sabato, Ottobre 16, 2021
Home Senza categoria Come identificare e gestire le malattie dei cavolini di Bruxelles

Come identificare e gestire le malattie dei cavolini di Bruxelles

Le verdure estive ricevono tutte le attenzioni. Pomodori, zucche, melanzane, fagioli e meloni traboccano dai cestini dei mercati degli agricoltori e i vicini condividono i loro doni in agosto.

Ma c'è qualcosa di speciale nelle verdure all'inizio della primavera e autunnali come i cavolini di Bruxelles.

Sai di cosa sto parlando se hai mai apparecchiato una tavola con uno stelo di germogli come centrotavola. E c'è qualcosa al mondo più soddisfacente che strappare un germoglio maturo direttamente dal gambo in giardino?

Le verdure della stagione fredda sono preziose perché spuntano quando il resto del giardino si sta ancora svegliando o si sta rimboccando per la stagione dormiente.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

Ecco perché è così straziante quando una malattia li ruba prima che tu abbia la possibilità di raderli in un'insalata o arrostirli con burro nel forno.

Non vogliamo che tu perda quei gustosi germogli. Questa guida ti aiuterà a fermare le malattie prima che possano iniziare. Se quegli agenti patogeni subdoli riescono a prendere piede, possiamo anche aiutarti a tenerli sotto controllo.

Ecco cosa tratteremo:

Migliori pratiche per evitare le malattie

Noterai uno schema qui. Molti di questi problemi possono essere evitati con una buona igiene di base del giardino.

Se c'è una cosa che puoi fare che ti aiuterà davvero a evitare la maggior parte di questi problemi, è ruotare le colture.

Una buona regola è quella di piantare qualcosa di diverso nel punto in cui sono cresciuti i cavolini di Bruxelles per i due anni successivi.

Assicurati che qualsiasi cosa tu pianti non sia nel genere Brassica, poiché queste piante possono anche fungere da ospiti.

È anche una buona pratica mantenere il tuo giardino privo di erbacce. Ci sono diversi tipi di erbacce là fuori come la senape selvatica che sono membri del genere Brassica.

Questi possono fungere da ospiti per molti dei tipi di funghi e batteri che infettano i cavolini di Bruxelles.

Infine, cerca sempre di annaffiare a livello del suolo piuttosto che sul fogliame o sulle teste delle piante. L'irrigazione al mattino è la cosa migliore perché l'umidità di solito ha il tempo di asciugarsi durante il giorno.

11 malattie comuni nei cavolini di Bruxelles

Tutte le colture di Brassica sono colpite duramente da patogeni fungini in particolare. Abbiamo raccolto le malattie più comuni che potresti incontrare in modo da essere pronto ad affrontare i problemi prima che sia troppo tardi.

1. Macchia di foglie di Alternaria

La macchia nera, nota anche come macchia fogliare di Alternaria, è causata nei cavolini di Bruxelles dai funghi Alternaria brassicicola e A. brassicae.

All'inizio, questa malattia si manifesta sul fogliame come tante piccole macchie nere delle dimensioni di una puntura di spillo, ma le macchie si espandono e si fondono rapidamente, facendo sì che la foglia diventi necrotica e cada.

I sintomi di solito iniziano sulle foglie più basse e più vecchie, ma possono coprire l'intera pianta, comprese le teste dei germogli, man mano che il problema progredisce.

Foto via Alamy.

Fortunatamente, è principalmente solo un problema estetico. E anche se attacca i germogli, di solito puoi staccare le foglie esterne dopo il raccolto e le parti interne andranno bene.

I fungicidi possono aiutare se vuoi tenere sotto controllo il punto nero.

I nostri guida all'Alternaria nelle rape è finalizzato ad affrontare il problema in modo specifico nelle piante di rapa, ma è possibile utilizzare tutti gli stessi trattamenti anche sui cavoletti di Bruxelles.

La cultivar di germogli ibridi "Mighty" è resistente all'Alternaria. Considera di piantarlo la prossima stagione se sai che questa malattia è un problema nella tua zona.

'Potente'

Hai difficoltà a trovare questa particolare pianta? Burpee porta i semi così puoi goderti questo gustoso ibrido.

2. Macchia fogliare batterica

I cavoletti di Bruxelles danno il meglio quando il clima è fresco e umido. Sfortunatamente, anche Pseudomonas syringae pv. maculicola, il batterio che causa la macchia batterica delle foglie.

Fedele al suo nome, provoca macchie nere o viola sulle foglie, di solito con un alone giallo. Questi possono fondersi e causare la copertura delle foglie in chiazze grandi, secche e marroni.

L'agente patogeno vive nei detriti e nei semi delle piante e qualsiasi brassica può fungere da ospite, sebbene cavoli, cavoletti di Bruxelles, ravanelli e rape siano i bersagli più comuni.

Se stai facendo giardinaggio in un luogo che rimane relativamente asciutto, probabilmente non incontrerai mai questo problema, ma le persone in climi umidi dovrebbero prendere precauzioni.

Ciò significa aver sempre cura di annaffiare al mattino a livello del suolo, e non sul fogliame o formare dei capolini.

Acquista sempre semi certificati esenti da malattie e assicurati di ripulire eventuali detriti intorno alle tue piante.

Dovresti anche rimuovere eventuali erbacce, in particolare quelle del genere Brassica come senape, crescione e pepperweed.

Infine, ruota quelle colture. Non piantare cavoli nello stesso posto più di una volta ogni tre anni.

3. Marciume molle batterico

Probabilmente hai già incontrato il marciume molle batterico e potresti anche non rendertene conto.

Questa malattia fa marcire verdure e frutta di ogni tipo in magazzino o nei campi. Se hai avuto una patata che marcisce in un pasticcio molle in deposito, potresti aver avuto a che fare con il marciume molle batterico.

È causata da Pectobacterium carotovorum (precedentemente classificato come Erwinia carotovora), Dickeya dadantii (precedentemente Erwinia chrysanthemi) e da alcuni tipi di batteri del genere Pseudomonas.

Questi agenti patogeni entrano nei tuoi germogli attraverso le ferite sulla pianta. Queste ferite possono essere causate da potature, danni da vento o insetti.

Insetti come afidi, minatori di foglie, e tripidi può anche trasportare l'agente patogeno e può essere diffuso nell'acqua o trasportato su strumenti, mani o persino vestiti.

Poiché non esiste una cura, è necessario adottare misure preventive contro questa malattia. I nostri guida al marciume molle ha tutti i suggerimenti di cui avrai bisogno.

4. Marciume nero

Non vuoi che le tue piante contraggano nessuna delle malattie in questo elenco, in particolare il marciume nero. Può uccidere un'intera pianta abbastanza rapidamente.

Ancora peggio, non esiste una cura. Potresti essere in grado di rallentarlo, ma una volta che le tue piante ce l'hanno, ce l'hanno per tutta la vita.

Il batterio Xanthomonas campestris pv. campestris è responsabile di questo problema devastante, che provoca la putrefazione delle radici e la morte della pianta.

Foto via Alamy.

Oltre al sintomo più evidente della morte delle piante, cosa cerchi? All'inizio, i tuoi cavolini di Bruxelles non mostreranno alcun sintomo. Ma alla fine, inizierai a vedere macchie gialle sui margini del fogliame.

Questi si espandono in grandi macchie gialle a forma di V con la punta appuntita che punta verso il centro della foglia. Con il progredire della malattia, queste macchie diventano secche e marroni con striature necrotiche.

Successivamente, lo stelo inizia a marcire dall'interno e le radici marciscono sottoterra. Alla fine, la pianta non può sostenersi da sola e inizia ad appassire, anche se c'è molta umidità nel terreno.

È difficile contrarre questa malattia quando è appena iniziata perché non puoi vederne le prove e i primi sintomi possono assomigliare a tante altre cose.

Ma se lo prendi, puoi trattarlo con un fungicida di rame. Non fermerà la malattia, ma ne rallenterà il progresso.

Il fungicida di rame è indispensabile. Può essere utilizzato per affrontare tutti i tipi di problemi in questo elenco.

Se non ne hai già qualcuno, Arbico Organics contiene fungicida di rame bonuro in flaconi da 16 o 32 once pronti da spruzzare e un concentrato da 16 once.

Fungicida di rame bonuro

La cosa migliore da fare è evitare il marciume nero in primo luogo. Inizia acquistando semi senza malattie e non piantare da qualche parte dove hai avuto brassiche in crescita negli ultimi tre anni.

Innaffia a livello del suolo per evitare spruzzi d'acqua intorno, poiché i patogeni del marciume nero si diffondono nell'acqua.

5. Clubroot

Con un nome come clubroot, potresti immaginare una pianta con una grande struttura della radice simile a un club sottoterra. Questo è più o meno il succo.

Le piante infette da questa malattia hanno radici distorte e allargate con una forma a clava. Le radici secondarie potrebbero avere grandi crescite simili a bulbi.

Con il progredire della malattia, le radici iniziano a marcire.

A meno che non scavi le tue piante e dai un'occhiata alle radici, come fai a sapere che la tua pianta è infetta? Può essere un po' difficile da dire.

Le tue piante di cavolini di Bruxelles potrebbero essere rachitiche e potrebbero ingiallire. Il fogliame si abbasserà e appassirà facilmente anche con un po' di calore o mancanza d'acqua.

Non c'è nessun buon trattamento diverso da aggiungendo calce al terreno per aumentare il pH sopra 7,0. Questo rallenta o arresta la progressione della malattia, ma non la elimina.

Dal momento che sradicarlo del tutto non è possibile, come evitare la clubroot, che è causata da un protista biotrofi obbligato chiamato Plasmodiophora brassicae?

Bene, per prima cosa, cosa significa? Definiamo rapidamente questi termini.

Piuttosto che essere un tipo di fungo o un oomicete, questo tipo di patogeno della malattia è un organismo eucariotico unicellulare che non rientra nella categoria di piante, animali o funghi.

Sebbene spesso classificata con altre malattie fungine, la radice del club è in realtà qualcosa di diverso. Un agente patogeno che si affida alle cellule vegetali per il cibo senza ucciderle (cioè un biotrofo obbligato), tuttavia danneggerà e causerà stress alle piante infette.

Buone pratiche di giardinaggio come la rotazione delle colture, l'acquisto di piante esenti da malattie (nota che non si diffonde attraverso i semi), l'irrigazione alla base delle piante e la pulizia di strumenti, mani e scarpe se sei stato in un giardino dove è presente la malattia sono fondamentali per evitare la diffusione di questa malattia.

La rotazione delle colture è sempre una buona pratica in giardino, ma assume un livello di importanza completamente nuovo con la clubroot.

L'agente patogeno può vivere nel terreno fino a 20 anni, ma non ha la capacità di accumularsi tanto se coltivi solo brassiche nello stesso posto una volta ogni quattro anni circa.

Detto questo, se scopri di avere una grave infezione che colpisce pesantemente ogni pianta che metti lì, non mettere più le brassicacee in quel punto.

6. Smorzamento

Lo smorzamento può avere un impatto su un numero angosciante di verdure e un'infezione interrompe i tuoi sforzi di coltivazione vegetariana nelle loro tracce.

Quando metti i semi nel terreno, potrebbero non emergere o, se lo fanno, sono deboli e appassiti.

Potresti vedere una lesione marrone e imbevuta d'acqua alla base degli steli delle piantine.

Se le tue povere piantine sopravvivono, non prospereranno mai e non avrai molte – o più probabilmente nessuna – teste.

per imparare come prevenire e affrontare lo smorzamento, consulta la nostra guida completa.

7. Peronospora

La peronospora è una malattia causata dall'oomicete Hyaloperonospora parasitica ed è incredibilmente comune sulle brassiche e su molte altre verdure.

Inoltre, non importa se la tua pianta è giovane o vecchia, questo agente patogeno non fa discriminazioni, anche se le piante più giovani tendono ad avere un impatto più negativo.

Sui cavoletti di Bruxelles, i sintomi compaiono inizialmente come piccole macchie gialle o marroni sulle foglie inferiori. Questi si espandono e possono eventualmente uccidere intere foglie. Potresti anche vedere un fungo bianco che copre la parte inferiore delle foglie.

Man mano che le cose peggiorano, l'agente patogeno si insinua nello stelo, nelle teste e nelle radici e le fa marcire.

Può essere difficile evitare questo particolare problema, poiché vive sui semi, nel terreno e sul materiale vegetale. Può essere spalmato sul vento e nell'acqua.

Vuoi davvero fare del tuo meglio per evitare la peronospora, ma tutti noi probabilmente dovremo affrontarla prima o poi.

Quando è il tuo turno, elimina i fungicidi di rame, l'olio di neem o il Reliant: quest'ultimo è disponibile in contenitori da un quarto su Amazon.

affidabile

Questo prodotto è particolarmente efficace nel trattamento di questa malattia, ma dovrebbe essere riservato alle infezioni gravi.

Reliant (o prodotti simili come Agri-Fos o Monterey Garden Phos) contengono sali mono e dipotassici dell'acido fosforoso, che aiutano a migliorare la resistenza della pianta ai patogeni.

Usalo a settimane alterne mentre i sintomi sono presenti, ma fai attenzione a non spruzzare dove il prodotto potrebbe defluire in laghi, fiumi o torrenti.

Indipendentemente dall'opzione di trattamento scelta, assicurati di coprire ogni parte dello stelo e delle foglie.

8. Oidio

La maggior parte dei tipi di funghi che infettano i cavolini di Bruxelles attaccano durante il clima fresco o umido. Ma l'oidio, causato dal fungo Erysiphe cruciferarum, ama quando è caldo e secco.

Se coltivi i tuoi germogli durante l'inizio della primavera o il tardo autunno, generalmente non dovrai preoccuparti troppo di questa malattia.

Anche se la tua pianta è stata infettata da questo fungo, non è probabile che in questi periodi dell'anno ci siano le condizioni giuste per diffondersi davvero.

Ma il clima sta cambiando. La primavera e l'autunno stanno entrambi diventando più caldi e le probabilità che ti imbatterai in questa malattia al di fuori dei mesi estivi sono in aumento.

Se le tue piante vengono colpite dall'oidio, ecco cosa vedrai: le foglie avranno piccole macchie bianche che gradualmente si trasformeranno in uno stampo polveroso.

Foto via Alamy.

Le foglie più vecchie vengono solitamente colpite per prime e le nuove foglie non vengono colpite fino a quando la malattia non inizia a progredire davvero. A quel punto, le foglie potrebbero diventare gialle o marroni e morire.

Possono formarsi macchie nere anche sui germogli stessi.

Alcune cultivar e ibridi di germogli sono resistenti all'oidio. Questi includono "Dimitri", "Nautic" e "Roodnerf".

A proposito, se sei nuovo nella coltivazione dei cavolini di Bruxelles, "Dimitri" è un eccellente ibrido per i principianti.

'Dimitri'

È generalmente resistente alle malattie, non richiede la cimatura (il processo di taglio della cima delle piante germogliate per incoraggiare lo sviluppo della testa) e forma in modo affidabile le teste, anche quando le condizioni ambientali non sono ideali.

Puoi prendere un pacchetto di 25 semi "Dimitri" a Burpee.

Dovresti anche cercare di evitare che le tue piante diventino troppo assetate o di dare loro troppo azoto, che può esacerbare il problema.

Se l'oidio è un problema comune nel tuo giardino, tratta le tue piante in modo preventivo con un prodotto che contenga Bacillus subtilis.

Un trattamento preventivo che contenga altri microrganismi benefici come Lactobacillus e batteri fototrofi può svolgere un doppio compito prevenendo le malattie e incoraggiando una crescita sana e vigorosa.

Biojuvant Beny-Gro

Beny-Gro di Biojuvant è disponibile in concentrati da un quarto o da un gallone che è possibile utilizzare come spray fogliare o inzuppare il terreno. Lo trovi da Arrico Organics se hai bisogno di acquistarne alcuni.

Per trattare i sintomi dell'oidio esistenti, rompere i vecchi fungicidi di rame affidabili.

Impara di più riguardo come trattare l'oidio nella nostra guida.

9. Punto dell'anello

Attenzione, abbiamo un altro fungo qui che aspetta solo di fare un pasto con i tuoi cavolini di Bruxelles!

Mycosphaerella brassicicola provoca una malattia chiamata macchia ad anello che, come suggerisce il nome, provoca piccole macchie sul fogliame.

Foto via Alamy.

Queste macchie sono diverse da quelle causate dalla macchia fogliare di Alternaria in quanto sono grigie e hanno minuscole macchie nere all'interno dei cerchi.

Sebbene le macchie non si formino sui germogli, un numero sufficiente di macchie sulle foglie può rallentare la crescita delle piante o addirittura ridurre il raccolto.

Si diffonde in condizioni climatiche fresche e umide attraverso l'acqua e il vento e può vivere nel terreno per anni. Ruota le colture ogni anno, annaffia a livello del suolo e tratta con spruzzi settimanali di fungicida di rame finché è presente.

10. Verticillium Wilt

Il Verticillium è terribile, orribile, niente di buono, niente di buono.

È causata dai funghi Verticillium dahliae e V. albo-atrum e attacca tonnellate di diverse verdure, da anguria a patate, e tutto le colture di cole.

Non esiste una cura e le piante che contraggono questa malattia spesso muoiono.

Vert, come viene talvolta chiamato, di solito causa sintomi meno gravi sui cavolini di Bruxelles rispetto ad altri tipi di piante.

Ma meno grave, in questo caso, significa potenzialmente nessun raccolto o uno severamente ridotto piuttosto che una rapida morte.

Quindi di quali sintomi stiamo parlando? Poiché gran parte del danno si verifica su radici e steli dove non puoi vederlo, potresti iniziare a notare l'avvizzimento prima di vedere qualsiasi altra cosa.

Le tue piante appassiranno nel caldo del pomeriggio, anche se hanno molta acqua, per poi riprendersi di notte o al mattino.

Vedrai anche lesioni marroni o gialle sul fogliame man mano che la malattia progredisce. Alla fine, le foglie possono morire e cadere, iniziando dalle foglie più vecchie in basso.

Dal momento che non esiste una cura, cosa puoi fare? Innanzitutto, varietà resistenti alle piante come "Capitola", "Confidant", "Dimitri F1", "Doric F1", "Marte F1," Nautic" e "Speedia". Ruota le colture in modo che le piante non ospiti crescano per quattro anni tra piante ospiti.

"Capitola" produce molte teste di media grandezza verde brillante su un gambo dritto, il che lo rende ideale se vuoi raccogliere l'intero gambo per un display sul tuo tavolo.

'Capitolo'

Puoi acquistare confezioni da 50 semi “Capitola” da David's Garden Seeds tramite Amazon.

Rimuovi le erbacce, igienizza sempre i tuoi attrezzi e solarizza il terreno in bassa stagione per ridurre il numero di funghi patogeni nel terreno.

11. Ruggine bianca

L'oomicete Albugo candida provoca una malattia comunemente chiamata ruggine bianca o vescica bianca nelle brassiche.

Il segno più evidente che la tua pianta è stata infettata da questo agente patogeno sono le protuberanze bianche e cerose nella parte inferiore del fogliame. Questi alla fine diventano marroni.

Le cime delle foglie di solito hanno macchie gialle e il le teste dei germogli potrebbero essere piccole o deformate.

Foto via Alamy.

La prevenzione, come sempre, è un'opzione migliore rispetto al tentativo di trattare il problema dopo che si è manifestato.

Ciò significa ruotare le colture in modo che le brassiche non vengano coltivate nello stesso posto più di una volta ogni quattro anni. Tieni le erbacce fuori dal tuo giardino e annaffia alla base delle piante.

Per ulteriori informazioni su come identificare, prevenire e trattare la ruggine bianca, dai un'occhiata al nostro guida al trattamento della ruggine bianca sulle rape. Il processo di trattamento e prevenzione è lo stesso per i cavolini di Bruxelles.

Non lasciare che le malattie distruggano i tuoi piatti preferiti

Lo so, questa lista sembra così lunga che non c'è alcuna possibilità che i tuoi cavolini di Bruxelles ne escano illesi. Non preoccuparti, hai le conoscenze necessarie per proteggere le tue preziose verdure!

Ci piacerebbe se tornassi e condividessi con noi le tue storie di battaglia nei commenti. Potrebbe anche aiutare qualcun altro ad affrontare la propria sfida con la malattia.

Se hai sentito che questa guida ti ha aiutato e sei pronto per continuare il tuo cavoletti di Bruxelles viaggio, potresti voler dare un'occhiata ad alcune delle nostre altre guide mirate ad aiutarti a far crescere questa meravigliosa brassica. Questi includono:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Consulta i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto dei prodotti tramite Arbico Organics, Burpee, David's Garden Seeds e Quest Store. Foto non accreditate: Shutterstock.

Informazioni su Kristine Lofgren

Kristine Lofgren è una scrittrice, fotografa, lettrice e amante del giardinaggio da fuori Portland, in Oregon. È cresciuta nel deserto dello Utah e nel 2018 si è recata nelle foreste pluviali del Pacifico nord-occidentale con suo marito e due cani. La sua passione in questi giorni si concentra sulla coltivazione di edibili ornamentali e sulla ricerca di cibo nel paesaggio urbano e suburbano.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI