Come identificare e trattare le malattie dell'elleboro

0
18

Sebbene l'elleboro abbia in genere la reputazione di essere senza problemi, a volte possono cadere preda di malattie.

Nel nostro guida alla coltivazione dell'elleboro, copriamo tutto ciò che devi sapere per coltivare queste bellezze a fioritura precoce nel tuo giardino.

Ci sono tre problemi principali che possono colpire l'elleboro, ciascuno causato da un diverso agente patogeno.

Ci colleghiamo ai fornitori per aiutarti a trovare i prodotti pertinenti. Se acquisti da uno dei nostri link, potremmo guadagnare una commissione.

In questa guida spiegheremo come diagnosticare un'infezione sulle tue piante e intraprendere le azioni appropriate per prevenire la diffusione della malattia.

Ecco la scaletta:

1. Morte Nera

L'elleboro può essere soggetto a infezioni da un terribile agente patogeno virale scoperto di recente, il virus della necrosi netta dell'Helleborus (HeNNV), che causa una malattia nota come morte nera.

Dovresti essere molto allarmato se vedi macchie nere e strisce sulla superficie delle foglie o brattee floreali di piante mature. Ci sono buone probabilità che le tue piante siano infettate dal virus che causa la morte nera.

Altri segni di infezione includono crescita stentata, vene delle foglie marroni o nere o macchie scure sulle brattee e sui piccioli.

Come suggerisce il nome "morte nera", ci sono poche speranze di salvare le tue piante se sono infette. Dovrai scavarli e gettarli nella spazzatura per cercare di contenere l'infezione.

Gli esperti ritengono che questa malattia sia diffuso dagli afidi, quindi potresti voler trattare tutte le piante non infette con un insetticida per tenere a bada questi parassiti.

Inoltre, assicurati di disinfettare le cesoie da potatura e tutti gli strumenti che hai usato su e intorno alle piante infette.

L'unico lato positivo è che questa malattia è tipicamente più un problema nei vivai e nelle grandi collezioni che nei giardini domestici.

Puoi leggi di più sulla morte nera dell'elleboro nella nostra guida.

2. Punto nero

La macchia nera, nota anche come macchia fogliare, è un'infezione fungina causata da Microsphaeropsis hellebori. È molto più comune della morte nera, ma se gli viene permesso di diffondersi, può essere altrettanto devastante.

Foto di Cesar Calderon, Cesar Calderon Pathology Collection, USDA APHIS PPQ, Bugwood.org, tramite CC BY-SA.

Se i tuoi ellebori hanno macchie nere o marroni sulle foglie, probabilmente sono infetti da questa malattia fungina.

Puoi distinguere la macchia nera dalla morte nera dal modello delle lesioni. In caso di morte nera, sono tipicamente striati e macchiati in apparenza, mentre le lesioni causate dalla macchia nera sono arrotondate.

Man mano che la malattia si diffonde, copre le foglie e le parti morte possono morire e cadere, lasciando buchi nel fogliame. Se si diffonde allo stelo, la pianta potrebbe improvvisamente collassare.

Il fungo può anche attaccare la base degli steli, facendoli marcire prima della fioritura.

Questo fungo è peggiore in condizioni di caldo e umido. La pioggia e il vento possono diffondere le spore in tutto il tuo giardino, portando alla completa devastazione dei tuoi ellebori. H. argutifolius (elleboro corso) ha meno probabilità di essere infettato, mentre H. niger è altamente suscettibile.

È imperativo fermare la diffusione di questa malattia o l'infezione continuerà senza sosta. Al primo segno di infezione, rimuovi immediatamente il fogliame colpito e distruggilo – non posizionarlo sul cumulo di compost poiché i funghi continueranno a produrre spore e diffondersi.

Elimina anche le foglie e altro materiale vegetale sul terreno, poiché è probabile che siano contaminati.

Dopo aver abbattuto le piante infette, assicurati di sterilizzare i tuoi attrezzi da giardinaggio. Puoi trattare le tue cesoie con il 70% di alcol o candeggina.

Puoi aiutare a prevenire questa infezione potando le foglie in autunno e rimuovendo eventuali steli o fogliame danneggiati. Prendi l'abitudine di eliminare tutti i detriti intorno alle piante, poiché può fungere da serbatoio per le infezioni.

Un altro passaggio preventivo è quello di potare le piante vicine per migliorare la circolazione dell'aria.

I fungicidi sono un'opzione. Sebbene nessuno sia stato sviluppato specificamente per combattere la macchia nera, la maggior parte dei fungicidi agirà su una serie di malattie fungine.

Il miclobutanil è anche efficace contro una varietà di malattie fungine, inclusa la macchia nera.

È disponibile come Captan da Bonide. Questo prodotto è una polvere e dovrai diluirlo secondo le istruzioni sulla confezione e riapplicarlo ogni 10-14 giorni secondo necessità.

Ricorda di prestare sempre attenzione quando usando prodotti chimici in giardinoe adottare le misure di sicurezza appropriate come raccomandato dal produttore.

3. Peronospora

Un certo numero di tipi di agenti patogeni fungini delle piante sono stati conosciuti come "muffe dell'acqua" per la loro capacità di diffondersi nell'umidità. Da allora sono stati riclassificati come oomiceti e possono essere controllati da alcune delle stesse sostanze chimiche utilizzate per controllare i funghi.

La peronospora, causata dalla Peronospora pulveracea, colpisce l'elleboro in caso di pioggia. Questa malattia ha sintomi molto distintivi.

Se le tue piante sembrano ricoperte da uno strato di muffa e hanno macchie marroni o nere sulle foglie, probabilmente hanno questa infezione.

Il rivestimento sfocato e simile alla muffa coprirà tipicamente foglie, steli e fiori, anche se a volte la malattia si manifesterà come macchie gialle sul fogliame. Nelle prime fasi, i sintomi sono più evidenti sul lato inferiore del fogliame.

Con il progredire della malattia, le tue piante potrebbero far cadere fiori e foglie e, senza trattamento, potrebbero morire. I fungicidi possono aiutare a controllare la peronospora, ma ci sono anche controlli culturali che puoi implementare.

Innaffia sempre alla base delle piante, in modo che le foglie non si bagnino. Fornisci uno spazio adeguato tra le piante, in modo che l'aria possa circolare e assicurati che il terreno dreni bene. L'aggiunta di uno strato di pacciame può aiutare a evitare che l'acqua schizzi l'agente patogeno dal terreno sul fogliame.

In caso di una brutta infezione, dovrai rimuovere tutti i detriti vegetali dal giardino.

Non appena noti i sintomi, puoi trattare le tue piante con un fungicida come Fung-onil, un prodotto multiuso che funziona anche sulle muffe dell'acqua.

Bonide Fung-onil

Puoi trovare Fung-onil da Bonide tramite Amazon.

Diluire secondo le istruzioni sulla confezione e applicare a intervalli di 7-10 giorni.

Fortunatamente, gli ellebori di solito sono privi di problemi

Nonostante questo elenco di potenziali malattie dell'elleboro, è probabile che le tue piante rimangano sane e prive di malattie se vengono fornite con condizioni di crescita ottimali.

Tuttavia, se vedi qualcosa di sbagliato, almeno avrai la possibilità di combattere per agire rapidamente per fermarlo.

Hai combattuto contro le malattie dell'elleboro? Facci sapere come ti sei comportato nella sezione commenti qui sotto.

E per ulteriori informazioni su elleboro in crescita nel tuo giardino, dai un'occhiata a queste guide dopo:

© Chiedi agli esperti, LLC. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Vedi i nostri TOS per maggiori dettagli. Foto del prodotto tramite Bonide. Foto non accreditate: Shutterstock. Con ulteriore scrittura e modifica da parte di Clare Groom.

A proposito di Helga George, PhD

Una delle più grandi gioie dell'infanzia di Helga George è stata la lettura di piante rare e da serra che non sarebbero cresciute in Delaware. Ora che vive vicino a Santa Barbara, in California, è felicissima che molti di questi crescano proprio fuori! Affascinata dalla scoperta infantile che le piante producono sostanze chimiche per difendersi, Helga ha intrapreso ulteriori studi accademici e ha ottenuto due lauree, studiando le malattie delle piante come specialista in patologia vegetale. Ha conseguito un BS in agricoltura presso la Cornell University e un MS presso l'Università del Massachusetts Amherst. Helga è poi tornata a Cornell per ottenere un dottorato di ricerca, studiando uno dei sistemi modello di difesa delle piante. È passata alla scrittura a tempo pieno nel 2009.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui