 12 ristoranti stellati Michelin della Scozia, ma non è difficile trovare buon cibo a prezzi ragionevoli e una cucina raffinata per molto meno di quanto costerebbe a Londra o New York. Assicurati solo di avventurarti fuori dal Royal Mile e di stare alla larga dalle catene. Alcuni vecchi e nuovi punti salienti: il Fhior di recente apertura in Broughton Street è il posto dove andare per una bella esibizione di ingredienti scozzesi, dal pane alla farina e dal burro affumicato all'ippoglosso, ma dovrai prenotare. Gli amanti del pesce sono viziati in questa città, ma prova Fisher's (che ha filiali al centro ea Leith), The Mussel Inn e The Ship on the Shore. Chop Chop, un ristorante cinese vicino alla stazione ferroviaria di Haymarket, propone ravioli superlativi e un generoso happy hour (dalle 15 alle 18) in cui divorarli. Da non perdere gli gnocchi di agnello e cumino. L'informale Mother India's Cafe è sempre pieno, grazie ai suoi prezzi ragionevoli e al cibo eccellente.

[Read: Oatcakes to offal: Edinburgh explained in 10 dishes]

Visita la cucina della moschea. Se hai un budget limitato, non puoi battere la Mosque Kitchen, accanto alla Moschea Centrale di Edimburgo, proprio accanto all'università, per il miglior pasto della città: un piatto colmo di curry e riso. Dopo l'11 settembre, la moschea ha aperto la piccola cucina che alimentava la sua congregazione al pubblico come un modo per aumentare la consapevolezza sull'Islam – all'inizio solo dopo le preghiere del venerdì, ma presto hanno aperto la cucina ogni giorno per stare al passo con la domanda. Quando ero uno studente, ci mettevamo in fila per un piatto grande di sole due opzioni di piatto per 2 sterline (US $ 2,50). Questa umile operazione si è trasformata in un ristorante di mattoni e malta della porta accanto con un menu più ampio. (Anche se la cucina della moschea originale è ancora aperta.) È ancora delizioso e con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Migliaia di studenti al verde e affamati non possono sbagliarsi.

Non temere l'haggis. Il piatto nazionale scozzese è una massa di carne di pecora (cuore, fegato, polmoni) delle dimensioni di una palla da softball macinata con spezie, cipolla e farina d'avena. Ha una consistenza nocciola ed è saporito, come la salsiccia. Potrebbe avere una reputazione spaventosa, ma per coloro che non sono fan delle specialità britanniche a base di frattaglie, l'haggis potrebbe essere uno dei più facili da digerire, per così dire. La maggior parte dei bar, delle caffetterie e dei ristoranti ne servirà uno semplice, ma l'Arcade Bar, una "casa haggis" e un ristorante di whisky in Cockburn Street, è specializzato in questo. Divertiti, ma non menzionare che l'haggis ha possibili origini inglesi o addirittura scandinave. Viene tradizionalmente servito con purè di patate e purea di rapa, quindi nel piatto ci sono solo tre mucchi di poltiglia: gialla, arancione e marrone. (Mi è sempre piaciuto osservare come i ristoranti risolvono il puzzle di presentare questo pasticcio tricolore dall'aspetto poco interessante. Spesso, optano per forzare i tre componenti in una pila a strati. Se vedi una presentazione di haggis particolarmente creativa, scatta una foto e mandamelo.)

Haggis, neeps e tatties. Foto di: Joerg Beuge / Shutterstock

Guarda oltre il whisky. I whisky bar di Edimburgo sono come Starbucks in altre città e la maggior parte dei pub e dei ristoranti offre una discreta selezione. Ci sono molti ottimi locali di whisky intorno al centro e al Royal Mile, ma consiglierei il Kaleidoscope Bar alla Scotch Malt Whisky Society, l'Usquabae nel West End per buone degustazioni e, un po 'più lontano (ma questo pub ne vale la pena , credetemi) il Canny Man's in Morningside, decorato con un tesoro degno di un museo. Ma Edimburgo è anche una città del gin: Edimburgo beve più gin di qualsiasi altra città britannica. L'Edinburgh Gin Distillery nel West End ha un bar dove puoi creare la tua versione personalizzata. Edimburgo è anche un'ottima città della birra (e della birra). I cacciatori di birra in cerca di birre scozzesi locali dovrebbero dare un'occhiata a The Hanging Bat di Lothian Road, o visitare Brewdog, il più grande birrificio indipendente della Scozia, lo scrapposo birrificio Pilot di Leith o Innis & Gunn's Beer Kitchen. Cerca le birre Innis & Gunn nei pub: questa azienda ha sede a Edimburgo (il loro birrificio è a Perth) e la loro birra chiara e scozzese, invecchiata in botti di bourbon, sono rapidamente diventate le preferite della città. E non dimentichiamo l'altra bevanda nazionale scozzese, l'Irn-Bru.

Il pub Canny Man nel quartiere tony di Morningside. Foto di: Alexa van Sickle

Rifugiati in casa. Il grande conforto di Edimburgo in inverno sono i suoi oltre 700 pub. È un'ottima città della birra e della birra. È difficile, anche se non impossibile, sbagliare negli alcolici della città. Ma questi sono quelli a cui mi piace tornare quando visito: The Brass Monkey in Drummond Street, un pub birreria con una stanza sul retro tappezzata per le proiezioni quotidiane di film; il Royal Oak per un po 'di musica folk scozzese dal vivo in un ambiente informale (sentiti libero di partecipare se hai portato la tua armonica); il bellissimo Victorian Cafe Royal per uno spuntino a prezzi ragionevoli con Guinness e ostriche; Cloisters, a Tollcross, un posto tranquillo con un grande menu di birre che cambiano e twittano regolarmente. Fuggi dal centro città verso Duddingston (sul lato opposto di Arthur's Seat) e allo Sheep Heid Inn, dove dal 1360 esiste una locanda / trattoria in qualche modo. Se vuoi bere davvero a buon mercato, cerca "Scream" pub (con una versione del dipinto di Edvard Munch appesa all'esterno.) Questa è una catena di bar orientati agli studenti con un fascino limitato, ma con abbondante birra e cibo a buon mercato. Il Tron al largo del Royal Mile è uno di questi. (Ovviamente, molti pub vicino al campus dell'Università di Edimburgo, un bacino idrografico che comprende gran parte del sud della città, saranno orientati alla popolazione studentesca e saranno economici ma affollati.)

Bada alle tue buone maniere nel bere. Gli scozzesi hanno una meritata reputazione di essere amichevoli e accoglienti, ed Edimburgo non è certo estranea ai visitatori, ma l'etichetta dei pub non è mai inutile. Se possibile, riporta i bicchieri vuoti al bar. Nei gruppi, le persone generalmente fanno a turno per pagare un giro di drink; potrebbe non funzionare sempre in modo equo, ma è solo come è fatto. Non far stare tutto il tuo gruppo al bar; hai solo bisogno di una persona per ordinare. Se il barista chiede alle persone che aspettano al bar chi è il prossimo, faresti meglio a essere onesto e non cercare di anticipare la linea. Sarà molto scomodo per tutti. Ci sono tutti i tipi di pub – tranquilli, pinta con un libro e luoghi chiassosi di schermi sportivi – si comportano secondo l'atmosfera. Bonus: i pub in Scozia rimangono aperti più tardi rispetto ai loro omologhi inglesi.

Dì di sì a sale e salsa. Il rito post-pub di un kebab, un curry o un fish and chips è profondamente radicato nella cultura britannica. La Scozia fa una bella battuta in cose da friggere, come i Mars Bars, per i festaioli a tarda notte. (Non ho mai visto una persona scozzese mangiare un Mars Bar fritto. La prelibatezza fritta da provare è la pizza fritta, a L'Alba D'Oro su Henderson Row.) Quando ordini tutto ciò che viene fornito con patatine (patatine fritte tagliate spesse) ti chiederanno se vuoi "sale e salsa": questa salsa è la versione speciale di Edimburgo della salsa marrone con aceto, ed è amata. Provaci. (Per rendere la visita al negozio di patatine un'esperienza unica, vai alla "Disco Chippie" di Edimburgo. Il Caffè Piccante di Broughton Street è aperto fino alle ore piccole e ha anche il suo DJ e la sua gamma di magliette.)

[Read: A love letter to an Edinburgh chip chop]

Tutto fritto al Rapido Caffe. Foto di: Alexa van Sickle

Conosci i colori del calcio. Le due squadre di calcio professionistiche di Edimburgo, Hearts of Midlothian e Hibernian Football Club ("Hearts" e "Hibs") hanno una delle più lunghe rivalità nel calcio mondiale, che risale alla loro fondazione negli anni '70 dell'Ottocento. I colori degli Hib sono il verde e il bianco, mentre gli Hearts (conosciuti anche come “Jam Tarts” dal gergo in rima) indossano il marrone e l'azzurro. Le alleanze calcistiche di Edimburgo non sono paragonabili alla scala del settarismo di Glasgow, dove celtici cattolici irlandesi e Rangers protestanti combattono per la supremazia del calcio, ma Hibernian (la parola latina per l'Irlanda) è stata fondata da migranti cattolici irlandesi, e inizialmente la squadra ha incontrato alcuni resistenza settaria in Scozia. I tifosi di Edimburgo tendono ad essere più allineati con la geografia, come l'ubicazione degli stadi. Hearts e Hibs si giocano occasionalmente, ma si sono incontrati solo due volte nelle finali della Coppa di Scozia, nel 1896 e nel 2012; Hearts ha vinto entrambe le partite.

Non chiamatela nebbia. Potresti sentire persone parlare di haar, che è una parola scozzese per la nebbia fredda – una specie di nebbia costiera – che arriva dal Mare del Nord, specialmente durante la primavera e l'estate, e può coprire la città per giorni. Edimburgo tende ad ottenerne più di molti altri posti in Gran Bretagna, perché i venti orientali dal mare la spingono sulla costa orientale della Scozia.

Tramonto su Calton Hill, con vista sulla replica mai completata del Partenone. Foto di: Tina Walsberger

Sballati nei posti giusti. La maggior parte delle persone si reca alla spianata del castello e al castello stesso per guardare la città dall'alto, ma c'è una vista altrettanto buona, se non migliore, dalla terrazza sul tetto della Camera Obscura, proprio accanto ad essa: un museo della scienza e un tempio a illusioni ottiche e stranezze. L'Arthurs ’Seat, il vulcano spento che domina la città, può essere scalato da qualsiasi direzione, ma la salita più semplice è da est, risalendo il pendio che si eleva sopra Dunsapie Loch. Calton Hill è a pochi passi dall'East End di Princes Street e da lassù puoi vedere praticamente ogni angolo della città. Ci sono anche splendide viste dall'interno: probabilmente la migliore vista sulla città del castello è dalla stanza sul retro della caffetteria Elephant House (dove J.K. Rowling scrisse alcune prime bozze di "Harry Potter"). Il ristorante Tower sul tetto del National Museum of Scotland ha una vista eccellente e, un po 'più in là, c'è una vista fantastica e ampia del castello da Inverleith Park.

Il centro di Edimburgo e il castello da Calton Hill. Foto di: Martin M303 / Shutterstock

Non perdere Leith. Se vuoi scendere dalla giostra della Città Vecchia e Nuova, avventurati più a nord in discesa fino a Leith, il centro marittimo di Edimburgo, reso famoso da Trainspotting di Irvine Welsh (e dalla musica dei Proclaimers). Leith ha un'identità e un'anima separate dal resto della città, e non tutti furono entusiasti quando Edimburgo e Leith si fusero nel 1920 nella città di Edimburgo. La sua tanto attesa rigenerazione è stata frammentaria, ma trascorri un po 'di tempo sulla piacevole Shore, gironzola per i moli storici, dai un'occhiata al Leith Theatre (recentemente restaurato), mangia in alcuni dei migliori ristoranti della città e fermati al Teuchters Bar o il Port o'Leith per una pinta.

Acquista a Stockbridge. Il Royal Mile e Princes Street hanno molti souvenir scozzesi troppo cari, che vanno dal buon gusto al no. (Devo ammettere che ho un debole per quegli asciugamani kilt.) Ma c'è un sacco di tesori – libri, dischi, oggetti d'antiquariato – nelle decine di negozi di beneficenza / di seconda mano a Stockbridge, un quartiere residenziale benestante ma accogliente una breve passeggiata lungo la collina dalla Città Nuova.

Sole a Stockbridge. Foto di: Alexa van Sickle

Padroneggia il dizionario urbano. Un sondaggio una volta ha detto che intorpidire è la parola preferita della Scozia, quindi impara quella: "il termine implica idiozia generale, spesso accompagnata da windbaggery". Sebbene l'accento di Edimburgo sia uno dei più indulgenti per chi non lo sapesse, gli scozzesi in realtà usano parole diverse per alcune cose, quindi sarà utile un cheat-sheet di termini rilevanti per l'esplorazione della città e l'assorbimento: un dram o wee dram è una misura di Whisky; scran è cibo; un vicolo o un vicolo è una strada secondaria, come un vicolo; loch è il lago; una legge è una collina; un'ustione è un ruscello e un kirk è una chiesa. "Salutare" è in realtà piangere, non dire ciao; quando dici che sei "in preda alla pipì", stai bevendo il tuo drink. A Edimburgo, l'area tra Lothian Road e Grassmarket, che contiene principalmente strip bar, saune e librerie antiche, è nota come "triangolo pubico". Inoltre: se vedi un'attività che si definisce una sauna, di solito non è una sauna, ma un bordello.

GTFO. A soli 20 minuti fuori città si trova il suggestivo ponte di Forth Rail, costruito sul Firth of Forth nel 1890. La migliore vista di questo ponte, che è l'altezza della cattedrale di St Paul per consentire il passaggio delle navi della Marina, è dalle rive del North Queensferry. E per un cambio di ritmo più pronunciato, la più grande città della Scozia, Glasgow, è a solo un'ora di treno. Glasgow ha un'atmosfera diversa, nell'anima e nell'architettura. Se Edimburgo può essere twee, piccola e seria, Glasgow è l'antidoto: senza fronzoli, tentacolare e turbolenta. (Ed ecco cosa dovresti mangiare lì.)

Pronto per esplorare Edimburgo? Lasciaci aiutare.

[Read: how to get around the city]

[Read: Edinburgh, explained in 10 dishes]

[Read: A guide to Edinburgh’s best music and local musicians]

[Whisky, hog roast, gin, curry: A food and booze-heavy walking tour of Edinburgh]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui